Quantcast
Jump to content

A che punto siamo con l'alta risoluzione?


dario.brg

Recommended Posts

Gici HV

@jakob1965 se partono da un 24/96 e poi lo riducono a 16/44 perché no?

Avevo specificato anche che non ho idea se ci mettano le mani per evidenziare appositamente la differenza,che da prove da me fatte (poche a dir la verità,mi annoiano)sono evidenti già in un minuto di riproduzione.

Link to post
Share on other sites
  • Replies 433
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

  • SimoTocca

    105

  • Bruce Wayne

    42

  • one4seven

    29

  • maxnalesso

    26

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Avere o Essere è il titolo di un famoso libro di Erich Fromm, passato un po’ di moda, ma che a mio avviso andrebbe riletto ... Mi spiego meglio: se il fine ultimo è l’avere, il possedere, è ovvio

Troppo caro? Avere per 20/25 euro al mese tutto lo scibile musicale in HiRes,  dal Rock, al Pop, al Jazz, alla Classica, ecc,ecc,ecc... Con quello che spendiamo in HiFi e in altre amenità (c

L'alta risoluzione è matura, ormai da qualche anno si trovano in commercio a prezzi accessibili DAC con prestazioni eccellenti (vedi Topping ecc...). Ma questa discussione continuerà all'infinito perc

Posted Images

maxnalesso
6 ore fa, ggr ha scritto:

Ho confrontato cd originali che ho, con le rispettive versioni rimasterizzate in hi res. Almeno per quello che ho potuto sentire sino ad ora, non so come si possa parlare di differenze appena percepibili.  A me sembra un altro pianeta proprio. 

DIciamo che chi non lo ammette,  lo fa probabilmente per 2 motivi:

1) non ha un sistema e/o un abbonamento per ascoltare in streaming l'HiRes ma parla per sentito dire.

2) ha un sistema di lettura cd così costoso che ammettere che, come dice SimoTocca:

1 ora fa, SimoTocca ha scritto:

Il punto è che invece se ascolto quel CD dei Jethro Tull acquistato a 35 euretti sul mio Accuphase e poi ascolto questo album, con gli stessi identici Master di Wilson, in formato HiRes 24/96 con il DAC Yggdrasyll che pure costa 10 volte meno dell’Accuphase...

farebbe davvero troppo male al proprio "ego audiofilo".

Ognuno è comunque libero di scegliere la sua strada e spendere i suoi soldini come gli pare,  anche pagando 20 euro un file in un formato obsoleto e scientificamente superato ...

Link to post
Share on other sites
mr bridge
2 ore fa, SimoTocca ha scritto:

E ne parlo mentre ascolto appunto i Jethro Tull ...

ascoltato...bellissimo

io sono tra quelli che sentono la differenza

Link to post
Share on other sites

Purtroppo nulla da fare per la povera Amy.. inascoltabili i CD, ancora peggio gli hi res

Link to post
Share on other sites
Bruce Wayne

@ggr mi hai messo la curiosità di verificare e devo dire di essere d'accordo con te. Appena ascoltati su Amazon UltraHD alcuni dei  milestones di Amy e soprattutto batteria e basso sono sorprendentemente sotto tono. 

Su Jethro Tull solo pochi brani sono disponibili in hires su Amazon; tra questi, The Wisthler e Aqualung e per questi confermo le buone impressioni di @SimoTocca.

Da parte mia, segnalo tutta la discografia di The Alan Parsons Project e Bob Marley, quasi tutta disponibile in HiRes: davvero un bel sentire. Non ci siamo invece con Santana (1969): CD pessimo, HiRes leggermente meglio, ma insoddisfacente. Ma forse pretendo troppo.

Deludente invece la mancanza di versioni HiRes, perlomeno su Amazon, di tutta la discografia di Dire Straits e Pink Floyd: una lacuna incomprensibile.

Link to post
Share on other sites

Anche su quoboz. Dei dire straits non ho visto neanche un hi res, dei pink floyd non molto.

Link to post
Share on other sites
faber_57
4 ore fa, maxnalesso ha scritto:

DIciamo che chi non lo ammette,  lo fa probabilmente per 2 motivi:

Perdonami, ma c'è un terzo motivo che non hai considerato: il suddetto tizio si è fatto le sue belle prove in cieco, nel modo più scientifico possibile, ed ha scoperto di non udire alcuna differenza. Sarà perché ha problemi all'udito, sarà perché le prove le ha fatte bene mentre gli altri no, sarà perché l'età avanza e non fa prigionieri, sarà quel che sarà, ma il tizio quello sente, mica si può inventare altro.

Poi, visto che l'hi-res gli costa esattamente come il formato CD,  ascolta in hi-res.

Link to post
Share on other sites
Bruce Wayne

@Progressive

1 hour ago, Progressive said:

Ma Amazon Music HD è valido o no?

A questa domanda ti rispondo io. L'esperienza utente è buona, ma se usi un PC come sorgente l'app Amazon soffre di un paio di problemi piuttosto rilevanti per un perfezionista:

1) Non è bitperfect. La sua modalità esclusiva è una presa per i fondelli, perché l'unica cosa che riesce ad escludere è il controllo del volume. Nello specifico, non impedisce l'intervento del mixer windows, che ricampiona il segnale digitale alla frequenza impostata da sistema operativo intervenendo attivamente sul file prima che arrivi al DAC. Quanto questo possa comportare un degrado non lo so, perché non ho un metro di confronto al momento, ma Qobuz è bitperfect.

2) Non è gestibile da parte di player consolidati, come JRiver, Audirvana o Foobar: anche in questo caso, Qobuz si comporta in modo diametralmente opposto. 

 

Se invece usi uno streamer per l'ascolto dell'HiRes, non soffri di queste limitazioni.

Il catalogo anche è molto ampio, anche su classica e jazz. 

Link to post
Share on other sites

dei dire straits penso ci siano solo in dsd

pink floyd the dark side e wish you where here sempre in dsd

@Bruce Wayne fai interventi con linguaggio tecnico informatico ottimo

io per vedere l'intervento del mixer di win o meno sul pannello di controllo si vede se le barrette verdi si muovono o meno

 

ma alla fine l'hd vince o no?:DxD

Link to post
Share on other sites
Bruce Wayne

@c88 confesso la mia impreparazione su DSD. Ho letto qualche articolo e so che c'erano fino a tre anni fa 3 store principali di file DSD: HDtracks, Highresaudio e Primephonic. Ora, uno ha chiuso, un altro offre due piani di abbonamento, uno Mp3 e l'altro Flac 24 bit, il terzo vende tuttora tracce "Flac 96". Insomma, la sensazione è che sia un formato in via di estinzione. 

Considerato che ci sono intere discografie anni 70 e 80 disponibili in 24/96, come Santana, Bob Marley, Led Zeppelin, Alan Parsons, ritengo assurdo che non si sia fatto altrettanto per Pink Floyd, Dire Straits e Queen (che sono tra i miei "immortali"), per i quali vedo tutto quanto (tranne eccezioni residuali) in qualità CD nella libreria Amazon. Ciò non toglie che anche il 16/44 sia in molti casi davvero eccellente, come in molte tracce dei Dire Straits. Lo stesso non posso dire, ad esempio (e purtroppo) di The Dark Side Of The Moon, l'album che ha segnato la mia vita da appassionato di rock e che non mi lascia a bocca aperta come Uprising di Bob Marley, che in HiRes è spettacolare. 

 

31 minutes ago, c88 said:

per vedere l'intervento del mixer di win o meno sul pannello di controllo si vede se le barrette verdi si muovono o meno

lo vedi anche dalla frequenza di riproduzione del DAC. Sul mio RME ADI-2 DAC lo vedi sul suo display.

 

31 minutes ago, c88 said:

ma alla fine l'hd vince o no?

Vince anche se non senti le differenze, perché ti offre a 15-20 euro tutto lo scibile musicale al prezzo del 16/44. Amazon Music e Qobuz in questo momento non propongono più una qualità CD a prezzo ridotto; stanno offrendo solo HiRes. Puoi virare su Mp3 con Spotify e Amazon Music, ma è un'altra storia, ovviamente.

Link to post
Share on other sites
Progressive
28 minuti fa, c88 ha scritto:

ma alla fine l'hd vince o no?

Dipende anche dall'età di ognuno di noi, io ho superato la seconda giovinezza, voi? La puzza di gas però la sento ancora. 

.

apparte gli scherzi, la tarda notte mi porta a cazzeggiare, cosa c'è di valido online per testare il proprio udito?

Link to post
Share on other sites

@Bruce Wayne nel dsd dicono che sia un suono un po aperto in gamma medio alta

non c'è un vincitore a mio avviso essendo due formati diversi suonano un po diversi però di puro dsd credo pochissimi ma non saprei perché se non erro è difficile effettuare varie modifiche o filtrare dovrebbe essere convertito in dxd che è un segnale con modulazione pcm e poi riconvertito insomma... lascerei la parola a qualcuno che ne sa di più

strano ma vero niente pink floyd in hd peccato

57 minuti fa, Bruce Wayne ha scritto:

Vince anche se non senti le differenze, perché ti offre a 15-20 euro tutto lo scibile musicale al prezzo del 16/44.

effettivamente

 

50 minuti fa, Progressive ha scritto:
1 ora fa, c88 ha scritto:

ma alla fine l'hd vince o no?

Dipende anche dall'età di ognuno di noi, io ho superato la seconda giovinezza, voi? La puzza di gas però la sento ancora. 

fosse solo quella....:D

Link to post
Share on other sites
aldina

@maxnalesso ho un ego audiofilo pesantemente sviluppato.

Ma non ho mai dubitato che la liquida in hi-res ben settata (non necessariamente costosa) sia ben superiore al mio vetusto (e costoso) lettore CD/SACD.

Questo solo per statistica, perché non passi la solita equazione che gli audiofili siano tutti ottusi o con pregiudizi...

Link to post
Share on other sites
SimoTocca

No, non ci sono ancora tutti i grandi gruppi Rock in formato HiRes! 

Ma non è automatico che la casa discografica pubblichi tutto in HiRes, specie sui grandissimi nomi, come i Pink Floyd e i Dire Straits.

Ma quasi meglio così, perché i remastering in HiRes, che siano fatti dalle case discografiche o siano fatti passando per ingegneri “esterni” come Wilson, più sono recenti e meglio si sente... di regola! 

È bello, comunque, scoprire volta volta quali nuovi album sono stati rimasterizzati in HiRes e come suonano...

C’è già moltissimo da Bruce Springsteen a Madonna, da Neil Young a Bob Dylan,  dagli ELO ai Rolling,, dagli Whitesnake ai Metallica, da Santana a...ecc ecc...

Per dire ...di recente è uscita tutta la discografia di Lucio Battisti, quella con Mogol, in formato 24/192...

E chi avrebbe mai detto che l’ultimo album con Mogol, Una giornata uggiosa, ha una qualità audio strepitosa? Probabilmente perché è stato registrato in due studi a Londra, famosi in tutto il mondo per la qualità delle loro apparecchiature... ascoltare per credere...

spacer.png  

Link to post
Share on other sites
Gici HV
15 ore fa, c88 ha scritto:

nel dsd dicono che sia un suono un po aperto in gamma medio alta

Ma quanti e quali sono i dischi realmente in DSD?

Credo molto pochi e di musica che a me non interessa...

Link to post
Share on other sites
ontherun
On 2/21/2021 at 12:04 PM, SimoTocca said:
On 2/17/2021 at 5:03 PM, Progressive said:

Se nelle varie piattaforme streaming ci sarebbero anche le versioni Japan, Mofi discusse nel Thread chilometrico

Rientro nella discussione rispondendoti che sì, ce ne sono già diversi di “file” identici ai MOFI, per esempio tutt’e le registrazioni dei Jethro Tull rimasterizzate da Wilson e già disponibili per lo streaming in formato 24/96 senza dover sforzare un solo euro di più...

Il fondatore dell’interessantissimo Thread da te citato in uno dei suoi ultimi, rari, interventi ha detto “ci hanno tolto il pane”... e certamente si riferiva ad una molteplicità di cose, ma certamente questo fatto di trovare i remastering di Wilson in formato HiRes senza dover sborsare un centesimo in più ...ecco.. non aiuta il “formato solido”..

non so se qualcun'altro se ne sia già accorto ma per questo ci sono anche dei rip privati di vinili... la prima volta mi è capitato di notarlo a Monaco, 2 anni fa ormai; stavo provando delle cuffie nella "box room" Mr.Speaker (Dan Clark) /Chord/Headamp quando cercando un brano dei PF è saltato fuori tra i suggerimenti un bel rip 24/192 di Ummagumma targato PBTHAL (uno dei mitici ripper storici di vinile d'epoca e non)... non ricordo il nome dello streaming service, dovrei andare a cercare la foto fatta.

A breve, se già non ci sono, sono certo che su spotty/taidalle e co si troveranno anche le hit di Leone di Lernia registrate nativamente in MP3, trasferite poi sottobanco su C7 e date in pasto come HD 2048k/64b ! :D

Link to post
Share on other sites
marcos1959

@SimoTocca i lavori di Battisti in high res che citi, non sono gli 

"archivio del suono" sony quelli tratti dai master tape, credo.

Cosa avranno utilizzato per lavorarci sopra?

Link to post
Share on other sites
SimoTocca
4 ore fa, ontherun ha scritto:

non so se qualcun'altro se ne sia già accorto ma per questo ci sono anche dei rip privati di vinili...

Mai visto, in questi anni che uso lo streaming una cosa del genere! Mai! Ma te lo immagini? Contravverrebbe le leggi di CopyRight, e i siti ufficiali di streaming, così come quelli di download in HiRes sono molto attenti a questo aspetto: il rischio è quello di multe milionarie o addirittura di “chiusura”! 

Temo che tu abbia confuso lo streaming con il server privato che ciascuno di noi ha, e magari se vuole riappare i suoi vinili in formato HiRes lo può fare.

In caso contrario si attendono dimostrazioni di tali “file HiRes” con tanto di foto, come quelle che pubblico io...

Lo so, lo so... la parte del San Tommaso è sempre un po’ antipatica.. ma ultimamente così necessaria...😉

4 ore fa, ontherun ha scritto:

A breve, se già non ci sono, sono certo che su spotty/taidalle e co si troveranno anche le hit di Leone di Lernia registrate nativamente in MP3, trasferite poi sottobanco su C7 e date in pasto come HD 2048k/64b

Certo come no... tutto può essere... ma io a tidalle e spotty non sono abbonato... quindi non so...

So invece dirti che su Qobuz e HRA ci sono solo gli album ufficiali delle case discografiche... e per la maggior parte suonano in maniera eccellente...  

Poi è pur vero, che in mancanza di solidi argomenti e di prove,  per parlar male di qualcosa o di qualcuno si può anche ricorrere alle dicerie e alle chiacchiere di paese.. ma per adesso i fatti sono altri...ben altri..😉

Link to post
Share on other sites
SimoTocca
3 ore fa, marcos1959 ha scritto:

i lavori di Battisti in high res che citi, non sono gli 

"archivio del suono" sony quelli tratti dai master tape, credo.

Cosa avranno utilizzato per lavorarci sopra?

Io invece penso che siano proprio quei file della Sony usati per farci i vinili... e che, ovviamente, in formato liquido HiRes suonano decisamente meglio di quei vinili...

Link to post
Share on other sites
Progressive
Il 21/2/2021 Alle 12:04, SimoTocca ha scritto:

Rientro nella discussione rispondendoti che sì, ce ne sono già diversi di “file” identici ai MOFI, per esempio tutt’e le registrazioni dei Jethro Tull rimasterizzate da Wilson e già disponibili per lo streaming in formato 24/96 senza dover sforzare un solo euro di più...

Il fondatore dell’interessantissimo Thread da te citato in uno dei suoi ultimi, rari, interventi ha detto “ci hanno tolto il pane”... e certamente si riferiva ad una molteplicità di cose, ma certamente questo fatto di trovare i remastering di Wilson in formato HiRes senza dover sborsare un centesimo in più ...ecco.. non aiuta il “formato solido”..

Intendevo versioni più particolari, del tipo Van Der Graaf Generator in versione Platinum ecc... Che oramai sono troppo costose.

Comunque apparte questo di versioni ben fatte ce ne sono, tipo i Creedence, anche se non ho capito di che masterizzazione si tratta, sembra un'esclusiva per il solo streaming. 🤔

https://www.qobuz.com/it-it/album/cosmos-factory-creedence-clearwater-revival/0088807235600

Queste cose mi incuriosiscono.

Ma tu a che sei abbonato? Qobuz, HDTracks, Tidal...

Link to post
Share on other sites
SimoTocca

@Progressive Io attualmente sono abbonato a Qobuz e HRA...

Capisco benissimo che ci sono album “cult” che sono stati magari rimasterizzati a “regola d’arte”... e che magari uno se li è accattati in CD pagandoli a peso d’oro...

Facciamo un esempio su tutti: A kind of Blue di Miles Davis.

Esistono diverse versioni “speciali” di questo album, sia in vinile che in SACD che in CD...

Però quando  io ho ascoltato la versione ufficiale Sony/CBS rimasterizzata a 24/96 sono rimasto a bocca aperta perché per la prima volta sentivo un suono bellissimo, come quello uscito dal giradischi TechDas attaccato ad un impianto milionario che finiva con i diffusori top di gamma Kharma, al Munich HiEnd di un paio di anni fa...

spacer.png

e la cosa fantastica è che se mi viene lo “sghiribizzo” di ascoltare quest’album nella famosa versione Mono, quella osannata dai puristi...basta fare un click e mi ascolto in HiRes Miles in Mono...😉

spacer.png  

Link to post
Share on other sites
SimoTocca

Ma come dicevo poco sopra per la qualità audio finale, oltre che una buona registrazione iniziale ed un buon mastering o remastering, conta anche con che “macchina digitale”è stato fatto  il remaster in HiRes a partire da un nastro Master Analogico ... in particolare sembra che le macchine digitali più recenti siano migliorate ancora un po’...

E così fra oltre i 25/30 album in HiRes di Miles Davis che si possono ascoltare su Qobuz, quelli comparsi più di recente, in formato 24/192, sempre etichetta ufficiale CBS, sembrano suonare anche un pelino meglio...se possibile..

Come per esempio l’album Sorcerer...

spacer.png

E ancora il famoso Tutu...sempre rimasterizzato di recente e sempre in 24/192.. una meraviglia..

spacer.png

Link to post
Share on other sites

Oggi ho sentito this Was dei jethro tull. Finalmente con basso e batteria che si sentono. Disco stupendo. La versione che ho cd, l'avevo sentita una volta sola, poi non ce la facevo proprio.😀

Link to post
Share on other sites
SimoTocca

@ggr Sì, concordo che una delle cose che saltano “subito” all’orecchio, con una buona rimasterizzazione in HiRes, sono i bassi: che diventano più profondi, più presenti, più...più! Non mi sorprende che sia così anche per te...

Ti dico la mia esperienza: quattro o cinque anni fa, al Munich HiEnd, ascoltai diverse volte, su impianto diversi, l’abusato album Jazz Time Out, in particolare il brano ancora più abusato Take Five. Un paio di sale mi avevano impressionato, con questo brano: in una andava un giradischi SME, con pre e finale Nagra e diffusori Sonja della YG acoustics e l’altro andava con un DAC dCS Vivaldi e diffusori Magico...

Due modi straordinari di rendere il contrabbasso, il pedale della batteria, le note basse del piano... 

Tornato a casa ascoltai sia il CD che il file liquido che avevo rippato da CD, ma rimasi un pizzico deluso proprio per i bassi meno “reali” e il pianoforte un po’ piccolo, a destra, e senza corpo.

Allora attribuii “la colpa” al fatto che il impianto costava almeno 20 volte meno di quei due  ascoltati a Monaco.

Poi, un paio di anni fa, mi sono imbattuto, su HRA nell’album di Brubeck in versione  HiRes ... lo misi su e... come per magìa, anche il mio impianto iniziò a “volare”,con una ricostruzione nello spazio del quartetto Jazz esatta al millimetro e con i bassi profondi, veri, impattanti...

 

 

spacer.png

P.S. L’album è su HRA in formato 24/88, quindi una rimasterizzazione neppure recentissima..mentre su Qobuz hanno messo la rimasterizzazione in 24/44 più recente...ma meno bella, immagino proprio perché  in 44 anziché in 88...

Link to post
Share on other sites
1 ora fa, SimoTocca ha scritto:

P.S. L’album è su HRA in formato 24/88, quindi una rimasterizzazione neppure recentissima..mentre su Qobuz hanno messo la rimasterizzazione in 24/44 più recente...ma meno bella, immagino proprio perché  in 44 anziché in 88...

Esistono diverse versioni 24/88,2 e 24/176,4 derivate dai SACD, la 24/44,1 chissà da dove viene. Dalla copertina quella che hai postato sembrerebbe la versione Sony originale e non la rimasterizzazione Analogue Productions del 2012... ma su Qobuz o su altre piattaforme di streaming non c'è una descrizione dettagliata dell'album che indichi di quale versione si tratta? :|

Link to post
Share on other sites

Ma anche streaming vs cd percepite il liquido migliore del solido? Ma veramente?

...Io non so proprio come fare/fate, ho cambiato dac CD PC cavi, Ubuntu win daphile e il CD è sempre meglio di qobuz a qualsiasi risoluzione. Bah...

Link to post
Share on other sites
On 2/10/2021 at 7:22 PM, maxnalesso said:

Io,  sinceramente,  me ne accorgo...

Io concordo ... da sempre ... 

Anche nella "robaccia Rock" se registrata almeno decentemente, c'è modo di percepire un certo miglioramento tra versione 16/44 ed HD (si il master non sarà lo stesso ... etc.etc.) ... Nell'HD in generale, il cantato rimane quasi sempre intellegibile in mezzo agli strumenti, cosa che con il 16/44 si perde quasi sempre. Ovviamente non è roba da strapparsi i capelli ma ci sta. Fatto qualche prova con Cowboy Junkies o Sticky Fingers degli Stones, l'HD è nettamente migliore
.
Ovviamente la massima espressione dell'HD è la digitalizzazione casalinga dei propri vinili con un AD di qualità, per poi riporre il vinile intonso nella sua bella busta antistatica e poter ascoltare 200 milioni di volte l'equivalente estratto digitale ... In questo modo si ottengono i benefici del disco prodotto quando i masters erano seri e quelli della facilità di consumo introdotti dal digitale

Link to post
Share on other sites
  • K-Tribes Team pinned, unpinned and pinned this topic
  • Statistiche Forum

    307,472
    Total Topics
    7,090,916
    Total Posts



×
×
  • Create New...