Jump to content

Alta efficienza, cerchiamo di conoscerla meglio


senna
 Share

Recommended Posts

 

2 ore fa, bombolink ha scritto:

"Imbrogliare" il cliente è piuttosto facile quando si parla di riproduzione della basse frequenze.

Si fa un accordo B4 bello pompato, l'audiofilo mette un brano che conosce a menadito con un bel 50 hz pompato pure quello e soddisfatto recita sul divano il mantra "senti che basso profondo...".

 

Esatto!

 

Psicoacustica da Wikipedia

Cenni sul 'Phantom'

Al livello più basso di udibilità, le note gravi possono spesso essere udite chiaramente solo quando non ci siano altri suoni alla stessa frequenza. La cosa è dovuta al fatto che l'orecchio opera una sintesi dei suoni a bassa frequenza derivandoli dalle differenze tra le frequenze armoniche udibili presenti nei suoni in questione. In alcuni apparecchi commerciali, questo effetto è utilizzato per dare l'impressione di una risposta estesa alle basse frequenze quando il sistema non è in grado di riprodurle adeguatamente.

 

Link to comment
Share on other sites

@51111 proprio così.

 

1 ora fa, Altainefficienza ha scritto:

Ma quando dicono che la VOTT è una Ls3/5A cresciuta

Esistono persone che affermano questa cosa ?

Incredibile...

Link to comment
Share on other sites

Altainefficienza

@51111 per la precisione parlate di cose diverse: un conto è il B4 pompato, con alterazione del livello ad una data frequenza, mentre tu intendi "la fondamentale mancante" che usano i bassisti, ovvero un livello alto di seconda armonica che dà l'illusione che esista la fondamentale. In alta fedeltà è meglio abbassare il volume prima.

Un saluto,

Piero

Link to comment
Share on other sites

14 ore fa, Altainefficienza ha scritto:

per la precisione parlate di cose diverse: un conto è il B4 pompato, con alterazione del livello ad una data frequenza, mentre tu intendi "la fondamentale mancante" che usano i bassisti, ovvero un livello alto di seconda armonica che dà l'illusione che esista la fondamentale. In alta fedeltà è meglio abbassare il volume prima.

Non suono il basso e non conosco le tecniche citate, in ogni caso la bassa selettività della percezione umana sulle basse frequenze fa "sentire" fischi per fiaschi, ma attenzione, questo solo in una audizione fugace.

Link to comment
Share on other sites

Allora la vott scende a 50 hz circa e poi crolla completamente,  sotto c'è poco o nulla.

Quindi niente basso profondo. 

Ho come l'impressione che non tutti abbiano una idea di cosa sia il basso profondo.

Link to comment
Share on other sites

Con le alette laterali scende a 40 -45.. ma poi dipende dal driver e accordo del reflex.

ma una vott con i componenti giusti (quelli pregiati) e trombe grandi è comunque un esperienza notevolissima.. 😋

poi se uno ha manetta ci costruisce attorno un sub tagliato basso basso e sei a posto…

Link to comment
Share on other sites

@carlottina mai detto che le LS riproducono il basso profondo, ho detto che, secondo me, riproducono un gran basso fin dove arrivano (50-60hz)

@Dufay

Come ho già detto, solo i massive attack, tra i gruppi che apprezzo, hanno prodotto diversi pezzi dove c'è ciccia sotto i 50 hz. Discorso diverso per il 90% della musica rock, jazz e blues. Infatti il contrabbasso di Ron Carter (uno dei migliori, secondo me) che esce dalle LS non è secondo a nessuno tra i diffusori che ho ascoltato. Ovviamente se uno ascolta solo sinfonica o musica elettronica é meglio che guardi  altrove (a meno che non abbia 2 angoli a disposizione😁

 

 

Link to comment
Share on other sites

5 ore fa, Dufay ha scritto:

Ho come l'impressione che non tutti abbiano una idea di cosa sia il basso profondo.

PER ME 50 hz sono già "basso profondo".

Link to comment
Share on other sites

@jakob1965 credo che la soglia si possa anche alzare, non ha molto senso considerare i limiti estremi riproducibili da uno strumento perché non è li che normalmente suona. Mi spiego meglio: non ho esperienza di basso e contrabbasso ma suono il pianoforte e credo che valga lo stesso discorso. La nota più grave del pianoforte, il primo re, dovrebbe stare sui 30 hz o leggermente meno, ma non mi è mai capitato di suonarla. Anzi, capita assai raramente di percuotere l'intera prima ottava; perciò direi che sebbene il limite più basso del pianoforte sia a meno di 30 hz, un diffusore che riproduce bene i 50hz consente di ascoltare tranquillamente il 99% della musica riproducibile sul piano (e sul 90% almeno dei residui strumenti acustici). La storia che se mancano le frequenza sotto i 50hz un diffusore é monco, per quanto mi riguarda è, appunto, una storia, a meno che, torno a ripetere, non si parli di sinfonica o musica elettronica. 

  • Melius 2
Link to comment
Share on other sites

Ho questo pensiero anche per non finire nel solito ginepraio empirico   (sono anni che lo dico e che lo scrivo) delle trombe - 

 

E' possibile con la tecnologia di oggi  costruire diffusori  di dimensioni normali (che possono stare in un salotto normale) con efficienze medie più alte?

Siamo obbligati ai cassoni?   E alle discussioni sulle gole  - profili delle trombe ? 

 

Credo che possa essere un argomento interessante

 

 

Link to comment
Share on other sites

@jakob1965 un po’ di cubatura è sempre richiesta, non si possono ridurre oltre certi limiti, specie se vuoi un 15”. Le mie Allegro sono penso un esempio di horn compatto, e hanno sostituito una coppia di Tad R1 con ampli importante a ss.

ma superiamo sempre i 100 litri, agevolmente… 🙂

Link to comment
Share on other sites

@jakob1965 certo che si può fare e la tecnologia moderna non c'entra nulla.

Le klipsch heresy sfiorano i 99 db e non sono certo ingombranti.

Se poi consideriamo efficienze intorno ai 95 ci sono una miriade di diffusori per nulla ingombranti: Audio note, Devore, Living voice, wlm, zu audio ecc.ecc.ecc.

I cassoni servono per oltrepassare i 100 db e da lì non si sfugge.

Link to comment
Share on other sites

36 minuti fa, jakob1965 ha scritto:

E' possibile con la tecnologia di oggi  costruire diffusori  di dimensioni normali (che possono stare in un salotto normale) con efficienze medie più alte?

E' possbile solo rinunciando al basso, non si possono fare diffusori piccoli estesi ed efficienti. Una delle caratteristeche preclude una delle altre.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share




  • Obiettivi Recenti

    • Great Content
      dago
      dago earned a badge
      Great Content
    • Superstar Member
      Coltr@ne
      Coltr@ne earned a badge
      Superstar Member
    • White Vinyl Badge
      jammo
      jammo earned a badge
      White Vinyl Badge
    • Helpful
      ferrocsm
      ferrocsm earned a badge
      Helpful
    • Superstar Member
      hinsubria
      hinsubria earned a badge
      Superstar Member
    • Superstar Member
      Glennascaul
      Glennascaul earned a badge
      Superstar Member
    • Great Content
      alexis
      alexis earned a badge
      Great Content
    • Helpful
      KIKO
      KIKO earned a badge
      Helpful
    • Gold Vinyl Badge
      Titian
      Titian earned a badge
      Gold Vinyl Badge
    • Superstar Member
      znorter
      znorter earned a badge
      Superstar Member
  • 173 Pink Floyd discografia essenziale

    1. 1. Quali sono, secondo te, i dischi immancabili dei Pink Floyd?


      • 1967 - The Piper at the Gates of Dawn
      • 1968 - A Saucerful of Secrets
      • 1969 - More
      • 1969 - Ummagumma
      • 1970 - Atom Heart Mother
      • 1971 - Meddle
      • 1972 - Obscured by Clouds
      • 1973 - The Dark Side of the Moon
      • 1975 - Wish You Were Here
      • 1977 - Animals
      • 1979 - The Wall
      • 1983 - The Final Cut
      • 1987 - A Momentary Lapse of Reason
      • 1994 - The Division Bell
      • 2014 - The Endless River
      • 1988 - Delicate Sound of Thunder (live)
      • 1995 - Pulse (live)
      • 2000 - Is There Anybody Out There?: The Wall Live 1980-1981
      • 2021 - Live at Knebworth 1990

  • Last Adverts

×
×
  • Create New...