Jump to content
Melius Club
flamenko

Tad si rinnova...anche nel listino!

Recommended Posts

flamenko

La nuova mirabilia di tad, completamente nuovo driver e materiali. Si chiama Cr1TX. Pare si aggiri intorno ai 70. Il top di gamma R1 dovrebbe stare a 120 per la gran goduria del sud-est asiatico. Rinnovo solo dei listini o c’è dell altro? Leggeremo, non so se...sentiremo 🤔
 

6CF51447-2758-4ED9-869A-305D55C30DF0.png

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gici HV

Follie...

Share this post


Link to post
Share on other sites
flamenko

Il driver CST (Coherent Source Transducer) è un importante passo avanti nel design degli altoparlanti coassiali che raggiunge l'equilibrio ottimale tra la creazione di un'immagine sonora ideale e la creazione di un campo sonoro ideale controllando la fase e la direttività dell'unità driver su un'ampia gamma di frequenze. Il design del cono del midrange si basa su calcoli dettagliati che danno vita alla forma unica che produce caratteristiche acustiche superiori e controllo preciso della direttività del tweeter montato concentricamente.
Questa configurazione unifica il centro acustico del tweeter e della gamma media e concilia le caratteristiche di fase e direzionali attraverso la gamma di crossover. Il driver CST consente una riproduzione a gamma ultra ampia da 250 Hz a 100 kHz, accompagnata da un modello di direttività che smorza ordinatamente senza interruzioni su tutte le bande. Il risultato è un'immagine estremamente chiara e stabile, un'ampia risposta in frequenza e una riproduzione musicale dal suono naturale.
 

Share this post


Link to post
Share on other sites
flamenko

I diaframmi della cupola del tweeter e del cono dei medi sono realizzati in berillio, il metallo più leggero e più rigido. La nostra tecnica brevettata di deposizione da vapore perfezionata nel corso di diversi decenni conferisce al metallo una resistenza e un'uniformità superiori, nonché un'elevata perdita interna e caratteristiche di smorzamento della risonanza ad alta frequenza. La forma del diaframma del tweeter è derivata utilizzando un metodo di ottimizzazione avanzato basato sull'analisi computerizzata HSDOM (Harmonized Synthetic Diaphragm Optimum Method). Controlla accuratamente le vibrazioni differenziali prodotte dal diaframma, fornendo una risposta uniforme fino a 100 kHz. Il grande cono midrange presenta un diaframma in berillio a deposizione di vapore a radiazione diretta. Il suono risultante è sorprendentemente trasparente, diretto e preciso su un'ampia gamma di frequenze.

Share this post


Link to post
Share on other sites
hertz67

Anche le mie thiel sono coherent source😎,ci vedeva lungo L ottimo Jim😉

Share this post


Link to post
Share on other sites
misterno

Di coerente hanno solo il prezzo

Share this post


Link to post
Share on other sites
Babuzo

Brand pluriosannato dal mondo intero , il sogno hard di moltissimi appassionati.

Ho sentito TAD qualche volta , di sfuggita e senza mai poter valutare correttamente questo marchio.

Magari mi son fatto un'idea sbagliata ma ... suono privo di qualunque emozione , sterile ... mi piacerebbe poter ascoltare in condizioni migliori.

Forse non ho l'orecchio raffinato al punto giusto ma opinioni simili le ho anche per Magico e company...mi ritengo fortunato a questo punto perché trovo soddisfazione con brand molto più accessibili.

Share this post


Link to post
Share on other sites
alexis

@Babuzo ne abbiamo parlato tante volte, una cassa non deve provocare emozioni, deve riportare il segnale elettrico e trasmutarlo in segnale acustico.

se la pappa in entrata è corretta, lo sarà anche la pietanza finale con queste casse.. conoscendone bene le incarnazioni precedenti.

semplicemente fantastiche con valvolari di alta qualità, per me tra i migliori diffusori in commercio.

Di certo non le regalano..  ma questo è un male comune a molte altre bensuonanti loro colleghe..🙄

Share this post


Link to post
Share on other sites
gigi60

Ascoltate in 2 occasioni le CR1

stupende

Share this post


Link to post
Share on other sites
Babuzo

@alexis ahh adesso capisco perché certi brand non mi dicono nulla.

Non sono un'amante del suono trasparente , neutro e nemmeno delle misure corrette.

Cerco un suono che mi emozioni altrimenti mi annoierei davanti al mio impianto.

Tuttavia ho comunque sentito apparecchiature e diffusori che , pur costando comunque tantissimo , mi hanno emozionato .

Mi piacerebbe comunque sentirle

Share this post


Link to post
Share on other sites
alexis

@Babuzo non farlo... poi le altre ti sembreranno.. rotte, e te lo confermerà anche la moglie in cucina..

😂😂

scherzi a parte delle vere fuoriclasse, le conosco benissimo, il problemino piuttosto è che richiedono partner di pari altissima classe.

con i digitali per esempio.. non basta certo l’autoradio. Forse per questo le ho sentita cantare con inarrivabile grazia e risoluzione pari ai migliori pannelli.. proprio con sistemi analogici di alto livello. Stessa idiosincrasia per cavi scarsi, chiusi o graffianti.. insomma delle vere principesse sul pisello.

ma messe bene.. aiuto.. 😋

Share this post


Link to post
Share on other sites
a.zoico

Ascoltate le CR1 e le R1. IMHO i migliori diffusori che abbia mai sentito. Sul prezzo ogni commento è superfluo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
luigi61

Mi chiedo cosa in TAD abbiano pensato di dover modificare rispetto alla versione precedente?!

Ho notato uno stondamento più accentuato sulla parte superiore del baffle ma mi auguro che non abbiano cambiato la filosofia e la componentistica di un progetto maturo e che non deve rincorrere mode.

Io possiedo la versione R1mk2, la Made in Japan, ma identica alla versione originale su cui ha lavorato Andrew Jones.

Tutte le volte che mi siedo sul divano, si rinnova lo stupore per come questi due "frigoriferi" spariscano all'ascolto ricreando uno spazio sonoro virtuale incredibilmente veritiero e quindi emozionante.

Ho riscontrato inoltre che, pur essendo un diffusore top in tutti i sensi, ha parametri elettrici non particolarmente ostici: sono sufficienti 200 W (ma anche meno) di ottima qualità e la riproduzione della grande orchestra in ambiente domestico può essere un'esperienza appagante.

Conosco benissimo anche le CR1, che ha un amico e che ascolto spesso: le scegliemmo in negozio a confronto con diffusori molto blasonati e oggettivamente ben suonanti, anche da pavimento, ma la scelta è stata a senso unico e si è dovuto mettere mano al portafoglio 😉

Share this post


Link to post
Share on other sites
alexis

@luigi61 mki e mk2 sono assolutamente identiche salvo la factory di produzione in quanto tad ha dovuto chiudere per questioni di politica industriale la precedente factory per la produzione dei cabinet in cina. Ma sono intercambiabili in tutto, ho una comunicazione ufficiale da qualche parte.

Qui con la serie tre qualcosa hanno rinnovato nellèstetica, mi sembra che componentistica sia sempre la stessa, di eccezionale qualita per i driver, il cst e anche i woofer, impressionati.

Magari qualche affinamento interno, chissà.. andrebbero confrontate in diretta 🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites
cactus_atomo

@Babuzo se la musica è emozionante, le tad emozionano. sono prevcise ma a me piacciono assai mentre non vado matto per le magico. ovviamente ognuno si emoziona a modo suo, per fortuna le emozioni non sono omoogabili

Share this post


Link to post
Share on other sites
Simo

@flamenko e il profilo di Dio del cono che disperde una grande banda di frequenza in modo uniforme mi domando quale forma miracolosa abbia se  durante il suo lavoro (spostamenti avanti e dietro del diaframma rispetto al tw) come faccia a non variarne la dispersione di quest'ultimo...

Misteri della fisica markettara?

Mi viene da pensare che un coassiale kef non propaghi tanto differentemente il suono, poi che il drive tad suoni meglio ci credo ma.non hanno inventato nulla che non esistesse già da tempo

Share this post


Link to post
Share on other sites
flamenko
14 minuti fa, Simo ha scritto:

non hanno inventato nulla che non esistesse già da tempo

e su questo non ci piove...tuttavia pare che a loro funzioni meglio il già noto a tutti. Un motivo ci sara...🙄

Share this post


Link to post
Share on other sites
Simo

@flamenko materiale.. ma.che non mi si venga a dire che hanno una forma che per grazia divina uniforma la dispersione sul range di frequenza che gestisce questa unità.. credo non ci sia bisogno neanche di essere ingegneri acustici per capire che sono parole per giustificare l'eventuale incremento di listino o il MK2..che poi se fossi in grado di spenderceli a me farebbero effetto contrario ma è diventata pratica comune spararle grandi, si vede che a chi può non interessa passare da fesso.

Share this post


Link to post
Share on other sites
flamenko

@luigi61 Ecco perché @alexis se ne è disfatto. Adesso è chiaro!!!!!!!😜

Share this post


Link to post
Share on other sites
alexis

Fessissimo a rapporto🤣🤣

le ho cambiate solo perché le amanti gli sterei e le auto ogni tanto vanno sostituite, per evitare che ci si affezionino troppo.. 💕

E poi perché ero curioso di assaggiare qualcosa di diverso, qualcosa di trombesco, con un design mooooooolto  personale..

( e non capita certo spesso di ascoltare casse autodisegnate, almeno come carrozzeria)

ma la mia valutazione sulle Tad rimane inalterata, casse ai vertici come risoluzione, velocità, assenza di distorsione e coinvolgimento musicale a patto di trattarle bene. Non avessi avuto stimolo a-causale, non le avrei certo destituite..🤗

Share this post


Link to post
Share on other sites
Simo

@luigi61 era un discorso in generale, come l'olio di serpente ecc..

Si vede che anche ai facoltosi è necessaria la spintina per convincerli..

Evidentemente solo a me fa l'effetto contrario perché qui, fuori di qui e all'estero una superficie mobile rifletterà qualsiasi cosa in base alla sua posizione rispetto al punto di emissione, quindi o hanno inventato una membrana che si autodeforma in relazione allo spostamento, dicono cavolate per idiofili, oppure quanto riportato qua è impreciso.

Non do dì certo del fesso a chiunque, basta la consapevolezza di quello che si acquista magari dopo un ascolto per non esserlo ma se il venditore mi dicesse cose senza senso lo farei notare, tutto qua.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Vmorrison
1 ora fa, Simo ha scritto:

uniforma la dispersione sul range di frequenza che gestisce questa unità.. credo non ci sia bisogno neanche di essere ingegneri acustici

Questo concetto non esclusivo di Tad è determinante in alta fedeltà.

salute

Share this post


Link to post
Share on other sites
Simo

@Vmorrison certamente, fino a un certo punto altrimenti prendo una magneplamar o un monovia e risolvi tutta la questione.  si uniforma ma non si annullano imprecisioni fisiologiche, anche nei coassiali

Certo che questo è un mondo strano, si spendono cifre esose per piedini annulla Vibrazioni e ci si beve che un woofer in movimento non influenza l'emissione di un tw che lavora al suo centro..  Bo?

Share this post


Link to post
Share on other sites
magoturi

@cactus_atomo Concordo tra Magico e TAD...stesse sensazioni.

SALVO.

Share this post


Link to post
Share on other sites
flamenko

Quello che trovo non proprio coerente, anzi a dirla tutta, ai limiti del fastidio, rispetto a qualità, prezzo, blasone ecc. ecc. in questo diffusore (stiamo parlando di CR1) , sono i connettori a mezz'aria. E i conseguenti cavi appesi che certo belli non sono da vedere. Non l'ho mai visto se non appoggiato sui suoi stand e non credo che si compri CR1 per metterselo in libreria o su stand differenti dagli originali. Dato che anche questi fanno parte integrante di quel progetto.

Sarebbe stato troppo per i nostri, all'alba della serie 3, una soluzione di connessione tipo Wilson Benech endeavour? Cioè con i connettori integrati nello stand ad altezza civile? Non penso affatto che il progetto del loro papà, che bisognerà capire come sia stato migliorato...ne avesse avuto detrimento.

E non ditemi stai a vedere il capello, perché a certi livelli il tutto si DEVE tenere...

Immaginate il mio oracle shd 120 penzolare da quelle casse. Che spettacolo!!!!😨🙈 

Share this post


Link to post
Share on other sites
alexis

@flamenko diciamo che vedere penzolare il cavo potrebbe essere lúltimo dei tuoi problemi, una volta che li avrai ascoltati a casa tua:-)

Share this post


Link to post
Share on other sites
HR

Le Tad R1 sono diffusori top class a livello mondiale e questo è un dato di fatto...Come ogni cosa in questa passione, possono piacere o non piacere...Le ho ascoltate tante volte in situazioni note e controllate, in soluzioni monomarca e con partner altrettanto eccellenti..Personalmente non amo il colore del suono e la relativa tonalità delle Giapponesi, ma è appunto un pensiero soggettivo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    306889
    Total Topics
    6918296
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy