Jump to content
Melius Club
Sign in to follow this  
Flavione

Discovering Punk, cosa ascoltare, cosa non ascoltare

Recommended Posts

Flavione

Buongiorno a tutti signori, stamattina mi è venuta voglia di approfondire quella che è la cultura rock punk. I motivi sono semplici:

1) cultura musicale

2) sono rimasto stregato dai mitici Atari Teenage Riot, che sono un tripudio di caos, anarchia e musica elettronica e dai Nomeansno, che vengono spesso definiti"i jazzisti del punk"

3) È un genere che, nonostante le ennesime divergenze con ciò che ascolto (jazz e classica) mi ha sempre affascinato, anche più del rock

Sarei molto gradito su qualche titolo/band simile ai succitati o comunque seminali nella storia del punk!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Angelo83

Qui si entra a casa mia. Essendo cresciuto con la sotto-cultura Skinhead, attenzione, non c'entra nulla con la questione nazi e roba varia, maledetti media che scrivono senza sapere, il punk fa parte della mia vita. Innanzi tutto ti consiglio i classici: 
Clash - Vai con The Clash, il primo album da loro fatto, London Calling e poi un po' tutta la loro discografia. Ti consiglio anche un Joe Strummer con i The Pogues che fanno London Calling in Live, spettacolo.
I Sex Pistols - un punk disordinato, casinaro ma racchiude l'essenza punk.
Ramones - Un punk rock divertente diverso dai Clash e Sex Pistols ma fidati che ti piacerà sicuro, a me i Ramones mettono sempre il buon umore.
Angelic Upstarts - Band inglese che si avvicina ai Clash, come puoi immaginare il punk è caratterizzato molto da situazioni sociali/politiche e gli Angelic UIpstarts ne fanno ampiamente parte. Consiglio l'ascolto di Solidarity.
Qualcosa di nostrano: Banda Bassotti - Gruppo nato a Roma nei primi anni 80, fanno uno Ska-Punk e hanno avuto un grande successo sia in Italia che all'estero, molto in Sud America, sono molto amico con alcuni di loro. Su Youtube trovi parecchi dischi loro, totalmente politicizzati, ti consiglio come album "Avanzo di Cantiere" - "Amore e Odio" - "L'altra faccia dell'impero" e il Live "Un altro giorno d'amore" del 2001 in cui ero presente e fu favoloso.
Sempre nostrano ti consiglio i Klaxon, anche loro gruppo punk di Roma e uno dei più "anziani" nella scena punk italiana insieme ai Nabat, altro gruppone storico di Bologna. Sono praticamente fratello col cantante, Andrea Morelli, e il loro enorme successo fu "100 Celle City Rockers" che a Roma divenne un successone, ogni uscita in bici gliela faccio cantare, tornata ora alla ribalta perché nominata sempre da Zerocalcare sui suoi fumetti. 
I Talco, altro gruppo nostrano che si avvicina più alla Banda Bassotti, ti consiglio "Mazel Tov" e "Combat Circus".

Se vuoi ascoltare qualcosa che va nel Hardcore Punk, prova con i Non Servium. Gruppo spagnolo di Madrid, testi molto duri ed estremi come le loro sonorità. Ti consiglio "Orgullo Obrero".
Poi i bostoniani Dropkick Murphys che fanno un Celtic Punk straordinario, oramai famosi a livello internazionale. Famosa la loro "Shipping Up To Boston" ma io sono personalmente innamorato della loro cover di "Fields Of Athenry". 
Sempre sullo stile Dropkick Murphys ci stanno i The Real McKenzies, anche loro americani e anche loro fanno un Celtic Punk in alcuni frangenti. Molto bravi, mi piace "Mainland" come loro pezzo, validissimi. 

Per ora mi fermo qui, appena mi torna in mente qualcos'altro te lo scrivo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Juju

@Angelo83 @Flavione In Italia il punk vero e proprio non e` stato mai totalmente nichilista come in UK. Il maggiore gruppo ovviamente sono stati i CCCP Fedeli alla Linea, per quanto solo i primissimi ep possono considerarsi propriamente punk (Ortodossia, Compagni Cittadini, Affinita` e Divergenze), gli Skiantos anche se erano piu` nonsense che nichilisti, i Decibel di Enrico Ruggeri il cui primo disco Punk! e` oggetto a parte, i Nerorgasmo. Da menzionare ovviamente i R.A.F Punk ed i primi Gaznevada.

L'Italia invece e` stata il paese europeo piu` importante nell'hardcore punk. Grazie ai centri sociali all fine degli anni 80 e primi anni 90 abbiamo avuto band che ci invidia tutto il mondo: Raw Power, Wretched, Negazione, Indigesti, CCM, Kina, Infezione, Declino. 

Avevo gia` postato questo bel documentario ma vale la pena davvero di vederlo tutto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Angelo83

@Juju Conosco il documentario. I CCCP volutamente non li ho menzionati perché mi sono sentito tradito da Giovanni Lindo Ferretti (ma è una cosa mia😂). Ho dato via tutti i vinili e i cd che avevo dei CCCP e ancora oggi non riesco ad ascoltarli. Ogni giorno avevo in cuffia "A Ja Ljublju SSSR" e oggi se dovessi ascoltarla penso che finirei a lacrime😂 Parecchi di quei gruppi li vidi in concerto proprio nei Centri Sociali e si tornava a casa pieni di lividi però bei tempi, conobbi una marea di amici che ancora mi porto dietro, amici con cui si sono fatte battaglie politiche. A Roma, precisamente a San Lorenzo a Via dei Volsci, penso che ci faranno una lapide commemorativa prima o poi😂😂. Ci stavano i Dioxina, altro gruppo nostrano bello tosto, i Klasse Kriminale con la voce femminile più bella, Antonella era la cantante. Ne avevamo a iosa veramente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
---sv---

raw power ! 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Juju

@Angelo83 Certo, di roma anche i grandissimi Bloody Riot. Anche io ho vissuto in prima persona le stesse esperienze, benche` molto piu` in periferia visto che vivevo a Palermo. Sui CCCP ovviamente sono d'accordo, Ferretti e` completamente bollito, molto meglio quando si drogava!  Hahahah... Belli quei tempi, con le fanzine, le cassette demo... Anche io avevo il mio gruppetto hardcore all'epoca... Comunque tutta quella sub cultura in Italia ha attecchito parecchio e tutt'ora e` viva e vegeta. Poi pensa, io sono tutt'ora esteticamente skinhead, anche se i miei riferimenti sono piu` alla musica giamaicana degli anni 60 piuttosto che al 2tone alla 3rd wave. Malgrado vivo nelle filippine da 12 anni ho ben 2 vespe e 1 lambretta, pensa te...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Angelo83

@Juju e allora stiamo vivendo la stessa cosa😂 Anche io ora sempre capello rasato, dovuto anche dalla perdita dei capelli ahahha, anfibio. A Roma ancora siamo abbastanza a calcare la scena punk-skin e vedo che anche dei ragazzi nuovi si sono avvicinati. Facendo un piccolo OT. Mi ricorderò sempre, infatti ora ci scherziamo, quando mi videro per la prima volta i genitori della mia attuale compagna, ora miei suoceri. Lei una ragazzetta precisa, attenta al vestito se il colore combacia con le scarpe e cosi via e io bomber nero, toppette, anfibi. Passa la madre e vedo che mi guarda atterrita quasi collassava. La mia compagna torna a casa e la madre gli fa: "Ma chi frequenti? Dove lo hai incontrato a quello? Come hai fatto a stringere un rapporto con quello che ha pure idee naziste"😂 La figlia ancora ci ride perché poi gli spiegò un po' la situazione, anche lei all'inizio ebbe un momento di smarrimento, e poi è diventata una presa in giro dentro casa questa cosa. Il padre quando poi mi conobbe bene mi disse..."io compravo sempre Lotta Continua" 😂😂

Share this post


Link to post
Share on other sites
Flavione

@Angelo83  una disamina degna di nota, complimenti davvero e grazie mille per il "papiro"!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Flavione

@Juju  che belli i Cccp e gli Skiantos, punk Italiano puramente Bolognese

Share this post


Link to post
Share on other sites
Flavione

@Angelo83  Momento, quindi il punk è politicamente orientato più a destra o a sinistra? O all'aanarchia?

Non sto capendo la fazione politica...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Angelo83

@Flavione il punk, come ha detto giustamente @Juju nasce come nichilista poi si è ramificato. Diciamo che se si parla di politicizzazione ha avuto il suo auge a sinistra, anche se sinistra o destra sono sbagliati come termini, diciamo, parlando a livello "extraparlamentare", ha attecchito molto nei movimenti a sinistra. Anche dall'altra parte comunque ci sono stati, e ci stanno, gruppi che fanno punk, ma sono molti, molti di meno, ne conosco qualcuno di nome ma mai ascoltati perciò non saprei nemmeno dirti nulla su di loro. Nel punk trovi tutto, trovi l'anarchia, trovi gruppi che si definiscono di matrice comunista, è un mondo dove trovi tutto. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Flavione

@Angelo83  capisco, e per quanto riguarda le nuove leve? Io conosco un gruppo chiamato "Slaves" sono piuttosto bravi, secondo me hanno il loro perché

Share this post


Link to post
Share on other sites
Juju

@Flavione Il punk e` un movimento vario, si va dall'autodistruzione (stile Syd Vicious) alla sinistra dei Clash (Sandinista!) alla sinistra extra parlamentare dei Crisis, all'anarchia dura e pura di moltissimi gruppi. Come diceva @Angelo83 il punk e` una musica di estremi quindi piu` facile trovare scelte politiche estremiste piuttosto che moderate. Anche la destra estrema ha i suoi gruppi punk, non molti, ma li ha, tipo gli Skredriver, Sham 69, Dentist...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Juju

@Flavione Gli slaves non li conosco, ma per sua intrinseca natura non credo che il punk abbia ormai molto da dire. Musicalmente non ha molti spunti su cui evolversi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Juju

@Flavione Ho visto un video degli slaves intitolato cursed e di punk non ha nulla, anzi fa proprio ca**re per usare un gergo punk... Hahahaha

Share this post


Link to post
Share on other sites
Angelo83

@Flavione Nuove leve mi trovi abbastanza in fallo nel senso che non ci sto più dietro come prima, conosco qualcosa della scena locale. @Juju Oddio, gli Sham 69 erano anarchici, parteciparono anche al Rock Against Racism insieme ai Clash, sinceramente non me li ricordo poi che ebbero una certa involuzione o giravolta. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Flavione

@Juju  @Juju hahahahaha ma non sono loro,cioè si, anche loro si chiamano slaves ma non intendevo quelli la,  cerca "the hunter" degli slaves... sono 2 band che di uguale hanno solo il nome haha

Share this post


Link to post
Share on other sites
Juju

@Flavione Ah ok, carina la canzone, molto derivativa (anche il video), ma sempre divertente l'accento cockney... Mi piace!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Bazza

Io non possoche spendere parole a favore dei Kina e del loro proseguo come Frontiera. Dove caschi caschi bene. I primi album dei Kina sono i più ostici, poi, dal capolavoro Se Ho Vinto, Se Ho Perso si sono un pochino calmati.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Summerandsun

Vogliamo includere il punk californiano anni 90? 

È una cosa un po' diversa, ma mi piace. 

Anche in questa ondata si trovavano band molto diverse tra loro. 

Da ascoltare :

NOFX

Offspring (prima di impazzire e diventare commerciali) 

Rancid

Total Chaos

Non includo volutamente i Blink182

Share this post


Link to post
Share on other sites
oscilloscopio

Segnalo anche i "Television" in particolare l'album "Marquee moon" a mio parere molto bello...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Angelo83

Ti consiglierei anche lo SKA, non è legato a doppio filo con il punk (poi da qui deriva lo Ska Punk) anche se io sono un divoratore dei due generi. Ascoltati qualcosa di Laurel Aitken, secondo me dove prendi, prendi bene con il buon Godfather of Ska.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Juju

@oscilloscopio quello e` un capolavoro, ha qualcosa di punk ma io lo vedo piu` come art-rock che punk nudo e crudo... un po` come le primissime cose di Patti Smith (che non a caso era anche fidanzata con Tom Verlaine per un po`).

Share this post


Link to post
Share on other sites
Juju

@Angelo83 Vabbe` li` ci sarebbe da aprire un thread  aparte visto che lo ska, poi il rocksteady e il boos reaggae sono i generi che preferisco ancora oggi e che sembrano davvero non invecchiare mai... Da aggiungere anche almeno almeno gli Skatalites e Prince Buster, giusto per buttare giu` qualche nome sacro...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Juju

Gli MC5, altro gruppo di Detroit, loro molto meno drogati degli Stooges e piu` politicizzati, siamo nel 1972, l'influsso rock blues e` ancora forte ma e` gia` proto punk.

Ecco i NY Dolls nel 1973 con il grande Johnny Thunders, una delle figure centrali del punk americano. Siamo ancora lontani dell'esplosione del punk nel 1976 ma gia` musicalmente il punk e` vivo e vegeto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ToniV
Il 12/8/2020 Alle 13:41, Flavione ha scritto:

3) È un genere che, nonostante le ennesime divergenze con ciò che ascolto (jazz e classica) mi ha sempre affascinato, anche più del rock

Sarei molto gradito su qualche titolo/band simile ai succitati o comunque seminali nella storia del punk!

.

Questa puntata di Battiti di Radio3 è dedicata ai CRASS. e spiega molto bene affinità e divergenze tra il Punk e l'Anarcho Punk:

https://www.raiplayradio.it/audio/2019/10/BATTITI---Fight-War-Not-Wars-226128147-I-Crass-----979d2e38-5d33-4c13-b6cf-9a018f052a8e.html

Aiuta a cogliere uno spessore etico, politico, relazionale, economico, che altrove si è limitato a estetica&musica (anche buona e "migliore", sia chiaro)

E in questo forse assomiglia a certo Jazz che nell'essere avanguardia nel suo tempo, raccontava anche il desiderio, l'amore e la rabbia di voler "romperre" e contare, ma sentendosi ed essendo trattati da fuori posto nella e dalla società. Ricordo qualche bel post di @analogico_09 qui su melius, p.es. su come si sentisse Charles Mingus ma non solo.

.

Sul Punk scrissi qualcosa anche qui:

Share this post


Link to post
Share on other sites
analogico_09
1 ora fa, ToniV ha scritto:

Ricordo qualche bel post di @analogico_09 qui su melius, p.es. su come si sentisse Charles Mingus ma non solo.

Grazie della "citazione" ma su queste forme di musica so molto poco quindi resto in ascolto dei vostri interessanti e istruttivi interventi. ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Angelo83

Spero di non andare OT, nel caso chiedo venia ai moderatori. @Juju, su quel muro ci sta la testimonianza di uno dei più bei live a cui ho assistito quando venne Laurel Aitken al pub dove oramai sono di casa. Sentirlo live fu da brividi oltre che era un personaggio straordinario, un eterno ragazzo.

28335928_2081758582055128_7131258104605693182_o.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

  • Statistiche Forum

    306888
    Total Topics
    6918330
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy