Jump to content
Melius Club
MaxQua

Ab-bassiamoci con gli Hz

Recommended Posts

dadox

@MaxQua Più basso di così...🤪

Share this post


Link to post
Share on other sites
dadox

@ediate si ma quei pochi secondi non sono per tutti...

Share this post


Link to post
Share on other sites
dadox

@MaxQua Se ti vuoi trastullare coi bassi, stando sul commerciale, ma rifinito a puntino, gli svizzeri Yello non deludono mai. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
MaxQua

@dadox nooooo gli yello...non me li ricordavo neanche..mitica the race...

Share this post


Link to post
Share on other sites
dadox

@MaxQua Ascolta l'ultimo "Toy"...🤗

Share this post


Link to post
Share on other sites
Floki80

Questa la usano spesso per far muovere i woofer, scende molto in bassa frequenze 

Share this post


Link to post
Share on other sites
v15

Un classico pezzo dance anni 80, non ci sono i 25 hz ma con i woofer giusti si fanno ballare i piatti nella credenza 😉

R-351861-1494358446-4516.jpeg.jpg.95c4ef9c53fcae8220a9d7979753f2fe.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Bazza

R-2994047-1310856265.jpeg.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
dadox

Io non ho ancora capito che tipo di basso andate cercando. Se il basso d’impatto tipo discoteca o uno di quelli terremotanti. Per i bassi da “punch” un buon paio di casse efficienti e con un bel paio di woofers generosi in diametro, tipo Cerwin Vega, Jbl etc. e ce ne è per tutti. I 25 hz sono raramente raggiungibili anche dai subwoofer attivi (ed essendo ai limiti delle risonanze meccaniche degli altoparlanti sono in forte attenuazione) e comunque spesso non presenti nei brani musicali. 
 

Share this post


Link to post
Share on other sites
MaxQua

@dadox canzoni con bassi considerevoli di tutti i tipi (classica esclusa). Le mie boston a150 dovrebbero cavarsela fin sotto i 40hz  ...per me è abbastanza 😀poi ovvio che alcune musiche vadano anche sotto ...

Share this post


Link to post
Share on other sites
MaxQua

Per ora flight of a cosmic hippo e dream of picasso mi hanno colpito molto come "bassezza"

Share this post


Link to post
Share on other sites
rock56

...all'inizio non si sente nulla, solo il tremare dei vetri e del muro, poi si sente anche... la "pulsazione"...

Registrato dal vivo a Modena direttamente su DAT e poi messo in CD senza "ritocchi"...

ci vuole però un woofer che scenda parecchio!B|

dischi (202).jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
homesick

@MaxQua visto che ti piace l'hip hop italico , questa a palla

Screenshot_2020-07-30-23-12-51-05.png

Share this post


Link to post
Share on other sites
c10m

@giacomino attive.

Guarda che i sub che si usano nei live sono una cosa un po diversa...

Share this post


Link to post
Share on other sites
imoi san

Sud Sound System - Comu na petra 

Share this post


Link to post
Share on other sites
garmax1

Una domanda per tutti? 

Come li testate questi bassi con file da YouTube 192 khz o da Spotify che è al massimo a 320 khz?. 

E perché classica no? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Kirkitera

prova con My all di Mariah20200801_144008.jpg.36e27fc7016ed4849e1079fdb61c3950.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
MaxQua

@garmax1 ciao io con spotify, perché no la classica?...in effetti era per fare una playlist leggera senza la classica. Ma visto che magari interessa tutti andiamo anche di classica...

Share this post


Link to post
Share on other sites
rock56

Zarathustra di Strauss!

Share this post


Link to post
Share on other sites
oscilloscopio

Ouverture 1812 Tchaikowsky...😁

Share this post


Link to post
Share on other sites
djansia
Il 28/7/2020 Alle 13:52, dadox ha scritto:

provate con la prima traccia di “The Dark Knight” dopo circa il primo minuto e mezzo tutto si blocca di colpo e subentra un’onda tellurica che pare prema sulle tempie, per poi pian piano salire sino a creare una specie di terremoto nella stanza.

Lo ricordavo un poco più avanti. Parli di quella strana "sub frequenza pulsante" che parte appunto dal non udibile (a quanto sembra) per poi salire di frequenza (sempre rimanendo in zona sub basso diciamo) piano piano, Stupefacente. La prima volta che l'ho ascoltato con la Sony MDR Z1R ho capito veramente non solo com'è "quel suono", ma anche come questa cuffia scende in basso (sempre se è la musica a chiederlo, cioè se quelle frequenze sono nella registrazione) in maniera incredibile. Mai ascoltato nulla di così "esteso" a livello di risposta in frequenza da una cuffia. Si ok, tutte si atteggiano nei dati tecnici di raggiungere estensioni esagerate ... l'unica che mi ha praticamente "turbato" con un basso del genere è questa Sony, grazie comunque a Zimmer che a avuto l'idea di inserirlo in una colonna sonora "buia ... ma molto buia".

Share this post


Link to post
Share on other sites
djansia

Non so se è stati citato per la "faccenda bassi", ma suggerisco Achtung Baby degli U2. Il disco a mio parere è un capolavoro ma, soprattutto appena uscito e ascoltato, mi sono sempre chiesto perché fosse così esagerato in basso. In linea generale equalizzato si in basso, ma esagerato soprattutto nel sound del basso di Clayton (il bassista, appunto) praticamente in ogni brano. Poi ci sono altri suoni "bassi", insomma se lo si ascolta bene ti fa due orecchie così a causa dei bassi.

Negli anni poi mi capitò di leggere dei libri tra biografie o relativi al tour (il bellissimo e unico ZooTV Tour) che seguì la pubblicazione dell'album e in alcuni punti viene sottolineato che il gruppo voleva che il disco suonasse "rap" nel sound, ma esageratamente bassoso ... in una parte di una intervista, se non sbaglio Bono, per farsi capire dai due produttori gli fece l'esempio dell'equalizzazione della musica che le gangs americane ascoltano in quelle automobili che sobbalzano con quello strano meccanismo che ... le fa sobbalzare insomma.

Provatelo, ripeto poi che è anche un bel disco e fu anche coraggioso da parte loro decidere di svoltare praticamente a U musicalmente parlando.

Ps: non voglio fare il paternalista rompiscatole, proteggete però l'udito il più possibile ... purtroppo può giocare scherzi davvero crudeli e pesanti (l'udito).

Share this post


Link to post
Share on other sites
rock56
4 ore fa, oscilloscopio ha scritto:

Ouverture 1812 Tchaikowsky...😁

Edizione Telarc!😁

Share this post


Link to post
Share on other sites
dadox
11 ore fa, djansia ha scritto:

Lo ricordavo un poco più avanti. Parli di quella strana "sub frequenza pulsante" che parte appunto dal non udibile (a quanto sembra) per poi salire di frequenza (sempre rimanendo in zona sub basso diciamo) piano piano, Stupefacente.

Si era quella. Se l’ambiente e i diffusori rispondono bene, la sensazione è qualcosa di talmente fisico che nei primi momenti si prova quasi un senso di nausea, di oppressione, come essere in una stanza che fa il verso ad una pressa che ti schiaccia. Pare sia l’aria stessa a premere su di te. Solo dopo inizia a crescere sino a diventare un boato. E qui non stiamo parlando di home theater, subwoofer e compagnia bella, solo riproduzione audio. Non credo esista una sequenza in cui un brano scenda più di così che non sia un disco test, nulla è più attinente al titolo dell’argomento in cui scriviamo. Attenti a non esagerare, le “sbobinate” a fondo corsa dei woofers non sono certo piacevoli...nè per le casse, nè per i proprietari...

Share this post


Link to post
Share on other sites
djansia
5 ore fa, dadox ha scritto:

Non credo esista una sequenza in cui un brano scenda più di così che non sia un disco test ...

Ah, neanche io ho mai sentito quel "suono" e chissà come Zimmer si è divertito nel crearlo.

A mio parere però, per sentirlo adeguatamente, ci vuole anche il diffusore in grado di farlo. Ho più di una cuffia e solo quella Sony scende così "paurosamente". Ovviamente ce ne sono delle altre, immagino, quello che intendevo dire è che il diffusore deve essere "specializzato" e penso che un subwoofer sia l'ideale. Non ho ancora avuto l'occasione, l'ascolto di rado e quando lo faccio mi dimentico di testare quel brano, di ascoltare quel brano col sistema 5.1 ... ho come l'impressione però che l'isolamento ambientale della cuffia aiuti a rendere più "spiazzante" l'effetto ... l'assurdo effetto ... boh, forse nel film manca ma al cinema non ricordo di averci badato e neanche a casa col bluray.

Share this post


Link to post
Share on other sites
dadox
1 ora fa, djansia ha scritto:

boh, forse nel film manca ma al cinema non ricordo di averci badato e neanche a casa col bluray.

No, al cinema quella parte non c’è. Io con i mei diffusori non ho problemi a sentire bene quel basso, ma credo che molti diffusori se ne guardino bene dal riprodurlo, o perlomeno che il crossover ne limiti. Siamo ai livelli di quello che il cosiddetto “rumble” prodotto da un giradischi potrebbe causare al sistema. Solo che non è un “loop”...

Share this post


Link to post
Share on other sites
MaxQua

@djansia degli U2 per la sezione bassi metterei anche il brano Numb... Forse non un capolavoro...ma il basso c'è

Share this post


Link to post
Share on other sites
MaxQua

Anche questa è notevole...Screenshot_2020-08-02-20-20-04-434_com.spotify.music.jpg.08e01379a301e848172160b424f8f9c7.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
passavodiqua

@dadox

Ciao, scusa sto cercando su Spotify.

Il brano è "Why so serious"?

👋

 P. S. : parlo di "The Dark knight"

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    305779
    Total Topics
    6863923
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy