Jump to content
Melius Club
Berico

Ariston rd 40 buon acquisto oppure no?

Recommended Posts

Berico

Da tempo avevo il desiderio di acquistare  un nuovo giradischi da dedicare all’ascolto di dischi mono con una buona mc, all’inizio puntavo i thorens poi navigando mi sono imbattuto in questa  tipologia detta a “scatola di biscotti” per la forma  circolare, e devo dire che mi incuriosì subito, ma prima di fare ogni acquisto ormai é prassi un confronto con @BEST-GROOVE in privata sede 🤣  che immediatamente mi indirizza verso l’Ariston, devo dire che i primi prezzi trovati furono scoraggianti, molti alti, ma grazie  a shark hi-fi ed a un po’ di pazienza e incoscienza arrivò ad un negozio danese , ironia della sorte la patria dei biscotti in scatola 😅, alla fine dopo una trattativa molto breve riesco a prenderlo a 400 euro, c’è da dire che a corredo c‘era una mc eroica ad alta uscita, che poi scoprirò con stilo precario, ma di cui ero stato avvisato e ci mancherebbe con 400 euro anche la testina nuova.

Scrivo non per rencensire il prodotto non sono un recensore e francamente non c’è ne bisogno dato che é recensito e vivisezionato in tutte le lingue dal polacco al giapponese, ma scrivo: primo perché c’era un topic sull’acquisto di un giradischi vintage da 400, una cifra relativamente  bassa, e  per secondo perché qua e là c’erano richieste di cosa si incorre nell’acquistare un Giradischi vintage...

il budget, come potrà confermare @BEST-GROOVE, era di circa 150 euro per le verifiche di rito ed eventuali migliorie , budget stanziato prima di vedere il giradischi, anticipo che é bastato a filo, ma segue una mia filosofia di non spremere troppo la rapa, sul vintage un piccolo budget di riserva é obbligatorio! Comprare bene é già un buon inizio...

arrivato il giradischi...

8CCBEAA7-5C7D-4F3A-B8FD-10FF8EAF4F75.jpeg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Berico

Subito cominciano i primi problemini, il lubrificante  nel pozzetto é uscito nel tragitto, e ad  una verifica anche se a secco poco significativa, trova che il piatto ha troppa aria, circa 7/10 di mm che può sempre poco ma per oggetti che dovrebbero essere di precisione sono troppi,  2/10 sono considerati accettabili ma qui é la differenza tra alta gamma zero compromessi e il budget di acquisto, poi si può discutere sulla planarità dei dischi, ma ci sono anche micro vibrazioni...

foto casalinghe che fanno vedere tramite un regolo fisso l’oscillazione del piatto dal minimo al massimo 

DA15E423-30E9-400A-B93B-E881D03BBCE7.jpeg

20E69F8D-474F-4532-9F35-58EE37C78986.jpeg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Berico

Per cui si parte per le verifiche serie, portato in laboratorio specializzato si comincia con il riportare in perfetto equilibrio il piatto, e verifiche sulla conicità che comunque era ed é perfetta, meno male, ho fatto ricablare il braccio con un kit cardas e predisporre al posto del cavo fisso due rca, la parte elettrica era ok... molle revisionate...
 

93FD2B81-9A98-487D-9BA7-811C0AE34ECF.jpeg

CB54B42D-0E2C-453A-B84E-6B1AF99CF6E5.jpeg

C594241B-4935-4AFF-B3DB-A0A3AB617C38.jpeg

D51465BA-8F7F-4481-9D7A-A2CC9510D8FC.jpeg

065D65CA-24AE-408D-B945-44D029EAD8F7.jpeg

Share this post


Link to post
Share on other sites
bambulotto

Io l'ho avuto. Un buon apparecchio. Assolutamente insensibile al feedback grazie alla struttura a pentola. Il suo braccio non gli rende merito. Un po' rognosa la regolazione dei 3 piedini per risolvere il problema che hai riscontrato ma con un po' di pazienza risolverai sicuramente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Berico

Il giradischi ora é perfetto, il lavoro é stato svolto da un ingegnere di Vicenza e le foto postate fatte da lui, realizzo ora che non ho chiesto il permesso di pubblicarle, penso non ci sia nessun problema ma domani lo avverto per sicurezza non vorrei commettere gaffe... 😅 

l’unico mio contributo é stato l’inserimento delle punte...

38E24E51-EEFA-4A39-AEBA-8C2A28075534.jpeg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Berico

Allora il giradischi ora é perfetto il braccio é uno jelco sa 250 st, un braccio onesto,  ora é abbinato in via provvisoria ad una shure v15 con stilo after market ed ha superato sia l’ultima traccia lato A e che B del disco test hi-hi news, con un peso di lettura di 1,13 grammi, che non é sintomo solo di una buona dimatura ma di un buon sistema nel complesso, sono soddisfatto...ma ne è valsa la pena? In effetti é un prodotto che non esiste più in questa configurazione nel cerchio  “economici” sul nuovo con 600 euro si ha più o meno sempre lo stesso sistema a tavola rigida, però diciamo che sull’acquisto dei giradischi vintage ci sono molte variabili da considerare... Se ne é valsa la pena lo potete dire voi...

Share this post


Link to post
Share on other sites
BEST-GROOVE

@Berico  alla fine che olio hai messo?

Share this post


Link to post
Share on other sites
diego_g
7 ore fa, Berico ha scritto:

Se ne é valsa la pena lo potete dire voi...

Ti faccio i complimenti per l'acchiappo internazionale e per il risultato, per quel che posso capire dalle foto davvero ben riuscito. 

Secondo me ne é valsa la pena, perché... non c'è stata alcuna pena 🤗.

Individuare le piccole magagne, selezionare chi le può risolvere o meglio ancora cavarsela da soli, vivere il progresso dei lavori, imparare piccole e grandi accortezze etc. non é una pena, ma anzi fa parte a pieno titolo del gusto dell'impresa, incrementa al massimo la soddisfazione finale.

Complimenti!

Share this post


Link to post
Share on other sites
oscilloscopio

@Berico ne ho sempre sentito come di un ottimo giradischi, ed il lavoro eseguito credo lo abbia riportato agli antichi splendori, anche la somma investita ritengo sia del tutto congrua al livello della macchina, ti faccio i complimenti per l'acquisto ed i lavori di ripristino...👍

Share this post


Link to post
Share on other sites
cactus_atomo

@Berico ottimo gira che può montare anche bracci di calibro maggiore del pur buon jelco. edè pure bello e non banale, cosa che non guasta

Share this post


Link to post
Share on other sites
rock56

Bel giradischi, mi è sempre piaciuto ma purtroppo non ho mai avuto il piacere di provarlo. Merita la revisione, darà sicuramente soddisfazione.

9 ore fa, bambulotto ha scritto:

Un po' rognosa la regolazione dei 3 piedini

Perché rognosa? Dovrebbe essere comoda essendo esternamente, a differenza di altri gira che si deve intervenire da dentro o sotto..

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pimpinotto

All'epoca l'RD40 fu considerato un progetto molto intelligente perché permetteva di acquistarne una versione base a prezzi contenuti e poi, upgradarlo pian piano, a seconda delle disponibilità economiche e delle esigenze del possessore, portandolo al livello o quasi dei giradischi top di scuola inglese in voga all'epoca (metà anni 80).

Suggerirei di recuperare la prova su Audio Review, che, come consuetudine della testata in quel periodo era molto dettagliata.

Share this post


Link to post
Share on other sites
bambulotto
1 ora fa, rock56 ha scritto:

Dovrebbe essere comoda essendo esternamente, a differenza di altri gira che si deve intervenire da dentro o sotto..

Effettivamente sembrerebbe così ma io, stranamente, ho impiegato il triplo del tempo rispetto ad un Thorens...:S...volevo i 3 perni con la brugola più o meno tutti alla stessa altezza ma, nonostante il perfetto piano della base di appoggio, per riuscirci c'è voluta una giornata intera. >:(

Share this post


Link to post
Share on other sites
viale249

@Berico complimenti per l'acquisto e sopratutto per la revisione, a quanto vedo dalle foto realizzata da un professionista. Una curiosità: ha dovuto riprendere il piatto al tornio? Parlavi di una certa "aria" nel secondo post, ti riferivi ad un problema di planarita'? Una nota di colore: quando vedo questi oggetti, al tempo rappresentanti di una alta fedeltà non economica ma neppure innavicinabile, mi viene automatico pensare al prezzo ridicolmente elevato di alcune realizzazioni basiche attuali, neppure lontanamente confrontabili... Lunga vita al vintage!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Berico

@viale249 Assolutamente no! il tornio é servito, tramite i flessimetri applicati, di rilevare il fuori asse del perno che per avere in periferia 7/10 aveva nell’asse un inclinazione di qualche decimo,  il piatto é in allumino e l’asse in acciaio, la congiunzione tra i due  é per interferenza tramite un anello di ferro, più tenero degli altri due materiali, l’anello in fase di produzione viene punzonato  per effettuare una regolazione fine,  questo metodo di giunzione, semplice e comune, permette a distanza di tempo una regolazione pressoché eterna, a differenza di piati a corpo unico che non possono essere registrati, c’è da dire che l’utilizzo di più materiali aumenta il costo di manodopera, il piatto deve essere manipolato, però più materiali significa anche assorbimento di diverse frequenze per cui meno risonanze e meno vibrazioni.

Share this post


Link to post
Share on other sites
BEST-GROOVE

@Berico  non si capisce bene dalla seconda foto cosa sarebbero quelle lamine e pezzi di alluminio anodizzato che si vedono oltre la lente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
rock56
11 minuti fa, BEST-GROOVE ha scritto:

cosa sarebbero quelle lamine e pezzi di alluminio anodizzato che si vedono oltre la lente.

Se ho capito bene è il disassamento del piatto: si può notare il riferimento rispetto allo spigolo.😉

Share this post


Link to post
Share on other sites
Berico

@rock56 se sono le prime due foto si, basta una morsa uno spillo o un chiodo, posizionarlo sotto il piatto e si fa girare a mano vedendo la coerenza 👍 ovviamente bassa velocità non c’è l’effetto “trottola” ma 33 giri é comunque basa velocità , cambia poco...

Share this post


Link to post
Share on other sites
BEST-GROOVE
21 minuti fa, rock56 ha scritto:
34 minuti fa, BEST-GROOVE ha scritto:

Se ho capito bene è il disassamento del piatto: si può notare il riferimento rispetto allo spigolo.😉

Beato te che hai buon occhio ...non riesco ad interpretare la foto n 2... scorgendo come una sorta di lente riflessa in primo piano e poi più in fondo quanto ho già descritto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
viale249

@Berico ora, con la tua descrizione del difetto, mi tornano anche le prime foto: vedendo i comparatori tastare il piatto montato sul tornio non capivo bene il problema.

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    303409
    Total Topics
    6775079
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy