Jump to content
Melius Club
Sign in to follow this  
Velvet

Un Tandberg 3002 tornato ai vecchi fasti

Recommended Posts

Velvet

Avevo gia' parlato tempo fa di questo pre, un gran bel progetto con uno stadio Phono eccellente (non un doppio guadagno, ma due stadi separati per MC ed MM) ed il tutto volto alla ricerca della minima distorsione. Ne possiedo due esemplari, questo e' il più vecchio 3002 prima serie, l'altro un 3002A. Mentre il secondo e' correntemente in uso da anni nell'impiantino del salotto, collegato ad un finale Naim, il primo giaceva su uno scaffale perche' bisognoso di cure da tempo immemore. 

Lo acquistai gia' in parte violentato da mano caprina seppur funzionante, e dopo averne saggiato le ottime qualità sonore lo riposi in attesa di trovare un buon tecnico che se ne prendesse cura.

Il buon tecnico non poteva essere che il nostro @TheoTks, che con la sua consueta gentilezza e competenza lo ha riportato al 100% della funzionalita', risolevendo i danni fatti dal  maniscalco e gli acciacchi inevitabili dovuti al tempo.

Ora sta suonando al posto del Nakamichi CA5II: la differenza subito evidente e' quella di un suono più "grande", forse meno cristallino in alto ma possente, setoso, naturale. Un suono che invita ad alzare il volume ben oltre i rapporti di civile vicinato. Da notare che se non ricordo male Franco ha misurato una distorsione effettiva dello zerovirgolazerozero.. (non ricordo il valore) con ben 6 Volt  all'uscita main-out.

 Felice di averlo fatto sistemare dopo tanti anni ed un grazie di cuore, anche pubblico, a Franco.

DSC_5096.JPG

Share this post


Link to post
Share on other sites
Libra

Grande Theo come Sempre.

Share this post


Link to post
Share on other sites
oscilloscopio

@Velvet Il pre è molto carino e complimenti come sempre a Franco per l'ottimo lavoro.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Velvet

Sulla scia del piacere d'ascolto ho rispolverato un paio di RCA living stereo che non ascoltavo da molto tempo, ed e' stata una goduria, di quelle che ti fanno dimenticare il suono riprodotto per farti sprofondare nella musica. E' vero che l'hi-end ha portato molte cose spettacolari nel mondo hi-fi, ma spesso viene da pensare che l'industria di massa (o quasi, Tandberg era un'azienda piccola e piuttosto a se' per gli standard mondiali) quando operava con obiettivi tecnici precisi e senza molti compromessi riusciva a mettere sul mercato apparecchi che ancora oggi lasciano il segno.

Ho la vaga impressione che il pur ottimo Nakamichi (dotato anch'esso di un ingresso phono MC/MM di qualita' e costruito in modo ineccepibile) sia verso la soglia di casa dopo tanti anni. Forse e' anche questione di sinergie fra i diversi componenti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
poeta_m1

Ottimo, in cosa è consistita la revisione? :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Velvet

@poeta_m1 Qualche elettrolitico, la ricostruzione degli RCA dell'ingresso MC che il maniscalco aveva estirpato (Franco pur non disponendo dei jack originali ha fatto un bel lavoro di fino), rifacimento di una pista dell'ampli cuffie corrosa dal collante divenuto acido e forse anche altro che al momento non ricordo. Magari @TheoTks saprà essere più preciso.

Share this post


Link to post
Share on other sites
argonath07

Un Signor pre, Complimenti! In abbinata col finale 3006 penso darebbe filo da torcere a molti sistemi esoterici esotico maggici odierni...

Share this post


Link to post
Share on other sites
gbale

Il millesimo melius di Theo doveva esser mio per forza: bello leggere di oggetti che ritornano ai loro splendore anziché occupare volumi inutili di case di qualche accroccone. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Velvet

@argonath07 Lo credo anch'io (e purtroppo la cosa pare confermata dalle quotazioni dei componenti in oggetto), non ho mai ascoltato i finali del marchio ma la loro fama è pari a quella dei pre, dei tuner e dei deck che conosco...Se tanto mi dà tanto una catena Tandberg credo possa essere ancora oggi un gran bel sentire.

PS ritirato il Tandberg, ho lasciato a Franco un'altra chicchetta da curare, un Sugden A48III 

Share this post


Link to post
Share on other sites
bear_1

@Velvet ... bene ,vedo dalla foto che hai il  fanalino Quad... ma è "lui " ad essere collegato al pre? Ah quei dischi sopra al coperchio del Thorens danno l'idea che l'hai messo in pensione.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Velvet

@bear_1 Si, e' il 303 a suonare assieme al tandberg in questi giorni. Quanto al thorens, quei dischi sopra al coperchio erano gli ultimi veloci ascolti prima di accendere il CD, secondo il principio per cui ogni piano orizzontale libero e' buono per appoggiarvi qualcosa. Non ti preoccupare, se ci arrivo vado in pensione prima io del TD125. 😄 

Anche perche' l'ottimo Phono del Tandberg sembra andare a nozze con la curiosa MC Sony attualmente montata sullo SME.

Share this post


Link to post
Share on other sites
bear_1

@Velvet ... ne ho uno anch'io con il suo pre in uno studiolo...dovrei trovare delle "cassettine" appropriate momentaneamente uso delle Indiana Line...cosa consigli? MC Sony?... che tipo ? Ne ho una ancora sigillata mi sembra sia una 44.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Velvet

@bear_1 XL-MC2

Sulle casse non saprei dare dei consigli neutrali o generali, nel tempo ho avuto un po' di tutto sia come elettroniche che come diffusori e la selezione  mi ha portato sulle LS 3/5a che insieme al Quad nel mio (piccolo) ambiente mi fanno ascoltare la musica, pur con i loro difetti,  non l'impianto.

Perciò davvero non saprei, personalmente sono dell'idea che i diffusori di classica scuola inglese siano quelli che più si avvicinano ai miei gusti, ma e' un punto di vista molto personale.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

  • Statistiche Forum

    305731
    Total Topics
    6861872
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy