Jump to content
Melius Club
Sign in to follow this  
piergiorgio

Reflex digitale economica

Recommended Posts

piergiorgio

Ciao a tutti

mi piacerebbe avere una reflex economica, possibilmente compatta e leggera, e che non mi faccia rimpiangere la spesa qualora la passione non decolli : mi rivolgerei quindi per il momento al mercato dell'usato dove si trovano macchine non recentissime a prezzi abbordabili, attorno ai 150 euro che sarebbe il mio budget.

Più che altro la prenderei per il mirino, in quanto l'attuale compatta Canon non ne è dotata e mi trovo in difficoltà quando devo scattare con molta luce : finisce sempre che scatto a caso e poi devo sempre ritoccare le foto tagliandole.

Ho addocchiato qualcosa che potrei acquistare di persona, tutte con obiettivo 18-55 tranne ove specificato, ovvero : 

Nikon D3000 170 euro

Nikon D3100 150 euro

Nikon D60 140 euro

Canon 400D con 28-105 a 100 euro con piccole macchie sull'obiettivo (vedi foto sotto)

Canon 2000D 120 euro

Canon 350D 130 euro

Canon 400D 120 euro

Canon 400D tamron 18-200 140 euro (questa mi intriga)

Canon 1100D 130 euro

Attendo consigli, grazie per l'attenzione

127963273_10224484936494095_984282482654018544_o.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
buranide
48 minuti fa, piergiorgio ha scritto:

Canon 2000D 120 euro

Io direi questa, ė abbastanza recente, e con canon in genere sulle ottiche risparmi qualcosa rispetto a nikon.

Share this post


Link to post
Share on other sites
piergiorgio


il 18-55 è sufficiente per paesaggi e foto in città a monumenti oppure serve uno zoom più potente tipo il 18-200 montato sulla 400d che ho segnalato sopra ? Sarebbe un vero tuttofare anche se non di eccelsa qualità

Share this post


Link to post
Share on other sites
buranide
7 ore fa, piergiorgio ha scritto:

18-55 è sufficiente per paesaggi e foto in città a monumenti

La canon 2000d ha un fattore di crop di 1,61(le nikon aps-c lo hanno di 1,5), un 18-55 ė equivalente a un 28-88 per una reflex full frame (o per una a pellicola 35mm), quindi piú che il tele potrebbe servire un grandangolo piú spinto (diciamo un 10-20, equivalente a un 16-32).

Share this post


Link to post
Share on other sites
cactus_atomo

@buranide teorcamente haii ragione, ma gli zoom grandangolari costno ssai e non sno facili da trovare. se il budget è limitato un 18-70 è sufficinetemente universale, poi con il tempo si capisce ciò di cui si ha bissogno

Share this post


Link to post
Share on other sites
buranide
2 minuti fa, cactus_atomo ha scritto:

un 18-70 è sufficinetemente universale,

Un 18-70 su apsc potrebbe anche essere definitivo per il 99% delle situazioni amatoriali(viaggi, famiglia, street), la mia osservazione era relativa alla richiesta di @piergiorgio sulla necessitá di ottiche tele (e per la mia esperienza in genere con apsc qualche volta potrebbe servire un'ottica piú corta di 18mmm proprio per il fattore di crop del formato 'ridotto' rispetto al 35mm tradizionale con cui siamo cresciuti, quasi mai una piú lunga di 70). Uno zoom 18 200 ha un eccessivo decadimento della qualitá, al max eventualmente consiglierei un 18-140 (quello prodotto da Nikon ad esempio ė un piccolo miracolo per la qualitá a quasi tutte le focali/aperture, ad un amatore potrebbe non servire mai altro).

Share this post


Link to post
Share on other sites
buranide
Il 19/12/2020 Alle 19:06, piergiorgio ha scritto:

Canon 400D con 28-105 a 100 euro con piccole macchie sull'obiettivo

Quelli sono probabilmente funghi, lascia perdere, sono indice di uso con scarsa attenzione per la macchina.

Share this post


Link to post
Share on other sites
piergiorgio
6 hours ago, buranide said:

necessitá di ottiche tele

forse mi sono espresso con termini non corretti, essendo proprio digiuno di fotografia : io per teleobiettivo intendevo (probabilmente in modo improprio) un obiettivo dall'ampia 'escursione', come ad esempio il 18-200 sopra menzionato; leggendo le caratteristiche ad esempio del Tamron è evidente che è un oggetto economico e di qualità mediobassa.

trovare una reflex economica che monti già un obiettivo 'universale' è difficile in quanto queste fotocamere sono vendute di serie col 18-55, e chi ha esigenze particolari va su macchine più performanti; gli obiettivi si troverebbero anche, il problema che i corpi macchina in vendita sono tutti abbastanza costosi.

comunque non ho fretta, ogni giorno ci sono diverse nuove offerte nella mia zona sui vari mercatini***, complica anche il Natale e la voglia di regalarsi qualcosa di nuovo, vediamo se ci esce qualcosa di buono: sempre restando in ambito economico, leggendo diverse recensioni (Juzaphoto) mi sono fatto l'idea che i corpi macchina Canon siano migliori dei Nikon al contrario degli obiettivi, corretto ? sarebbe meglio prendersi un corpo migliore ed eventualmente se la passione cresce upgradare l' obiettivo o viceversa ?

*** appena visto Nikon D40 + 18-55 con 2.500 scatti a 100 euro vicino casa...

Share this post


Link to post
Share on other sites
piergiorgio

Ho affinato la ricerca, estendendola anche ad ebay ci sono più rischi della consegna diretta ma comunque non essendoci grosse cifre in ballo si può fare.

la scelta verte principalmente sul tipo di macchina : le Canon vengono considerate 'amatoriali' quindi un gradino sopra le entry level, le Nikon invece sono 'entry' in quanto le cosiddette amatoriali vanno oltre budget (es. la D5000).

In secondo luogo ho valutato il peso, attorno ai 500gr senza obiettivo e le dimensioni, tra le più compatte della categoria.

Infine ma non meno importante ho selezionato fotocamere con obiettivi 'tuttofare' come mi avete consigliato sopra, in modo da avere subito una macchina 'definitiva'.

i risultati sono i seguenti  (trattabile significa che il venditore offre una proposta d'acquisto): 

Nikon D3100 Con 18-105mm Nikon a 190 euro

Nikon D3100 + 2 Obiettivi 18-105mm e 55-200mm Nikon a 220 euro trattabili (il 55-200 lo potrei rivendere o non prendere facendomelo scontare)

Canon EOS 450d + 38-76mm Canon in asta

Canon EOS 400D + 28-80mm Tamron 150 trattabili

Nikon D3100 KIT + 18-105 Nikon 190 euro trattabili

Canon EOS 450d + 28-80 Sigma + 18-55 Canon 180 trattabili

Canon EOS 400D + Canon EF 28-80 150 trattabili (macchina di terza mano seppure tenuta bene)

Le più appetibili per il tipo di obiettivo sarebbero le Nikon, ma del corpo non ne ho letto granchè bene (come già detto sono entry level, le 'amatoriali' vanno fuori budget)

come seconda opzione metterei le 450D perché più recenti delle 400D.

Voi che ne pensate ?

Share this post


Link to post
Share on other sites
buranide

@piergiorgio Nikon e Canon fanno e

benissimo sia le ottiche che i corpi macchina,  per un amatore ė indifferente quale marchio utilizzare, se non per motivi di 'affezione' verso l'uno o l'altro.

2 ore fa, piergiorgio ha scritto:

meglio prendersi un corpo migliore

Si, meglio puntare ad un corpo migliore, anche perchė se impari ad utilizzarlo non ė immediato passare ad un corpo diverso, mentre un'ottica la cambi e la usi senza grossi problemi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
buranide
6 minuti fa, piergiorgio ha scritto:

18-105mm Nikon

Occhio che come ottica non ė granchè e la baionetta ė in plastica e non in metallo, il ricambio costa pochi euro, ma se nin sei capace a cambirla da solo ti tocca ricorrere all'assistenza.

Share this post


Link to post
Share on other sites
piergiorgio
1 minute ago, buranide said:

Occhio che come ottica non ė granchè

ero convinto del contrario, grazie per la segnalazione : andrò su Canon allora.

Share this post


Link to post
Share on other sites
buranide
3 minuti fa, piergiorgio ha scritto:

ero convinto del contrario,

un ottima ottica tuttofare di nikon ė il 18 140, di solito vien data in kit sulle d5xxx

7 minuti fa, piergiorgio ha scritto:

andrò su Canon

ripeto che a livello di corpi macchina nikon e canon per un dilettante sono equivalenti, quindi non farti problemi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
buranide
24 minuti fa, piergiorgio ha scritto:

come seconda opzione metterei le 450D

Secondo me dovresti puntare alla 2000D, è piú recente e un 18 55 va benissimo per iniziare...

Share this post


Link to post
Share on other sites
piergiorgio

Vedo cosa riesco a trovare, la 2000d del primo post è stata venduta...

Share this post


Link to post
Share on other sites
leika

Io opterei su Canon è la fotocamera più di diffusa , più di Nikon , a tutto vantaggio di prezzi più competitivi , poi il 18-55 is è un ottica  di grande nitidezza. 

io consiglio di acquistarla su Facebook  oppure  su subito. It ,orientandosi 

sulla propria città , così da poter vedere le reali condizioni , di materiale fotografico ne è pieno 

buona caccia 

Share this post


Link to post
Share on other sites
ediate

@piergiorgio Al di là della marca (come già correttamente detto, Nikon e Canon sono due grandi produttori sia di corpi macchina che di obiettivi) ti consiglio di orientarti verso i corpi macchina più recenti che riesci a trovare; nella fotografia digitale l'invecchiamento dei corpi macchina è (contrariamente alla pellicola) rapidissimo; al di là della risoluzione, i parametri su cui ci sono stati e ci saranno le più grandi innovazioni sono l'autofocus - numero di punti, velocità, sensibilità al buio, capacità di seguire oggetti in movimento - e la riduzione del rumore a bassi livelli di illuminazione - oggi ci sono reflex o mirrorless che arrivano tranquillamente a -4,5 EV e oltre mettendo tranquillamente a fuoco al buio e realizzando foto praticamente prive di rumore, che è molto sgradevole nel digitale a colori - per cui un corpo macchina recente ti mette abbastanza "al sicuro" su questi due parametri. Non ti fare ingannare dalla risoluzione: già con 12 Megapixel si ottengono foto di tutto rispetto. Attenzione alla qualità delle ottiche di base (18-55, 18-70, 18-105); ce ne sono alcune buone, altre meno buone; diffida, in genere, degli obiettivi universali economici perché quello sono, appunto, economici. Le lenti devono presentarsi trasparenti, pulite, senza muffe e/o funghi.

Ti metto una pulce nell'orecchio: perché non cerchi una mirrorless? Le Fujifilm ad esempio sono molto buone, non costano una follia nell'usato, danno risultati "pronti all'uso" (i jpeg che sfornano le Fuji sono fantastici, con colori saturi e brillanti), hanno obiettivi di eccellente qualità - lo zoom di base 18-55 f2,8-4 Fuji è spettacolare - , sono leggere e comode. Scegli quelle col mirino (a led) e vedi come ti ci trovi. Io ho avuto una Fujifilm X-E2 che è risultata strabiliante per qualità sia della macchina che delle foto ottenute, poi cambiata per una Fuji più performante che affianco alla Nikon D750.

Share this post


Link to post
Share on other sites
piergiorgio

Aggiornamento : ho concluso un acquisto oltrefrontiera, su ebay.de : la solita asta compralo subito con la possibilità di fare una proposta...ho azzardato un ribasso all'italiana e mi è andata bene, per 140 euro ho preso una Canon E450 (si lo so non è recentissima, ma per iniziare mi accontento) con 21.000 scatti col suo 18-55 di serie ed in più un Sigma 28-80, esteticamente dalle foto pare molto ben tenuta, vedremo quando mi arriverà. in zona non ho trovato nulla di più conveniente, inizialmente era appunto mia intenzione ritirare direttamente per non avere sorprese ma poi è scappato il ditino :D

Interessante anche la soluzione mirrorless col mirino, ma ho già una compatta Canon anche se di qualità sicuramente inferiore, e volevo 'divertirmi' con una reflex.

ora sto facendo un corso di fotografia di base su youtube: sono già alla sesta lezione, ho imparato priorità di tempi e diaframmi e profondità di campo.

p.s. sin da giovane con la mia Olympus OM10 mi ha sempre intrigato la macrofotografia, non è escluso che ci risentiremo presto per dei consigli; per ora voglio 'imparare' bene a fare paesaggi e street. 

Comunque grazie a tutti per i consigli, comunque preziosi anche se ovviamente non ho potuto seguirli tutti

Share this post


Link to post
Share on other sites
andpi65
Il 29/12/2020 Alle 09:13, piergiorgio ha scritto:

Sigma 28-80

a legger la focale non mi sembra un obiettivo che è stato creato per il digitale (se non sbaglio , su una digitale dovrebbe corrispondere ad un 45-120 poi tocca vedere, e non credo, se mantieni gli automatismi del corpo macchina usandolo) per  ampiezza di focale il 18-55 di serie, in uso amatoriale, soddisfa gran parte delle esigenze di scatto, se non ne hai di particolari . Certo un buon/ottimo   18-200 sarebbe universale, ma già da solo a 140 euro  te lo puoi scordare.

P.S.: dovessi appassionarti, a cifre leggermente più alte ma sempre non troppo alte , ti consiglierei una Nikon D300 S col suo 18-200

Share this post


Link to post
Share on other sites
ediate

@piergiorgio 

Il 29/12/2020 Alle 09:13, piergiorgio ha scritto:

Interessante anche la soluzione mirrorless col mirino, ma ho già una compatta Canon anche se di qualità sicuramente inferiore, e volevo 'divertirmi' con una reflex.

Giusto per la cronaca, la mirrorless "è" una reflex, solo che non ha lo specchio.

Per quanto riguarda il 28-80, potrebbe essere un obiettivo per macchine a pellicola, ma se l'attacco è uguale, funziona lo stesso, solo che ha le focali un po' lunghe e in parte sovrapponibili a quelle coperte dal 18-55 (che equivale, nel mondo 35mm, a 18*1,5-55*1,5mm, cioè 27-80mm; la sovrapposizione va da 45mm a 80). Ti ricordo, visto che stai iniziando, che anche l'apertura del diaframma va moltiplicata per il fattore di crop (1,5 -tutte le marche - 1,6 solo Canon); quindi obiettivi che sembrano "luminosi" nel mondo DX, sono in realtà abbastanza "bui". Ormai, con le digitali moderne, avere obiettivi luminosi non è più una priorità assoluta (basta alzare la sensibilità ISO senza esagerare, con le reflex più vecchie), ma usare obiettivi luminosi dà sempre dei vantaggi in termini di profondità di campo e "agevolazione" del compito dell'autofocus (che è aiutato dalla molta luce che arriva al sensore).

Share this post


Link to post
Share on other sites
piergiorgio
20 minutes ago, ediate said:

Giusto per la cronaca, la mirrorless "è" una reflex, solo che non ha lo specchio.

stavo guardando giusto ieri sera su youtube, tra una lezione teorica e l'altra, delle mirrorless : mi pare d'aver capito che stiano entrando di prepotenza nel mondo delle foto amatoriali (e forse anche più in alto) dopo che fino a qualche anno fa non erano molto considerate per i limiti tecnici ora superati.

Vantaggi leggerezza ed il fatto di vedere già nel mirino la foto come verrà scattata, svantaggi poca scelta negli obiettivi...ho capito bene ?

in effetti col senno di poi una mirrorless con mirino per me sarebbe stata una scelta migliore rispetto alla reflex.

Vabbè proviamo così, comunque la spesa per la Canon è stata limitata; se dovessi ripensarci non ci rimetterei molto rivendendola.

Share this post


Link to post
Share on other sites
andpi65
44 minuti fa, ediate ha scritto:

se l'attacco è uguale, funziona lo stesso

Edilio  premesso che se l'attacco non è  uguale  non lo monti proprio l'obiettivo, sul "funziona lo stesso "  dipende.   In genere, anzi quasi sempre,   montando obiettivi nati per il 35 mm su una digitale perdi gli automatismi   del corpo macchina ( li puoi usare solo in manuale) perché i contatti non corrispondono.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ediate

@andpi65

5 ore fa, andpi65 ha scritto:

montando obiettivi nati per il 35 mm su una digitale perdi gli automatismi   del corpo macchina ( li puoi usare solo in manuale) perché i contatti non corrispondono.

Relativamente, Andrea. Nel mondo Nikon l'attacco "F" ha garantito la trasmissione di tutti gli automatisti dalla pellicola al digitale., così come ha fatto l'attacco "K" nel mondo Pentax.

5 ore fa, andpi65 ha scritto:

sul "funziona lo stesso

Mi riferivo non tanto all'attacco, quanto alla "panzana" che era circolata nei primi tempi dell'introduzione delle reflex digitali, panzana secondo cui obiettivi nati per la pellicola avrebbero "reso meno" una volta montati sulle reflex digitali perché non avrebbero garantito la perfetta perpendicolarità della luce rispetto al sensore (sempre mondo Nikon e Pentax, per non ingenerare confusione). Niente di più falso: il Nikkor 35mm f2 D, ad esempio, montato su una reflex Nikon, sia a pellicola che digitale, rimane sempre uno strepitoso obiettivo, considerando l'epoca in cui è stato progettato e messo in produzione. Fatta salva quindi la possibilità di montaggio (Canon, ad esempio, decise di cambiare attacco da FD a EF abbandonando al loro destino alcune eccellenti ottiche FD) non c'è alcuna differenza di resa ottica, a meno di guardare le foto al microscopio, tra obiettivi "buoni" nati in epoca pellicola quando gli stessi vengono usati nel mondo digitale.

Si provi ad usare, ad esempio, un Nikkor 50mm f1,2 AIS manuale su una reflex digitale (Nikon o mirrorless con anello di conversione da attacco "F" ad attacco... mirrorless): pura poesia, ed è "solo" la resa di un obiettivo prodotto dal 1979 e progettato ancora prima...

Share this post


Link to post
Share on other sites
ediate

@piergiorgio 

6 ore fa, piergiorgio ha scritto:

Vantaggi leggerezza ed il fatto di vedere già nel mirino la foto come verrà scattata, svantaggi poca scelta negli obiettivi...ho capito bene ?

Hai capito molto bene, anche se, specie per il punto sugli obiettivi, alcune marche offrono una gamma più che completa, altre la stanno arricchendo chi pian piano, chi velocemente. Sony, ad esempio, ha puntato alla grande sulle mirrorless abbandonando di fatto il mercato delle reflex tradizionali (eccellenti le A7, siamo arrivati alla quarta serie) ed ha un parco ottiche, molte delle quali progettate in collaborazione con Zeiss, di tutto rispetto; Fujifilm ha un parco ottiche, seppur limitato al mondo APS-C, di notevole livello, Canon e Nikon stanno recuperando velocemente il tempo perduto (più Nikon che Canon, in verità, con il lancio delle nuove mirrorless "Z qualcosa" con il nuovissimo attacco ottiche "Z", compatibile con adattatore con lo storico attacco "F"). Una piccola precisazione: in realtà, nel mirino delle mirrorless, si vedono "in diretta" gli effetti di eventuali filtri, simulazioni di storiche pellicole tradizionali (Fuji), della profondità di campo, ecc prima che la foto stessa venga scattata; una reflex tradizionale ti permette di vedere il risultato nel display posteriore, ma solo "dopo" che la foto è stata realmente scattata.

Share this post


Link to post
Share on other sites
andpi65
50 minuti fa, ediate ha scritto:

Relativamente, Andrea. Nel mondo Nikon l'attacco "F" ha garantito la trasmissione di tutti gli automatisti dalla pellicola al digitale., così come ha fatto l'attacco "K" nel mondo Pentax.

Non ci metto la mano sul fuoco , al tempo del 35mm avevo un corpo  macchina con attacco pentax ma ho venduto tutto quando son passato al digitale ( 50, 28 , duplicatore macro , zoom 70-200 ..ecc) però gli amici ( nikonosti in prevalenza) che avevano la mia stessa passione per la fotografia   mi dicono che le vecchie ottiche che han conservato le posso utilizzare sul digitale solo in manuale.

Share this post


Link to post
Share on other sites
leika

Complimenti , adesso pensa solo a fotografare tutto ciò che ti ispira, è una bella passione questa 

Share this post


Link to post
Share on other sites
piergiorgio

@leika devo ringraziare mio fratello che in occasione del mio matrimonio mi ha regalato una OM10, con la quale ho fatto le foto durante il viaggio di nozze... quando le ho fatte vedere al fotografo che mi ha realizzato l'album del matrimonio è rimasto a bocca aperta per quanto erano venute bene, e non era uno qualunque ma un professionista conoscente che lavorava nel campo della pubblicità...da lì è scattato tutto.

appena mi arriva comincerò a mettere in pratica la teoria appresa dai corsi seguiti in questi giorni su youtube; certo che se uno comprende il funzionamento 'meccanico ed elettronico' della macchina poi le impostazioni di tempi, iso e diaframmi vengono da sé, salvo ovviamente conoscere anche tutte le eventuali particolarità del tipo di foto che si va a fare.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ediate

@andpi65 le uniche ottiche “F” e “K” che non trasmettono automatismi sono quelle che, al tempo della pellicola, erano manuali (non hanno nessun contatto elettrico). Però si potevano utilizzare proficuamente anche in digitale, senza alcun automatismo: bastava mettere la macchina in manuale o a priorità dei tempi, fissare un diaframma sull’obiettivo, mettere a fuoco e voilà. Abbiamo fotografato una vita così, adesso ci siamo abituati male... lasciando tutti i compiti alla macchina, abbiamo disimparato le belle tecniche di una volta. Chiedi per esempio ad un fotografo “moderno” cosa è l’iperfocale e come si usa e vedrai come ti guarderà...😂😂

Share this post


Link to post
Share on other sites
andpi65
3 ore fa, ediate ha scritto:

Chiedi per esempio ad un fotografo “moderno” cosa è l’iperfocale e come si usa e vedrai come ti guarderà

Ho girato spesso  spesso con il 28 in iperfocale quando ho iniziato a scattare paesaggi e panorami.

Su altre tipologie di foto, interni e ritratti  , trovo invece impagabile il Fill in in automatismo che offrono le moderne digitali.

Non scattavo e non scatto  molto in manuale ( si perde l'attimo) , normalmente, prediligo la priorità dei diaframmi. 

Non rimpiango affatto il vecchio 35mm ( mi spiace più di non avere una full frame) quello che si faceva allora in camera oscura oggi lo si fà , più facilmente ed a minor costo, con photoshop ...

Share this post


Link to post
Share on other sites
leika
Il 31/12/2020 Alle 09:32, piergiorgio ha scritto:

bocca aperta per quanto erano venute bene

Se hai fatto bene ai tempi della pellicola , dove comunque serviva una base tecnica 

oggi con il digitale vedrai che sarà tutto molto più facile , pensa che tutti oggi fanno i fotografi...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

  • Statistiche Forum

    306125
    Total Topics
    7058417
    Total Posts

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy