Jump to content
Melius Club
8 Ohm

salute benessere Covid 19: terza ondata e mutazioni

Recommended Posts

Velvet

Mutatis mutandis

Share this post


Link to post
Share on other sites
Bazza

Mai un gioia mode on

Oh...una bella notizia finalmente...

Mai una gioia mode off

Share this post


Link to post
Share on other sites
bombolink

Generalmente i virus mutano "in meglio" per l'ospite, come è avvenuto per tutte le pandemie della storia.

Essenziale è che i vaccini funzionino lo stesso.

Share this post


Link to post
Share on other sites
vizegraf
34 minuti fa, Velvet ha scritto:

Mutatis mutandis

 ... se permetti proseguo

1727784358_vademecumtango.jpg.a0cce1b6a141a95bea967ccc26e173c8.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
releone71

@bombolink tanto ormai ai vaccinari basta solo conoscere la sequenza genetica dell'eventuale nuovo covid e nel giro di un mese sviluppano un altro mrna da schiaffarti in corpo. Successiva sperimentazione direttamente sul campo. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
qzndq3

Nessuna novità, è come paventato fin dall'inizio. E' da capire se effettivamente è aumentata la contagiosità nella vita reale e nel caso quale sia la letalità. C'è solo da sperare che la variante non infici le capacità dei vaccini in essere, altrimenti i tempi per il contenimento della pandemia si allungheranno.

Share this post


Link to post
Share on other sites
GianGastone

Ma i virus vaganti non si possono prendere a pallettoni?

Share this post


Link to post
Share on other sites
enzo966

La tecnologia mRNA pare permetta di sintetizzare e produrre con una certa facilità e velocità nuovi RNA, così, sarà possibile star dietro alle mutazioni dei virus. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
°Guru°
1 ora fa, releone71 ha scritto:

 tanto ormai ai vaccinari basta solo conoscere la sequenza genetica dell'eventuale nuovo covid e nel giro di un mese sviluppano un altro mrna da schiaffarti in corpo. Successiva sperimentazione direttamente sul campo

I vaccinari devono comunque rispettare protocolli stabiliti da enti indipendenti, e i nuovi vaccini i controlli sempre da parte di istituti indipendententi. Sono gli stessi protocolli di sempre. In questo caso la velocità di deve all'interesse del mondo scientifico e imprenditoriale, e dalle risorse messe in campo da pubblico e privato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
JohnLee
51 minutes ago, GianGastone said:

Ma i virus vaganti non si possono prendere a pallettoni?

Share this post


Link to post
Share on other sites
peuceta

Comunque se questa mutazione del ceppo del virus ha indotto il governo inglese a rivedere precipitosamente le misure introdotte appena pochi giorni prima, induce a credere che il problema è molto molto serio.

Infatti tutto i negozi, bar, ristoranti, ecc. si sono approvvigionati proprio per poter vivere le festività del natale come sempre.

Anche in Inghilterra questi continui cambi di strategie di contenimento stanno creando attriti e risentimenti nella società civile.

Share this post


Link to post
Share on other sites
senek65

Gli inglesi,ultimamente, non sono molto affidabili 

Share this post


Link to post
Share on other sites
releone71
2 ore fa, °Guru° ha scritto:

I vaccinari devono comunque rispettare protocolli stabiliti da enti indipendenti, e i nuovi vaccini i controlli sempre da parte di istituti indipendententi. Sono gli stessi protocolli di sempre. In questo caso la velocità di deve all'interesse del mondo scientifico e imprenditoriale, e dalle risorse messe in campo da pubblico e privato.

Sembra tutto perfetto, ma in realtà sono gli stessi enti regolatori (indipendenti è utopia) a stabilire protocolli che di fatto consentono ai vaccinari di comprimere al massimo le fasi di sperimentazione per l'adozione d'urgenza di un farmaco. Cioè, anche considerando che la pandemia ha catalizzato sforzi ed investimenti, non è vero che la tecnologia sia così avanzata da poter dare la certezza assoluta della efficacia e sicurezza di un farmaco a livello universale o quasi. La sperimentazione allargata è imprescindibile. È vero invece, come mi sembrava di aver inteso dal rapporto Pfizer e ne ho successivamente avuto conferma leggendo diversi articoli scientifici, che la tecnologia mRNA è relativamente veloce ed economica per lo sviluppo di un farmaco. Non è nemmeno una tecnologia particolarmente innovativa poiché viene impiegata già da tempo in altre terapie (es. farmaci contro malattie neurodegenerative). L'innovazione (o l'azzardo) è averla impiegata per sviluppare un vaccino, che però è stato testato in fase 3 per soli due mesi in media per ogni soggetto. Se a ciò si aggiungono le pressioni esercitate dai governi sugli enti regolatori perché approvassero in fretta e furia il prodotto Pfizer, la questione a ben guardare appare opaca. L'approvazione dell'ente regolatore viene privata del crisma della verifica scientifica e diviene mero atto burocratico giustificativo. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Revenant

Ma alla fine non dovrebbe essere come per i vaccini antinfluenzali che ne viene prodotto uno diverso ogni anno?

Share this post


Link to post
Share on other sites
releone71

@Revenant In teoria sì, il vaccino antinfluenzale viene aggiornato ogni anno. Il discorso, se ho ben capito, è che non ha granché senso farlo solo una volta. Bisognerebbe essere costanti nel farlo ogni anno in modo tale da essere coperti anche dagli strascichi dell'influenza precedente all'attuale. Io ad esempio l'ho fatto per la prima volta l'anno scorso, eppure a marzo ho avuto una forma influenzale con febbre alta.

Share this post


Link to post
Share on other sites
°Guru°

Non vedo il problema nel dover ripetere il vaccino ogni anno, magari un bivalente assieme a quello per la comune influenza.

Per quanto si siano accelerati al massimo i tempi per la creazione di questo nuovo vaccino, non credo proprio che si stia andando allo sbaraglio come sostengono i novax.

Share this post


Link to post
Share on other sites
releone71

@°Guru° vabbè i no-Vax sono estremisti, il loro è un no tout court. Altro discorso è trovarsi, purtroppo, in una congiuntura tale da dover scegliere se accettare una minestra preparata in fretta e furia o saltare dalla finestra. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
°Guru°

@releone71 in medicina si sceglie sempre il male minore. I farmaci per i mali più gravi hanno sempre notevoli controindicazioni... Purtroppo in medicina la perfezione non esiste ancora.

Share this post


Link to post
Share on other sites
lufranz

Somministrazione in ambienti attrezzati per la gestione delle reazioni allergiche. Quindi addio ai "fiori" nelle piazze, va fatto per forza in ospedale.

Share this post


Link to post
Share on other sites
tigre
2 minuti fa, lufranz ha scritto:

Quindi addio ai "fiori" nelle piazze

Caz. E a me che sembrava n'idea geniale..

Share this post


Link to post
Share on other sites
releone71

@appecundria Mah! In verità, date le forzature temporali e politiche, temo sia piu facile che la tecnologia attuale tenda alle qualità che hai descritto, piuttosto che ad una ragionevole imperfezione. Eppure il messaggio veicolato in questi frangenti è quello di una perfezione tecnologica che nei fatti non c'è. Non per cattiva volontà, si badi bene. Ma perché nessuno ancora ha la capacità di piegare il tempo a proprio favore. Gli elogi dispensati ai vaccinari, alla profusione di tecnologia, agli investimenti nella ricerca e quant'altro sono meri alibi che mascherano la necessità di doversi accontentare non di un ragionevole rapporto costo/benifici ma del minimo indispensabile. A mio modesto avviso, beninteso. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
appecundria
28 minuti fa, releone71 ha scritto:

il messaggio veicolato in questi frangenti

Sì ma cosa ce ne frega a noi del supposto messaggio veicolato?

Questa è l'arma che abbiamo e con questa dobbiamo combattere, non offre certezza assoluta della efficacia e sicurezza di un farmaco a livello universale, prendere o lasciare. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
releone71
5 minuti fa, appecundria ha scritto:

Questa è l'arma che abbiamo e con questa dobbiamo combattere, non offre certezza assoluta della efficacia e sicurezza di un farmaco a livello universale, prendere o lasciare. 

Questa? E che c'è solo Pfizer? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
mom

Diciamo che questa  immagine fatta all’aeroporto di Francoforte non incoraggia... anche perché stanno bloccando molti voli da e per le nazioni colpite dalla mutazione del virus. 

image.jpeg.223b63ea5a8f053d61a2a2e830295fe3.jpeg

Share this post


Link to post
Share on other sites
releone71

@mom ecco peraltro c'è la sequela delle mutazioni, che pare siano molteplici, a complicare il già fragile castello delle certezze propagandate.

Share this post


Link to post
Share on other sites
mom

La persona della foto, vedendo i tanti bagagli, credo si stia apprestando a un lungo viaggio ( rientro definitivo?) e, data la fisionomia, volerà verso la Cina o il Giappone dove l’allerta contagi è massima come le precauzioni. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
releone71

@mom posti dove sono abituati a tenere la mascherina già in tempi non sospetti. Che vuoi che sia indossare anche una candida tuta? Ormai fa tendenza... 😉

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    305946
    Total Topics
    7052606
    Total Posts

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy