Jump to content
Melius Club
talli

Cavi Van Den Hul: le vostre esperienze

Recommended Posts

gennaro61

Ho venduto proprio ieri un vdh mainsstream quindi adesso posso intervenire. Credo che con i suoi piccoli limiti ( quale cavo non ne ha anche se costa migliaia di euro?) sia difficilmente battibile nella fascia di prezzo di appartenenza. Il mio con connettori top da 1,5 mt lo avevo pagato da Audioteka meno di 200 euro e sull'usato lo si trova intorno ai 120-130 euro. Da me dove ha reso al meglio è stato sul finale, meno sul lettore cd. E' un cavo leggerino in basso ( ma in alcuni casi può essere un bene) ma ben esteso e aperto sulla gamma medio alta pur non raggiungendo alcuni cavi di maggior blasone ( che però costano anche 10 volte tanto)   

Share this post


Link to post
Share on other sites
max56
27 minuti fa, gennaro61 ha scritto:

E' un cavo leggerino in basso

come avevo già scritto l'avevo anch'io questo cavo e l'ho venduto ( l'ho tenuto per anni ) , 

è proprio vero che ognuno ha il suo orecchio e/ o il suo ambiente /setup , io l'avevo sul lettore cd e il maggior apporto che dava era proprio in basso🤔

Share this post


Link to post
Share on other sites
gennaro61
57 minuti fa, max56 ha scritto:

è proprio vero che ognuno ha il suo orecchio e/ o il suo ambiente /setup , io l'avevo sul lettore cd e il maggior apporto che dava era proprio in basso🤔

Non stento a crederlo. Bisogna vedere con cosa lo si confronta. Una Bmw è veloce se confrontata con una Panda, ma sembra una lumaca se confrontata con una Lamborghini. A me sul lettore palesava una gamma bassa  non molto articolata nonostante non fosse molto profonda , facendomi preferire già un Acrolink 7N PC4030 ( cavo che sciolto costava  pressappoco come il vdh). Poi rispetto allo Stealth Dream Power che ho avuto e venduto su Melius è inutile fare confronti, quest'ultimo di listino costava 15 volte tanto ( ma al di la del prezzo, che a volte non giustifica l'oggetto, siamo proprio su un altro pianeta). D'accordissimo sul fatto che ogni setup faccia storia a se .    

Share this post


Link to post
Share on other sites
Montez

@talli io ho il mountain e l'ho confrontato con un xlo e il van den hul era superiore in dettaglio ed estensione,  nel mio impianto 

Share this post


Link to post
Share on other sites
max56

@gennaro61 alla fine , visto che le differenze " se non a confronto con attacca e stacca"  tra un cavo ed un'altro e prestando anche abbastanza attenzione all'ascolto , non le ho sentite , molto provabilmente bisogna fare un confronto tra un cavo da 200 euro ed  uno da 2000 o meglio da 10000 euro , e non come ho fatto sempre  io tra cavi dello stesso prezzo /categoria...dicevo: non le ho sentite ,  son tornato al cavo di serie.

questo non vuol dire che Non credo ai cavi , anzi ,  ma adesso ,a differenza di qualche tempo fa , la differenza la voglio sentire passando per la stanza dove suona l'hifi e non seduto in concentrazione per cogliere le sfumature .

buona musica

Share this post


Link to post
Share on other sites
demoxin

il cavo di alimentazione mainsserver è studiato per le sorgenti io lo uso su un McIntosh il mainstream per le amplificazioni per via anche delle sezioni minori per sorgente e viceversa e dopo che ho scoperto che il padrone ovvero il capo della società ha adottato 50 bambini amo ancor di più questi cavi

Share this post


Link to post
Share on other sites
goldeye

@max56 Molto meglio... 

Share this post


Link to post
Share on other sites
goldeye

@demoxin Non trovi leggermente "sottodimensionati " come categoria, questi Van De Hul? I tuoi Mc, meriterebbero qualcosa di migliore... 

Share this post


Link to post
Share on other sites
demoxin

ciao goldeye hai ragione ho posseduto cavi anche dalle diverse migliaia di euro poi nella mia follia di cambiare e scambiare ho fatto casini aaahhh😂

ad un certo punto mi sono fermato ed ora mi tengo ciò che ho grazie che ritieni i miei buoni componenti 

può essere che cambierò come no ti saluto e ti ringrazio sei molto gentile ho sempre paura di essere aggredito perciò peso le parole che scrivo

ma come già citato sono periodi difficili e davvero a volte non capisco i miei messaggi di risposta

un di nuovo saluti ciaoooooooooooooo

Share this post


Link to post
Share on other sites
ifer

@gennaro61 

Il 23/10/2020 Alle 10:10, gennaro61 ha scritto:

un cavo leggerino in basso ( ma in alcuni casi può essere un bene) ma ben esteso e aperto

Concordo sul Mainstream, suona così anche perché ha una sezione piccolina (3 × 1,69mmq) ma sempre meglio del cavo in dotazione che ha una sezione della sua metà  e del pari livello Supra che suona scuro e gonfietto. 

Poi ovviamente come dici tu salendo c'è di meglio

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ste81

@ifer io personalmente gli preferisco il ww Electra, lo trovo più equilibrato nella resa sia degli alti che dei bassi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
TopHi-End
Il 23/10/2020 Alle 10:10, gennaro61 ha scritto:

vdh mainsstream

L'ho avuto in prestito per un paio di giorni. Sinceramente, non me lo aspettavo, ma è risultato complessivamente equilibrato, con una leggera smussatura in alto, buone medie e una bella gamma bassa.

Confrontato direttamente, sia con il Neutral Cable Mantra che col Fascino.

Qui sono gusti, è comunque la scelta finale richiede sempre dei compromessi.

Più aperto e "live" il Mantra, anche se più asciutto in basso, ma si conferma un cavo dall'eccellente rapporto qualità/prezzo nell'usato.

Il Van den Hul Mainsstream riesce a donare un tappeto di silenzio di sottofondo davvero notevole. Più "valvolare" come suono. Più calmo e pacato, ma con una bella gamma bassa più "panciuta". In alto tende a non brillare e mostra meno estensione, o questa è l'impressione che da.

Il Fascino è una specie di via di mezzo tra i due. È un cavo meno caldo rispetto al VdH, con maggiore dettaglio, ma una gamma bassa leggermente meno presente.

Ho girato tutti i cavi su sorgente e amplificatore (tranne il Mantra che non è passato dal Gryphon), e in tutte le combinazioni il VdH è risultato sempre meglio sull'amplificatore. Il Fascino si presta sia su sorgente che ampli.

Onestamente però, alla fine delle prove, le migliori combinazioni sono state quelle che vedevano il Mantra sulla sorgente, proprio per il gradevolissimo senso di vitalità sull'estremo acuto che offre questo cavo.

Quindi, in combinazione col VdH si aveva un maggiore senso di calore, silenzio e il famoso "nero infrastrumentale", davvero godibile.

Col Fascino, si avvertiva un maggiore senso di apertura e dettaglio, ma meno calore.

Ripeto, alla fine è solo una questione di gusti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ste81

Sto ascoltando, per ugrade cavo di segnale, i vdh The Rock. Se per l'alimentazione (non ricordo se mainsstream o mainsserver) ero rimasto deluso, qui tutt'altra reazione.

Cavo che non amlifica o enfatizza alti, nè bassi, nè medi. Grande equilibrio e raffinatezza, con la capacità di scendere a bassi importanti e risalire sempre mantenendo un suono molto preciso

Share this post


Link to post
Share on other sites
angeloklipsch

Ieri ho giocato un paio d'ore facendo test a 4 orecchie con un Van den Hul Hybrid mkII. Lo spezzone di cavo è stato attaccato dai connettori inferiori a quelli superiori,dando energia alla parte medio-alta delle Grand Callas. I principali cavi di potenza sono i Lasound Olympia. Ho scollegato quello che avevo prima e cioè i Dyrholm. Con i Van den Hul confermo quello che sento molto dire in giro. Un cavo molto medioso che taglia bene le frequenze più alte e smussa gli alti "più alti". Onestamente non mi è piaciuto, è stato come mettere un velo al suono e tapparlo un po' . 

Share this post


Link to post
Share on other sites
demoxin

uso il mainsserver su un cd McIntosh 350 qualcuno di fatti mi ha fatto notare che il rapporto non è alla pari e lo so ma ho sostituito parecchi cavi anche da 2000 euro sulla sorgente per me sono cavi validissimi svariando da poche centinaia di euro fino a molte migliaia ed un catalogo che non finisce più 

Share this post


Link to post
Share on other sites
iBan69

Premettiamo che il valore sonoro di un cavo, non dipende solo da esso, ma dall’abbinamento (sinergia) che ne scaturisce tra gli apparecchi in cui è inserito. Impossibile giudicare un cavo a prescindere da questo fattore.

Ovviamente, un cavo da 100€, avrà necessariamente delle performance complessive inferiori rispetto ad uno da 1000€ (provare per credere), ma queste differenze, all’interno di una catena, sono decisamente più basse di quelle tra qualunque apparecchio.

Cerchiamo di considerare il cavo, un necessorio, per un Fine Tunning, non un oggetto per risolvere problematiche o carenze sonore, in una catena hifi. Detto questo, è tutta una questione di gusti. 

Il catalogo dei cavi VDH, presenta molti prodotti diversi per materiali, geometrie e tipologie. 

Ho avuto 2 modelli, alcuni D102 Mk3 Hybrid di segnale e il Magnum di potenza.  

Il primo è un’ottimo cavo, per il suo costo (160€ di listino) abbastanza equilibrato, ben costruito, si adatta alla maggior parte delle situazioni, senza eccellere in nulla. Il secondo è un cavo con un suono molto caratterizzato. Smussato leggermente in alto, con un medio un po’ caldo e un basso rotondo e pieno. Potrei dire, un suono quasi valvolare. Mentre il 102, si abbina abbastanza facilmente ad ogni sistema, il Magnum, no. Questo, non ne fa un pessimo cavo, ma solo un cavo con una sua forte personalità, che in alcuni casi, può piacere. Tutto dipende dal suono che vogliamo ottenere dal nostro impianto, non dalla ricerca del suono assoluto, che non esiste.

Share this post


Link to post
Share on other sites
mike5863

Ho usato per anni come cavo di segnale il Van den Hul MC 102 MK III poi dopo aver letto il post di Appecundria ho comprato il Focal di cui si parla in queste pagine dal costo proibitivo di 24,00 euro spedizione compresa

Nettamente migliore a meno di 1/3 del VHU

Mike

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ste81

@iBan69 concordo pienamente. Se un cavo smussa lievemente gli alti può tornare comodo con diffusori molto aperti in alto, per rendere il suono meno estremo/tirato, ma più naturale. Come già scritto, ho provato con soddisfazione the rock e lo trovo molto completo, senza veli o spinta sui medi. Nel mio impianto, anche se non ho acquistato vdh, ha reso benissimo,  è risultato più limitato e sparato sugli alti ww eclipse 8.

Share this post


Link to post
Share on other sites
mitoch

Ho ancora un vecchio Mc Gold, timbrica calda, setoso e raffinato in alto, medio basso leggermente lento, un must per le sorgenti digitali anni 90, tuttavia adesso con alcune combinazioni può dire la sua..

Share this post


Link to post
Share on other sites
iBan69

Dopo aver avuto VDH, che cablavano l’impianto precedente, ho sentito la necessità, ultimato l’impianto, di trovare dei cavi con una maggior dettaglio e trasparenza, ma con l’imprescindibile tocco caldo verso il medio alto, che tanto mi piace. Dopo aver provato i Cardas, mi sono innamorato del loro “suono”, e anche se più costosi, ho ricablato tutto l’impianto con i cavi di questo marchio, con quei modelli che hanno queste caratteristiche sonore. Oggi sono estremamente soddisfatto del risultato raggiunto. 
Questo, solo, per dire, che il modo dei cavi è quanto più soggettivo e pieno di variabili, che ci possa essere nel nostro hobby.

Share this post


Link to post
Share on other sites
salvatore66

@Ste81 secondo la mia esperienza no, non e' possibile correggere l'impostazione sonora di un diffusore senza renderlo innaturale perché con un cavo che smussa gli alti in un diffusore troppo aperto crei due curve opposte che non saranno mai un rettilineo. Secondo me

Share this post


Link to post
Share on other sites
ifer

@salvatore66 alla fine però bisogna anche accettare che un diffusore per via dell'ambiente non suona mai uguale in ogni casa e idem per i cavi che lo fanno suonare.

Se intendi per il diffusore farlo suonare naturale nel senso di come è stato progettato dal suo creatore insomma non è sempre così. 

Quindi secondo me ci sta che un diffusore magari un po' brillante in un ambiente magari pure non assorbente possa richiedere un cavo un po' smussato in alto tipo i vecchi Cardas o alcuni Van den Hul di potenza.

Fine tuning!😊

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ste81

@salvatore66 chiedo scusa, io sono neofita, ma allora cos'è il fine tuning?

O serve per correggere qualcosa nel proprio impianto/ ambiente o sono soldi buttati.

Io dal vivo non ho mai sentito dei soprano (che cantano bene) fastidiosi negli acuti, con certi diffusori si, e non credo che una correzione nell'impianto per migliorarne il suono, renda una voce o un suono innaturale.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ggr

I miei vdh the name di segnale, hanno fatto egregiamente il loro lavoro proporzionato al loro prezzo. Ora però ho fatto una prova con dei kimber appena un po più costosi, e non li ho più tolti.

La mia filosofia sui cavi è opposta.  Per me non devono essere un fine tuning,  ma devono apportare meno modifiche possibili. Se dopo un cambio di cavo mi trovo con frequenze alte brillanti, siccome il cavo non può aggiungerne, vuol dire che quel cavo mi ha fatto capire che ho un problema prima di lui..

Lascio il cavo al suo posto, e cerco il problema altrove.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ifer
3 minuti fa, ggr ha scritto:

Per me non devono essere un fine tuning,

Si, in generale siamo d'accordo.

Ma a volte basta un cavo non neutro sbilanciato in alto o in basso a mandare tutto a pallino in situazioni che magari erano già al limite

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ste81

Domanda seria e non provocatoria: Siamo anche sicuri che vdh tagli gli altri o forse ci sono tanti altri cavi che li enfatizzano? C'è qualche prova con dati certi che attestino queste caratteristiche vere o presunte? 

Detto questo sul mio impianto è uno dei cavi più neutri che ho provato (non devo né difendere me né il cavo, visto che io uso altro)

Share this post


Link to post
Share on other sites
ggr

Un cavo per enfatizzare deve aggiungere. Ma è un componente passivo, da dove lo prende quello che aggiunge? 

I cavi lavorano per sottrazione, se  un cavo ci da l' impressione di sentire più acuti i motivi possono essere due, uno è che li lasci passare tutti rispetto al cavo di prima, il secondo è che magari taglia un po medi e bassi, e gli acuti sembrano sentirsi di più. 

Ma non può aggiungerne di suo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
iBan69
22 minuti fa, Ste81 ha scritto:

Domanda seria e non provocatoria: Siamo anche sicuri che vdh tagli gli altri o forse ci sono tanti altri cavi che li enfatizzano? C'è qualche prova con dati certi che attestino queste caratteristiche vere o presunte? 

Infatti ... bisogna sempre capire da che suono si parte per capire quali modifiche ad esso sono apportate. Qualunque cavo apporta delle variazioni, chi più chi meno, ma nessuno è esente. 
Il risultato sta nell’abbinamento. Ognuno ha gusti sonori diversi, impianto , ed orecchie diverse ... il cavo migliore, non è quello più neutro (termine alquanto discutibile), perché nessun impianto lo è veramente, ma quello che ci soddisfa di più, nel nostro sistema. L’hifi, è verosimiglianza ... non è la realtà. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
salvatore66

@Ste81 nel senso che con i cavi puoi correggere cose lievi ma se un diffusori perche troppo aperto risulta fastidioso non credo che si aggiusti con un cavo col suono più chiuso . In effetti tanti soldi spesi sui cavi correttivi sono soldi buttati i cavi vanno usati per esaltare le caratteristiche timbriche di un sistema non per correggere

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ste81

@salvatore66 assolutamente,  sono sfumature, non si stravolge il suono di base. Fosse così concorderei con ggr, il problema da risolvere sarebbe da cercare altrove...

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    306646
    Total Topics
    6997326
    Total Posts

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy