Jump to content
Melius Club
Carson

Elac FS 407 ed amplificazione

Recommended Posts

Carson

Buona domenica a tutti voi,

da poco più di una settimana ho in casa questo diffusore, che ha sostituito una coppia di Tannoy Stirling TW.

Le piloto con un valvolare Unison Research Triode 25 che faccio sempre suonare a pentodo, quindi 45 watt (anche se dalla casa madre, che contattai via email per altre informazioni, mi dicono sia comunque sui 50 watt). 

Ma non è questo il punto: ne sto potendo apprezzare il suono, raffinato e dettagliato nelle gamme  medio alte e con un basso ben presente e controllato.

Mi chiedevo però, pur non essendo più da molto tempo amante dei volumi spropositati, cosa potrebbero darmi ancor di più se pilotate da un ampli più potente.

Mi riferisco sia a valvolari che a stato solido, anche se difficilmente saprei fare a meno dei tubi.

Tra i valvolari, ho avuto solo modo di ascoltare il bellissimo Synthesis Roma 510 AC dell'amico Samana.

Vi sarò grato per ogni vostro pare e consiglio.

Giuliano 

Share this post


Link to post
Share on other sites
samana

Di certo con piu’ watt (purché di indubbia qualità) ne beneficierebbe l’intero spettro sonoro, dinamica, gamma bassa, scena e, non ultimo, una migliore resa a bassi volumi. Questo in linea generale.

Non so..  di integrati valvolari oltre i 50 watt me ne vengono in mente pochi.

Oltre al sopracitato Synthesis, ci sarebbe il P70 di Unison Research, per restare in casa, o il Vtl IT 85, ma anche il Cary Audio sli 80.

L’ Audio Research vsi 75 (ma costa), ed ancora il Synthesis A100 Titan (costa pure lui). Altrimenti ci sarebbero i finali e qui si apre una vasta scelta.

Non scarterei a priori un buon stato solido, da alternare al Triode 25.

Ma qua dovrebbe intervenire un eventuale possessore delle Elac.

Share this post


Link to post
Share on other sites
lukache

Audio analogue maestro anniversary. Match perfetto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
massimojk

Ciao e complimenti pubblici per l'acquisto. Come noto un amplificatore più potente garantisce un controllo migliore il tutto a favore di un suono più pulito e dinamico. Io un pensierino ad un ampli ibrido lo farei in modo da avere a disposizione la dolcezza delle valvole (sapendo sceglierle) e la potenza dello stadio solido. Sulle valvole pure i watt si pagano e anche cari...ottimo comunque il Synthesis ma i miei ascolti sulle Elac mi fanno protendere verso amplificatori muscolosi che le facciano esprimere al meglio 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Carson

Un grazie ad ognuno di voi per gl'interventi.

@lukache il mio primo ampli serio fu un ottimo Verdi 70 di cui conservo un gran bel ricordo, mi documenterò; 

@massimojk mi rendo conto che i watt con le valvole hanno il loro costo, ma in questo caso valuterei la permuta del mio Triode e sarei più agevolato. Non scarto a priori lo stato solido, come già detto, ma davvero non vorrei far a meno della valvola.

@samana concordo con la tua analisi, in particolar modo sulla resa a volumi bassi. Cosa che, fortunatamente, riesco ad ottenere anche ora.

Ma un upgrade in questo senso mi stuzzica davvero.

Share this post


Link to post
Share on other sites
massimojk

be' se ti può aiutare io sono passato da ampli a valvole con KT88 ad ampli ibrido è credo di aver trovato la soluzione e poi le Elec hanno fame 😉

Share this post


Link to post
Share on other sites
Darios8
2 ore fa, samana ha scritto:

me ne vengono in mente pochi

Aggiungo Vincent SV 700 / 737

Share this post


Link to post
Share on other sites
samana
4 minuti fa, Darios8 ha scritto:

Aggiungo Vincent SV 700 / 737

Ricordo male, o sono Ibridi ?

Io mi riferivo a valvolari puri.

Sono comunque ampli interessanti, i Vincent, sebbene poco diffusi.

Almeno in Italia.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Carson

@massimojk quindi tu credi la soluzione ibrido sia la migliore?

@Darios8 grazie, hai avuto esperienza con questo ampli?

Share this post


Link to post
Share on other sites
massimojk

@Carson per carità la soluzione migliore in assoluto no perché non esiste la soluzione valida per tutti e su tutte le catene. Ti propongo un ibrido perché unisce la magia delle valvole con la spinta dello stadio solido. Non vorrei insistere ma le Elac hanno bisogno di tanta (buona) corrente. Io per qualche mese usai un valvolare puro con le opera quinta 2014 che sono un diffusore facile (sensibilità e curva d'impedenza) la cosa andava benino ma quando gli dieti più birra con un ibrido bingo... 😉

Share this post


Link to post
Share on other sites
Darios8
14 ore fa, samana ha scritto:

Ricordo male, o sono Ibridi ?

Io mi riferivo a valvolari puri.

Ah...

Io ho visto "valvole" , e ricordavo questi altri, sinceramente non ho indagato...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Darios8
13 ore fa, Carson ha scritto:

grazie, hai avuto esperienza con questo ampli?

No, mai sentiti... giusto li ricordavo, guardando tempo fa per un lettore CD...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Carson

Grazie a tutti per le risposte.

@Darios8 cosa sai dirmi di più su questo amplificatore che ammetto di non conoscere?

@massimojk ti riferisci ad un ibrido in particolare?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Darios8

Ho trovato qualche descrizione e recensione in giro in Inglese, più di tradurtele con google translate :

Descrizioni:

- "Nei circoli audiofili, il nome "Vincent Audio" è strettamente associato a componenti hi-fi ibridi che utilizzano sia circuiti a valvole che a stato solido. Il motivo per cui Vincent è identificato con il cambio ibrido è perché Vincent lo fa così bene. L'azienda tedesca sviluppa costantemente nuove tecnologie e perfeziona i progetti esistenti per dispositivi hi-fi dal suono migliore e migliore. Il nuovo amplificatore integrato ibrido SV-700 si basa su molti anni di esperienza ingegneristica. Il meglio di entrambi i mondi viene fornito in termini di qualità del suono. Il suono valvolare caldo e morbido si combina con la dinamica e la potenza dei transistor. L'SV-700 offre prestazioni muscolari su vasta scala quando necessario, ma è altrettanto esperto nel creare delicate esperienze sonore. Due massime hanno guidato la progettazione di questo amplificatore altamente versatile: accuratezza sonora ed eccitazione. Ascolta tu stesso e scoprirai che puoi averli entrambi."

- "Al fine di ridurre al minimo il crosstalk e ottenere livelli di distorsione molto bassi, Vincent ha optato per un design dual mono simmetrico. Nella sezione preamplificatore, tre valvole per canale (1 x 12AX7, 2 x 12AU7) operano in modalità SRPP (Shunt Regulated Push-Pull) per bassi precisi e prestazioni migliorate nelle frequenze medie e alte. L'alimentatore da 500 watt dell'SV-700 utilizza un trasformatore toroidale con condensatori Panasonic in grado di fornire un'elevata corrente istantanea su richiesta per i picchi musicali. L'amplificazione finale è fornita sia in Classe A che AB tramite potenti transistor Toshiba. Questi funzionano senza alcun feedback negativo al fine di preservare le caratteristiche del suono valvolare. Un pulsante sul pannello anteriore consente di scegliere tra Classe A (con uscita da 50 watt per canale a 8 ohm) o Classe AB (che fornisce un'uscita da 100 watt per canale a 8 ohm o 160 watt per canale a 4 ohm). È possibile passare dalla Classe A alla Classe AB durante la riproduzione della musica."

- "Un complemento completo di connessioni L'SV-700 è fornito con una serie completa di connessioni per accogliere sorgenti sonore. Sono inclusi quattro ingressi analogici costituiti da tre coppie RCA sbilanciate e una coppia XLR bilanciata. Per il collegamento di dispositivi di registrazione e amplificatori esterni, è disponibile una coppia RCA di uscita REC e una coppia RCA di uscita PRE. Sono inoltre disponibili due coppie di uscite per altoparlanti e il funzionamento degli altoparlanti A / B commutabili. Sul lato digitale, l'SV-700 fornisce un ingresso digitale coassiale e un ingresso digitale ottico. Un DAC interno offre un suono di qualità CD. Per comodità operativa, l'SV-700 include un telecomando wireless realizzato in alluminio bello e piacevole al tatto. L'elegante chassis completamente in alluminio dell'SV-700 con enormi alette di raffreddamento dà un'impressione visiva della potenza e della grazia di questo potente amplificatore integrato."

Recensione:

- "Il Vincent trasmette questa registrazione [Pretty Little Things] in modo così tridimensionale e tangibile nella mia stanza d'ascolto che penso di essere praticamente un ospite in quello studio radiofonico olandese. La voce è molto presente, organica e vivace davanti alla mia sedia da auditorium ... " "Il tono di base caldo dell'SV-700 ti aiuta a godertelo per ore e a lasciarti trasportare dal flusso della musica." "Sì, l'amplificatore ingombrante ha dimensioni e opulenza. Le stanze appaiono sempre spaziose in tutte le dimensioni. Le relazioni sono preservate. La posizione dei singoli eventi sonori è buona e non manca la nitidezza della localizzazione in qualsiasi momento." "Se vuoi essere portato in un viaggio acustico con prestazioni musicali potenti, sicure e travolgenti, allora sei nel posto giusto con questo amplificatore integrato Vincent." "... questo è un amplificatore per intenditori, per i quali i" grandi sentimenti "sono più importanti che rintracciare i minimi dettagli. È fantastico che ci sia una cosa del genere."

Share this post


Link to post
Share on other sites
massimojk

@Carson per esperienza diretta citerei gli Unison tutti buoni/ottimi in funzione del budget a disposizione. Certo che le Elac meriterebbero i modelli dual mono (50, 90, 100, 150). I Lector e Audio Analogue pure sono ottimi ma non li ho mai ascoltati in modo controllato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
samana

@massimojk Ho avuto sia Audio Analogue (Puccini 70 e Maestro 70) sia Unison Research (Unico SE ed Unico 50).

Sono molto diversi come suono. La mia preferenza va ad Unison, ma Audio Analogue non mi dispiace di certo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Carson

@Darios8 grazie per le informazioni e sopratutto per la traduzione, troppo gentile. Davvero interessante il Vincent, il costo è importante ma sembra giusto a leggere le caratteristiche dell'amplificatore.

@massimojk perdona le domande continue: Lector, un modello di rifeirmento?

@samana da te ascoltai il 50 ma non il modello SE: che differenze hai notato?

Molto bello ed interessante il Cary Audio da te segnalato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
samana
13 minuti fa, Carson ha scritto:

a te ascoltai il 50 ma non il modello SE: che differenze hai notato

Il SE un gran bell’ampli, parliamo di 140 watt reali e si sentono tutti.

Il 50 e’ un dual mono vero, 120 watt con due enormi trasformatori toroidali da 550 v/a, superiore in tutto rispetto al SE.

Scena piu’ ampia, piu’ spunto dinamico, maggiore raffinatezza.

Ampli per me eccezionale.

Share this post


Link to post
Share on other sites
massimojk
38 minuti fa, Carson ha scritto:

Lector, un modello di rifeirmento

Z X T - 6 0 come integrato anche se non è un mostro di potenza ed in effetti l'ho ascoltato un paio di volte con diffusori abbastanza facili

accoppiato ZOE + VM200 e qui il gioco si faceva molto interessante

Share this post


Link to post
Share on other sites
Carson

@beatleman ciao, ho valutato in passato anche questo acquisto. Scrissi al Dr. Mario Bon che mi diede tutti i dettagli dell’UPower, ma sfortunatamente non ho avuto occasione di ascoltarlo 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Carson

Buongiorno a tutti, qualcuno ha mai avuto occasione di ascoltare il Cary Audio sli 80?

Share this post


Link to post
Share on other sites
samana

@Carson Io purtroppo non lo ho mai ascoltato, pero’ so che qualcuno del forum lo ha nel proprio impianto, sempre che nel frattempo non lo abbiano venduto o comunque sostituito.

Lo avevo preso in considerazione come possibile acquisto, poi pero’ mi indirizzai su altro.

Di certo del Cary Audio non se ne parla male, anzi..

Magari ti converrebbe aprire una discussione a parte, probabilmente avresti piu’ visibilità e quindi maggiori informazioni.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Carson

@samana si, hai ragione. Probabilmente aprire una nuova discussione è meglio.

In ogni caso, volevo fare una considerazione, giusta o sbagliata che sia; ho avuto modo di leggere le varie caratteristiche degli amplificatori sopra menzionati, tutti davvero interessanti. Sopratutto il Vincent ed Il Maestro Anniversay, bellissime macchine.

Tuttavia, come già ho spiegato in precedenza, non ne faccio tanto una questione di potenza e di alti volumi, sebbene non sia affatto un dettaglio trascurabile.

Ma conoscendo il mio modo di ascoltare la musica in ambiente domestico, quello che cerco ora è, oltre ovviamente ad un vattaggio maggiore del mio Triode (di cui sono contentissimo) è sfruttare un po' meglio questi miei nuovi diffusori ed avere un maggior controllo in tutto, ma davvero gradirei mantenere la raffinatezza ed il calore della valvola.

Quindi diciamo che propenderei più per uno dei valvolari sopra consigliati, con circa 80 watt. Ovviamente devo capire le caratteristiche di ognuno di essi, quindi ogni altro vostro parere per me è importantissimo.

E poi un vezzo magari poco audiofilo. Vedere la valvola accesa nella penombra ha un fascino enorme per me (ovviamente parliamo di valvola seria). Siamo circondati da cose così brutte in giro... 😀

Buona giornata a tutti.

Giuliano

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    307993
    Total Topics
    6959157
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy