Jump to content

Sbam sotto il giradischi


Montez
 Share

Recommended Posts

Non sono adatti in quanto pensati per applicazioni più "industriali": io ad esempio ci ho montato una cassetta porta attrezzi sul telaio della moto.

Per disaccoppiare un giradischi dal piano di appoggio è meglio qualcosa di più morbido e cedevole ma al tempo stesso stabile, tipo semisfere di sorbothane da almeno 3cm oppure come ho fatto io dei blocchetti di EVA che trovi da RS.

Link to comment
Share on other sites

Armando Sanna

@Montez

se hai pazienza ho ordinato quello che tu hai chiesto in questo 3D ( la versione economica degli SBAM  da 25 mm) andrà proprio sotto il mio giradischi a telaio rigido con punte e sotto punte ( attualmente ha dei piedini Home Made).

Quelli da 55 mm doppio polimero andranno sotto i diffusori ...

un saluto 

Link to comment
Share on other sites

Armando Sanna

@Montez

sono arrivati, montati oggi quelli sotto i diffusori farò un po’ di prove prima di passare agli altri sotto il giradischi e lettore CD, altrimenti uno non comprende il miglioramento in che direzione vada  e come affinarlo .

Il primo ascolto è stato molto piacevole la timbrica è quella che speravo di trovare ma ho perso nella profondità dell’immagine...

Coperta sempre corta per il momento.

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

  • 3 weeks later...
Armando Sanna

@Montez

come si promesso , ho montato gli SBAM da 12,5 mm sotto il piatto, parti dal presupposto che è a telaio rigido su 3 punte e motore esterno al telaio con trazione a cinghia tubolare.

Nel tempo lo avevo provato con diversi piedini e tavole in bambù, la soluzione migliore nel mio caso sono stati dei piedini home made con sabbia e o ring, suono veloce dettagliato non rientrano feedback acustici anche ad alto volume.

Appena montati gli SBAM la sensazione immediata è stata un suono più forte, gamma medio bassa più presente , acuti e medi riprodotti nella stesso modo precedente.

La cosa positiva è che la dinamica appare più veloce e dettagliata, mentre il basso diventa articolato e sembra meno profondo, buona la separazione degli strumenti.

La nota negativa è che ti mette in crisi il precedente equilibrio che avevo trovato, facendomi propendere per la scelta sotto il pre phono di piedini con suono più dolce e caldo per equilibrare  il tutto...

Devi provare ,la differenza con il Bi-polimero è netta a favore di quest’ultimo , molto più completo !!!

un saluto 

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

Armando Sanna

@argonauta1973

no non ho provato i DAM mi mancano solo quelli 😃...

Nella mia lunga militanza nel fine tuning  a casa ho :

MagicDream

Vibrapod

Vibracone

SuperSpike

Palle matte

SBAM

Coni + sottopunte

Ferma porte

Piedini, riempiti con sabbia, O ring e pellicola

Tavolette in bambù

O ring con sfere, acciaio, legno di cedro, di quercia ...

 

Credo di aver citato quasi tutto, tanto che potrei scrivere il libro “Lo zen e l’arte del controllo delle vibrazioni” 😁

 

Si fa per ridere 

 

un saluto

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

ernesto62

@Armando Sanna per i diffusori ti consiglio i Gaia, sempre fermo restando che uno abbia voglia di spendere ma molto probabilmente  diveranno  un punto fermo per toglier voglia di cercare ancora .    

Link to comment
Share on other sites

argonauta1973
2 ore fa, Montez ha scritto:

ma hanno un altro costo 

Sì vero, hanno un altro prezzo, ma ravanando bello sporco mondo dell’usato qualcosa ogni tanto salta fuori...😉

Link to comment
Share on other sites

argonauta1973
1 ora fa, Armando Sanna ha scritto:

Lo zen e l’arte del controllo delle vibrazioni

Il titolo è buono, se vuoi aggiungo le mie esperienze con Townshend, Isoacoustics , DAM, AriaMateria, e qualche cinesata con molle , e lo scriviamo a quattro mani! 😃

( Anche se sono convinto che qui dentro ci sia qualcuno che somma i miei, i tuoi e qualche altra manciata di giocattolini...)

Link to comment
Share on other sites

argonauta1973

@Montez i DAM li colloco sulla fascia di quelli che “qualcosa fanno”, o meglio da me e sull’impianto di un amico si sono fatti sentire, non sempre in bene però..

Abbiamo avuto la fortuna di poter provare Townshend Pods, Isoacoustics Orea, Dam e AriaMateria ( quelli con la sfera) nello stesso periodo.  E devo dire che non è che dove li mettevi stavano, infatti sotto al mio lettore cd i DAM  non mi hanno convinto. Molto bene invece gli Orea ( non miei) e i Townshend che uso tuttora ( questi andavano benissimo  anche sotto al giradischi, ma qui anche i DAM han fatto bene, anzi, a parità di piacere d’ascolto forse preferisco il timbro dei DAM...)

Resta il fatto, secondo me assoluto, che serve fare l’esperienza, perchè se da me è così non è detto che il risultato sia uguale su un altro impianto in un altro ambiente.

Per completezza, dal mio amico i DAM andavano molto bene sotto un finale di quelli tosti ( una cinquantina di kili mi pare) direttamente a pavimento, tanto quanto AriaMateria. Gli Orea, anche da lui, ottimi sotto al lettore cd.

Visto tuttavia che il thread riguarda gli SBAM, avrei voluto provarli, ma volevo quelli rossi, non più disponibili. Mi riprometto comunque di provare i neri al più presto..

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

Armando Sanna

@argonauta1973

sono sempre disponibile per una scrittura in condivisione, l'esperienza è fondamentale anche se ognuno di noi ha un impianto diverso e un modo differente di cercare il punto di equilibrio tra dettaglio, calore, profondità e articolazione ...

@ernesto62

sotto i diffusore con buona soddisfazione sto utilizzando gli SBAM a doppio polimero (quelli fucsia da un lato, viola dall'altro) credo che possa rappresentare l'uovo di Colombo, estensione e articolazione in basso con buon con dettaglio e apertura in gamma medio alta...

Un prodotto con un buono/ottimo rapporto qualità prezzo.

Poi nel mio impianto alcuni componenti (quelli più leggeri) godono del connubio SuperSpikes + piedini in gomma per avere dettaglio e calore senza sacrificare l'uno a discapito dell'altro.

 

Il resto dell'impianto è stabile da più di un decennio, l'ultima arrivata è stata la testina per il giradischi da quasi un anno che è diventata il riferimento per la parte analogica.

 

un cordiale saluto

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share




×
×
  • Create New...