Jump to content

Finali mono Irs 2092 in classe D


homesick
 Share

Recommended Posts

In questi giorni che sono a casa, ho notato che se i mono vengono lasciati spenti x alcuni giorni, poi non suonano subito bene anzi…pensavo si fossero rotti😂

Link to comment
Share on other sites

Il 27/8/2021 at 15:06, claravox ha scritto:

si dice e si legge, sicuramente ne sei a conoscenza, che i classe d amino rimanere sempre accesi, i possessori giurano che ci sia un’enorme differenza dopo alcuni giorni, curioso di sapere da te l’evoluzione tra qualche giorno, grazie. 

Mi autoquoto, allora non è leggenda metropolitana.@maxraff

Link to comment
Share on other sites

@claravox no, no non è una leggenda…la differenza è udibile anche da un sordo…le voci erano velate, tutto era meno trasparente e dinamico…ti dico, sembravano rotti 😑 

Link to comment
Share on other sites

@Mamo ho ascoltato la mattina, credo tre ore abbondanti e li avrei lanciati dal terrazzo…poi il pomeriggio un altre tre orette e verso la fine i conti cominciavano a tornare. Oggi già dalle prime note tutto suona come deve essere

Link to comment
Share on other sites

Ho notato ache io questo problema ma non vorrei che la mia fosse suggestione da, come diceva @claravox,

letture in rete a riguardo. Nel mio caso una scheda -ICEpower 125asx2-

Essendo più dalla parte dei "misuroni"😆, mi piacerebbe capire se imputabile a fenomeno fisico riscontrabile.

 

Link to comment
Share on other sites

@Mamo l’ho pensato anch’io, oppure a problemi di corrente, ma ripeto, la differenza è talmente tanta che mi vien difficile credere alla psico acustica in questo caso

Link to comment
Share on other sites

@Gici HV

7 ore fa, Gici HV ha scritto:

Mi sembra che anche Naim e Denafrips,ad esempio,consiglino di non spegnere mai gli apparecchi..

Avranno azioni nelle compagnie petrolifere 🤭

  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

Oggi ho messo sotto i classe d con le mie jbl e sono venuti fuori i limiti, le pilota egregiamente si, ma il suono che ne esce non è per niente appagante…strillano!!! Cambiando vari pre, qualcosa cambia, ma cmq con nessun pre le jbl riescono a dare quello che potrebbero. Invece stra confermo che con le ar3a ed il pre Nordlys esce un suono di livello, musicale, dinamico ed emozionante. Del resto immaginavo che con le jbl il risultato fosse questo, ma poco male di ampli x loro ne abbiamo🎵🎵🎵

Link to comment
Share on other sites

Oggi ho portato i piccoli in trasferta nell'impianto di un mio amico così composto , streamer Innuos col suo ali dedicato , dac Acqua La Voce , pre Topping a90 , finali Goldnote Pa-10 messi in mono , diffusori autocostruiti due vie con woofer in una particolare variante del reflex e medio-alta a tromba con driver da 2,5 della b&c.

Rispetto agli italiani , si perde un filo in ambienza e scansione dei piani , la pasta sonora è molto simile.

Controllo del woofer identico .

Abbiamo passato in rassegna diversi pre e ho realizzato che il passivo Nobsound che sto usando è un pelo spietato e non da lunghi ascolti .

Il topping è un gioiellino , da lui sono passati una miriade di pré , anche molto costosi , questo è un tuttofare di ottima trasparenza .

Quello che mi ha stupito è il tisbury audio , sarà per il diverso pot , sarà la sua schedina interna che un po' colora il suono , ma unisce il calore del valvolare alla trasparenza del passivo , veramente tanta roba per meno di 200 euro .

Adesso è qui che suona a casa mia confermando la bontà dell'accoppiata , ci convivo per un po' poi penso di fare l'acquisto chiudendo il cerchio . 

Per le prove abbiamo quasi solo usato questo album registrato da paura .

 

download (2).jpeg

Link to comment
Share on other sites

Mi lascia perplesso il fatto che gli ampli oggetto del thread costino assemblati meno dei componenti venduti dalle case produttrici, come Icepower o Hypex. 

Link to comment
Share on other sites

Beh, i dati targa sono molto poveri. Il chip in se costa si e no 30 usd, ci mettono 140 euro di case e accessori.

Li puoi comprare pure qui come compri hypex ed avrai di conseguenza. Sono 14-15 che sono usciti questi modulini e non hanno sfondato, ma melius è magico; stanno per sfondare ora grazie a noi.

Del resto 450 euro per il modello XLR con tutti i rischi annessi tanto vale comprarsi uno stereo litemod da rougeaudiodesign a 600  euro in un case base. Ma non farebbe così scalpore. Anche se con il 150% degli ampere disponibili, più qualità e mille altri vantaggi.

W i 40 watt continui del cinese inaffidabile.

Link to comment
Share on other sites

Il 8/9/2021 at 09:24, maxraff ha scritto:

In questi giorni che sono a casa, ho notato che se i mono vengono lasciati spenti x alcuni giorni, poi non suonano subito bene anzi…pensavo si fossero rotti😂

Già segnalato, la mia esperienza è simile con i 4-5 classe D che ho avuto in casa. Minimo 24 ore prima di tornare alla normalità. Meglio se  possibile lasciarli sempre accesi

Link to comment
Share on other sites

chiedo : qualcuno ha mai fatto i conti se si spende meno con dei classe d sempre accesi o con degli ab che si accendono poco prima di sentirli ? grazie ( è il momento del braccino corto, ma con le bollette di adesso nemmeno poi tanto )

Link to comment
Share on other sites

@audio2 Con questi classe d cinesi mi preoccuperei di più se la casa mi va a fuoco tenendoli sempre accesi.

I classe d dovrebbero essere il contrario degli A e AB, pronti all'uso dopo un minuto😀

 

 

 

 

 

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

You seem to have activated a feature that alters the content of pages by obscuring advertisements. We are committed to containing advertising to the bare minimum, please consider the possibility of including Melius.Club in your white list.