Jump to content

Buste per vinile


aldofive
 Share

Recommended Posts

Still Spinning
12 minuti fa, iBan69 ha scritto:

Ti assicuro che ho visto intere collezioni le cui copertine erano rovinate dalla muffa dovuta all’umidità.

Probabilmente tutto dipende dalle condizioni ambientali in cui si vive, e anche dove viene conservata la collezione, certo non in una cantina. Poi in base a questo ci si regola come è più opportuno.

Link to comment
Share on other sites

@iBan69

Io, invece, sono in campagna, con animali ma senza fumatori.

Non ci sono strade sterrate vicine che provochino polveroni.

Però ti dico la verità, in 50 anni che possiedo dischi , mai nella mia collezione ho rilevato muffa.
E di appartamenti ne ho cambiati prima di costruire casa.

Devi scegliere bene i posti in casa dove possono stare, ma se controlli spesso …. ti accorgi subito se il posto non è idoneo; a me non è mai capitato.

Se il locale è ben aerato problemi non c’è ne sono.

Sulla polvere, se la fessura della busta interna è girato verso l’alto …. non so cosa di male possa capitare.

Le buste che si chiudono con adesivo sono di una noia …. terrificante, fanno passare la voglia.

Devo ammettere, però, che quando ho rilevato parti di collezioni … qualche problema c’era (nelle collezioni altrui), quindi il problema esiste soprattutto per chi non sa gestire l’umidità e la condensa o per chi ha mogli che gli fanno cacciare i dischi in una cantina umida o in garage umido.

Link to comment
Share on other sites

@cesare

Yesss!

Ma penso cambierebbe poco anche se mettessi il lato disco perché poi la busta interna è verso l’alto.

Io però non sono un vero collezionista, io li ascolto i dischi cercando solo di mantenerli meglio possibile, senza farmi grandi storie

Link to comment
Share on other sites

@gorillone ok, grazie: alcuni tengono l'apertura in corrispondenza di quella del disco, in modo da poterlo estrarre senza sfilare la copertina dalla busta. Però a fini della protezione dalla polvere mi sembra più logico così!

Link to comment
Share on other sites

@cesare apertura busta plastica con  flap di chiusura in alto e apertura cover disco di costa. Ci vuole più tempo ad estrarre il disco … ma, il vinile è un supporto per chi non ha fretta ed è capace di godersi ogni passaggio. 😉

Link to comment
Share on other sites

networkcode

Eccessi che sfiorano - come spesso accade - il feticismo.

Non ha senso aprire 3 confezioni in serie per ascoltare un vinile, non si tratta di dedicarvi il giusto tempo ma solo di gonfiarsi oltremodo misura la sacca.

Tra l'altro, permettendomi un fugace OT, la scomodità di cui sopra è da aggiungersi alla condizione intrinseca di un supporto la cui superfice si deteriora ogni volta che il fonorivelatore ne traccia i solchi (eccetto soluzioni di lettura laser) e di cui le misure (e non solo) dimostrano la netta inferiorità rispetto ad altri supporti (orrore: il digitale brutto cattivo e "radiografante").

Se poi aggiungiamo anche la pratica lavadischi larga come un lavabo da cesso di stazione ferroviaria, con un armamentario di soluzioni ed acque demineralizzate a corredo da fare sfigurare un laboratorio chimico ed un tempo medio di pulizia abbastanza alto arriviamo a chiederci perchè, per ascoltare un po' di musica, piantare un monnezzaio simile (e non ho volutamente parlato dei giradischi con sospensioni ad aria, elaboratori in cluster HPC per calcolo parallelo per regolare i giri di un motorino ridicolo, bracci molecolari e pentole di terracotta).

Capisco, eccessi sopra elencati a parte, chi dispone di una collezione ereditata da parentame vario oppure creata anni fa quando aveva ancora senso.

Capisco anche l'usarlo per creare atmosfera e sfagottarci la sgrilla di turno che ci portiamo a casa.

Ma questo incensamento continuo, mescolato a fanatismo sfrenato è davvero eccessivo.

Ale§andro.

Link to comment
Share on other sites

@networkcode si può anche ascoltare vinili mettendoli sul piatto e basta, senza tutti i corollari intorno. Credo che la maggior parte dei fruitori di questo formato faccia così. Me compreso.

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

@networkcode

Come ho già detto sopra, io i vinili li ascolto e sono 50 anni che compro ellepi, ancora di più per i 45 che prendevo già da bambino.

Non mi diverto a perder tempo con buste chiuse, che tutte le volte devi scancherare con la chiusura adesiva.

Li ascolto, una volta ogni tanto li lavo (quando li prendo usati) e li ripongo in sede non umida e non esposta al sole.

Basta.

Non mi sembra di essere un fanatico, cerco di tenerli bene.

P.S. La mia lavadischi è la piccola Project, veramente … non è ingombrante.

L’ho presa da poco perché ho ritirato parte di una collezione.

Condivido che siano comunque pezzi plastica per cui non ha senso essere fanatici.

La mia passione è la musica e mi piace ascoltarla decentemente 

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

You seem to have activated a feature that alters the content of pages by obscuring advertisements. We are committed to containing advertising to the bare minimum, please consider the possibility of including Melius.Club in your white list.