Jump to content
Melius Club
pinkflo2

Diffusore e tipo di musica. Una falsa credenza?

Recommended Posts

pinkflo2
14 minuti fa, jakob1965 ha scritto:

Per me salire nell'investimento dei diffusori appunto significa anche guadagnare in trasversalità

Come principio caspita se dovrebbe essere così.

Share this post


Link to post
Share on other sites
meridian
10 ore fa, pinkflo2 ha scritto:

A ben vedere con mini HIFI Denon o di qualche altra marca puoi ascoltare di tutto (per fortuna) pur con tutte le limitazioni. Questo mi sembra più HIFI che non avere dei diffusori specializzati in qualche genere.

Direi che è un paragone che esula ampiamente dalla discussione, stiamo parlando di hi fi vera, non di scatolette che emettono suoni . . . Buone per ascolti di sottofondo . . . 

Se poi ti sembra che sia meglio un mini Denon ad un sistema con diffusori di altro livello, forse abbiamo gusti diversi nella fruizione della musica, o piacevolezza e approssimazione, o fedeltà e parametri a posto !!! 

10 ore fa, pinkflo2 ha scritto:

Mi azzardo a dire che alla fine una caratteristica che rende un diffusore realmente buono è la sua universalità sia come genere che come accoppiamento.

E' un buon azzardo, in teoria dovrebbe essere così, nella realtà, come già accennato, dovrebbe esserlo tutta la catena e l' ambiente, quindi tutti  i componenti dovrebbero sottostare a questa regola, eppure una catena generalista, di solito, non dà grosse emozioni . . . !!!

10 ore fa, pinkflo2 ha scritto:

Penso che tutti i diffusori aspirino a riprodurre bene tutte le frequenze e tutte le timbriche, ma alcuni per concezione di progetto non possono farlo per una scelta a monte del costruttore. Che si autospecializza da solo per questioni audiofile e abbastanza lontane dall'essenza della musica che appunto per sua natura tende ad essere universale. Visto che non possiamo permetterci di avere tanti impianti in tanti locali quanti sono i generi musicali.

Tutti aspirano a fare bene, pochi ci riescono in modo convincente . . . La musica è universale dal vivo, in casa diventa altra cosa, è riproduzione approssimata con molte limitazioni, e i diffusori non fanno eccezione . . . Tanto che, a parte sistemare l' ambiente, work in progress, io ho 3 coppie di diffusori che alterno, perché con una non ci copri tutte le esigenze di ascolto . . . Se poi troverò il diffusore universale, fine dei giochi, ma non è cosa semplice, soprattutto se hai dei vincoli . . .!!!

saluti , Dario 

Share this post


Link to post
Share on other sites
pinkflo2
12 minuti fa, cactus_atomo ha scritto:

strumenti musicali

Complimenti per il paragone. Certo che se compro una chitarra classica è per suonare ciò che mi consente lo strumento. Con una chitarra non posso riprodurre una grancassa. Se compro una cassa che debba riprodurre la tutta musica mi comporto di conseguenza. Questo 3d riguarda questo aspetto. Non riguarda chi ha gusti monotematici. È evidente che esistono diffusori impostati. 

Mi danno fastidio quei commenti che sostengono che delle Harbeth o delle Spendor non se la cavano col rock. Magari delle casse da luna park se la cavano ancora meglio nel rock.

Share this post


Link to post
Share on other sites
jakob1965

Un esempio ancora da costi umani:  budget intorno 5000 - 6000 €  circa tra nuovo e usato fresco ...

ero arrivato a questi finalisti:   oli 2  (posso con la classica un bijoux) - Pro Ac D30 (affascinante ) - Canton ref 7K  - Wilson benesh square 3

alla fine ho scelto le tedesche in quanto hanno appunto nella trasversalità il loro punto di forza - fanno bene un poco tutto. Dalla grande fanfara all'incedere della nona di Bruckner, al piano solo delle partite 825-830 di Bach con il genio  Schiff, alla fusion di Jeff Beck e Tal Winkelfeld e Steven Wilson/ Pink Floyd etc....

Chiaramente tutto parametro al mio budget - poi ho un grande piacere ad ascoltare la sera a basso volume un bookshelf ben fatto

Share this post


Link to post
Share on other sites
pinkflo2
16 minuti fa, jakob1965 ha scritto:

Per me la timbrica non è questione di gusto - la verosomiglianza con gli strumenti o c'è o non c'è  

Certo quando si parla di timbrica corretta, di neutralità, anch'io adoro una timbrica realistica e corretta, ma ci possono essere delle variazioni e dei gusti. È un discorso molto difficile e scivoloso. Anche qui non esiste la perfezione ma una è buono cercare una buona approssimazione.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pippo La Rocca

No, non mi contraddico

Perché?

Perché sono pochissimi i diffusori a poter fare a meno di almeno un subwoofer.

Non ho detto prendete un CLS e metteteci un subwoofer!

Purtroppo pochi di voi leggono le misure anche dei più quotati diffusori, la mil e la mol sulle basse frequenze fanno nelle stragrande maggioranza dei casi pena.

Ergo ci vuole un aiuto.

Il subwoofer naturalmente è più facile da interfacciare con sistemi dinamici.

Io con le mie Kensington SE libere di riprodurre come senza subwoofer e il sub che serve solo da rinforzo tagliato a 50 posso ascoltare qualsiasi musica in modo esemplare.

Share this post


Link to post
Share on other sites
jakob1965

@Pippo La Rocca   io da me non ne sento il  bisogno - ciò però non significa che avendolo possa piacermi   - se l'effetto è quello del torus  WB ovvero un miglioramento della tridimensionalità del suono (o meglio dell'illusione sonora)

Share this post


Link to post
Share on other sites
domenico80
41 minuti fa, alexis ha scritto:

possiamo discuterne all‘infinito... ma la cassa o meglio il diffusore rimane il componente più imperfetto dell‘intera catena musicale..

che aggiungere ? ............... 

4 minuti fa, Pippo La Rocca ha scritto:

la mil e la mol sulle basse frequenze fanno nelle stragrande maggioranza dei casi pena.

in effetti ..............

Share this post


Link to post
Share on other sites
pinkflo2
18 minuti fa, jazzandroll ha scritto:

ma se a te serve un mezzo per fare una determinata cosa (fuoristrada?)

certo ma tu vuoi ascoltare solo quartetti d'archi? Questi paragoni mi sembrano fuorvianti, non illuminano il discorso. Le auto non sono diffusori. <Non penso che il caso di continuare su questo parallelismo. A meno che non vuoi spiegare quale diffusore è la Ferrari di turno e quale il fuoristrada, ma non sarebbe ridicolo?

Share this post


Link to post
Share on other sites
diego_g

@pinkflo2 

Mi sembra che tu ti voglia convincere a tutti i costi di un concetto palesemente irreale.

Forse é per passare un po' di tempo in queste lunghe giornate?

Share this post


Link to post
Share on other sites
pinkflo2
2 minuti fa, diego_g ha scritto:

Forse é per passare un po' di tempo in queste lunghe giornate?

Anche si 😁

Share this post


Link to post
Share on other sites
meridian

@pinkflo2  Senza dei punti di riferimento però, difficile capire cosa , per te, ha il senso di un diffusore completo, o in grado di fare bene con quasi tutta la musica. . . 

Se hai voglia, illustra i tuoi riferimenti in questo senso, magari si capisce meglio cosa intendi e cosa rappresenta per te un diffusore onnivoro  . . . !

saluti , Dario 

Share this post


Link to post
Share on other sites
homesick

Io penso che l'esempio reale riportato d Cactus , dei diversi pianoforte per i diversi repertori dovrebbe essere più che sufficiente a chiarire il concetto della non universalità .

Se non lo sono gli strumenti che tentiamo di riprodurre con i diffusori come possono esserlo quest'ultimi?

Se poi l'idea nasce dal fatto che con un compattone ci suoni praticamente tutto senza fisime , allora si ha semplicemente una idea di HiFi diversa.

Si può avere il diffusore che suona tutto da 7 , ma senza emozionare in maniera profonda , oppure il diffusore che suona diversi repertori da 6 e qualche punta da 10 , ma quando ascolti quel 10 ti rimetti in pace col mondo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
pinkflo2
3 minuti fa, diego_g ha scritto:

concetto palesemente irreale

Forse non solo per me la musica è universale. Le frequenze sono sempre quelle. I diffusori non impostati per scopi particolari dovrebbero poter riprodurre tutto e spesso lo fanno. Le altre mi sembrano menate da audiofili e da forum che cercano di "spaccare un pelo in quattro" come dice Woody Allen nel suo ultimo film.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ddn

Come dice Pippo la risposta in frequenza è fondamentale. Se il mio diffusore non ha una risposta flat da 20 a 15000hz almeno, non possiamo parlare di alta fedeltà, tralasciamo una parte del segnale. La maggior parte dei diffusori è cosi e ci obbliga ad usare i sub.

Share this post


Link to post
Share on other sites
jakob1965

@pinkflo2  rispettabile opinione - ma ho la sensazione che tu conosca troppo poco   ...  sarei più prudente

Share this post


Link to post
Share on other sites
eduardo
1 minuto fa, ddn ha scritto:

risposta flat da 20

Si,  vabbe',  buonanotte 🤣

Share this post


Link to post
Share on other sites
pinkflo2

Ho l'impressione che spesso uno dice "questo diffusore non va bene per la classica", non tanto perché in realtà è cosi, ma tanto perché non sa ascoltare la musica classica.

Share this post


Link to post
Share on other sites
FabioSabbatini
1 minuto fa, ddn ha scritto:

una risposta flat da 20 a 15000hz almeno

2 minuti fa, ddn ha scritto:

non possiamo parlare di alta fedeltà

Direi allora che si può tranquillamente chiudere tredde forum baracca e burattini

Oppure dedicarci a discutere di cose più importanti, tipo il rodaggio del contatore e simili

🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites
cla71

Bella discussione dove a parer mio ogni intervento è plausibile , in quanto arriva dLl esperienza di ognuno di noi... un diffusore per riprodurre  necessità di una catena a monte , già la parola riprodurre presuppone che non sia un evento dal vivo; di conseguenza un diffusore da 85db, spinto da un amplificazione da 8/10Watt renderà diversante che se spinto da un 150/200W e questo potrebbe , all ascolto, cambiare la percezione che l ascoltatore farà di quel diffusore a prescindere dal genere di musica  riprodotta. Essendo questo un forum dove chi posta e’ quasi sempre una persona con un bagaglio di esperienza in ambito di musica riprodotta ci sta che si abbiano  vedute diverse. Personalmente la mia opinione va nell ottica del “ diffusore per ogni tipo di musica” ma , come scritto sopra , se messo nelle condizioni di esprimere le proprie caratteristiche al meglio dal resto della catena. 
ciao

cla

Share this post


Link to post
Share on other sites
pinkflo2
8 minuti fa, jakob1965 ha scritto:

ma ho la sensazione che tu conosca troppo poco

Daccordo luminare dell'HI Fi...

Share this post


Link to post
Share on other sites
jazzandroll

@pinkflo2 ...ok, non vuoi o fai finta di non capire, buona giornata.

Share this post


Link to post
Share on other sites
domenico80
15 minuti fa, ddn ha scritto:

Se il mio diffusore non ha una risposta flat da 20 a 15000hz almeno

scherzi ?

11 minuti fa, FabioSabbatini ha scritto:

il rodaggio del contatore

......... del   gas ? .......... ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites
diego_g

@pinkflo2 👍🏻😊

Share this post


Link to post
Share on other sites
Fabio Cottatellucci
3 ore fa, ClasseA ha scritto:

Anche secondo me l'idea di avere un impianto che suona bene con la classica da camera, uno solo per la lirica, uno per il jazz e infine uno per il rock è piuttosto ridicola.  È anche poco pratica come cosa. Per me " one man , one hifi!"

Ti sottoscrivo!

E quanto alla praticità, aggiungo che l'impianto di casa deve poter suonare anche "Oh happy day" quando è la festa di qualcuno (non scherzo).

Share this post


Link to post
Share on other sites
extermination
11 minuti fa, FabioSabbatini ha scritto:

tipo il rodaggio del contatore e simili

In che senso ( cit) !!!!Questa è troooppo forte (cit)!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
pinkflo2
24 minuti fa, homesick ha scritto:

diversi pianoforte per i diversi repertori

No aspetta. Se parli di clavicembali per repertorio del 700 per clavicembalo capisco, ma il pianoforte è il pianoforte. Con una chitarra classica puoi riprodurre tutto il repertorio della chitarra classica. Non esiste che una ci siano tante chitarre classiche per lo stesso repertorio. Semmai ci sono gusti diversi tra le timbriche e la suonabilità all'interno dell'insieme delle chitarre classiche. Con una elettrica in teoria puoi suonare tutto il repertorio elettrico. Con una fender stratocaster in teoria puoi suonare tutto, anche se può essere condiderata più adatta a certe sonorità rispetto ad una Gibson, tuttavia con entrambe le chitarre puoi suonare tutto, vabbè poi con una gibson devi prendere un modello con il tremolo oppure montarglielo. I pickup sono diversi ciò non toglie che puoi suonare tutto, il resto sono gusti e specializzazioni.

Aggiungo il pianoforte a coda è solo il più completo. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
extermination
3 minuti fa, Fabio Cottatellucci ha scritto:
3 ore fa, ClasseA ha scritto:

ome cosa. Per me " one man , one hifi!"

Ti sottoscrivo

Sarà un caso che "entrambi" ascoltate con Klipsch!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
eduardo

Questa  quarantena ci sta facendo molto male.

Tanto che,  anche  dopo,  non  saremo più  gli  stessi   🤣  

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    303123
    Total Topics
    6770868
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy