Quantcast
Jump to content

I miei Hypex Nc2k


DuBleu

Recommended Posts

si infatti anch'io mi sono introdotto in questo post perché molto curioso di capire come suonano e che capacità di pilotaggio hanno questi Hypex ed in particolare gli NC2K che DuBleu ha provato e sta utilizzando.

Tutte le vostre esperienze sono utili a capire sempre meglio l'evoluzione dell'amplificazione in classe D, peraltro anche i miei Crown  hanno questa topologia di funzionamento e io ne sono molto soddisfatto, ma poichè sono curioso di natura

una prova con gli Hypex dovrò farla sicuramente almeno per raffrontarli ai miei attuali amp.

 

Grazie Sfabio, sei certamente benvenuto, quando ti capita di venire dalle mie parti chiamami.  

Link to post
Share on other sites
  • Replies 219
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

  • DuBleu

    93

  • discus96

    25

  • maximo

    15

  • Gici HV

    12

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Scrivo qui, per non inquinare altri topic. Ho in casa M2 TECH YOUNG mk III Topping d50  più alimentatore topping P50 Rme adi 2 pro fs be, versione con telecomando. Topping d90 U

@maximo @MrMojoRisin Cerco di chiudere il cerchio di classe D, evidentemente da sostenitore convinto di classe D e possessore di due mono hypex Nc2k e 3 mono icepower1200as1 è stato fuorviato ogn

finalmente una rece come si deve... io però adesso ti odio... che dac mi compro?

Posted Images

@discus96In passato ,per circa una settimana, ho potuto confrontare i mono Krell Evolution 400e e i mono Nordacoustics nc500.Impianto di un amico, composto da un pre AR Ref5,Dynaudio Contour S5.4 con crossover upgradati e un gira Vpi Prime con phono sempre AR.Ebbene, i classe D in questo contesto avevano esibito una raffinatezza maggiore e dei bassi più controllati e perentori,presenti anche il padrone dell'impianto e quello dei Krell che erano in prova,stesse considerazioni anche per loro.

Link to post
Share on other sites

io ho una coppia di monofonici AM Audio pura classe A  da 250 W su 8 Ohm e 500 su 4 Ohm e quasi 800 su due 2  Ohm capacità di corrente enorme, cosi come i consumi, ho messo i pannelli fotovoltaici sul tetto perché le bollette volavano...

Consumano 600 Watt a riposo e d'estate se non hai l'aria condizionata diventa dura.

 

Pilotano qualsiasi cosa, "anche la sedia a rotelle della mi nonna" e mi piace molto il "Pugno di ferro in guanto di velluto" così posso definire il loro suono,

ma francamente oggi col DIGITALE si possono avere potenze molto maggiori con consumi ridotti all'osso, occhio però perché come ci fa giustamente notare DuBleu gli Hypex hanno dati di targa relativi alla potenza massima istantanea, pochi millisecondi, normalmente sufficienti sulla maggior parte della musica,  ma non a tutta. 

Non a caso cita i Carmina Burana, che hanno un crescendo che culmina in un pieno orchestrale e di voci sostenuto e che può mettere in crisi moltissimi amplificatori con potenze impulsive esagerate!      "Finita la Birra si resta a secco"

Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, discus96 ha scritto:

"Finita la Birra si resta a secco"

I satelliti a tre vie dei miei diffusori (che vedi nel profilo) hanno più di 105 dB di sensibilità dai 100Hz in su e sono pilotati da un NC500MP per via... la mia stanza è poco meno di 9mq... prima di finire la birra...ci resto secco! :D

Link to post
Share on other sites

Certamente con 105db  e 9 mq   gli NC 500MP  possono essere  LETALI,  non solo per i tuoi timpani ma anche per gli organi interni !

 

Non ci dimentichiamo che ogni 3 db di efficienza serve il doppio della potenza per avere la stessa pressione sonora!

 

Un diffusore da 88 db ha bisogno del doppio della potenza di uno da  da 91 db di efficienza per raggiungere la stessa pressione sonora!

 

 

Ma con 105db avrai bisogno solo di una manciata di watts per avere una pressione sonora devastante. 

Link to post
Share on other sites
15 minuti fa, discus96 ha scritto:

Ma con 105db avrai bisogno solo di una manciata di watts per avere una pressione sonora devastante. 

Diciamo che ho costruito il mio impianto cercando di ridurre al minimo i principali difetti che ho sempre riscontrato negli impianti casalinghi: clipping degli ampli, distorsione per eccessiva escursione degli altoparlanti ed eventuale compressione dinamica. Da qui l'utilizzo di alta efficienza ed alta potenza, per avere anche quel margine necessario all'utilizzo di software di correzione ambientale, indispensabile nel mio caso non avendo grandi spazi e non potendo trattare opportunamente la stanza. Pugno di ferro in guanto di velluto... chi è curioso può venire a trovarmi ed ascoltare il risultato :)

Link to post
Share on other sites

i tuoi concetti mi piacciono, ed i miei sono simili.

Diffusori efficienti e i JBL sono noti anche per questo i miei 4355  hanno 96 db, (alta efficienza =bassa distorsione)questa la filosofia JBL.

Ampli potenti da avere margine di pilotaggio e potersi permettere di usare una frazione dei Watts disponibili con conseguente bassa distorsione ed alta dinamica.

 

Provare..... Provare...... Provare...... 

Link to post
Share on other sites

ed ecco il mio nuovo finalino 4 canali,  con gli Hypex NC502MP,    due moduli stereo. 

Appena arrivato fresco fresco.

 

Con questo  biamplificherò le mie JBL 4355  per cominciare a fare qualche prova, poi passerò agli NC2K . 

Non potevo resistere, la curiosità di iniziare qualche prova con gli Hypex era troppa,  penso che questi non bastino per le mie aspettative e la mia ampia sala,  ma un'idea di come vanno me la farò.

 

 

Provare..... Provare....... Provare 

 

IMG_1467.JPEG

IMG_1470.JPEG

IMG_1472.JPEG

Link to post
Share on other sites
6 ore fa, discus96 ha scritto:

ed ecco il mio nuovo finalino 4 canali,  con gli Hypex NC502MP,    due moduli stereo. 

Appena arrivato fresco fresco.

Sembra fatto abbastanza bene, ci sono due cose che potrebbero eventualmente creare

rumori di fondo e ridurre le prestazioni delle due bestioline, se provandoli hai di questi problemi contattami in privato o crea una discussione in diy così ti spiego senza sporcare questa.

Link to post
Share on other sites

Melius per tutti!xD

Dunque per la magnat 1500, fai il salto ad occhi chiusi e prendi due moduli che erogano 700watt sui 4ohm. Un modulo per canale ed avrai in finale che molto probabilmente soddisferà alla grande. A volte molto meglio di finali 4-5-6 volte più costosi.

Come vedi il modulo in se non costa molto (250-350 euro), quindi il salto da listino non è poi così molto.

Aspetterei senza problemi mesi, anche se modulo manca.

Potrai avere aspettative di risultato a lungo termine. Up gradare un finale così servirà diverse prove.

E' da capire se abiti in casa singola, la grandezza dell'ambiente ed il punto d'ascolto. E cosa vuoi. 

Personalmente pago il pegno dei woofer faital pro non proprio facile da muovere. Chiaramente woofer destinati al mercato casalingo sono spesso meno impegnativi.

Da me due nc500 nordacoustic han resistito circa un anno e mezzo, il che è un ottimo risultato. Poi labgruppen fp10000q ha vinto. Perdendo qualità generica rispetto hypex ma guadagnando in dinamica.

Questa è quasi la discussione più completa su hypex-icepower degli ultimi tempi.:D

Link to post
Share on other sites
9 ore fa, discus96 ha scritto:

Non a caso cita i Carmina Burana, che hanno un crescendo che culmina in un pieno orchestrale e di voci sostenuto e che può mettere in crisi moltissimi amplificatori con potenze impulsive esagerate!      "Finita la Birra si resta a secco"

E' l'unica volta che è successo, con un "pubblico" di 8-9 persone; 2 ultra 70enni, un 83 enne, due preadolescenti, tranne io e mia moglie tutti nonni o bimbi!

perché preciso? perché questa potenza è stata digerita per circa un ora e mezza di ascolti ad alto volume di classica di vario genere; le più conosciute, come i grandi concerti e i grandi pienoni.

Il focus della scena tridimensionale tutto è sempre risultato al suo preciso posto senza tentennamenti, morbidezze, impastamenti. Nessuna incertezza di riproduzione, ben diverso da ciò che è successo con tutti gl'altri finali che l'impastamento generale del messaggio sonoro inficiava l'ascolto ad alto volume.

E' una nota di merito di questi classe D, portano le loro prestazioni al top fino ad un taglio digitale nei punti dove servono. 

Nel mio caso ho intravisto la luce rossa del clipping intravedersi per due istanti nel canale sinistro ( mi pare) nulla più. L'ascolto chiaramente era fortemente d'impatto, tanto da togliere realmente il fiato.

I modelli inferiori chiaramente limiteranno prima, ma avranno la loro "fisiologica perfezione di riproduzione" fino al limite controllato digitalmente dei finali. 

Se il finale deve scendere di ohm, scenderà fino ad impostazione di fabbrica; non farà errori, lo stesso con le distorsioni/clipping. Limiterà in modo importante.

Hypex ed icepower vincono su questo.

Ad esempio powersoft m30d che ho in casa probabilmente farà lo stesso, ma non ha la stessa qualità di taglio e precisione, dove il clipping è molto più invadente anche se controllato. Si nota proprio i lclipping di powersoft m30d, lo ritengo molto poco "sano"

Sono ben più felice di hypex/icepower he ho in casa come controllano ciò. 

Non mi esprimo su molti altri finali costosissimi di come lavorano al limite. Mi è successo di avere frequenze "sporche" danneggiando il tweeter all'inizio, quando non avevo esperienza. Ora starei attento, ma hypex-icepower proteggeranno i vostri diffusori.

Link to post
Share on other sites

@maximo e mo!xD fa volare i tuoi diffusorixD

C'è poco da fare con certi diffusori vogliamo sfruttarli, anche se poche volte, fin tanto da togliere il fiato.

Dobbiamo esser tranquilli e spensierati.

Bruciai un twetter di un canton reference K3, un anno prima un tweeter di canton ergo 670 con ampli integrati yamaha da 3000 mila euro. 

Se hai figli in casa la cosa potrà aiutare! Si sfonda prima i timpani che i diffusorixD

Link to post
Share on other sites
35 minuti fa, DuBleu ha scritto:

portano le loro prestazioni al top fino ad un taglio digitale nei punti dove servono. 

Cosa intendi per taglio digitale?

La serie M Powersoft fa parte della linea Touring, ovvero da concerti. Ne ho provato uno anche io tempo fa, ma non mi convinse. Di quella linea dovresti invece provare qualcosa dalla serie X, come il forumer Bluenote, oppure un finale della linea Canali, da installazione come il mio, nei quali il fattore robustezza da carroarmato del case è meno cruciale e più focalizzati sulla qualità sonora.

Un amico pilota i diffusori top PMC della linea pro con appunto gli X4, dopo aver avuto un sacco di amplificazioni hi-end super costose.

Se poi con una sorgente digitale sfrutti l'ingresso Dante ti si apre un mondo nuovo di pulizia e precisione, perché elimini in un colpo solo preamplificatore, dac, tutti i cavi, le connessioni e i relativi colli di bottiglia che essi, volente o nolente, rappresentano, indipendentemente dal loro prezzo.

Ho avuto anche io dei mono NC500 della Nord Acoustics, prima del finale MC2 in classe AB di cui parlo più sotto. Molto buoni, soprattutto rispetto al mio precedente Spectral a parità di potenza RMS. Con il Powersoft però siamo a livelli stellari al confronto. Anche in un ambiente piccolo come il mio.

 

17 ore fa, maximo ha scritto:

Non sorprenderti per le potenze apparentemente "esagerate" di cui fa uso @DuBleu    E' un po' come i diesel moderni che hanno valori di coppia mostruosi ( 400-500 N/m)  Ci viaggi a 70-80 Km/h in sesta ma basta schiacciare un po' e voli

E' esattamente quello che sto sperimentando da quando ho acquistato un Powersoft con otto canali da 1000W ciascuno.

Multiamplifico ogni via delle mie PMC IB1s con un canale e i woofer ciascuno con due canali a ponte, per una configurazione finale di 1000+1000+1700W x 2. Il tutto in una stanza di 17 mq, non un salone stile Versailles.

Qualcuno potrà pensare che sia una inutile esagerazione, ma invece tutto questo dispiegamento di forze mi permette di avere un suono che resta sempre fluidissimo e indistorto in qualsiasi passaggio complesso, la scena granitica e un controllo e una immanenza unita al controllo dei bassi che mai ho riscontrato.  

Provengo da un altro finale pro da studio MC2 in classe AB, polarizzato molto alto, da 2x1500W, non certo da un asfittico finalino che alzava bandiera bianca al primo transiente impegnativo. Eppure il paragone non si pone.

Il suono non si comprime MAI, indipendentemente dal volume. 

E' proprio un altro modo di ascoltare.

Link to post
Share on other sites
16 minuti fa, il Carletto ha scritto:

Cosa intendi per taglio digitale?

Quando il finale lavora troppo basso di OHM, semplicemente non riproduce

Quando il finale lavora a livelli di potenza non erogabili, taglia o clippa. ha un controllo del clipping e non è invasivo. Le powersoft M30D clippa è invasivo e fa sgranare gl'occhi mentre riproduce il messaggio sonoro; non so come spiegare ma fa preoccupare e s'abbassa subito il volume. Quando interviene la correzione dei moduli hypex non è così "violento", sembra che semplicemente non riproduce ciò che non può riprodurre.

Powersoft sembra che stacchi la spina(è un modo di dire), tagliando di netto le frequenze o le potenze; come lo facesse in ritardo, non so. 

Hypex lo fa ma tutto il messaggio sonoro continua preciso, tranquillo senza problemi ma manca ciò che non era in grado di riprodurre.

Supponiamo il limitatore di giri di un automobile, dove arrivati al massimi giri e taglia-singhiozza il motore dove si capisce pienamente che è ora di cambiare (auto sportive benzina) ciò avviene in powersoft, mentre hypex continua a dare piena potenza tranquillamente.

E' la gestione del software che è diversa. 

Powersoft ti fa abbassare 6-12 db il volume e ti fa sperare che non succeda più, quasi con paura. Hypex ti fa abbassare il volume di 2-3db tanto per essere con la coscienza apposto. Come sa lavorasse di anticipo in modo molto controllato. 

Empirismo puro:embarrassed_smile:me ne scuso.

Ho avuto un tecnico in prova un pomeriggio con powersoft t602 e X4, non ne restai colpito.

Il confronto con il labgruppen fp10000q vide questo nel mio sistema migliore, come già accennato pure il modello PLM10000Q (lo stesso modello con DSP), vide vincere il modello senza DSP.

Imputo molte restrizioni sonore ai DSP se su intera banda, ciò non solo io ma quasi l'intero gruppetto che s'appoggia per la costruzione dei diffusori da chi ha costruito i miei. Siamo limitati.

Il powersoft X4 notevolmente superiore di T602 anche in resa acustica comunque non mi ha soddisfatto. 

Mi presi mille parole anche via messaggi privati per ciò all'epoca, qui:

Link to post
Share on other sites

A tal punto per ignoranza, tant'è quando non si condivide il pensiero altrui mi sono "autoconvinto" che se ad un prezzo di listino PLM10000Q superiore offre metà potenza del Powersoft X4, X4 probabilmente qualcosa in meno doveva avere.

Indifferentemente per non turbare come in quel topic i possessori di X4, imputo a dsp danni che non contemplo.

La potenza ed il pilotaggio di labgruppen FP10000Q è già a basse potenze e subito gestibile, mentre trovo X4 si con moltissima potenza ma comunque con minor capacità di pilotaggio di Fp10000q.

Fp10000q anche a bassissimo volume lavora correttamente, X4 invece ha bisogno di una potenza fisiologica non proprio bassa per potersi esprimere al meglio. 

Se volete un finale che anche a basso volume lavori perfettamente X4 non lo farà, o non lo farà bene come fp10000q o hypex nc2k.

Visto che ho già dato a riguardo, invito chi suppone diversamente a sfogarsi in quella discussione. Tanto non cambio idee. Ho impiegato oltre 5 ora a casa mia con un tecnico quella volta (3 ore) ed altre due ore l'anno scorso. Attenti alle ventole: fp100000q genera 52 db, X4 è molto silenzioso ma non è che si fermi a 20db.

Quella discussione, aprirà la mente un bel po'. Ognuno con le proprie esperienze. 

Link to post
Share on other sites

@DuBleu Vuol dire che forse avevi i limiter inseriti a livelli troppo bassi, e probabilmente su quel modello non regolabili (ipotizzo).

Nel caso del mio, prima di tutto lavora a 2 ohm, cosa che l'M non fa, inoltre da software ho i limiter disinseriti.

Limiter che comunque possono essere finemente impostati a seconda del livello a cui s'intende ascoltare.

Diciamo che sono prodotti non plug&play come le amplificazioni hi-fi o altri classe D. Non colleghi i cavi, accendi e senti cosa esce fuori.

Come una automobile o una moto da competizione hanno bisogno di essere regolati finemente per permettere loro di sprigionare tutto ciò di cui sono capaci. Non per niente Powersoft organizza corsi per il loro utilizzo, perché hanno possibilità quasi infinite.

Link to post
Share on other sites

@il Carletto powersoft m30d, non ha DSP. Fa quello che vuole:D

Hypex non ha dsp e fa pure quello che vuole. 

Sto usando finali "semplici", senza dsp.

Ho DSP su rme pro, ma ci regolo solo il subwoofer dai 40hz a scendere.

Lo stesso RME pro se applico un passa alto sui 40hz per lo torri muta il messaggio acustico. 

RME pro nel mio contesto per l'ennesima volta mi fa odiare il DSP.

RME vince perché usando le torri ad intera banda ed il DSP sul sub non mi crea latenze di sorta sempre introdotte da qualsiasi DSP usato fino ad oggi.

RME pro si esprima come un buon dac da 500-800 euro, solo che 4 canali dsp, controllo volume e uscita regolabile fanno si che ci sia una ottima sinergia con nc2k.

uscire con 6.9 volt premia in dinamica, facendo prendere i 119db, è molta la differenza con i 112db.

Avere finali ora come ora che hanno meno di 119db di dinamica effettiva lo noto da subito.

per quello l'ho sempre menzionata.

Per quanto  riguarda le regolazioni di X4, se 3 ore di tecnico dell'audiosales a casa mia ed un rivenditore di zona per altre 2 ore che fanno solo quello non riescono a comandare un sistema 2.0 ad intera banda (stereo base), ma ne scuso ma dubito che io stesso riesca a far meglio.

Il confronto è stato fatto con gl' addetti ai lavori, han gettato la spugna loro. Si sono accorti loro stessi della differenza (macroscopiaca). Un tecnico per arrivare a casa mia deve percorrere quasi 2 ore di macchina e deve vendere. L'altro una sola ora, se han buttato via il tempo, non lo so.

Sembro l'unico aver testato labgruppen fp10000q contro powersoft in casa, però ho già "combattuto" con la fede powersoft.

Sicuramente i finali powersoft hanno molto da dire, ma non i modelli da me citati.

M30D ad esempio perde rispetto hypex e icepower a livelli di qualità di riproduzione, ma a casa mia in bridge per il subwoofer è unico. Se dovessi pilotare il subwoofer con la velocità che si muovono le torri con hypex, avrei bisogno di un altro nc2k. Ci sono voluti 2-3 finali settimana per 4 mesi in prova per non spendere quando nc2k.

M30d va bene, ma non per le alte a casa mia. Non scende in ohm, ma da me con il sub non lo deve fare. I 3.3 ohm li muoveva bene comunque.

L'ho preso anche perché mi balenava l'idea di sostituire icepower1200as1. Il modello m50d mi poteva interessare o due finali m30d.

Nulla, icepower 1200as1 vince a mani basse in qualità., potenza siamo lì se in stereo. 

M30d in bridge o M50d in bridge distrugge per il subwoofer icepower 1200as1.

Non che icepower1200as1 vada male sotto i 45hz di un sub, ma di certo non controlla come M30d.

Prendiamo M30d in stero? Manco morto! Prendiamo M30d con dsp? manco morto. Due moduli icepower1200 voleranno.

Prendo M50d due canali in stereo ed due in bridge per il sub? manco morto. Resto con 3x1200as1.

https://www.thomann.de/it/powersoft_m30d_hdspeth.htm

Stiamo parlando di finalini, poco costosi? No!

Per me molto costosi per quello che danno.

Lo switch m30d vs 1200as1 è in casa, la differenza è macroscopica.

M30d ben si scontra con T602, tranne in potenza. Non escludo che il primo sia un filino più fine. Ma hanno caratteristiche ben diverse.

Link to post
Share on other sites

@DuBleu Senza voler togliere nulla all'impressionante, e meritevole, mole di prove da te effettuate, secondo la mia esperienza ti manca solo quella che nel mio caso ha fatto la differenza più grande: entrare direttamente in digitale in un finale in classe D che permetta la conversione diretta PCM-->PWM, senza passare dall'analogico. Una catena TOTALMENTE digitale dal pc fino all'uscita verso i diffusori.

A molti questo concetto farà orrore, soprattutto quelli legati ai canoni dell'hi-fi classico, ma per quello che sono i miei gusti è una soluzione imbattibile. Soluzione che facilmente posso confrontare con l'ingresso tradizionale analogico, a cui ho collegato il resto della catena (dac e pre). 

Naturalmente questo significa anche una certa qual fine dei giochi audiofili (stacca il cavo attacca il cavo, cambia il pre, prova questo dac, aggiungi il superclock, non dimenticare la superalimentazione, metti i piedini sotto il pre, metti i fusibili magici, cambia il verso dei fusibili fatati...).

 

Per tornare al discorso del taglio digitale, nel mio sistema non accade mai. Più alzo il volume più la musica si scatena, rimanendo sempre pulita, indistorta e senza nessuna fatica d'ascolto. L'unico aspetto negativo è che, a causa di questa estrema pulizia ad alto volume, si è portati ad ascoltare con una spl maggiore. Con un certo disappunto, immagino, dei pur pazienti vicini di casa  :D

Link to post
Share on other sites
1 ora fa, il Carletto ha scritto:

secondo la mia esperienza ti manca solo quella che nel mio caso ha fatto la differenza più grande: entrare direttamente in digitale in un finale in classe D che permetta la conversione diretta PCM-->PWM, senza passare dall'analogico. Una catena TOTALMENTE digitale dal pc fino all'uscita verso i diffusori.

Su questo ti do pienamente ragione.

Mi sono "limitato" a ciò che fino ad oggi ha ottenuto risultati. Sicuramente è una strada da percorre, ma serve tempo e denaro, non meno conoscenza tecnica.

Contattando direttamente powersoft/audiosales l'anno scorso confidavo in una risoluzione della riproduzione audio. Evidentemente si sono concentrati sono su T602 e X4.

Lungi da me pensare che non si possa migliorare.

Ho il mio 2.1 sempre disponibile a prove, ma sono portato a pensare che non ci sia consulenza adeguata nel seguire questi percorsi, quanto meno nella mia zona.

Vedo professionisti dell'audio comunque rivolgersi ad hypex dopo queste soluzioni impiegate a casa loro.

Qualcuno mi riferisce che le potenze medie d'ascolto sono così basse nell'ambiente casalingo che i vari finali pro non entrano a regime.

Magari qualcuno arrivasse da me con un finale e pc, dove collego i cavi potenza e mi risolvesse/migliorasse l'ascolto. 

Non sono l'unico nel nordest veneto, peccato per i venditori. Probabilmente prenderà piede negl'anni.

Sarò fra i più pronti a questo cambio di tendenza.

Con il bel potenziometro usb farò tuttoxD

Link to post
Share on other sites

@DuBleu  Il mio impianto non è propriamente plug and play ma, visto che siamo ad una ottantina di chilometri, se vuoi venire a sentirlo per vedere ed ascoltare qualcosa di diverso possiamo organizzare nei fine settimana...

Link to post
Share on other sites

Quoto Carletto e approvo al 100%

 

"Senza voler togliere nulla all'impressionante, e meritevole, mole di prove da te effettuate, secondo la mia esperienza ti manca solo quella che nel mio caso ha fatto la differenza più grande: entrare direttamente in digitale in un finale in classe D che permetta la conversione diretta PCM-->PWM, senza passare dall'analogico. Una catena TOTALMENTE digitale dal pc fino all'uscita verso i diffusori."

 

Peraltro avevo già detta la stessa cosa prima :

 

"Il mio sistema dunque è semplicissimo  PC  uscita digitale,  Crown,   JBL 4355.

Nessun Preamplificatore. Il segnale digitale esce dal PC (Jriver)  bitperfect  entra nell’uscita digitale dell’amp che sempre in digitale fa da crossover, eq, amplifica e solo alla fine viene riportato in analogico e mandato ai diffusori.

 

Risultato : Dinamica  Dettaglio  Potenza Controllo."

 

Questo fa la vera differenza, evitare molteplici conversioni AD DA, evitare preamplificatori, DAC esterni, crossover passivi nei diffusori  e cavi di ogni tipo.

Quando si prova questo non si torna più indietro.   

Link to post
Share on other sites

Sul fatto della conversione tramite finale è tutta da scoprire, però c'è chi spende molto solo di dac. 

Mi trova strano pensare che un finale riesca a far tutto.

perché dico ciò?

Uso RME adi 2 pro fe be, un dac non proprio economico con evidenti limitazioni dsp ed è un 4 canali.

Come suona? Come un dac da 500-800 euro molto buono per quel costo ed il sovraprezzo è perché ha qualche opzione.

Se lo confronto con dac da 3 mila euro a salire mirati quest'ultimi vincono.

Ok che il tutto è opinabile ma dubito. 

Sicuramente farò prove, ma al momento nulla è andato nel verso giusto.

X4 si è collegato con il proprio pc alla mia libreria.

Ad esempio uso hqplayer e mi piace molto, altri player non li amo.

Ho fatto la stupidata di acquistare molti dsd, dunque dovrei convertirli con conseguenza perdita di dati, darli in pasta ad un altro player e riprovare le nuove configurazioni.

Per provare al volo ho chiaramente flac, ma ci sono molte condizioni necessarie perché il tutto funzioni alla grande.

Nel 2021 cercherò di seguire questa filosofia, ma non avendo nessuno che lo sta facendo, segue, insegni vicino a me è molto dura.

Hypex nc2k è una buona macchina, dove al prezzo del costo ci aggiungono un case da 100 euro a mono, non molto di più. Se lo assembliamo personalmente abbiamo una spesa molto alta solo di componenti, mi spaventa che la sinergia dac finale dsp tutto in uno sia così efficace. Farò diversi tentativi, sperando d'esser correttamente indirizzato. 

USB o cavo di rete diretto al finale è una bella semplicità.

Link to post
Share on other sites

Mi riquoto :

 

"Una parola  sul Crown I-Tech 5000 Hd  che  sarebbe riduttivo chiamare amplificatore.

Questo  é in realtà un Preampli  digitale, Ampli digitale  dotato di DAC  e sistema BSS  per crossover, Eq, Limiter e molto altro.

Ha ingressi digitali e analogici oltre a uscite digitali e analogiche ma niente sarebbe senza il Software di  BSS Audio Architect  col quale  posso controllare in rete uno due 100  ampli. Volume compreso.   Naturalmente anche da Ipad o  Iphone. 

 

 Via preamplificatori  Dac esterni, interfacce via tutto.

 

Pc  Crown  Jbl   full stop.

 

Provato questo non si torna più indietro."

 

Questo ha il suo DAC interno il suo processore BSS tutto al Top di qualità e perfettamente interfacciati e igegnerizzati per lavorare al meglio tra loro. Sono soluzioni digitali No compromise per uso professionale.

 

Conidera che con i suoi 2500 W rms su 4 OHM piloto in biamplifiazione (con due finali stereo 5000 HD) vie basse e vie alte delle mie 4355.

 

Capisco che psicologicamente un audiofilo HI-END abbia difficoltà a capire che  meno costa e meno c'è meglio funziona ma così è.

Link to post
Share on other sites

"Se fosse di aiuto comunque"............ due finali Crown I-Tech 5000 HD costano sempre oltre 12.000 euro,

certo siamo lontani dalle esagerazioni  HI-END.......... ma sono sempre tanti soldi.

Link to post
Share on other sites
  • BEST-GROOVE changed the title to I miei Hypex Nc2k
  • Statistiche Forum

    307,472
    Total Topics
    7,090,916
    Total Posts



×
×
  • Create New...