Jump to content
Melius Club
Idefix

politica ed economia Ristrutturazioni e bonus 110%

Recommended Posts

Panurge

L'art. 119, comma 10 del decreto, dice che non si applica la detrazione agli  edifici unifamiliari diversi dalla abitazione principale. Il nemico è la "villetta" simbolo dell'esecrabile borghese, fosse pure la stamberga ereditata dal bisnonno in una frazione dimenticata da Dio in località eternamente sotto acqua.

Comunque se pensavano di essere chiari con la definizione unifamiliare sbagliavano 

http://www.ptpl.altervista.org/dossier/dossier_edificio_unifamiliare.htm

Share this post


Link to post
Share on other sites
gpb

@audio2 il concetto è che ne usufruiscono le prime case, ma in un condominio no puoi vincolare il diritto di x proprietari alla presenza di y immobili diversi

avrei qualche dubbio se il condominio è composto da tutte seconde case o comunque non "prime": bisogna vedere cosa dice l'age

comunque l'assicurazione dei professionisti sembra la normale polizza già obbligatoria

vero che le ape potrebbero essere redatte amche da soggetti professionali che forse non hanno attualmente l'obbligo di polizza

Share this post


Link to post
Share on other sites
gpb

@Panurge quell'applicazione della 380 citata (sul contributo di costruzione) è quella che a Roma dicono...ma noi la interpretiamo in un modo diverso...

a me una volta è passata, un'altra no...

però direi che nello spirito del decreto è il fatto che il vantaggio sul minor consumo insito in un ecobonus sia nel fatto che l'abitazione deve essere sostanzialmente abitata continuativamente

Share this post


Link to post
Share on other sites
otaner
1 ora fa, Panurge ha scritto:

Esatto, quindi il villino seconda casa a Masone no, l'appartamento in condominio in via Montenapoleone o Condotti, si.

Mah….

La Ratio Legis c'è.

Il bonus nasce per le prime case.

Se non ci fosse la  deroga ai condomini, solo pochissimo di questi potrebbero usufruire del bonus.

Solo i condomini in cui TUTTI gli appartamenti fossero "prime case" potrebbero aderire.

Share this post


Link to post
Share on other sites
gpb

la ratio è la riduzione dei consumi energetici, per cui la casa in cui stai un mese l'anno non è significativa

d'altronde credo che per quelle rimanga il bonus ordinario

Share this post


Link to post
Share on other sites
audio2

in sintesi bisognerà aspettare il libretto esplicativo dell' ade che in genere arriva uno/due/tre mesi dopo la pubblicazione in gu

e sentire cosa dice il comme. vabbuò, poi troviamo la ditta e quindi se ne riparla per l' anno prossimo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
regioweb
25 minuti fa, audio2 ha scritto:

quindi se ne riparla per l' anno prossimo

guarda, io un provvedimento del genere non me lo sarei mai neppure sognato quindi ci fosse anche da aspettare l’anno prossimo PER ME sarebbe l’ultimo dei problemi e, benché perfettibili, ben vengano provvedimenti di questo genere

Share this post


Link to post
Share on other sites
briandinazareth

io proprio oggi ho parlato con l'amministratore e faremo partire i lavori di ristrutturazione a breve e ovviamente  molti più ampi del previsto iniziale.

dire che la norma potrebbe funzionare, considerando anche che spinge tutti a fare i lavori in regola.
 

Share this post


Link to post
Share on other sites
gpb

direi che non ci sono troppi punti oscuri in quello che c'è scritto

credo che l'ade sarà messa in moto molto rapidamente a questo giro

credo che alla fine tutto considerando sarà quasi a costo zero per lo stato con un notevole volano complessivo per un industria che deve anche cominciare a svecchiarsi

Share this post


Link to post
Share on other sites
briandinazareth

se non ci sono vincoli per i pannelli solari sul tetto faremo anche quello, che ovviamente all'inizio era sponsorizzato da pochi inquilini. 

si, può funzionare.

Share this post


Link to post
Share on other sites
gpb

@briandinazareth considerate l'accumulo di energia perché un condominio ha consumi non uniformi e legati essenzialmente ad ascensore e luce scale, e così sfruttereste la produzione anche di notte

Share this post


Link to post
Share on other sites
briandinazareth
Adesso, gpb ha scritto:

considerate l'accumulo di energia perché un condominio ha consumi non uniformi e legati essenzialmente ad ascensore e luce scale, e così sfruttereste la produzione anche di notte

si, stiamo facendoci fare i preventivi compresi delle batterie. l'amministratore dice che possiamo mettere comunque i pannelli sul tetto anche se l'edificio è storico. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
gpb
4 minuti fa, briandinazareth ha scritto:

anche se l'edificio è storico

bisogna vedere cosa dice il regolamento comunale, per esperienza non mi fiderei dell'amministratore, ma farei una verifica diretta

probabilmente basta guardare sul piano regolatore che sarà disponibile on line e scartabellare un po' le norme tecniche e al massimo magari fare una telefonata in comune

Share this post


Link to post
Share on other sites
briandinazareth
16 minuti fa, gpb ha scritto:

bisogna vedere cosa dice il regolamento comunale, per esperienza non mi fiderei dell'amministratore, ma farei una verifica diretta

devo dire che ho l'amministratore migliore che abbia mai incontrato e non parla mai a vanvera, ma ovviamente faremo i controlli necessari.

a me, da profano, sembrava strano che con mille vincoli sulla facciata non ce ne fossero sul tetto... è anche vero che il tetto non lo vede nessuno...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Freya

stamane, dalle 09:00 alle 11:00 preventivo di primaria azienda produttrice di finestre porte portoni, il commerciale mi garantisce (?) che il decreto sgrava il proprietario il quale sostanzialmente percepisce merce e lavoro a costo zero.

E parlo di un lavoro di circa 35.000 Euro.

Vedremo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
gpb

@Freya devi salire di due classi e le finestre sono condizionate a cappotto e/o sostituzione di impianti

Share this post


Link to post
Share on other sites
Freya

@gpb da quel che affermava stamane il Commerciale, pare di no.

Basta 1 classe "migliorativa" parlando di un edificio di 50 anni fa.

Share this post


Link to post
Share on other sites
audio2

quello che chiedo io è faccio il cappotto ok, poi la pratica dei serramenti va fatta assieme e/o contestualmente o qualcosa del genere ?

Share this post


Link to post
Share on other sites
nixie

@Panurge Hai ragione,ma prima diamola a chi ha solo una casa magari un poco vecchiotta ma ci abita,poi secondo me la villetta ereditata dal nonno(beato lui) e in una frazione Borgo 5 case in un comune Borgo 10 case che magari ci và tre volte l anno la facciamo dopo.Mi sembrerebbe più equo,mo magari mi sbaglio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
nixie

@Freya Il mio ne ha oltre 60 pensi ci rientri??

Share this post


Link to post
Share on other sites
Freya

@nixie come scritto, attendo notizie dal produttore dei serramenti, entro fine settimana/inizi prossima, vi farò sapere.

Share this post


Link to post
Share on other sites
audio2

il problema delle classi su edifici anziani o anche solo non recentissimi cioè fino a primi anni 2000 secondo me è marginale,

poi quello degli ape secondo me è un settore dove i tecnicismi la fanno da padrone, per chi vuol capire.

Share this post


Link to post
Share on other sites
nixie

@Freya 👍

Share this post


Link to post
Share on other sites
gpb

@Freya no

cappotto e/o impianto, poi tutto il resto

Share this post


Link to post
Share on other sites
gpb

@audio2 ripeto: cappotto e/o impianto vanno fatti

complessivamente con altri interventi come fotovoltaico, infissi, ecc... si deve migliorare di due classi o una se si arriva al massimo

ovviamente se fai una serie di interventi magari non sei costretto a fare il cappotto su tutto l'edificio, ma devi in ogni caso migliorare di due classi

gli infissi li puoi mettere dentro se fai uno dei due interventi principali

quello che di fatto manca sono le modalità di trasmissione della asseverazione del tecnico che è oggetto di provvedimento separato

Share this post


Link to post
Share on other sites
Panurge

Nel passaggio parlamentare è già in pista la proposta di modifica con estensione alle seconde case.

Share this post


Link to post
Share on other sites
piergiorgio

per la mia metà di bifamiliare, età 30 anni, senza ape e comunque classe energetica infima, cosa è permesso fare indipendentemente dall'altro inquilino (rompiscatole) ?

tipo pannelli solari, serramenti, caldaia, ristrutturazioni interne (bagno, pavimenti, ecc.) o altro possibile ? cappotto no perché siamo un villaggio con regolamento interno di 35 unità e non è permesso modificare gli esterni.

scusate ma sono totalmente ignorante (anche) su queste cose.

Share this post


Link to post
Share on other sites
gpb

@piergiorgio il cappotto lo potresti fare mantenendo le stesse caratteristiche estetiche dell'esistente, oppure potresti fare degli inteventi interni, come per esempio controsoffitti coibentati

quello che sicuramente puoi fare è l'aggiornamento dell'impianto di riscaldamento/raffrescamento con una pompa di calore ed a questo abbinare pannelli fotovoltaici e sostituzione degli infissi (se ti interessa anche le tende esterne alle finestre) e sommando tutti gli interventi devi migliorare di due classi energetiche

comunque se ha 30 anni sicuramente è stata realizzata secondo la 373 per cui è possibile una classe E

sono previsti solo interventi di miglioramento energetico e non lavori di normale manutenzione che rientrano negli sgravi già in essere

Share this post


Link to post
Share on other sites
piergiorgio

@gpb devo trovare però una o più imprese che facciano tutto accollandosi (è il termine giusto ?) la cessione del credito, giusto ?

Share this post


Link to post
Share on other sites
gpb

@piergiorgio si. Non ho letto bene se puoi anche tu andare direttamente in banca, devo verificare

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    306198
    Total Topics
    7061803
    Total Posts

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy