Jump to content
Melius Club
Maurjmusic

Nuove Tad Reference One TX

Recommended Posts

Maurjmusic

Le favolose e costose nuove  Tad  One TX (MK3 )  ... non ho idea  delle migliorie  rispetto alle  MK 2  ( oltre al prezzo! ).

259AB7F1-B695-4523-BE59-F70930D46488.jpeg

4798B91D-A6C7-4806-95D9-84A52B777BCD.jpeg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Maurjmusic

Pero’ e’ sconcertante spendere quella cifra  e ritrovarsi con un   “User ‘ s Manual “ che propone  amplificazione verticale con due pre. (Si risparmia pure sui correttori di bozze per offrire un prezzo piu’ competitivo !!! )  

446C2B12-C58A-470D-A383-BA12663457F1.jpeg

Share this post


Link to post
Share on other sites
alexis

Sono presumibilmente gli stessi diffusori delle serie precedente, con piccole migliorie.

il prezzo é semplicemente allineato alla concorrenza... visto che si mangia a colazione quasi, tutto tra i soliti nomi a radiazione diretta...

Share this post


Link to post
Share on other sites
massimojk

Per chi è in grado di spendere e spero anche apprezzare la capacità di porgere il suono si questo indiscusso marchio. 

Ovviamente qui il rapporto Q/P va a farsi benedire a tutto vantaggio della sola Qualità

Share this post


Link to post
Share on other sites
Maurjmusic

La nuova finitura “Emerald Black” e’ notevole ...

3DB84A37-2665-4703-BD29-12BA55B552C4.jpeg

Share this post


Link to post
Share on other sites
aldina
42 minuti fa, alexis ha scritto:

visto che si mangia a colazione quasi, tutto tra i soliti nomi a radiazione diretta...

Ti prego... anche tu con sta solfa insopportabile del "si mangia a colazione i soliti nomi..." eccetera.

Un forumer esperto come te non può, ripeto non può abbassarsi a tanto.

Le qualità delle R1 le conosciamo quasi tutti da anni, immense, le venderai sicuramente, ma mancare di rispetto ai concorrenti, e non sono pochi di analogo livello, è un'uscita davvero orribile.

Share this post


Link to post
Share on other sites
paolosances

@aldina perdonami, la frase utilizzata da @alexis è spesso letta su queste pagine, al pari del "far cadere le mascelle"; con il tuo distinguo secondo il quale un esperto non possa utilizzarla tanto da ritenerla un "abbassarsi a tanto" è offensiva nei confronti di chi la utilizzi.

Cortesemente, evitiamo di creare tensioni.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ciprino

Consentitemi di dubitare che ci siano effettive migliorie. Sono un fan della TAD, o forse lo ero, diciamo che se non avessi limiti di budget acquisterei probabilmente le TAD CR1. 40.000 euro sono forse una follia, ma che diffusore ha firmato Andrew Jones! In un negozio americano Ho potuto confrontarle con le più recenti Me1, non più disegnate da Jones, e devo dire che si tratta ovviamente di un diffusore di alto livello, mi pare venissero 15.000 dollari,  ma la magia se ne è andata lasciando il posto a una riproduzione efficiente ma poco emozionante. Mi ricorda un po’ le Sonus Faber del dopo Serblin, diffusori validissimi ma che almeno a me fanno  rimpiangere i vecchi tempi. Le TAD One TX, orfane di Jones, dovranno dimostrare di essere all’altezza del modello precedente, cosa non facilissima.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gici HV
2 ore fa, aldina ha scritto:

Le qualità delle R1 le conosciamo quasi tutti da anni, immense, le venderai sicuramente

Spottone?

Share this post


Link to post
Share on other sites
aldina
1 ora fa, Gici HV ha scritto:

Spottone?

Da un lato un moderatore mi invita a non criticare i toni di Alexis, dall'altro tu mi fai capire che in pratica lo spalleggio per la vendita delle TAD.

Rispondo a entrambi: a te per invitarti ad ascoltare con attenzione le R1, sono considerate in ogni angolo della galassia degli appassionati tra le scelte migliori (non LA migliore) disponibili in speaker RD, se poi ti piaceranno a tal punto da comprarle non è mica obbligatorio di scegliere le sue che ora sono da audiograffiti.

Provo a spiegare il mio punto di vista a paolosances: certe sparate hanno un valore diverso se fatte da un forumer appena entrato che usa un linguaggio colorito o da uno con altissima esperienza che dovrebbe dare prova di equilibrio, di fare i necessari distinguo, di farci capire le giuste differenze con le giuste proporzioni, altrimenti tutto il forum perde di credibilità perché diventa partigianeria e tifoseria.

È lui a innescare il flame, non io.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Superciuk

@aldina ti conferisco ufficialmente la tessera di membro dello SpamClub. Io ne sono il presidente.

Aloha 

Mattia

Share this post


Link to post
Share on other sites
Aletto

Eppure...avendo ascoltato praticamente di tutto in termini di diffusori, devo dire che non sono mai stato stregato dalle TAD...

ma sicuramente è un mio limite. Ho ascoltato RD che pur costando assai meno di queste mi hanno convinto di più...

cio’ non toglie che i diffusori sono realmente ben fatti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
BEST-GROOVE

eeeeeee...quanto costerebbero queste Taddeo? -_-

Sorry...letto ora. :S

Share this post


Link to post
Share on other sites
corrado

Non ho mai capito perché più costano e più sono brutte.

Share this post


Link to post
Share on other sites
alexis

Ahi ahi ahi.. qualcuno la sta facendo fuori dal vasino ... se pensa che debba magnificare le doti delle R1 solo perché in vendita da AG. Quelle casse non hanno certamente bisogno di un mio spoileraggio subliminale.. 🙂 le ho avute per alcuni anni in cui ho imparato a conoscerle bene, e non sono certe dei diffusori che consiglierei a cuor leggero a qualcuno che nemmeno conosco.. 😭

sono diffusori assai critici, che non perdonano nulla.. possono facilmente suonare male... ma quando sistemate per bene, dopo un lungo percorso iniziatico 🙂 non hanno praticamente concorrenti, almeno nelle loro caratteristiche principali, risoluzione e velocità in gamma medioalta. Ho avuto praticamente di tutto a casa da Avalon a yg , per non parlare di Rockport e Wilson eccetera, ma le Tad dell‘era AJ sono semplicemente di un altra lega.

E non è detto che non mi ricompri una piccola CR1, prima o poi.. giuste perché le Taddone sono grandi come frighi, e lo spazio latiterà... 🙂 Specie dopo l‘insediamento del prossimo venturo sistema Nuda.

Share this post


Link to post
Share on other sites
BEST-GROOVE
2 minuti fa, alexis ha scritto:

non sono certe dei diffusori che consiglierei a cuor leggero a qualcuno che nemmeno conosco..


...ma al tuo peggior nemico si. 164274763_ridere81.gif.f6a13d28784c6c6e8636a3cb3129ce6c.gif

Share this post


Link to post
Share on other sites
Rossano.Marche

😁😁😂

Share this post


Link to post
Share on other sites
floyder
37 minuti fa, corrado ha scritto:

Non ho mai capito perché più costano e più sono brutte.

Perché il bello è banale.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Maurjmusic
27 minuti fa, floyder ha scritto:

Perché il bello è banale.

... e spesso suona male! 😎         ( plateau d’argent )  Dal vivo, seppur  con proporzioni peso forma non  ottimali sono comunque affascinanti

Share this post


Link to post
Share on other sites
Vmorrison

@aldina non innesca nulla ma parte dalla premessa che le Tad r1 siano i migliori diffusori a rd e non è vero (tra i migliori) per dire che la musica si deve ascoltare con le trombe da cinema del gli anni 30. Più che spot mi sembra altro...adesso vorrei pareri d’ascolto sulle differenze tra la sezione medioalti delle R1 e le trombazze.😂

salute

Share this post


Link to post
Share on other sites
alexis

@Vmorrison e non l‘avrai... il parere.
Un po‘ come il masochista e il sadico che fanno a botte...
il primo: dammene ancora!

Il secondo: nooo bastaaaaa !!!

😂

Share this post


Link to post
Share on other sites
ST1971

Non ho interessi e non mi piacciono i diffusori a radiazione diretta, quindi il mio e' un intervento totalmente scevro da interessi personali. Ho avuto pochi diffusori rd dato che adoro le trombe e praticamente tutti i diffusori "convenzionali" di classe che ho ascoltato li ho ascoltati a casa di appassionati. Diciamo che se mi piacessero i diffusori di questa tipologia prenderei due modelli e basta, le rockport arrakis (anni luce avanti al resto della produzione seppur degna di tale brand) e le tad reference1. Tecnicamente non ho molto interesse nello scoprire se c'e' di meglio, quello che mi ha colpito soprattutto delle arrakis e' stata la naturalita' e "dolce prepotenza" nel porgere la musica, tutto qui 🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites
meridian
54 minuti fa, ST1971 ha scritto:

diffusori di questa tipologia prenderei due modelli e basta, le rockport arrakis (anni luce avanti al resto della produzione seppur degna di tale brand) e le tad reference1

Che è un ulteriore avallare la qualità notevole delle TAD R1, considerando che le Arrakis sono alte 2 metri, pesano 400 kili l' una e costano 300.000 € la coppia, quindi destinate a pochi, per vari motivi, logistici economici di ambiente sistema, mentre le TAD R1 si trovano , usate, a meno di 40 K € e potrebbero essere diffusori decisamente definitivi in almeno 95 sistemi su 100 . . . 

Per la cronaca, le TAD R1 sono tra i diffusori che mi hanno colpito di più per la totale naturalezza e fluidità delle medio alte, forse migliorabili un pelo nell' impatto in basso, ma credo la colpa più del sistema ambiente a monte dove le ho ascoltate, che un loro limite. . . Sono d' accordo con @alexis però sul fatto che vanno alimentate con un sistema a punto e sinergico, se no si rischia di penalizzarle parecchio . . . 

Per me un punto di arrivo definitivo, se mai potrò inserirle in un contesto adeguato . . . 

saluti , Dario  

Share this post


Link to post
Share on other sites
alexis

Diciamo che le Tad hanno qualcosa che le altre di sognano... l’unità concentrica in berillio, per deposizione sottovuoto, e non stampato. E c‘é una sola Factory al mondo che dispone di questa costosissima linea di produzione, e lavora per la Tad. AJ allora raccontò di aver avuto una sola volta in vita di aver avuto davvero carta bianca per lo sviluppo del driver, e di aver speso allora oltre 2 M di dollari di solo sviluppo. Un cifrone, nel ristretto mondo della high end che nessuno si potrebbe permettere se non fosse figlio di una multinazionale come  Pioneer.

e cosa ha questa unità medioalta, in particolare? Semplicemente una estensione, risoluzione, un rendering delle microinformazioni, un microcesello senza pari.. che può essere micidiale se non accompagnato da degni compagni di viaggio. Quindi massima attenzione, specie con il digitale, e massima soddisfazione invece con l‘analogico di punta, che regala, in questo caso emozioni infinite..

oltre alla già citata risoluzione stellare, abbiamo inoltre un immagine senza pari per larghezza olografia e profondità.. se il disco lo consente, vi troverete a cercare con gli occhi continuamente l‘origine dei suoni che arrivano facilmente ad avvilupparsi in uno scenario a 180 e più gradi, a tratti sconcertante per realismo.

Un plauso particolare alla sorellina CR1, più piccola e meno famelica, se avete uno spazio non troppo ampio, potrebbe essere il coronamento di una vita di ricerche del diffusore compatto, semplicemente perfetto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Superciuk

A fronte di quanto letto...mi par di capire che non sia da furbi acquistare una coppia di Magico da 750.000 euro.

Aloha

Mattia

Share this post


Link to post
Share on other sites
cactus_atomo

@Superciuk se dovesse piacere di più la magico e si avessero le disponibilità economiche sarebbe da sciocchi compare quello che non piace. Il rapporto q/p di un compatto e da mediaworld è imbattibile 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Superciuk
1 minuto fa, cactus_atomo ha scritto:

se dovesse piacere di più la magico e si avessero le disponibilità economiche sarebbe da sciocchi compare quello che non piace. Il rapporto q/p di un compatto e da mediaworld è imbattibile 

Hai perfettamente  e lapalissianamente ragione in modo oserei dire banale. Infatti solo a uno sciocco, visto quanto si è detto, piacerebbero le Magico. IMHO.

Ma gli sciocchi non leggono questo forum. Non ne hanno bisogno. Sanno già tutto.

Aloha

Mattia

Share this post


Link to post
Share on other sites
ST1971

@meridian non ho mai seguito i listini, ma solo le orecchie, non e' un caso che alimenti delle trombe con un amplificatore quantomeno bizzarro dopo aver provato diversa roba considerata dagli addetti "sopraffina", be' nel caso delle arrakis e delle tad devo dire che quel che ho sentito in parte giustifica il costo. Se devo essere sincero, avendo la possibilita' e la voglia di spendere 300.000 euro solo per i diffusori li destinerei ad un sistema full horn, per le mie orecchie hanno sempre e comunque delle marce in più rispetto a qualsiasi diffusore rd, stesso dicasi per i 140.000 delle ref1, anche se in questo caso, appoggiandomi a cio' che ho sentito be', probabilmente le prenderei per un secondo impianto, ma solo se il principale, ovviamente full horn, fosse gia' messo a punto 🙂

@Superciuk ho detto più volte che le mie orecchie sopportano (e ribadisco sopportano) solo un modello di casa magico, le mini, le altre le lascio volentieri a mr wolf 🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites
Superciuk
3 minuti fa, ST1971 ha scritto:

ho detto più volte che le mie orecchie sopportano (e ribadisco sopportano) solo un modello di casa magico, le mini, le altre le lascio volentieri a mr wolf 🙂

Facevo riferimento solo al modello da 750.000 euro. Tranquillo...👍

Aloha

Mattia 

Share this post


Link to post
Share on other sites
cactus_atomo

@Superciuk non ho sentito né le nuove magico top né le nuove tad, da ascolti pregressi con i due marchi darei la precedenza a tad, ma le magico a casa mia non ci entrerebbe neppure col calzante anche se lle preferissi non ho la possibilità di cambiare casa. Ma non do mai dello sprovveduto a chi fa scelte diverse dalle mie. Come appassionato mi piacerebbe ascoltarle entrambe

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    304680
    Total Topics
    6818170
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy