Jump to content
Melius Club
paolippe

Non più di 50 W per un amplificatore davvero Hi-End

Recommended Posts

paolippe

Molti amici esperti di lunga data più di me in fatto di amplificatori sia integrati, sia a doppio telaio, affermano che le macchine più ben suonanti sono quelle che erogano massimo 50 W per canale, sia valvolari sia a transistor: una sola coppia di finali infatti, rendendo più semplice la configurazione, garantendo la simmetria e riducendo le spurie e la distorsione, renderebbe uniche e più musicali molte macchine progettate e realizzate in questo modo. Il monotriodo e la sua musicalità sarebbero in linea con questa ipotesi.

Voi tutti cosa ne pensate? Inutile ambire a 150-250 W???

Grazie a chiunque abbia la cortesia di dare il suo contributo.

Paolo

Cello2.jpg

Moth.jpg

Nait Image - Heritage 4.png

NAD 3020.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
salvatore66

Io penso che una volta era obbligatorio o quasi stare su basse potenze per avere un buon suono, oggi forse è un po' limitativo ma conviene sempre non esagerare con la potenza anche perché salgono i costi

Share this post


Link to post
Share on other sites
LaVoceElettrica

Che ci fa un 3020 fra le foto?

Share this post


Link to post
Share on other sites
cactus_atomo

@paolippe dipende da quello che chiedi all'ampli e dal tipo di ampli. A mio parere (e  su questo alcuni concordano ed altri no) il Levinson 23 da 200 watt suona meglio del 27 da 100 e del 29 da 50.

Al solito non esiste regola generale, più transistor sono un problema di affidabilità non di suono

Share this post


Link to post
Share on other sites
paolippe

@LaVoceElettrica è un ampli a bassa potenza, musicale e bensuonante...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Oscar

Assolutamente no.

La poca potenza come il minimalismo circuitale non sono caratteristiche degne di nota per il buon suono, ma anzi, tecnicamente sono anche molto limitanti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Revenant

Vacca

27 minuti fa, paolippe ha scritto:

le macchine più ben suonanti sono quelle che erogano massimo 50 W per canale

Vaccata immensa, per me.

Io penso che siano gli ampli molto potenti (200-300 W e più) non necessariamente costosissimi, utilizzati ad una frazione del loro massimo erogabile, a pilotare al meglio i diffusori.

Share this post


Link to post
Share on other sites
dadox

Secondo me chi abbraccia questo concetto forse non tiene conto che la moda del momento è l’ampli ad alta corrente ma a wattaggio “contenuto”. Questo genere di ampli, pur rimanendo abbondantemente sotto la soglia del centinaio di watt, riesce a dare l’impressione che la potenza erogata sia maggiore di quanto venga dichiarato nelle specifiche. Potrebbe essere la soluzione ideale che mette tutti d’accordo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
eduardo

E poi che vuol dire "inutile" ?

Se a me serve sonorizzare un ambiente grande non solo non è inutile ma è indispensabile.

'Ste pseudo formulette perfette per tutte le stagioni mi fanno ridere.

Share this post


Link to post
Share on other sites
meridian

Ciao, 50 watt possono essere più che sufficienti, e quindi se di qualità, hai trovato la quadra, ma solo se hai diffusori molto regolari come curva di impedenza e carico , poco tormentati e dalla buona impedenza, mai sotto i 6 Ohm, e con buona sensibilità , diciamo almeno 91- 92 dB . . . Fuori da questo schema , diciamo una griglia di massima tanto per capirsi, con 50 watt fai poco, a meno di ascoltare di sottofondo e programmi musicali tranquilli . . . 

Io ho diffusori da 86 -87 dB, in 12 mq, con 200 buoni watt , piloto in scioltezza e tranquillità, e non ho mai pensato di ridurre la potenza, anzi . . . Mi piacerebbe sentire la versione mono del mio GamuT d 200, che, per inciso ,ha solo due coppie di grossi mosfet quindi nessuna bancata di roba da accoppiare e grande prontezza e reattività di risposta, ogni progetto ha i suoi pro e contro, come sempre, non esiste l ' amplificazione perfetta o ideale per ogni necessità . . . 

saluti , Dario 

Share this post


Link to post
Share on other sites
saltato

Il limite non sono i watt ma i materiali utilizzati 

Ampli che suonano bene...con oltre i 50 watt e pieno..

Poi voglio vedere un ampli da 50 watt con le magneplanar

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mister66

Lavardin IS X Reference. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
iBan69

Ma dove sta scritto? 
1) watt e qualità sonora non sono direttamente correlati.

2) ogni amplificazione va valutata in funzione di cosa deve pilotare.

3) ambiente e volume d’ascolto, sono ulteriori variabili che bisogna sempre considerare.

4) avere maggior margini in termini di potenza e capacità di pilotaggio, è sempre raccomandabile.

5) l’eccezioni, confermano le regole. 😉

Share this post


Link to post
Share on other sites
bungalow bill

Ogni tanto arriva qualche " sparata " a caso . Ci sono dei diffusori che i 50 watt sono insufficienti .

Share this post


Link to post
Share on other sites
Revenant

Vorrei far notare che l'argomento è : per ottenere il massimo della qualità sonora, non si deve eccedere i 50 W.

Quindi non che siano "sufficienti" ma che ti facciano raggiungere il top.

E per come la vedo io, 50 W vanno bene....per le cuffie.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Collegaticon
4 ore fa, paolippe ha scritto:

. Il monotriodo e la sua musicalità sarebbero in linea con questa ipotesi.


x me si!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
joe845

Sicuramente realizzare un ampli potente mantenendo un'alta qualità non è facile per via delle varie selezioni che si devono fare. Ma anche il circuito diventa più complesso, per esempio un conto è pilotare una coppia di finali un altro è pilotarne dieci coppie.

Poi un circuito minimal (non semplice nel senso banale) è, per me, sempre preferibile.

Da qui però a dire che tutto ciò che è potente suoni peggio di ciò che lo è meno non mi sembra corretto.

G

Share this post


Link to post
Share on other sites
rossoleon

@meridian concordo in pieno il tuo concetto

Share this post


Link to post
Share on other sites
samana
1 ora fa, Bartolomeo ha scritto:

La differenza tra 50 Watt valvolari e 50 a stato solido è enorme.

Puoi spiegare tale concetto ? Grazie

4 ore fa, meridian ha scritto:

ao, 50 watt possono essere più che sufficienti, e quindi se di qualità, hai trovato la quadra, ma solo se hai diffusori molto regolari come curva di impedenza e carico , poco tormentati e dalla buona impedenza, mai sotto i 6 Ohm, e con buona sensibilità , diciamo almeno 91- 92 dB . . . Fuori da questo schema , diciamo una griglia di massima tanto per capirsi, con 50 watt fai poco, a meno di ascoltare di sottofondo e programmi musicali tranquilli . . . 

Io ho diffusori da 86 -87 dB, in 12 mq, con 200 buoni watt , piloto in scioltezza e tranquillità, e non ho mai pensato di ridurre la potenza, anzi .

In linea di massima sarei anche d’accordo, sebbene ti sia sfuggito il dettaglio piu’ importante, ovvero la grandezza della sala dedicata all’audio.

Inoltre un parametro che gioca un ruolo decisivo e’ l’abitudine di ascolto di ognuno di noi,  ossia a quali pressioni sonore siamo soliti sentire la musica.

Difficile capirlo attraverso un forum.

Io, ad esempio, con un Graaf Venticinque (25watt) ed una coppia di Advent 5002 (87db) ed in un stanza che sfiora i 50 mq, posso raggiungere volumi tali che non si possono certo definire  “da sottofondo”.

Vero e’ che con un valvolare da 80 watt ne ha beneficiato l’intero spettro musicale, ma cio’ non toglie che ci si potrebbe benissimo accontentare dei 25 watt del Graaf.

Mi rendo conto che la tua opinione in merito possa differire, come quella di chiunque altro, del resto.

Voglio soltanto dire che e’ difficile trovare una regola, un modo di ascoltare che metta tutti d’accordo.

Sul fatto dei 50 watt oltre i quali la qualità vada via via diminuendo, mi sento di affermare che non sono d’accordo.

Non per nozioni tecniche, che mi latitano, ma per esperienze vissute, tante.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Montez

@Revenant se hai diffusori che richiedono molti watt non credo che con 50 avrai il top

Share this post


Link to post
Share on other sites
Oscar

@Bartolomeo la differenza tra 50w a SS e 50w a tubi è pari a zero.

Cambia il tipo di clipping, ma i watt indistorti rimangono sempre gli stessi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Montez

@samana io il graaf 25 l'ho avuto con le tannoy srm 15, bel suono ma quando gli chiedevo un po' di pressione proprio non era il suo mestiere, probabilmente i diffusori non lo aiutavano 

Share this post


Link to post
Share on other sites
M.B.
1 ora fa, Bartolomeo ha scritto:

Ad esempio 50 Watt valvolari o stato solido? La differenza tra 50 Watt valvolari e 50 a stato solido è enorme.

Bentornato, Mr. Aloia...

Quotone.

Share this post


Link to post
Share on other sites
senek65

È solo ina questione di soldi

Share this post


Link to post
Share on other sites
Berico

Però secondo me la capacità di pilotaggio non c’entra nulla con la questione del topic, non si parla di un amplificatore universale, ovviamente i diffusori saranno scelti con coscienza come con ogni amplificatore, la questione è se i 50 watt hanno per caratteriste intrinseche la possibilità di dare un suono migliore, io non essendo tecnico non saprei rispondere, non so se più corrente può portare più problemi e più spurie. Ovviamente con budget paragonabili.

NB Per 50 watt intendo amplificatori da 50 watt.

Share this post


Link to post
Share on other sites
samana
10 minuti fa, Montez ha scritto:

il graaf 25 l'ho avuto con le tannoy srm 15, bel suono ma quando gli chiedevo un po' di pressione proprio non era il suo mestiere, probabilmente i diffusori non lo aiutavano

Non conosco quelle Tannoy.

Posso pero’ affermare, senza tema di smentita, che i 25 watt del Graaf (come di qualsiasi altro ampli di uguale wattaggio purché di qualità), in una sala non piu’ grande di una ventina di metri quadri e con i giusti diffusori potrebbe anche considerarsi una scelta appagante e che possa durare nel tempo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
stanzani

Uno dei vantaggi dei diffusori attivi ben progetta è che l'amplificatore è protratto per i suoi driver. Non c'è bisogna di ipotizzare che un certo finale piloti dei Perri da stiro. ..

Share this post


Link to post
Share on other sites
audio2
4 minuti fa, Berico ha scritto:

se i 50 watt hanno per caratteriste intrinseche la possibilità di dare un suono migliore

in linea di massima no, poi ci sono qualche milione di distinguo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
lamm

@Montez 

adesso sto ascoltando le tannoy srm15 con 100w dei lamm ibridi, pura magia, anche le Dynaudio C4 con gli stessi volavano, in medio ambiente domestico 100 ottimi watt ti mettono al riparo

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    306666
    Total Topics
    6996868
    Total Posts

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy