Jump to content
Melius Club
carmus

Ronzio trasformatore

Recommended Posts

carmus

Salve a tutti, ho un problema con il ronzio del trasformatore anzi dei trasformatori in quanto di due finali diversi; so che è normale che vibrino ma mi è sembrato che si accentui quando poggiati sul mobile (mobile da soggiorno in legno) infatti quando li sposto il problema diminuisce; vorrei qualche consiglio su cosa mettere sotto gli apparecchi, che uso alternativamente, per ridurre questo disturbo isolandoli dal mobile. Il problema non è sempre presente e non si sente nei diffusori ma diventa fastidioso già a un metro di distanza quando c’è silenzio ascoltando a basso volume. Sono due finali diversi, un valvolare è uno stato solido ambedue molto pesanti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
carmus

Voglio aggiungere che ho anche un vecchio integrato Sansui che poggiato sullo stesso mobile non fa nessun ronzio... misteri..

Share this post


Link to post
Share on other sites
ferroattivo

@carmus Avevo anche io un problema di ronzio sul mio finale 300B dovuto alle vibrazioni dei trasformatori, diverse viti si erano allentate, il problema si è risolto stringendo le viti. Prova a verificare se potrebbe essere questa la causa.

saluti

Guerino

Share this post


Link to post
Share on other sites
fabbe

Forse hai un po' di corrente continua nella rete. Ci sta che il mobile faccia da cassa di risonanza e amplifichi il rumore con le vibrazioni dei trafo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
corrado

Controlla se il ronzio è sempre presente oppure compare con l'accensione di qualche elettrodomestico.

Share this post


Link to post
Share on other sites
KIKO

Con un foglio di sughero risolvi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ToniV
20 ore fa, carmus ha scritto:

Sono due finali diversi, un valvolare è uno stato solido ambedue molto pesanti.

.

Quale dei due ronza?

Se lo sfiori con i polpastrelli senti le vibrazioni o solo il rumore? 

.

Come ti hanno indicato, verifica il serraggio delle viti di scocca, piedi e tutto quello che riesci a raggiungere senza fare danni. Se il valvolare ha la griglia di protezione prova a toglierla. Prova anche a fare una semplice pressione con le mani sulle scocche per cercare di trovare il punto incriminato. Se non vi sono sfiati per l'aria, prova a mettere dei pesi sopra, tipo qualche librone. Puoi anche attutire le vibrazioni con delle strisce di blue tack, o stucco per lavelli, all'interno dei coperchi. Ovviamente senza ostruire i passaggi per l'aria.

https://www.bricoman.it/it/sigillante-a-strisce-elastuk-facot-450-g-10016363/ è come il blue tak, a un prezzo irrisorio.

Sotto i piedi, puoi sbizzarrirti: rondelle di ex tappetino da ginnastica/yoga o per mouse o ancora un po' di stucco per lavelli; l'importante è che per attenuare le vibrazioni non si deve comprima completamente.

Dai anche un'occhiata qui:

https://www.tnt-audio.com/clinica/materiali.html

.

ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites
carmus

grazie a tutti per i consigli

i finali sono diversi, un classè con un grosso toroidale e un cj con un trasformatore a lamierini credo; ho provato a stringere l'unico bullone del toroidale ma paradossalmente mi è aumentato il ronzio, allentandolo invece sembra diminuire; è probabile che sia una questione di corrente ma anche di mobile perché se lo poggio a terra il rumore si attenua; purtroppo sono obbligato e metterlo su quel mobile, per questo chiedevo se ci fosse qualche modo per isolarlo dallo stesso.

Proverò intanto ad isolare il trasformatore dal suo contenitore, vediamo...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Member_0072

@carmus smorzare, smorzare ... o meglio disaccoppiare la fonte generatrice dalla possibile superficie di propagazione.

In parole povere, sul pavimento senti meno il rumore, perché la superficie risulta meno conducente rispetto al piano del mobile ... comunque, ottima l'idea di iniziare dal "dentro" degli apparecchi.

Non serve molto, vedrai, in un caso simile ( due trafo x luci alogene che, seppur di non elevate dimensioni, facevano risuonare un intera parete divisoria in leggeri mattoni forati ) mi è bastato mettere in ogni punto di fissaggio, una rondella di gomma ( nemmeno tanto morbida al tatto .. ), nel caso andrebbero comunque bene per testare il tutto anche dei comuni O-ring che facilmente potresti già avere in casa 😏

shopping?q=tbn:ANd9GcTftuc_Ehq2ERqV1O9XW

Share this post


Link to post
Share on other sites
AchilleB

@carmus essendo in due finali diversi, sempre presente, non propagato ai diffusori, come ti hanno accennato potrebbe essere un problema del tuo impianto elettrico. Non penso ad interferenze ambientali. Il fatto che lo senti di più sul mobile è perché lo stesso amplifica il rumore. Hai provato a mettere un distributore filtrato a monte? cambia qualcosa. Anche il mio finale lo fa, ma varia di intensità a seconda della tensione dell'impianto. Quando scende sotto i 220 aumenta, fino a scomparire completamente quando sale sopra i 224.

Share this post


Link to post
Share on other sites
carmus

Infatti penso proprio sia così per quello devo trovare il modo di isolarlo dal mobile... il cj comunque è meno fastidioso 

Share this post


Link to post
Share on other sites
AchilleB

@carmus disaccoppialo con punte e sottopunte per non rovinare il mobile. Io ho un pre Classè. Non so quale sia il tuo finale, ma sul mio c’è l’indicatore della tensione di rete che mi ha aiutato a capire che la causa del rumore nel trasformatore del finale (nel mio caso) era il calo della tensione di rete.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ToniV
6 ore fa, carmus ha scritto:

grazie a tutti per i consigli

.

Prego. E anche qualche "melius" ci sta ;)

.

Share this post


Link to post
Share on other sites
corrado
1 ora fa, AchilleB ha scritto:

 disaccoppialo con punte e sottopunte

Le punte accoppiano, così come tutti i materiali rigidi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
corrado
5 ore fa, tapesrc ha scritto:

sul pavimento senti meno il rumore, perché la superficie risulta meno conducente rispetto al piano del mobile

Semmai il pavimento è più conducente essendo più rigido, solo che i rapporti tra le masse in gioco sono molto differenti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
sm63
Il 21/5/2020 Alle 13:32, carmus ha scritto:

so che è normale che vibrino

Mica tanto ...

Share this post


Link to post
Share on other sites
carmus

@sm63 è inevitabile, infatti molti li isolano dal contenitore, alcuni li affogano in sostanze smorzanti; ovviamente i miei vibrano in maniera patologica probabilmente per problemi di corrente e negli ascolti notturni a basso volume danno un po' di fastidio

Share this post


Link to post
Share on other sites
sm63

@carmus vedi ti sei dato tutte le risposte ,vibrano se sono mal dimensionati e costruiti ancora peggio .ti posso garantire alcun sono totalmente muti .

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ultima Legione @

.

A conferma di quanto detto da @sm63 posso garantire anche io che ce ne sono alcuni Toroidali specificatamente AudioGrade, ben progettati e meglio realizzati (anche se ovviamente costoso alla fine si tratta di dimensionare senza avarizie il nucleo magnetico, realizzando possibilmente il Core medesimo con materiali ad alta induttanza) che anche in tagli da 500/600 VA, sono assolutamente silenziosi, posto per scontato che ahíNoi i toroidali ordinari (pensati per ben altre applicazioni e non certo per quelle audio) normalmente oltre 350/400 VA, sono tutti inevitabilmente piú o meno rumorosi e ronzanti.☹️😖

.

E tra i diversi (neanche molti a dire il vero 🤔🤔 parlando di utenti finali), senza riserva alcuna e tra l'altro con la preziosa quanto dimenticata chicca dello schermo elettrico interposto tra avvolgimento primario e secondario (al fine di evitare ogni possibile accoppiamento capacitivo che diventa un portone aperto verso l'elettronica da alimentare, per tutti i disturbi in radio-frequenza indotti sulla rete elettrica domestica)  mi sento di suggerire quelli straordinari della polacca Toroidy Transformatory Lachowsky con il gradito optional di costare (compresa la spedizione) mediamente il 30/40% in meno di qualunque altro listino.

.

a07632143255354ccaa5c3a318cc88e0.jpg.919a1fac6206a8bee270782c05769832.jpg84dd301f2f0160c11f821176a0be74ff.jpg.ff77f421a7267088103bad3f812fcfe1.jpg

.

Personalmente e in decine di realizzazioni tanto valvolari che allo stato solido, lí dove gli altri immancabilmente presentavano qualche randomico e pernicioso ronzio, loro dall'alto della loro magnifica realizzazione, pongono il silenzio assoluto.

.

A parte la circostanza che la metá di acclamati grandi Brand per le loro costose elettroniche (il trasformatore di alimentazione nel caso di un amplificatore di potenza e/o integrato, come componente, in genere da solo costa tra il 25 e il 40% di quelli costituenti l'intera elettronica dell''ampli), quando si parla di toroidali AudioGrade o di Schermo di Massa, fanno finta persino di non sapere cosa significhi.😎😎

.

Share this post


Link to post
Share on other sites
SHAR_BO

A quanto ne so 

è molto più facile di quanto si pensi che in un toroidale le spire non siano adeguatamente tensionate ed impaccate e, di conseguenza, che il trafo finito poi ronzi.

Per tale motivo, se non ho problemi di spazio limitato in altezza, a parità di costo preferisco senz'altro un trafo normale ad uno toroidale.

A parità di costo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
viale249

@Ultima Legione @ quoto quanto hai scritto, questi Toroidy sono veramente ben fatti: ottime prestazioni anche per quelli di uscita per ampli valvolari. Costruzione industriale nella migliore accezione del termine, prezzo convenientissimo, addirittura migliore se non serve la calotta esterna in acciaio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ultima Legione @
Adesso, viale249 ha scritto:

quoto quanto hai scritto, questi Toroidy sono veramente ben fatti: ottime prestazioni anche per quelli di uscita per ampli valvolari. Costruzione industriale nella migliore accezione del termine, prezzo convenientissimo, addirittura migliore se non serve la calotta esterna in acciaio.

.

Contributo importantissimo il Tuo

.

Personalmente i trafo di uscita per i valvolari non li ho mai personalmente sperimentati a differenza dei toroidali di alimentazione.

.

Faró tesoro della Tua indicazione.

.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ultima Legione @
4 ore fa, SHAR_BO ha scritto:

A quanto ne so 

è molto più facile di quanto si pensi che in un toroidale le spire non siano adeguatamente tensionate ed impaccate e, di conseguenza, che il trafo finito poi ronzi.

.

In realtá a ronzare in un qualunque tipo di trasformatore di alimentazione, tanto toroidale che di tipo tradizionale E-I, non sono mai gli avvolgimenti elettrici ma bensí  il nucleo ferromagnetico, sottilmente laminato per ridurre le correnti parassite che vi si inducono sopra e la cui componente magnetica di attrazione/repulsione alternata, é la vera responsabile della vibrazione che genera ronzio.

.

Laminated_core_eddy_currents_2_svg.png.4a555e4314ce2d720dacdcfc3e8b3a82.png

.

E contrariamente a quanto affermato in qualche precedente post, quando il pacco di avvolgimenti viene "affogato" in resine epossidiche (seppur con lo svantaggio di diminuirne la normale dissipazione termica per convenzione e irraggiamento) lo si fá non per diminuirne le vibrazioni che anzi in questo caso aumentano i "modi" di risonanza meccanica, ma solo per proteggere il rivestimento isolante delle spire contro l'aggressione dell'umiditá.

.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Nerodavola62

@carmus A mio parere se il tuo problema deriva dalla rete eletrica affilitta da una... importante componente di continua / asimmetria della forma d'onda che induce la saturazione del trafo, hai voglia ad impiegare isolanti o stringere bulloni.

Se questo è il caso serve ben altro, ed è comunque una bella seccatura.

mauro

Share this post


Link to post
Share on other sites
carmus

@Nerodavola62 mah non so più cosa pensare, oggi pomeriggio ad esempio, non ronza se non avvicinando l'orecchio al pannello anteriore

forse devo ascoltare solo la domenica... 

Share this post


Link to post
Share on other sites
carmus

@Ultima Legione @ non si finisce mai di imparare... grazie per la spiegazione, avevo tutta un'altra idea anche per averlo letto in qualche rivista specializzata

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ultima Legione @
2 ore fa, carmus ha scritto:

non si finisce mai di imparare

.

Ahaa...su questa affermazione saggiamente scontata, mi trovi assolutamente d'accordo.👌

.

Ma non sono invece affatto d'accordo sulla rassegnazione a questo problema del ronzio che capisco e comprendo puó arrivare addirittura ad allontare dall'ascolto.

.

Come giustamente giá evidenziato, il problema del ronzare dei trasformatori (che é una macchina elettrica pensata per lavorare esclusivamente in Corrente Alternata) é 9 volte su 10 causato da una Componente in continua presente sulla nostra Rete Elettrica che con malefica abilitá riesce a mandare in "Saturazione Magnetica" il Nucleo con il netto aumento delle Correnti parassite indotte sul Core e l'inevitabile vibrazione e ronzio.

.

E la cosa cazzuta é che questa componente continua (dovuta alle grosse resistenze elettriche di forni, asciugacapelli, scaldabagni elettrici e ...come ho avuto anche modo di constatare, persino alle termo-resistenze d'acquario🐟🐠🐡 🤦‍♂️🤦‍♂️) non é necessariamente "generata" in casa, ma benissimo magari anche nella casa dal dirimpettaio di pianerottolo o dalla amabile nonnina 🤶 del piano di sotto che magari usa lo scaldino, ma che sono malauguratamente attaccati sulla medesima Fase Elettrica che alimenta casa nostra (gli utenti condominiali sono sempre ripartiti in  gruppi di utenze piú o meno equilibrati sulle tre Fasi della 380Vac in arrivo nello stabile).

.

E allora

.

Nella maggior parte delle situazioni una soluzione esiste sempre e nel Tuo caso é quella del tanto anonimo quanto portentoso scatolotto mostrato in foto e non a caso chiamato DC Blocker - Mains DC Filter e al costo di meno di 100,00 Euro compresa la spedizione ci alimenti l'intero tuo setup audio (é progettato per assorbimenti massimi di 2.000 Watt).

.

2526.jpg.1f8c9be4b5c34309f542e9ae230ee48c.jpg

.

Del resto ...il cancellare in un sol colpo l'ansia da "accensione" e vivere serenamente la propria Musica...non ha prezzo. Per tutto il resto c'é ...Mastercard🤣🤣

.

Share this post


Link to post
Share on other sites
AchilleB

@Ultima Legione @ ciao, mi inserisci per sfruttare se posso le tue conoscenze. L’oggetto che hai elencato funziona come i distributori di rete filtrati?

Avrei un altro quesito. Come dicevo prima anche il trasformatore del mio finale Pass “ronza”. Lo fa anche con apparecchio in stand by. Ma non sempre ho notato. Mi sembra lo faccia quando la tensione dell’impianto scende sotto certi valori (a volte scende sotto i 210). Ci può essere qualche correlazione? Grazie 1000

Share this post


Link to post
Share on other sites
fauntleroy

https://sound-au.com/articles/xfmr-dc.htm

Se ne è già parlato. 

Al link sopra si trova una trattazione sull'argomento, con tanto di circuiti da realizzare per sopprimere la continua. 

Per chi non avesse, legittimamente, voglia di leggere tutto il pippotto, lo schema da utilizzare è quello della figura 8.

Immagino che anche il Toroidy consigliato funzioni sullo stesso principio; se si ha un po' di manualità il circuito realizzato viene a costare 5 o 6 euro, a cui ovviamente aggiungere un contenitore ed i cavi (altri 10 euro) se si decide di tenerlo fuori dall'amplificatore. 

Io li ho montati all'interno. 

Magari è utile per fare una prova e vedere se funziona, in seguito comprare il Toroidy. 

Riguardo la domanda se funziona come i distributori di rete filtrati, no, in genere eliminano i disturbi ad alta frequenza, non la continua. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ultima Legione @
2 ore fa, AchilleB ha scritto:

L’oggetto che hai elencato funziona come i distributori di rete filtrati?

Avrei un altro quesito. Come dicevo prima anche il trasformatore del mio finale Pass “ronza”. Lo fa anche con apparecchio in stand by. Ma non sempre ho notato. Mi sembra lo faccia quando la tensione dell’impianto scende sotto certi valori (a volte scende sotto i 210). Ci può essere qualche correlazione? Grazie 1000

.

In linea teorica ma anche praticamente, la bassa Tensione non é di per sé assolutamente un problema per un Trasformatore di alimentazione, tanté che anche nel testare un elettronica molto spesso la si sottoalimenta con un Reostato di potenza e non sentirete mai un trasformatore ronzare per questo.

.

Ma é facile ipotizzare che quando rilevi la Tensione dell'impianto sotto i 210 Vac (pur essendo nel range di tolleranza del gestore) ci sia la concomitante inserzione sulla rete o di un grosso carico induttivo (motori di autoclave. di ascensore, motocondensanti etc.) o come giá spiegato un carico resistivo di Potenza considerevole.

.

Il DC Blocker della Toroidy, come giustamente evidenziato da @fauntleroy é cosa completamente diversa dai distributori filtrati e costituiti in genere da 2/3 Celle L-C poste in serie per attenuare i subdoli disturbi ad Alta Frequenza presenti sulla rete elettrica, ma nulla possono nei confronti dello specifico problema della Componente Continua sommata a quella Alternata.

.

Anche se non conosco il circuito di dettaglio del DC Blocker ipotizzo anche io che non sia molto differente dagli schemi disponibili sul WEB, ma personalmente, anche se possedete una specifica manualitá e competenza, trattandosi di Circuiti di alimentazione primaria ad Alta Tensione 💀☠️ sconsiglio fortemente il DIY e il self-made sia per un problema di Certificazioni (anche usandolo a casa propria e sul proprio impianto) e sia per il serio rischio di sicurezza elettrica e antincendio.

.

E una cosa é una scricchera magari di una Tensione Anodica valvolare anche a 400 V e cosa ben diversa é un contatto accidentale con i 220 Vac di una Tensione primaria‼️

.

Con una Tensione di 200/300 V di un elettroshock si puó salvare una vita ma con solo 80 milliAmpere si carbonizzano istantaneamente i tessuti e si uccide una persona.

.

Occhio‼️👀

.

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    303409
    Total Topics
    6775079
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy