Jump to content

Colpi di fortuna... da raccontare!


ediate
 Share

Recommended Posts

  • Moderators
oscilloscopio

Le AKG di quell'epoca sono notevoli, utilizzo anch'io una coppia di K-240 Sextett del 1975 prese a 20 euro ad un mercatino che hanno messo a riposo due coppie di Sennheiser ed una Beyer...

Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, bambulotto ha scritto:

Se non sbaglio tutta la serie Studio ha un interruttore, comandato da quel cavetto di cui parli, che disabilita l'audio quando non si indossano le cuffie.

La mia sul cavo non ha niente, solo il tastino di sgancio dalla cuffia.

Link to comment
Share on other sites

ulmerino

Tiro su questo thread...😁

Qualche giorno fa vado da un mio amico negoziante a ravanare nella miriade di apparecchi esposti...in particolare c'è una stanzetta stipata all'inverosimile, con scaffali che toccano il soffitto...Per terra vedo un lettore cd molto strano...lo porto a casa, giusto per ascoltare qualcosa di diverso...noto le viti arrugginite...lo apro e...è pieno di ruggine anche dentro...dopo una profonda ripulita è tornato come nuovo...è un tre telai, lettore cd, derivato da un Sony, ma profondamente modificato, stadio analogico a valvole, e alimentazione separata...e il suono?

Posso dirvi solo che ha battuto senza mezzi termini il mio dac di riferimento Theta...suono molto analogico, estesissimo, mai sentite basse frequenze così profonde e potenti da un cd, e con un controllo totale...Melos Cdt/II

20210520_093516_resized.jpg

20210520_093855_resized.jpg

20210520_093803_resized.jpg

20210520_093544_resized.jpg

Link to comment
Share on other sites

ulmerino

Ovviamente a mio favore ho accampato le scuse che era ossidato e mancava di telecomando (usa i codici Sony)...e così l'ho preso ad un prezzo davvero stracciato...😁

Il titolare del negozio mi ha riferito che era in in secondo impianto nella casa al mare...ecco che si spiega la ruggine...

La meccanica legge di tutto, anche cd masterizzati e/o graffiati...

È un sistema di lettura cd, non una coppia meccanica/convertitore.

Link to comment
Share on other sites

ulmerino

Il lettore legge il cd, il segnale digitale viene convertito dentro il lettore stesso, ed esce in formato analogico.

Il segnale analogico poi entra dentro il telaio con le valvole, ed esce nuovamente per andare nel preamplificatore. 

L'alimentatore separato serve entrambi i telai.

Ho provato ad ascoltare il solo lettore, senza lo stadio a valvole...ed è inascoltabile...è ovvio che il segnale sia stato processato internamente per renderlo compatibile con lo stadio valvolare...infatti collegandoci un altro lettore, il suono esce distorto...

Il trittico è indivisibile, il suono è incredibile, e spero che mi tenga compagnia per un bel po', almeno fino al prossimo colpo di fortuna...digitale...😁😁😁

Link to comment
Share on other sites

@ulmerino ben tornato.

Vedo che il didietro è sempre in ottima forma 😁

Veramente bello, pare un carroarmato. C'entra qualcosa con la Melos anni 70 che produceva diffusori ?

  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

ulmerino

@Bazza questa Melos produceva apparecchi a valvole di alto livello...niente a che vedere con la inglese Melos di Boothroyd/Stuart 

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

  • Moderators
BEST-GROOVE
39 minuti fa, Bazza ha scritto:

C'entra qualcosa con la Melos anni 70 che produceva diffusori ?


tempo proprio di no.

Link to comment
Share on other sites

claudiofera

No.Volendo fare un paragone,si può pensare a VTL.Provai a casa un finalone Melos ,pesantissimo.Non ricordo bene perchè non lo acquistai.Bypassando la perpetua "questione monetaria"..   se non fù per mancanza di soldi,allora il mancato acquisto dipese da uno degli  spigoli -da -carro- armato .Finì che bucò il sedile passeggero della mia Beta spider,e quello non era il modo migliore per fare amicizia.

Link to comment
Share on other sites

ulmerino

@claudiofera la Melos ha fatto sempre realizzazioni di "peso"...E non ha mai arrotondato gli spigoli vivi...😁😁😁

Avevo trovato questo mostro a ottimo prezzo...ma la ragionevolezza ha avuto il sopravvento...Per fortuna...

unnamed.jpg

Link to comment
Share on other sites

Massimiliano S.

@oscilloscopio ma la K240 attualmente in produzione non c'entra più nulla con il vecchio modello, da un punto di vista qualitativo? La differenza di prezzo sembra confermare...

Link to comment
Share on other sites

madero

@ulmerino bentornato.........in gran stile.

Di quelle infinity, mi sembra ne avesse parlato mooolto bene il Bebo nazionale.

Mi hai  fatto venire in mente di andare a vedere come stanno le mie infinity 5k  con lo stesso tweeter e nascoste da anni in soffitta

Link to comment
Share on other sites

Fabfab
2 ore fa, ulmerino ha scritto:

Che sarà?😁

Risposta: la solita botta di c...! Cos'altro sennò 🤣

  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

  • Moderators
oscilloscopio
5 ore fa, Massimiliano S. ha scritto:

ma la K240 attualmente in produzione non c'entra più nulla con il vecchio modello, da un punto di vista qualitativo?

Assolutamente nulla...quella attuale è di produzione cinese, quella del 1975 era una vera cuffia da studio realizzata in Austria ed a livello prestazionale lascia indietro cuffie da alcune centinaia di euro.

Link to comment
Share on other sites

Massimiliano S.

@oscilloscopio  eh, infatti ci avrei scommesso. Una volta ci voleva mezzo stipendio per prendersi la 240, adesso te la tirano dietro.

Link to comment
Share on other sites

10 ore fa, ilbetti ha scritto:

è la seconda volta che trovo qualcosa di interessante in giro

 Ultimamente hai avuto contatti ravvicinati con @ulmerino? 😁

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share




  • Obiettivi Recenti

    • Great Content
      dago
      dago earned a badge
      Great Content
    • Superstar Member
      Coltr@ne
      Coltr@ne earned a badge
      Superstar Member
    • White Vinyl Badge
      jammo
      jammo earned a badge
      White Vinyl Badge
    • Helpful
      ferrocsm
      ferrocsm earned a badge
      Helpful
    • Superstar Member
      hinsubria
      hinsubria earned a badge
      Superstar Member
    • Superstar Member
      Glennascaul
      Glennascaul earned a badge
      Superstar Member
    • Great Content
      alexis
      alexis earned a badge
      Great Content
    • Helpful
      KIKO
      KIKO earned a badge
      Helpful
    • Gold Vinyl Badge
      Titian
      Titian earned a badge
      Gold Vinyl Badge
    • Superstar Member
      znorter
      znorter earned a badge
      Superstar Member
  • 173 Pink Floyd discografia essenziale

    1. 1. Quali sono, secondo te, i dischi immancabili dei Pink Floyd?


      • 1967 - The Piper at the Gates of Dawn
      • 1968 - A Saucerful of Secrets
      • 1969 - More
      • 1969 - Ummagumma
      • 1970 - Atom Heart Mother
      • 1971 - Meddle
      • 1972 - Obscured by Clouds
      • 1973 - The Dark Side of the Moon
      • 1975 - Wish You Were Here
      • 1977 - Animals
      • 1979 - The Wall
      • 1983 - The Final Cut
      • 1987 - A Momentary Lapse of Reason
      • 1994 - The Division Bell
      • 2014 - The Endless River
      • 1988 - Delicate Sound of Thunder (live)
      • 1995 - Pulse (live)
      • 2000 - Is There Anybody Out There?: The Wall Live 1980-1981
      • 2021 - Live at Knebworth 1990

  • Last Adverts

×
×
  • Create New...