Quantcast
Jump to content

Il certificato elettorale non serve più


giogra

Recommended Posts

  • Replies 164
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

  • extermination

    21

  • nullo

    20

  • tigre

    20

  • appecundria

    11

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Il mio l'ho stracciato e l'ho gettato nella pattumiera a far compagnia al diritto di poter eleggere i  nostri rappresentanti al Parlamento ed al Senato della Repubblica. Sono circa 20 anni c

Guarda che nella tonnara ci stanno quasi tutti eccetto meloni che gufa contro draghi per ragioni tattiche di corto respiro. anche gli ex sovranisti. E’ che fatti due conti la tonnara e’ una buona

A volte è un bene stracciare il certificato elettorale e rinunciare ai propri diritti/doveri civili. 

nixie

Nella mia vita abbastanza lunga ,ho detto, ho fatto,ho scritto ciò che pensavo( nel rispetto della legge)nessuno è mai venuto a "prendermi".La tessera elettorale la ho piena di timbri e ne sono orgoglioso,mi è stato insegnato che ,il problema sorge quando qualcuno ti impedisce di apporre quei timbri.

Link to post
Share on other sites
meliddo
23 minuti fa, giogra ha scritto:

Il mio l'ho stracciato e l'ho gettato nella pattumiera

Almeno nella differenziata, o no?

Link to post
Share on other sites
piergiorgio
10 minuti fa, nixie ha scritto:

il problema sorge quando qualcuno ti impedisce di apporre quei timbri.

appunto, e giogra che ha detto ?

Link to post
Share on other sites
Schelefetris
7 minuti fa, piergiorgio ha scritto:

appunto, e giogra che ha detto ?

che ignora il funzionamento dello stato

Link to post
Share on other sites
extermination

Anche se, in particolari momenti storici,  è alto il rischio che il popolo votante, possa dare un forte contributo...per lo " sfascio" del paese!!!

Link to post
Share on other sites
tigre
30 minuti fa, gpb ha scritto:

seeee...studiare...

Tu che dici di aver studiato e che non sei un borioso arrogante, rispondi per cortesia:  puoi indicarci una qualsiasi norma che abbia permesso al pdr Mattarella di decidere autonomamente di escludere il prof. Savona come ministro dell'economia nel governo giallo-verde?

Vorrei sommessamente ricordare a molti qui, visto che dicono di preferire la democrazia alla dittatura (a parole, perché nei fatti vedo molti smentirsi) che alle ultime elezioni la maggioranza del Paese ha votato forze politiche che chiedevano espressamente un ripristino di fette di sovranità. E che stiam andando, anche grazie a Mattarella, da tutt'altra parte.. Draghi lo ha di fatto espresso pochi giorni fa.. e tutti ad esultare! 

 

Il Giovanni Kojak ti fa barba e capelli, senza che te ne accorgi.

É il q.i. che ti frega.. ti sei autocertificato come l'erede di Majorana, ma a leggerti assomigli piú a Sbirulino.

Link to post
Share on other sites
Schelefetris
6 minuti fa, tigre ha scritto:

che alle ultime elezioni la maggioranza del Paese ha votato...

hanno votato i propri rappresentanti delegando a loro. finchè questi rappresentanti (durante la durata della legislatura) trovano accordi tra loro per addivenire ad una maggioranza di governo stanno espletando quanto previsto dalla vigente costituzione. ;) 

Link to post
Share on other sites
tigre

@Schelefetris quindi mi stai dicendo che Mattarella, affidando il compito a Draghi, che é un convinto europeista, se ne é sbattuto del risultato delle urne?

E che ha detto Giovanni? Di fatto siamo alla presenza di un PdR che indirizza il governo/parlamento in base alle proprie ideologie, e non in base al volere del popolo votante.. lo avrà detto forse nel modo formalmente scorretto.. ma non mi pare abbia sparato fuori dal bersaglio nella sostanza come qui sembrate far credere.

Per ritornar alla corretta forma giuridica, a cui tutti teniamo: mi potete indicar la norma per cui Matrarella ha potuto escludere Savona?

Link to post
Share on other sites
Schelefetris

Il capo dello stato ha il dovere di consultarsi con le forze parlamentari ed in base alle indicazioni dare mandati, se chi riceve il mandato non riceve la maggioranza in fiducia va a casa... cosa c'è di strano? dove sta il superpotere del Presidente?

 il co. 2 dell’art. 92 Cost. ha individuato nel Presidente della Repubblica il soggetto istituzionale titolare della prerogativa di nominare il Presidente del Consiglio dei ministri e i ministri, che, come ha previsto il co. 1 della stessa disposizione, compongono insieme il Governo della Repubblica.

Nomina ministri su proposta del Pdc, non su obbligo.

edit:

infatti:

...Infine, è evidente che la disciplina costituzionale della nomina presidenziale dei ministri di cui all’art. 92, co. 2, Cost. ruoti attorno al concetto di “proposta”, cui non può attribuirsi altro significato se non quello con cui in altri ambiti della Carta (artt. 75 e 132) il Legislatore costituzionale ha adoperato la predetta parola, e cioè quello di atto che necessariamente presuppone “approvazione” da parte di taluno; se così non fosse, peraltro, i Padri costituenti avrebbero certamente impiegato la diversa parola “designazione”, come, per esempio, hanno fatto nell’ambito dell’art. 106, co. 3, Cost. Pertanto, a meno di stravolgere la formulazione letterale dell’art. 92, co. 2, Cost., appare incontrovertibile che la nostra Costituzione non precluda al Presidente della Repubblica la possibilità di rifiutare la proposta che il Presidente del Consiglio dei ministri (incaricato) può fare ai sensi della richiamata disposizione.

Link to post
Share on other sites
Paranoid.Android
10 minuti fa, tigre ha scritto:

prof. Savona

Dopo carletto brogna, dugin e compagnia cantante tiger ha tirato fuori un altro minch.. ehm campione dal suo cilindro.

Link to post
Share on other sites
extermination
6 minuti fa, tigre ha scritto:

Di fatto siamo alla presenza di un PdR che..

.. ha operato non in contrasto con quanto previsto dalla costituzione, leggi, norme e compagnia cantante!

Link to post
Share on other sites
nullo
8 minuti fa, Paranoid.Android ha scritto:

minch

Non partecipo a questa inutile discussione, però un puntino sulle i lo metto lo stesso.

.

Dopo essersi laureato cum laude in Economia e Commercio nel 1961, inizia la sua carriera presso il Servizio Studi della Banca d'Italia, dove raggiunge il grado di direttore.[2] È coautore del primo[3] modello econometrico dell'economia italiana M1BI.[2][4][5][6] Si specializza in economia monetaria ed econometria presso il Massachusetts Institute of Technology (MIT), dove collabora con Franco Modigliani e sotto la sua guida studia con Giorgio La Malfa la curva dei rendimenti dell'economia italiana.[senza fonte] Compie ricerche presso la Sezione Studi Speciali del Board of Governors del Sistema della Federal Reserve a Washington DC,[7] dove studia il funzionamento del mercato monetario in vista dell'emissione in Italia dei Buoni Ordinari del Tesoro.

Nel 1976 vince il concorso a cattedra e lascia la Banca d'Italia per insegnare Politica economica prima all'Università di Cagliari e subito dopo all'Università Pro Deo, che contribuì a rifondare come Libera università internazionale degli studi sociali Guido Carli(LUISS). Lo stesso anno Guido Carli diventa Presidente di Confindustria e Savona ne diventa Direttore Generale[8], carica che manterrà fino al 1980. Ha fondato e diretto con Michele Fratianni la Open Economies Review e dal 2006 al 2011 è stato Editor scientifico delle riviste "Economia Italiana", Journal of European Economic History, Review of Economic Conditions in Italy.[2]

Ha anche insegnato nelle Università di Perugia, di Roma Tor Vergata, alla Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione e all'Università degli Studi "Guglielmo Marconi", dove ha fondato nel 2010 il dottorato in Geopolitica.

Successivamente alla sua esperienza in Banca d'Italia e in Confindustria è stato presidente del Credito Industriale Sardo (1980-1989), segretario generale per la Programmazione Economica al Ministero del bilancio (1980-1982), direttore generale e poi amministratore delegato della Banca Nazionale del Lavoro (1989-1990), quindi Presidente del Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi (1990-1999), di Impregilo, di Gemina, degli Aeroporti di Roma e del Consorzio Venezia Nuova (2000-2005). Tra il 2000 e il 2005 è stato consigliere di amministrazione di RCS e TIM Italia. Dopo essere stato vice presidente di Capitalia, all'atto della fusione con Unicredit, viene nominato presidente della Banca di Roma. Dal settembre 2010 al febbraio 2014 ha esercitato nuovamente le funzioni di presidente del Fondo interbancario di tutela dei depositi.[2]

Ministro dell'industria, del commercio e dell'artigianato, con delega al riordinamento delle partecipazioni statali nel governo Ciampi (aprile 1993 - aprile 1994), è stato nel biennio 2005-2006, durante il governo Berlusconi III, a capo del Dipartimento per le Politiche Comunitarie della Presidenza del Consiglio dei ministri e Coordinatore del Comitato Tecnico per la Strategia di Lisbona, che ha redatto il Piano Italiano per la Crescita e l'Occupazione presentato alla Commissione Europea il 15 ottobre 2005.[2]

 

ecc.ecc.ecc...

Link to post
Share on other sites
tigre
18 minuti fa, Paranoid.Android ha scritto:

Dopo carletto brogna, dugin e compagnia cantante tiger ha tirato fuori un altro minch.. ehm campione dal suo cilindro.

Dottò.. a lei piace coglionar. Ma si sta scontrando con qualcuno che non solo ha piú cultura e buon senso di lei, ma ha pure piú freschezza sinaptica.

Può far compagnia al fesso di gpb.. con quella materia grigia..

Link to post
Share on other sites
extermination

@nullo sarà mica perché aveva idee di  Eur...Europa e compagnia bella " un poco" in controtendenza!!

Link to post
Share on other sites
mauriziox60

ma ancora si deve spiegare  la macro differenza tra una repubblica presidenziale e una parlamentare e come queste funzionano?

La Costituzione parla chiaro; al posto di stracciare le tessere ci si prenda la briga di leggerne almeno qualche punto saliente

Link to post
Share on other sites
nullo
6 minuti fa, extermination ha scritto:

@nullo sarà mica perché aveva idee di  Eur...Europa e compagnia bella " un poco" in controtendenza!!

Esistono bestie, contro bestie e pecore.

bisognerebbe ascoltare Savona e non chi non lo capisce, o peggio fa finta di non capirlo per convenienza.

Ora scusa, ma di partecipare discussioni dove si rispondono banalità a sentimenti di scoramento che sento da più tempo di @giogra lo trovo avvilente. 

Hai capito?...lezioni di educazione civica da elementari, questo è il rispetto che si prova per gli interlocutori.

quando poi sento definire Savona un minchione, be...

uno può anche avere idee diverse, a parte che prima bisognerebbe conoscere quelle altrui, ma risponder così è la morte di un possibile scambio di idee.

Link to post
Share on other sites
extermination

Il secondo comma dell'articolo 92 della Costituzione recita testualmente: "Il Presidente della Repubblica nomina il Presidente del Consiglio dei Ministri e, su proposta di questo, i Ministri". Dunque, al Quirinale spetta un potere di nomina e, per prassi costituzionale consolidata, questo si traduce in un potere di confronto col presidente del Consiglio, di moral suasion, di indirizzo. Nel caso un nome venga ritenuto problematico, il Presidente della Repubblica può farlo notare e chiedere venga cambiato (anche se non può imporne uno a lui gradito). 

Link to post
Share on other sites
otaner
16 minuti fa, tigre ha scritto:

i fatto siamo alla presenza di un PdR che indirizza il governo/parlamento in base alle proprie ideologie

Pari pari da "  il primato nazionale".

https://www.ilprimatonazionale.it/politica/caso-savona-draghi-saggezza-mattarella-181591/

Link to post
Share on other sites
briandinazareth
24 minuti fa, tigre ha scritto:

puoi indicarci una qualsiasi norma che abbia permesso al pdr Mattarella di decidere autonomamente di escludere il prof. Savona come ministro dell'economia nel governo giallo-verde?

 

articolo 92 della costituzione italiana, molto semplice ;)

 

17 minuti fa, tigre ha scritto:

quindi mi stai dicendo che Mattarella, affidando il compito a Draghi, che é un convinto europeista, se ne é sbattuto del risultato delle urne?

 

il risultato delle urne è rappresentato dalle camere. punto. non valgono i sondaggi.

 

Link to post
Share on other sites
Paranoid.Android
8 minuti fa, tigre ha scritto:

sinapsica.

Sinaptica, somaro.

Link to post
Share on other sites
briandinazareth
1 ora fa, giogra ha scritto:

Prima Napolitano poi Mattarella hanno pesantemente condizionato i governi e la loro formazione

 

è il loro mestiere...

Link to post
Share on other sites
tigre
10 minuti fa, Schelefetris ha scritto:

co. 2 dell’art. 92 Cost. ha individuato nel Presidente della Repubblica il soggetto istituzionale titolare della prerogativa di nominare il Presidente del Consiglio dei ministri e i ministri, che, come ha previsto il co. 1 della stessa disposizione, compongono insieme il Governo della Repubblica.

 

Savona aveva tutte le carte in regola per far il ministro, per cv e profilo culturale.

M5S e Lega avevano raccolto il consenso promuovendo e promettendo una politica che avrebbe ridato allo Stato una parte della sovranità ceduta.

Il PDR di fatto se ne é sbattuto, ed ha orientato il governo in altro senso.

Questo é accaduto nei fatti. E questo sta accadendo anche ora.

Sta paura di andare alle urne é imho soprattutto dettato dal poter dare ai venduti del m5s, al pd, leu e a iv la possibilità di decidere il prossimo.

Altriché democrazia..

Link to post
Share on other sites
Schelefetris
Adesso, tigre ha scritto:

Savona aveva tutte le carte in regola per far il ministro, per cv e profilo culturale.

 

non è in dubbio questo, ma è nei "poteri" del PdR non nominarlo, tecnicismi ;) 

Link to post
Share on other sites
nullo
4 minuti fa, briandinazareth ha scritto:

articolo 92 della costituzione italiana, molto semplice ;)

Leggi meglio e per intero.

Il Governo della Repubblica è composto del Presidente del Consiglio e dei ministri, che costituiscono insieme il Consiglio dei ministri.

Il Presidente della Repubblica nomina il Presidente del Consiglio dei ministri e, su proposta di questo, i ministri.

 

e comunque tutti sappiamo che è stata una decisone politica sotto pressione esercitatata da altri.

ma qui non si parla di proprie impressioni e idee.

parliamo delle regole del gioco.

tu ed altri no.

potevano fare anche Sbirulino...

Link to post
Share on other sites



×
×
  • Create New...