Jump to content
Melius Club
Sign in to follow this  
briandinazareth

politica ed economia La situazione americana del contagio e gli impatti sul mondo.

Recommended Posts

briandinazareth

In america il coronavirus è fuori controllo nella maggioranza del continente. 

Aver riaperto troppo in fretta e non seguire le regole minime contro il contagio ha avuto gli effetti che si aspettavano.

Questo potrebbe avere ripercussioni molto profonde su tutto il mondo e rallentare la ripresa. 

Le esigenze di consenso strettamente personali hanno preso il sopravvvento sulla salute pubblica e adesso un nuovo lockdown è molto probabile.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
senek65

Son ammerricani...  

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ryo

Se non stanno attenti conteranno i morti a milioni oltre ad avere danni economici incalcolabili. Ben presto la Cina sarà la prima potenza economica mondiale, tocca farsela amica (turandosi il naso).

Share this post


Link to post
Share on other sites
senek65

@Ryo noi ci stiamo già lavorando da un po' 

Share this post


Link to post
Share on other sites
keres

Già è difficile accettare un presidente cre.tino, ma speravo che la popolazione lo fosse di meno.  

Share this post


Link to post
Share on other sites
GianGastone
1 ora fa, briandinazareth ha scritto:

In america il coronavirus è fuori controllo nella maggioranza del continente. 

Aver riaperto troppo in fretta e non seguire le regole minime contro il contagio ha avuto gli effetti che si aspettavano.

Qualche dato?

Share this post


Link to post
Share on other sites
maurodg65

Europa

(Ultimi dati OMS, inclusa Italia, fonte Dashboard Who European Region, 27 Giugno, ore 10:00 am)

2.645.679 casi confermati

196.247 morti

UE 446 milioni di abitanti
 

America

(Ultimi dati OMS. Fonte: Health Emergency Dashboard, 27 Giugno, ore 05.40 pm)

Stati Uniti 2.407.590 casi (124.161 morti)

USA 328 milioni di abitanti

Brasile 1.228.114 casi (54.971 morti)

Messico 202.951 casi (25.060 morti)

Canada 102.622 casi (8.504 morti)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ryo

Coronavirus in Usa, il grido di un'infermiera: "Questo è un disastro politico e chi nega so a chi appartiene"

Amanda OʼDell Petersen è stata attaccata su Facebook per un post sulle condizioni di lavoro nellʼospedale di Phoenix in Arizona. Lo aveva scritto "per aprire gli occhi" sullʼemergenza sanitaria, ma...

-

https://www.tgcom24.mediaset.it/mondo/coronavirus-in-usa-il-grido-di-uninfermiera-questo-un-disastro-politico-e-chi-nega-so-a-chi-appartiene_20000476-202002a.shtml

Share this post


Link to post
Share on other sites
Martin

Rispetto a noi hanno ancora margine: Sono 5,5 volte tanti con 3,5 volte le vittime. Difficile che riescano a piegare la curva epidemica prima di raggiungerci, ma è anche vero che entro pochi mesi dovremmo ripartire col secondo giro, del quale si hanno già nette avvisaglie. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
maurodg65
52 minuti fa, Martin ha scritto:

Sono 5,5 volte tanti con 3,5 volte le vittime.

Scusa ma hai la sfera di cristallo?

Ad oggi hanno in valore assoluto la

metà delle nostre vittime pur avendo 5,5 volte la popolazione, per raggiungerci in percentuale ne dovranno morire oltre 680 mila, che al netto dei 124 mila morti di oggi vogliono dire complessivamente altri 556 mila morti per Covid-19, sei così sicuro che ci raggiungeranno? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
gpb
14 minuti fa, maurodg65 ha scritto:

ne dovranno morire oltre 680 mila

devono arrivare a 190.000 e sono a 125.000 così come i positivi sono a 2.500.000 ed i rapporto noi saremmo a 1.320.000, ed hanno una bella curva in salita al ritmo di oltre 40.000 al giorno...

hanno una densità di popolazione 5,5 volte inferiore a noi

Share this post


Link to post
Share on other sites
maurodg65

... 

Share this post


Link to post
Share on other sites
maurodg65

@gpb giusto ho confuso i nostri contagiati con i morti, sorry.

Share this post


Link to post
Share on other sites
briandinazareth
50 minuti fa, Martin ha scritto:

Rispetto a noi hanno ancora margine: Sono 5,5 volte tanti con 3,5 volte le vittime. Difficile che riescano a piegare la curva epidemica prima di raggiungerci, ma è anche vero che entro pochi mesi dovremmo ripartire col secondo giro, del quale si hanno già nette avvisaglie. 

forse non hai visto le curve degli usa adesso... 

non partire sempre con la difesa pavloviana degli stati uniti, quello che sta succedendo, ovvero l'impennata dei contagi per la follia di non voler prendere provvedimenti come nel resto del mondo, è una cosa unica (ad esclusione di brasile e pochi altri posti). 

la questione è fuori controllo, lo stesso fauci ha parlato in modo molto chiaro ieri.

la curva è come quella iniziale e serviranno altre chiusure che potrebbero costare un'enormità economicamente, anche lasciando perdere i morti e i contagiati. 
 

Share this post


Link to post
Share on other sites
gpb

E i contagiati crescono più dei test

Share this post


Link to post
Share on other sites
senek65
1 ora fa, Martin ha scritto:

del quale si hanno già nette avvisaglie

Dove vedresti queste nette avvisaglie?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Martin
6 ore fa, maurodg65 ha scritto:

Ad oggi hanno in valore assoluto la

metà delle nostre vittime pur avendo 5,5 volte la popolazione, per raggiungerci in percentuale ne dovranno morire oltre 680 mila, che al netto dei 124 mila morti di oggi vogliono dire complessivamente altri 556 mila morti per Covid-19, sei così sicuro che ci raggiungeranno? 

il sito da cui prendo i dati presenta i seguenti numeri: 

image.png.d45fa3ca3d7f16c00301be0c3c76f266.png


image.png.c7bf25bbd23eb0df711485743591c945.png

Abitanti 330M /60M = 5,5

Morti     128,3K / 34,7K = 3,7

60M : 34,7K = 330M : X   => X = 330*34,7/60 = 190850  ; 190850 - 128300 = 62550

Quindi 62250 è il numero di vittime che mancano loro prima di agguantare la nostra mortalità. Nell'ultima settimana sono poco sotto le 1000 morti al giorno, ma la loro curva degli  "infected" non da alcun segno di aver raggiunto o avvicinarsi  al culmine.

image.png.3455d74e9699f59a9345fb8d4ecacd1a.png

Ed ecco la nostra (al momento) 

image.png.0201028d7b8fd16fa5f892ee5902dee5.png



Più che gli USA mi preoccupa la probabilissima ripartenza (e col botto) dell'infezione in Italia, che  a mio avviso è già in atto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
maurodg65
Adesso, Martin ha scritto:

il sito da cui prendo i dati presenta i seguenti numeri: 

Ho sbagliato io a leggere i dati dei morti in Italia, l’ho già scritto prima rispondendo a GPB ed ovviamente valeva anche per il tuo post. Sorry. 😫

Share this post


Link to post
Share on other sites
maverick

Le 'nette avvisaglie " per adesso non sono proprio "nette", ...ma i focolai che continuano a svilupparsi pur con il clima favorevole non lasciano effettivamente presagire nulla di buono.

Speriamo solo che l'esperienza abbia reso più efficaci ed immediati le misure di isolamento, ma siamo sempre nel campo dell'incognito.

Se non provocasse disagi di riflesso anche a noi,  ..non mi dispiacerebbe più di tanto che a finire nelle peste ci siano Stati Uniti e Brasile,  ..chissà che serva di lezione che con l'arroganza e la supponenza dei due presidenti non si va da nessuna parte,  e sfidare la sorte perché "comando io che sono lo sceriffo e sono più forte anche del virus" è una idiota presunzione.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Martin
1 ora fa, maverick ha scritto:

Le 'nette avvisaglie " per adesso non sono proprio "nette", ...ma i focolai che continuano a svilupparsi pur con il clima favorevole non lasciano effettivamente presagire nulla di buono.

 Nel foglio excel che aggiorno con cura certosina da ormai 4 mesi seguendo le 4 regioni covid-top,  calcolo la % dei nuovi positivi sulla media degli attualmente positivi alla settimana        N-1. 

Ecco le serie di dati per le varie regioni: 

Emilia R: image.png.444c18b854b96fd2b3151cfe10c237b9.png
 

Lombardia: image.png.be7529a74a1869a3f1320ea81870e357.png
 

 Piemonte: image.png
 

Veneto: image.png.6e3371fbdfa8efd12f3f63b977010e26.png

 
il periodo è quello che inizia a circa 3 settimane dall'allentamento delle restrizioni, EmiliaR. e Veneto il trend è nettissimo ed inequivoco, mentre in Lombardia e Piemonte i numeri confermano l'andamento del contagio stazionario dalla 2a metà di Maggio,  probabilmente in queste regioni i nuovi contagi non hanno permesso di apprezzare lo "spegnimento" come era stato per Veneto ed Emilia R.  

Gli esperti dicono che questi contagi sono localizzati e facilmente  controllabili, ma ci sono sempre maggiori evidenze di rifiuto delle misure di contenimento da parte della popolazione, il che rischia di essere un problema durante i lockdown che si renderanno necessari in futuro e che scateneranno veementi proteste anche perché probabilmente non interesseranno l'intero territorio nazionale nello stesso momento. 

  

Share this post


Link to post
Share on other sites
lufranz
13 ore fa, Ryo ha scritto:

Ben presto la Cina sarà la prima potenza economica mondiale, tocca farsela amica (turandosi il naso).

Più che altro coprendosi tutta la faccia con una mascherina. Mezzo milione di persone in lockdown a Pechino per un ritorno di fiamma del coronavirus...

Share this post


Link to post
Share on other sites
senek65
44 minuti fa, Martin ha scritto:
1 ora fa, maverick ha scritto:

 Nel foglio excel che aggiorno con cura certosina da ormai 4 mesi

Ah be' se è un foglio di Excel direi che non possiamo sollevare obiezioni 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lorenzo67

Un altro lockdown in Italia sarebbe insostenibile, e non solo economicamente. 
 

Vedo che qualcuno ha incolpato Trump (tanto per cambiare) dell'atteggiamento della popolazione USA in questa fase.

Se conosceste un minimo gli americani sapreste che non è questione di Presidente.

Non tollerano restrizioni del genere alla loro libertà. Punto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
gpb
6 minuti fa, Lorenzo67 ha scritto:

Non tollerano restrizioni del genere alla loro libertà. Punto.

se però poi c'è anche qualcuno che non blocca le attività, gli dice che hanno ragione e che tutto va bene e non c'è bisogno di precauzioni se non bere un po' di varechina...diciamo che la situazione non migliora

vedi a NY dove sono riusciti a ribaltare una situazione drammatica

su questo negazionismo poi ho un paio di teorie, ma preferisco vedere come si muovono le cose prima di dirle...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lorenzo67
3 minuti fa, gpb ha scritto:

su questo negazionismo poi ho un paio di teorie

Non è mica solo americano ...

Share this post


Link to post
Share on other sites
extermination
15 minuti fa, Lorenzo67 ha scritto:

Non tollerano restrizioni del genere alla loro libertà

Guardando gli " accadimenti" ne dovrebbe ragionevolmente conseguire un minimo utilizzo del sistema nervoso centrale ...per agire ( senza alcuna imposizione) almeno ..almeno..per la salvaguardia della propria salute!

Share this post


Link to post
Share on other sites
senek65

Credo che in molti pensino che essere armati li protegga dal virus 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lorenzo67

Non sono entrato nel merito di torti o ragioni. E' così e basta. Quando siamo partiti qui, un mio amico americano mi ha chiesto notizie sul da farsi, nel caso fosse arrivato da loro. Gliele ho date. Mai vista una foto sua e della sua famiglia con una mascherina indosso, neanche in questi giorni.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

  • Statistiche Forum

    306734
    Total Topics
    6995475
    Total Posts

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy