Jump to content

Ear834p clone diy: un pre phono a valvole in kit con enormi potenzialità


Recommended Posts

@sandrelli sono daccordissimo. Nella build finale li ho messi sotto alla board.  Ma i carta e olio sinscaldano molto li.  E inoltre l’armatura in alluminio o rame risente e disturba il campo elettrico della valvola.  Alcuni mettono a massa l’armatura.  Ma è un errore piazzarli li.  Meglio sotto.      Io ho fissato la pcb alla parte superiore, ma per chi la vuole senza le valvole esterne, in un contenitore, si può alzare la pcb con torrette esagonali più lunghe, alla bisogna.  Attenzione però all’altezza del contenitore.  Diventa almeno un 10cm, non bastano più gli 8-9 dei build tradizionali

EABCFA45-3CEC-4960-BC0A-EEEEC0EEFE84.jpeg

Link to post
Share on other sites

Altra cosa da non fare è usare cavo attorcigliato.  Anche se ha una buona reiezione ai disturbi e nei valvolarinsi usa spesso (io lo adoro) qui non è sufficiente.  Il guadagno complessivo del pre e di circa 47-50 db, altissimo per un pre mm.   In V1 abbiamo una ecc83 che deve essere selezionata per basso rumore, e in v2 una ecc83 da selezionare per bassa microfonicita.  V3 e indifferente, gudagna 1:1.  Si può sostituire con una ecc82 variando la resistenza come scriverò più avanti.   Ma V1 guadagna  moltissimo.  Quindi tende a far sentire ogni disturbo e amplificarlo.  Meglio usare cavo areonautico ad alta schermatura che risolve sempre tutti i problemi di interferenze sui cavi.  

5441720C-E95F-4BD7-9AB9-1B565226170B.jpeg

Link to post
Share on other sites

DIY EAR834 Mod Thorsten Prima PArte: Acune considerazioni prima di iniziare

.

Cominciamo dall'inizio... il kit e alcuni aspetti da valutare prima di metter mano al saldatore.

Foto del kit come arriva... potete scegliere se premontato o da montare o solo con resistenze e diodi (opzione consigliata, ma non necessariamente.... dipende da voi. L'uica precauzione èdi connettere i condensatori elettrolitici con + e - al posto giusto. Ma tutto è chiaramente indicato, non ci si sbaglia!

4.thumb.jpg.55e96f95424c885bdc092164a89f9d2a.jpg

Lo schema originale... non spaventatevi... il kit lo costruisce aanche un bambino di 8 anni! Ma lo schema può servire ad alcuni di noi per capire le modifiche

 

T71inomh.thumb.jpeg.fe43e54f84af77e9b73cbb8325396204.jpeg

 

anche in versione a colori  (ma attenti, già con alcune modifiche)

2bDR0wxh.thumb.jpg.64831e39031ebbb993fc5f773025ed02.jpg

 

 

Ecco qui una bella realizzazione a 2 telai con grosse modifiche sul circuito, valvole diverse e psu a valvole per invogliarvi... ma ne parleremo molto più avanti

axj4kngh.thumb.jpg.b6a9a968c5971db9c67f4280504b77d5.jpg

 

Tratte da Lencoheaven, ecco alcune indicazioni sull'assemblaggio corretto e su alcune modifiche

..

JszJNxP.thumb.jpg.d47c642c1ce9fb5c58a3c220003abf19.jpg

 

x

9O5mwvwh.jpg.02cd5c0d623f0de4466c91a61768df47.jpg

x

7JsoHR8h.thumb.jpg.b4d1fd80759f1f76530601162ab3a756.jpg

x

OHAqJyAh.jpg.58efef9a99814fedbb0180e2d34125c0.jpg

---

---

Un consiglio personalissimo. Il trasformatore previsto è un 230 v primario (ingresso) e 6,3V 2A  + 250-280V 0,050 A (50 mA) di secondari. C'è un bel trasformatore adatto fatto in cina. Silenziosissimo, presenta un nucleo ad anello per eliminare le dispersioni- Ottimi anche i Toroidali, anche loro molto silenziosi, come nell'EAR originale.

MA se volete complicarvi un po la vita (con lunghe ricerche di ronzii e anellidi massa) ma avere un suono davvero strepitoso sono meglio sia i vecchi trasformatori a lamierini telefunken, grudvig, siemens provenienti da vecchie radio a valvole con el84, sia i fantastici trasformatori della Raoli,  di cui pubblico foto. Con questi ultimi si raggiungono livelli di dinamica, trasparenza e dettaglio impensabili con i trafo toroidali. E costano MENO DEI CINESI!!!!   Dall'altra.... disperdono molto più campo magnetico dei toroidali, quindi attenzione a dove li mettete! Visto che son bellissimi, utilizzateli fuori (ho comprato da loro anche l'induttanza da 20mh... altro che induttanze Hammond... questi sono una rolls al confronto!!!) Per comprarli ecco il link https://www.trasformaudio.com/it/negozio/trasformatori-di-alimentazione/trasformatore-230-250-0-250v-80ma-6-3-0-6-3v-3a/

6.thumb.jpg.202b720450b540b6779e263cb14b4d6b.jpg

 

Per il case invece potete sbizzarvirvi, ma meglio case ben chiusi e solo in metallo,  in modo da isolare e creare una gabbia di Faraday.  Eccovi alcuni esempi

img_1710.jpg.4cda070dd8e8c9cb8e478826647400d0.jpgXQVYmIY.thumb.jpg.dfc98c529114c3ce47953687e019b594.jpg

 

 

 

 

  • Melius 1
Link to post
Share on other sites

@sandrelli Assolutamente si.... Sei peggio di Clint Eastwood in Per un Pugno di Dollari! Rapidissimo... La  modifica a cui arrivereeo nel 15 post è lo split di r2 ripristinando proprio quella rete. Assolutamente necessaria.... anche se con altri accorgimenti, quella si può eliminare.

Una cosa importante: Quasi nulla di quanto esporrò e quanto ho esposto è farina del mio sacco. Mi rifaccio semplicemente a 10 anni di articoli e posts di 3 progettisti audio, Torsten, John e Jessica (li potete trovare con migliaia di articoli, post, progetti, su Lencoheaven, DiyWorld, audioforum, Vinyl Asylum, audioasylum, e a Romy the Cat. Di Loro e di altri utenti del forum sono gran parte delle foto. Io ho solo deciso di provare il kit originale, poi di riprovare il kit con alcune modifiche (condensatori) e poi di provare e restare allibito di fronte alla modifica completa. Non ho nessun merito.

Per quanto riguarda il saldatore e Andrea..... caro @acam75   ecco per te una guida a fumetti per imparare a saldare. Servono 5 minuti per leggerla, 5 minuti per metterla in pratica e 20 inuti di saldature per imparare definitivamente che il saldatore si prende solo da un lato.

http://mightyohm.com/files/soldercomic/FullSolderComic_EN.pdf

172127761_Schermatadel2021-04-0222-05-50.thumb.png.3488c7546805ba3786c95a63f2e9b336.png

La prima volte brucerai qualche condensatore elettrolitico, ma tanto saprai cambiarlo in pochi secondi. Non solo è un divertimento fantastico, ma la soddisfazione di creare, ottimizzare e poi sentire suonare qualcosa di assolutamente stratosferico che solo pochi si sarebbero potuti permettere e che hai fatto con le tue mani è enorme, ed ancor più grande è la soddisfazione di poterci poi liberamente mettere le mani per ottimizzarlo PER TE, rendendolo qualcosa di assolutamente unico. Non c'è prezzo per questa soddisfazione. La musica stessa acquista un altro sapore, un'altra emozione.

Vi ricordo che potete trovare tutto in versione molto più espansa su:

 

DIY EAR 834P TRLH Phono Stage - Build Guide / Part List  https://www.lencoheaven.net/forum/index.php?topic=26658.0

DIY EAR 834p phono stage - a short evaluation/ test with those chinese PCBs (circa 8.000 posts!)  https://www.lencoheaven.net/forum/index.php?topic=20984.0

  • Melius 1
Link to post
Share on other sites

@walge Son daccordo, L'AR ha una circuitazione più interessante... ma il bello dell'EAR non è tanto nel circuito, quanto di centinaia di migliaia di appassionati che hanno costruito il kit, analizzato, modificato, discusso, rianalizzato, rimodificato, etc, per 10 anni. Ci sono solo suLencoheaven qualcosa come 600 pagine di posts, di cui una di solo una quarantina di pagine dedicata solo alla disanima del circuito e alle modifiche. Più un centinaio di pagine personali e siti ovunque dedicati in parte o in toto all'EAR. Dunque ciò che è interessante non è il circuito di partenza, ma un gigantesco processo di affinamento collettivo durato 10 anni.  Dunque il progetto finale, quello che sto ascoltando ora, è abbastanz adiverso dal progetto di partenza, tanto da prevedere un'alimentazione modicficata o addirittura nella versione migliore un'alimentazione completamente diversa, eliminando la basetta cinese.

Link to post
Share on other sites

Bene.... ed ora partiamo con le raccomandazioni prima di cominciare.

1) decidete prima se volete farvi una versione standard, modificata o top. Dissaldare tutto è lungo, complicato e noioso. Passare da standard a top è complesso, mentre passare da una alla successiva non troppo. Niente è definitivo, scoprirete che avrete voglia di aprire quella scatoa ogni giorno, per provare nuove modifiche.

2) Non fate come gran parte degli acquirenti che non passano all'alimentazione con induttore, perchè gli fa fatica cercarlo o non ne capiscono l'importanza. L'induttore è un salto qualitativo molto grande. La tridimensionalità specialmente ne guadagna in modo eclatante. Con un po di mods e l'induttore sembra di essere in una virtual reality audio... E anche quando vi alzate e andate al'impianto, la scena non si scompone.... vi sembra di entrarci. Impressionante e sconvolgente.   L'induttore consigliato è l'Hammond 20H 60mA... 14€ più spedizione. MA con 20€ vi comprate un bellissimo Raoli, con calotte.... e vi assicuro che la differenza c'è anche a livello di suono. Eccovi il link , segnatevelo https://www.trasformaudio.com/it/negozio/induttori/induttore-con-calotte-20h-100ma/

(nella foto, versione con trasformatore ed induttore Raoli. Vive lItalie!)

pFjkiUqh.thumb.jpg.4d1f6891ea4d23d1c446560c473c397e.jpg

3) risparmiate su contenitore e trasformatore se volete, riciclando vecchi contenitori di elettroniche e comprando un vecchio trafo Telefunken o Siemens a 20€. Ma NON RISPARMIATE SULLA COMPONENTISTICA. Una resistenza a strato metallico Vishay non fa rumore... una resistenza qualunque si.

aa649843e62f514c57a86529761595af.thumb.jpg.aa84479e70c534c72827276a23e8d20f.jpg

4) la RIAA è importantissima. Troverete vari valori nei prossimi posts che vi permetteranno di effettuare piccole variazioni aumentando o diminuendo di 5-10 pF. Ma se poi prendete dei condensatori mica argentata con tolleranze al 5%, capite che 300pF al 5% sono 315 o 285 pF se va male. Quindi fare un fine tuning della riia con 5pF diventa ridicolo se si ha la riia sballata.

kRGRti7h.thumb.jpg.8932feec933774824f0e0cbcccbf85e7.jpg

5) cavi, layout e disposizione masse sono la chiave del vostro successo. sull'ingresso usate cavi superschermati.... quelli economici norali non danno grandi garanzie su un phono così sensibile. E....... attorcigliate qualunque cavo entri nel pre.  Il layout migliore è quello che vede la corsa più corta o protetta per i cavi di ingresso, e il trasformatore il più lontano possibile da V1, la valvola che sta all'ingresso. Se uscite da queste regole base, è meglio che sappiate cosa fate. Si ottengono pre silenziosissimi anche facendo diverso, ma cisi impiega più tempo. Io ho messo l'uscita e V3 proprio accanto al traasformatore, ma per tenere V1 il più lontano possibile, ho dovuto allungare a dismisura la corsa del cavo di ingresso. Alla fine ho dovuto usare un cavo in argento e teflon per uso militare areonautico e  con calza schermante rodiata  ecoprente al 99%. Solo così ho risolto il ronzio. D'altronde me la ero andata a cercare.

vsamt5z.thumb.jpg.74e1c09c044a18ed0aad010cc7693dfe.jpg

-

6:) Già detto ma... tenete i cavi corti!  Se non lo fate poi vi toccheràscermare l'interno del contenitoree le valvole per ottenere un "sienzio" accettabile

-

ZTMMeVqh.thumb.jpg.2bc7b384e470e5b2be9388aef0cc75f5.jpg

.

7) una valvola "buona " la dovete tro are. V1 deve essere quanto di meglio trovate.... sulle altre c'è margine e tolleranza.... su V1 meno. Eccovi una tabella con vari valori e commenti

.

t8Ghcp9h2.jpg.12404e1be99e4bd1301b43092200d846.jpg

-

😎 curate l'alientazione. E' li che nasce il vostro segnale. E testate i voltaggi prima di andare avanti. MA fatelo con un carico reale solo dopo aver fatto un test senza carico

NrC5WAB.thumb.jpg.f2db17a0188d8209c1bde6e7c1fd2843.jpg

zzL4uSn.jpg

DwehXC4h.jpg

Link to post
Share on other sites
  • Moderators

Permettimi solo in parte di dissentire. Il trasformatore è comunque un componente essenziale, forse non come l'induttanza, ma deve essere buono

G

  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites
1 ora fa, joe845 ha scritto:

Permettimi solo in parte di dissentire. Il trasformatore è comunque un componente essenziale, forse non come l'induttanza, ma deve essere buono

G

Sfondi una porta aperta. E non che quelli buoni costino tanto di più di quelli scadenti.   Anzi... alle volte costano meno. Facciamo esempio.....

----------------------------------

1) Trasformatore cinese € 39, + 22€ di spedizione, tot 61€.  Pro: Pochissimo flusso disperso, pochi ronzii dunque. Si può mettere ovunque in quasi qualunque posizione. Contro: Suono poco dinamico, scena acustica appiattita ma buona aria tra gli strumenti. https://www.ebay.it/itm/Hifi-R80-100W-100VA-Hi-end-R-core-Audio-Transformer-For-Tube-Preamp-Amplifier/353177199259?var=622377709863

s-l16002222.thumb.jpg.bd6a1d945ebbfe39a8b66d802c10f0ee.jpg

 

-----------------------------------------------------------------------------------

2) Trasformatore rumeno a lamierini comprato in negozio. € 37. Forte dispersione magnetica, causa di ronzii. Credonon tiri fuori ne i 2A ne il 80mA diciharati, infatti il suono è piatto, molle, poco definito e la scena è piatta

A695EA8C-7D56-4248-BF13-D8B39069073F.thumb.jpeg.84f06f30c282cc93d9a7b7406530571f.jpeg

-------------------------------------------------------------------------------------

3) Trasformatore toroidale di buona qualità, credo italiano, costo € 45 più €7 di spedizione. Pro: poco campo disperso, niente ronzii, occupa poco spazio e può essere messo ovunque. Buona immagine, buona spazialità Contro, bassi non troppo veloci ma profondi, rispetto al lamierini Raoli manca molto di dinamica e definizione. Lievissima vibrazione sotto carico risolvibile fissandolo bene con piastra. Ricordate al venditore di vendervi anche piastra e viti per il fissaggio. Meglio prenderlo col centro già resinato... se no dovete resinarlo voi o vibra. https://www.ebay.it/itm/TRASFORMATORE-TOROIDALE-47VA-SECONDARIO-250V-6-3V-12-6V-PRIMARIO-220-240V/223449434171

wwww.thumb.jpg.a912266fe04d8164c3085d15596986ab.jpg

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------

4) Trasformatore Raoli costo €42,90 + 10€ spedizione + 12€ IVA. Totale 64€  Pro Molto bello, adatto ad essere messo a vista. Nessuna vibrazione di alcun tipo nessun rumore non saprete mai se è acceso o spento. Suono..... spettacolare, E bravi gli italiani, un trafo così a quel prezzo non me lo aspettavo. Dinamica, aria e trasparenza, bassi profondissimi e veloci.... fino a che non lo ho comprato non avevo idea delle differenze tra trasformatori. Dopo averlo montato, ho fatto la prova di cui sopra visto la differenza di suono che ho subito notato. Lo ho comprato per metterlo dentro.... è finita che ho deciso di metterlo fuori e rifare il pre nella veste classic che vedete all'inizio. Credo in Italia ci siano trafo ancora migliori... ma per me a quel prezzo loro sono davvero dei fuoriclasse, visto le porcate che si trovano in giro. link https://www.trasformaudio.com/it/negozio/trasformatori-di-alimentazione/trasformatore-230-250-0-250v-80ma-6-3-0-6-3v-3a/

sss.thumb.jpg.bdcdef3b9b25f8c06420c4da2bb2334c.jpg

--------------------------------------------------------------------------

5) Trasformatore Siemens del 1950 circa, 250v+6,3v3A  costo 15€ ad un mercatino (Marzaglia). Contro... aspetto vecchio, lamierini lievemnte arrugginiti. Pro, vibra lievemnte ma ha un ottimo suono. Pieno, veloce, dinamico, lo paizzerei sotto al Raoli, in quanto ha un'immagine meno ariosa e una dinamica lievemnte inferiore.... ma mamma santissima se suona!

s-lsxad1600.thumb.jpg.8c357e3b1b25aff4d7473dfe1c12dd71.jpg

--------------------------------------------------------------------------------------

 

Quidi come vedete, non si risparmia un gran chè a comprare trafo più economici. Certo oi cinesi costano poco, ma poi ci paghi la spedizione, e a volte anche le tasse. Direi che i Trafo n4 e 5 sono le scelte migliori, sonicamente. Se siete ineserti meglio un toroidale o cinese però. Avrete meno probabilità di dover passare qualche ora a controllare tutte le masse e i percorsi dei cavi per eliminare ronzii.

Attenti però... il kit in questione è mooolto sensibile a ronzii e a RFI. Se volete usarlo come radio e non come pre phono, fate cablaggi lunghi e non curate le masse e avrete un ottimo tuner! Ma più avanti vedremo tutti questi aspetti in appositi post.

 

Link to post
Share on other sites

ma i trasformatori dovrebbero avere le stesse caratteristiche elettriche per farne un paragone... dovrebbero essere piazzati sempre nello stesso punto e stesso orientamento magnetico (rispetto alla bobina di filtro)

  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites
48 minuti fa, sandrelli ha scritto:
12 ore fa, walge ha scritto:

la faccenda della tensione Vkf non c'entra con quell'accoppiamento.

poi la frequenza di taglio del passa alto con quei valori è di 4,02 Hz

 

Il mio discorso era riferito rispetto allo schema sotto privo di quella rete. Si discute dell EAR non di chi sia meglio. Mi pare che quelle 2 R da 2M e 3M dimezzano la DC sul catodo tenendo così la vkf del tubo sotto i limiti, evitando di dover sollevargli il filamento, ed evitando stando sotto sotto, i fischi e sibili che provoca una vkf troppo alta.

Inoltre diminuendo il valore di quel C in parallelo alla 2M si può anche aumentare i 4,02 Hz, troppo basso secondo me, insomma, un filtro più alto, ma sempre calcolato in base ai C nell'alimentazione di disaccoppiamento, per scongiurare autooscillazioni subsoniche.

Cari @sandrelli, @joe845, @walge Non ho le basi teoriche che voi avete, cerco di imparare e vi invidio moltissimo. Fatemi capire.... C2 e C9 sono relazionati a R2? Dunque variando la dimensione di C2 per esigenze di componentistica che hai sottomano. si abbassa la frequenza di taglio subsonico e dunque bisogna variare R2? Dunque è importante dire che C2 deve essere di valore tha 0,1 e 0,15uF ? Questo discorso vale anche per C9? (io ho messo un 1,8uF perchè l'1 uF non lo avevo e avrei dovuto comprarlo).  Essendo però C9 a valle di R2, ed essendo li il taglio subsonico che evita anche che il circuito oscilli, C9 penso sia molto elastico come valore... giusto? C2 invece no.  Correggeteminse sbaglio.... appunto vado ad intuito, mentre voi avete le basi indispensabili, e direi ben più delle basi!!!😃😃😃

Link to post
Share on other sites
36 minuti fa, sandrelli ha scritto:

ma i trasformatori dovrebbero avere le stesse caratteristiche elettriche per farne un paragone... dovrebbero essere piazzati sempre nello stesso punto e stesso orientamento magnetico (rispetto alla bobina di filtro)

Non avevo ancora il filtro induttivo... e si, li ho piazzati tutti nello stesso posto, dentro al case che avevo previsto. Tranne i toroidali, gli altri erano tutti orientati uguali per necessità. Inoltre il confronto è interessante perche tutti i trafo hanno caratteristiche di voltaggio e amperaggio identiche, 6,3v 2A (richiesto 1,3-1,5A) e 250V 80mA (richiesto dal circuito un 30mA, quindi sovradimensionato€

 

52B7FF88-7E02-4DB5-B6B4-08560AAD9015.jpeg

Link to post
Share on other sites

 a beh, io come bobina di filtro uso il primario di trasformatori avanzati controllando prima l'induttanza e la resistenza,  (con un 110+110 si possono anche separare i canali)  ma il problema rimane l'ottimale orientamento tra trasfo e induttanza per non vanificarne l'aggiunta

  • Melius 1
Link to post
Share on other sites
35 minuti fa, sandrelli ha scritto:

come bobina di filtro uso il primario di trasformatori avanzati controllando prima l'induttanza e la resistenza,  (con un 110+110 si possono anche separare i canali)  ma il problema rimane l'ottimale orientamento t

Geniale!!!!   È vero! Un trasformatore E’ un’induttanza!   Non ci avevo mai pensato.  Anche se sembra evidente, non lo è affatto !!!

Link to post
Share on other sites

domanda: cosa c'entra l'uso del primario di un trasformatore di alimentazione come induttanza di filtro ?

Il trafo di alimentazione gestisce sono segnali alternati; se gli facciamo passare la corrente continua il nucleo satura anche con pochi mA , quindi la induttanza crolla e lo scopo del suo uso fa a farsi friggere.

Ogni ottima induttanza di filtro ha il suo gap nel traferro e la sua funzione è direttamente proporzionale alla nontà di costruzione

 

Walter

  • Melius 1
  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now



×
×
  • Create New...

You seem to have activated a feature that alters the content of pages by obscuring advertisements. We are committed to containing advertising to the bare minimum, please consider the possibility of including Melius.Club in your white list.