Jump to content
Melius Club
maxpalat

A conti fatti : il miglior player?

Recommended Posts

maxpalat

Mi chiedo e soprattutto vi chiedo : in base a tutte le variabili offerte dal mercato è possibile/credibile stabilire un ipotetica classifica del miglior player in circolazione per la musica liquida?

Tralasciando nella valutazione gli eventuali costi per i players  a pagamento che non ritengo una “ cruciale “ limitazione , viste  spese spesso “ fantasiose “ che la ns. categoria di appassionati evolve per oggetti di dubbia utilità/ moralità, spogliandoci quindi del fattore prezzo, a chi compete il titolo tra i migliori?

Forza e coraggio...!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
il Marietto

Se intendi gestione della libreria* , Roon non ha eguali , per quanto riguarda l'ascolto è un bit perfect come Jriver e Foobar quindi non dovresti cogliere differenze. 

*Generico,  la lista è lunga, dai un occhiata al sito.

Inoltre include ottimizzazioni con i maggiori marchi di Dac/Streamer , Roon Ready/ Tested.

Ottimo supporto tecnico.

Share this post


Link to post
Share on other sites
maxpalat

Quando scrivo “ miglior player “ intendo per qualità musicale al primo posto..

Un saluto

Massimo

Share this post


Link to post
Share on other sites
FabioSabbatini
16 minuti fa, maxpalat ha scritto:

qualità musicale al primo posto

A meno che non ci sia qualcosa di veramente sballato nel software (può anche succedere ma sarebbe in ogni caso facilissimo da rimediare con un update) o nella specifica implementazione (causa imperizia o sfiga informatica dovuta a misteriose incompatibilità non prevedibili a priori), la qualità musicale non può che essere la stessa

Di conseguenza il migliore è quello che ha tutte le funzioni che voglio o comunque che mi risulta più comodo da usare

Share this post


Link to post
Share on other sites
pl_svn
51 minutes ago, il Marietto said:

Inoltre include ottimizzazioni con i maggiori marchi di Dac/Streamer , Roon Ready/ Tested


per chiarezza: Roon Ready e/o Roon tested significano solo che Roon riconosce il device, usa un'icona che lo raffigura nella lista degli output devices, mette un link al suo manuale d'uso e in fase di setup applica automaticamente i settaggi corretti di max risoluzione PCM/DSD

nel caso poi si tratti di streamer significa che hanno Roon Bridge già a bordo


nessuna differenza di suono tra device Ready/Tested e tutti gli altri ;)
(... a parte quelle proprie del device stesso)

Share this post


Link to post
Share on other sites
maxpalat

@FabioSabbatini ti rispondo con “ gergo diplomatico” per dirti che forse hai ragione: probabilmente non hai torto..

Ti chiedo però come mai utilizzando alternativamente due player differenti ( Daphile versus Wtfplay) nello stesso impianto, passando da uno all’altro in tempo reale, le differenze soniche sono concretamente avvertibili a favore del secondo?

Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites
FabioSabbatini

@maxpalat 

Grazie a te

Posso solo ipotizzare:

Come detto...software rotto o installazione bacata dovuta a imperizia o bizzarrie informatiche specifiche di quella installazione che nulla hanno a che fare con la qualità sonora intrinseca del software

Oppure suggestione, altra cosa frequente

Livelli erano uguali?

Misure?

 Prove in cieco?

 Quante prove?

Quante persone?

 Le differenze eclatanti a vista sono argomento che per me vale poco

In genere ad una analisi un minimo oggettiva si sciolgono come neve al sole in una tiepida giornata di primavera

Share this post


Link to post
Share on other sites
Wolf65

@maxpalat  in teoria i player dovrebbero suonare tutte uguali ma evidentemente ognuno ci mette qualcosa di suo perché anche io nelle mie esperienze personali su un PC Windows ho notato differenze ad esempio tra Foobar e JRiver e su un Raspberry tra Volumnio, Moode e Gentooplayer a favore di quest' ultimo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
stefano-mbp

Non tralascerei di menzionare MPD.

La grande maggioranza di player integra in un solo sw tutte le funzionalità richiesta/necessarie per gestire la libreria e la riproduzione (Audirvana, JRiver, Amarra, Roon, Foobar...), MPD invece è un player “puro”, il suo scopo è unicamente quello di riprodurre il file musicali e lascia ad altri componenti sw l’onere di svolgere le altre funzioni. Per queste funzioni necessita di UPMPDCLI che permette l’interfacciamento verso di essi. Ha bisogno di una piattaforma Linux (nelle sue varie distribuzioni) per essere eseguito e di cui usa l’architettura ALSA per la gestione delle periferiche audio.

Manca infatti l’interfaccia utente e la gestione della libreria che sono demandate a sw con funzionalità UPNP/DLNA per la gestione della libreria (MinimServer, Asset, ...) e per la gestione dell’interfaccia utente (vedi i vari control point come Bubbleupnp, Lumin, Linn, Kazoo).

Questo permette di distribuire su diverso hw le varie funzionalità: tipicamente una NAS per l’archivio musicale su cui “gira” MinimServer o Asset, uno smartphone/tablet per il control point per “telecomandare” la riproduzione e un pc/SBC o simile per gestire la riproduzione vera e propria.

Permette anche di scegliere tra questi componenti quello più adeguato alle proprie esigenze.

Per questo offre grandi vantaggi rispetto ai player “integrati” e solo Roon riesce ad essere altrettanto “agile” aggiungendo la sua fenomenale (se piace e interessa, ma a quale costo!) gestione della libreria.
Molti streamer/network player usano MPD/UPMPDCLI.
 

Share this post


Link to post
Share on other sites
pl_svn

suonano, è vero, tutti **molto** simili ma con leggere/leggerissime differenze di "pulizia", "colore" (caldo/freddo) e soprattutto risoluzione

tranne Amarra che suona torrido e sudaticcio (le versioni di alcuni anni fa. non so le più recenti): come chi non ha mai sentito un buon SET crede che le valvole suonino

differenze talmente piccole che, alla fine, decisi di passare a Roon nonostante Audirvana avesse un filo di risoluzione in più

a parità di tutto il resto e senza il minimo accenno di DSP

riconoscerli in cieco uno dall'altro? a parte Amarra... assolutamente no!

prove fatte anni fa con il sitema principale (nel mio profilo) ma un Mac Mini al posto dell'attuale NUC e un J2 al posto del SIT3. e di recente, nel sistema secondario, con i vari Volumio, Gentoo, moOde su Raspberry (Allo USBridge Sig) usato come streamer invece che come Roon endpoint


che dire? avrò io dei sistemi che cambiano, di loro, a seconda di come tira il vento! 😶


ed ecco che, invece di rispondere/dare consigli, abbiamo, come sempre, aperto una delle classiche "can of worms" 🤣

Share this post


Link to post
Share on other sites
Forest

Io già da dieci anni uso JPLAY secondo me il migliore! ora in versione 7D diventa un servizio di Windows e c’è la possibilità

di utilizzarlo in (Ibernate mode) dove il software limita i servizi Windows attivi (attualmente ne ho +/-49).

Lo si può utilizzare con parecchi software per le librerie musicali Up/Np!

io uso Tunebrowser  pratico e  funzionale! riproduce tutti i tipi di File compresi i DSD.  

Poi leggendo su altro forum ho scoperto un file eseguibile (Minorityclean – l’autore è Hiroyuki  inventore di Infinity Blade)

che faccio partire in automatico all’ avvio di Windows su entrambi i miei PC I7 (PC-Audio e PC-Controllo) non so cosa

esattamente faccia sulla Cpu ma il risultato è di una maggiore chiarezza e dettaglio fa sì che la musica sembri avere più

strumenti nel contesto sonoro rimanendo allo stesso tempo molto musicale e piacevole.

Allego recensioni internazionali.

http://jplay.eu/reviews/

Share this post


Link to post
Share on other sites
bibo01
39 minutes ago, Forest said:

Poi leggendo su altro forum ho scoperto un file eseguibile (Minorityclean – l’autore è Hiroyuki  inventore di Infinity Blade)

che faccio partire in automatico all’ avvio di Windows su entrambi i miei PC I7 (PC-Audio e PC-Controllo) non so cosa

esattamente faccia sulla Cpu ma il risultato è di una maggiore chiarezza e dettaglio fa sì che la musica sembri avere più

strumenti nel contesto sonoro rimanendo allo stesso tempo molto musicale e piacevole.

MinorityClean, utility utilizzabile solo su Windows, cambia il metodo di accesso alla memoria. 

Credo che a seconda del player gli effetti possano essere leggerment edifferenti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
c10m

HqPlayer perché lo puoi far suonare come più ti aggrada utilizzando i suoi filtri

Share this post


Link to post
Share on other sites
stefano-mbp

... dimenticavo di sottolineare che MinimServer, grazie al modulo aggiuntivo MinimStreamer, è in grado di fare operazioni di transcoding e upsampling utilizzando a scelta FFMPEG oppure SOX, in questa operazione è possibile aggiungere i filtri previsti per i rispettivi resampler.

È quindi possibile trasformare i diversi formati in input (es. flac, aiff, alac) nel formato Wave a parità di risoluzione oppure applicando il ricampionamento preferito.

Per i formati DSD (dsf, dff) è in grado di applicare la trasformazione in DoP oppure PCM (con eventuale ricampionamemto)

MinimStreamer è anche in grado di riprodurre gli stream delle radio Internet, per abilitare questa funzionalità è necessario predisporre delle apposite playlist applicando una sintassi specifica.

Quindi un “player” costruito con i componenti MPD/Upmpdcli, MinimServer/MinimStreamer e control point diventa decisamente “potente” e versatile

Share this post


Link to post
Share on other sites
Paolosnz

I fattori sono tanti.. Quelli che mi hanno portato a scegliere audirvana passando prima per foobar, jriver, volumio, moode, daphile, Gentooplayer e qualcuno me lo scordo.. Sono interfaccia potente che gestisce mie librerie e tidal con ricerche incrociate, leggerezza anche nell'upsamplig, telecomando remoto da app e infine ma di peso audio al top senza alterazioni! 

Share this post


Link to post
Share on other sites
bibo01
18 hours ago, maxpalat said:

Quando scrivo “ miglior player “ intendo per qualità musicale al primo posto..

Se tutti i player suonassero uguali, non ci sarebbe bisogno di fare una scelta perché l'uno varrebbe l'altro, quindi "vincerrebbe" quello con la migliore interfaccia.

In generale, comunque, la scelta viene fatta sulla base delle esigenze del singolo utente. Ad es. la gestione della libreria, l'interfaccia, la gestione dei filtri per DRC, l'accoppiamento con i servizi di streaming, ecc.

Dato che ritengo che le differenze tra i vari player a livello sonoro siano relative rispetto al DAC e avendone provati veramente molti (anche i più minimalisti e "difficili") per i quali ho fatto spesso da apristrada, beta tester e promotore in Italia, la mia scelta è stata operata sulla base del migliore accoppiamento con il DAC, cioè quale player mi permette di sfruttare al meglio le caratteristiche del DAC in mio possesso. Su questa base il migliore in assoluto è HQPlayer che indubbiamente è carente per quanto riguarda la gestione della libreria e per l'interfaccia, ma tanto posso accoppiarlo con Roon/Muso/MinimServer e, per l'interfaccia, posso farne a meno completamente con la versione Embedded (quindi senza usare la GPU) e usare un client grafico esterno. Al contempo, HQPlayer esiste per tutte le piattorme e ho i migliori filtri di ricampionamento sia PCM che DSD (migliori di Roon, Audirvana, SoX, JRiver, SaraCon, ecc.), posso fare DSP (quindi anche DRC) sia in PCM che DSD (senza conversione), con un controllo digitale del volume ottimale. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
bibo01
12 hours ago, Echinoquark said:

Un po’ misterioso questo minority clean.

Ho provato a tradurre dal Jap con i soliti strumenti ma non mi pare che ci si sano spiegazioni su come funzioni.

In pratica, come detto in precedenza, la nuova versione modifica il metodo di accesso alla memoria da riferimenti di indirizzi numerici (la RAM) a riferimenti di indirizzi di registro (la CPU).

Share this post


Link to post
Share on other sites
Forest
18 ore fa, bibo01 ha scritto:

MinorityClean, utility utilizzabile solo su Windows, cambia il metodo di accesso alla memoria. 

Credo che a seconda del player gli effetti possano essere leggerment edifferenti.

3 ore fa, bibo01 ha scritto:

In pratica, come detto in precedenza, la nuova versione modifica il metodo di accesso alla memoria da riferimenti di indirizzi numerici (la RAM) a riferimenti di indirizzi di registro (la CPU).

Grazie delle info!

Share this post


Link to post
Share on other sites
maxpalat

@bibo01 peccato il prezzo di HQ Player..., leggo comunque che , come  argomenti tu, questo player è ritenuto da molti un vero campione!

Ribadisco che dopo aver testato qualche  players ( Foobar, Moode,Daphile), in condizioni controllate di ascolto , stesso dac ,stessi cavi, stesso livello di volume, stesso ambiente di ascolto, wtf play suona meglio e non parlo di nuances.

Questo player che dal punto di vista delle utilities è a dir poco disarmante, forse , lavorando esclusivamente sulla RAM in riproduzione, e senza connessione LAN  può offrire migliori e concrete performances sonore e non suggestioni di una notte di mezza estate...

almeno per me.

Una buona giornata 

Massimo

Share this post


Link to post
Share on other sites
bibo01
4 minutes ago, maxpalat said:

peccato il prezzo di HQ Player..., leggo comunque che , come  argomenti tu, questo player è ritenuto da molti un vero campione!

Certo che se lo vuoi gratis, allora costa moltissimo! Scherzo. ;) 

Eventualmente, io riesco ad acquistarlo a -20%.

6 minutes ago, maxpalat said:

Ribadisco che dopo aver testato qualche  players ( Foobar, Moode,Daphile), in condizioni controllate di ascolto , stesso dac ,stessi cavi, stesso livello di volume, stesso ambiente di ascolto, wtf play suona meglio e non parlo di nuances.

Questo player che dal punto di vista delle utilities è a dir poco disarmante, forse , lavorando esclusivamente sulla RAM in riproduzione, e senza connessione LAN  può offrire migliori e concrete performances sonore e non suggestioni di una notte di mezza estate...

almeno per me.

WtfPlay è ottimo...assomiglia ad un player minimale russo di qualche anno fa. Comunque, non è solo player, ma un intero OS...assomiglia un po' ad un NAA di HQPlayer.

Peccato che lo sviluppatore non voglia implementare le funzioni network, anche se sarebbe semplice, perché permetterebbe di avere un NAS o di mandargli un segnale audio da un altro PC con funzioni di server (tipo Roon o...HQPlayer :)).

Share this post


Link to post
Share on other sites
Paolosnz

Wtf Play mi da l'idea di tornare agli ascolti CD, ogni volta al cambio brano devi stare lì a cambiare disco 😀

Share this post


Link to post
Share on other sites
ipoci

Il miglior player è quello che si adatta al proprio modo di vivere l'ascolto e la passione per l'HiFi, quindi è una scelta assolutamente soggettiva.

.

Personalmente ho apprezzato molto Wtfplay nel suo minimalismo assoluto (che ricorda il Cplay ricordato da @bibo01), alla fine Wtfplay è un lettore CD software con qualche possibilità aggiuntiva di leggere i formati. A parte la palla del gapless, questo player è una bella dimostrazione gratuita (io avevo comunque mandato un contributo a Fryderyk) di quanto poco serva per suonare bene. Avessi un DAC basico, probabilmente userei ancora questo.

.

HQPlayer è l'esatto opposto, un sistema per sperimentatori, smanettoni, spippolatori (come me). Zeppo di conversioni in tempo reale, filtri, volume, possibilità di inserire plugin etc.et.c È estremamente adattabile (a parte la gestione librerie), anche se a mio parere, dovrebbe essere sempre usato abbinato ad un sistema di misura (errore che ho fatto io e che continuo a fare), almeno per capire cosa accade modificando i vari parametri disponibili. Di HQPlayer, apprezzo enormemente l'idea di poter lavorare in abbinata con un microcomputer NAA separato dall'elaboratore centrale, NAA che nel mio caso è montato direttamente dentro il dac e converte il flusso dati in I2S

.

In generale credo che ci si è troppo concentrati sui software, tralasciando invece la costruzione hardware dell'ingresso dei DAC. Inutile avere il più performante dei player che mette perfettamente in riga i bits senza sgarrare di un fentomillesimo di microsecondo, quando poi il flusso dati è gestito (spesso nemmeno si sa come) dal dac a valle.

Share this post


Link to post
Share on other sites
bibo01
2 hours ago, ipoci said:

Personalmente ho apprezzato molto Wtfplay nel suo minimalismo assoluto (che ricorda il Cplay ricordato da @bibo01)

Una semplice precisazione: in realtà, cPlay era ASIO e comunque aveva bisogno di un'infrastruttura Windows anche se minimale. Io mi riferivo ad un altro player/OS di origine russa basato su Linux, di cui però non ricordo il nome :$ (dovrei fare qualche ricerca per ritrovarlo).

Share this post


Link to post
Share on other sites
stanzani
15 hours ago, bibo01 said:

Se tutti i player suonassero uguali, non ci sarebbe bisogno di fare una scelta perché l'uno varrebbe l'altro

io infatti non ho scelto JRiver per il suono ma per la gestione molto potente delle librerie e per la compatibilita coi plugin VST, cosa che il costosissimo Roon si rifiuta di fare

Purtroppo JRiver non ospita nativamente Tidal (magari i due CEO allúniversita non si passavano glis critti degli esami) ... un po come facebook che non importa immagini e video da google photo

Share this post


Link to post
Share on other sites
bibo01
1 hour ago, Echinoquark said:

Continuo a non capire: intendi che reindirizza tutte le richieste di accesso al ram alla cache della cpu, dopo avervi copiato i dati?

Sinceramente, quanto e come viene indirizzato alla CPU (più veloce); dovresti chiederlo allo sviluppatore che mi sembra abbastanza disponibile.

Share this post


Link to post
Share on other sites
stanzani

non e' possibile normalmente (o almeno nei processori ARM: gli Intel non so ma ne sarei molto sorpreso) accedere direttamente alle cache. La loro gestion e' affare del processore. pero'lascio il beneficio del dubbio

Share this post


Link to post
Share on other sites
Paolosnz

La cache è ad esclusivo utilizzo della CPU per bypassare la "lenta" ram, i software neanche la vedono

Share this post


Link to post
Share on other sites
stanzani

gli audiofili si bevono qualunque cosa :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
stanzani
On 6/28/2020 at 11:17 AM, pl_svn said:

che dire? avrò io dei sistemi che cambiano, di loro, a seconda di come tira il vento! 😶

o di come tira lúmore: se ho appena trombato preferisco JRiver altrimenti HQplayer !

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    306808
    Total Topics
    6914687
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy