Jump to content

Multa da 1 milione a Poltronesofà


appecundria
 Share

Recommended Posts

appecundria

La decisione dell'Antitrust a seguito dell'accertamento della violazione del Codice del consumo.

 

L'Autorità di garanzia della concorrenza e del mercato ha accertato che "nel 2020 la società ha diffuso campagne pubblicitarie ingannevoli e omissive riguardo alle caratteristiche dell'offerta, soprattutto per quanto riguarda la durata temporale, l'estensione delle promozioni  e l'entità degli sconti promessi".

Il catalogo delle scorrettezze proposto dall'Authority è vasto. Ecco gli esempi portati: nel caso della promozione "Doppi saldi doppi risparmi - sconto 50% + fino a 40% su tutta la collezione + 48 mesi senza interessi", diffusa nel periodo 4 gennaio - 9 febbraio 2020, si sono due cose che non funzionano. "In primo luogo, è emerso che le condizioni effettive di vendita limitavano l'applicazione delle percentuali di sconto pubblicizzate soltanto ad alcuni divani in catalogo e con la composizione e il rivestimento esposto in negozio. In secondo luogo, la società ha diffuso messaggi in cui l'offerta "48 mesi senza interessi" è stata inizialmente promossa con scadenza al 9 febbraio 2020. In seguito Poltronesofà ne ha prima anticipato la scadenza al 19 gennaio 2020 e poi l'ha ripresentata con l'originaria scadenza del 9 febbraio. Si tratta di un comportamento che può far pensare al consumatore di doversi affrettare all'acquisto perché l'offerta sta per scadere, privandolo così del tempo necessario per prendere una decisione consapevole".

 

Link to comment
Share on other sites

1'000'000 di Eu ---- ??!?!????

ma no, si saranno sbagliati ... e poi si sa con la scontisca abituale, saremo a un - 50% più un ulteriore - 40%, che facendo proprio il motto creato dal loro ufficio marketing potrebbero così giustificare :

 

 

" Molto più di metà prezzo sui nuovi balzelli, la sanzione che vuoi, al prezzo che hai sempre sognato .... Poltronesofà, artigiani della qualità "

 

  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

Pasquale SantoiemmaGiacoia

...e pensare che bastavano tre righe fitte fitte di testo (di fatto illeggibile) poste in calce al piede al messaggio...

come avviene in una moltitudine di "promozioni" e "spot" ... dai materassi alle automobili...

 

Link to comment
Share on other sites

Schelefetris

avranno tempo fino a domenica per pagare.

avranno tempo fino a domenica per pagare.

 

avranno tempo fino a domenica per pagare.

avranno tempo fino a domenica per pagare.

 

avranno tempo fino a domenica per pagare.

avranno tempo fino a domenica per pagare.

 

 

Link to comment
Share on other sites

claudiofera

Io... avrei ribaltato le loro "occasionissime" in "multatissime ".. avrei sanzionato il grave spargimento di credulità,con l'aggravante delle fregnacce ripetute.Questi blateravano di sconti del 50%, ai quali si sarebbe aggiunto quello del quaranta : a sentire loro - e bisognava sentirli per forza (!) - ti vendevano i divani al 10% del prezzo normale.Stucchevoli oltremodo le riprese di un finto laboratorio stile mulino bianco,mulino bianco che -per l'appunto - non esiste.

Link to comment
Share on other sites

Lavorando da sempre nel settore del commercio, ho cercato, più che altro per curiosità, di immaginare come avrebbero "coperto" le spese per tutti quegli spot, che non costano proprio poco. Poi, vedendo che aprivamo nuovi punti vendita in tutta Italia, ho immaginato tante persone, più o meno consapevoli (del rischio), che si affidavano al franchising, contando sull'appoggio pubblicitario. Come però a volte succede in situazioni simili, mi sarei aspettato, nel tempo, un fallimento dell'iniziativa (con tutte le conseguenze del caso), ma, nonostante tutto, sembra che il giochetto regga. Che poi i divani siano fatti a mano, in Italia, e venduti a quattro soldi ... se ancora qualcuno ci crede, fanno bene ad approfittarsene. 

Link to comment
Share on other sites

Non comprerei mai da loro per principio.

Piccolo ot.

Sembra a me o le pubblicità in generale sono sempre più assurde?

L'ultima che ho notato è quella della ragazzina di colore che si domanda se è possibile che l'amore vinca sull'odio ecc.. poi arrivi in fondo ed è vodafone..

Bo? Sarò fatto male io ma a me, lì per li non resta neanche impresso cosa e chi vendono. Poi col martellamento capisco e realizzo quanto sopra.

Link to comment
Share on other sites

Necessitando di un divano a poca spesa per la taverna, a gennaio andai a vedere i famosi divani con sconto 50+40 solo fino a domenica.

Per qualche "strano motivo" nel negozio non c'era nulla del genere, l'unico divano con tale mirifico sconto era una porcheria inguardabile a 2 posti vecchio come il cucco e probabilmente tignato che non avrebbero venduto neanche a un barbone. Per il resto si partiva da 1600-1700 euro "già scontato".

Uscito di lì sono passato in un centro commerciale economico della zona dove ho trovato un divano a L per niente brutto e perfetto per la taverna a 400 euro, anche dopo domenica.

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, claudiofera ha scritto:

a sentire loro - e bisognava sentirli per forza (!) - ti vendevano i divani al 10%

Sconto 50% + 40% significa che fanno lo sconto del 50% sul prezzo iniziale e successivamente il 40% su quel che resta, quindi il prezzo finale sarebbe il 60% del 50% ovvero il 30%.

Ovviamente è una presa per i fondelli applicabile solo agli avanzi di magazzino invendibili a titolo di attira-polli che poi una volta in negozio comprano qualcos'altro a prezzo pieno o quasi.

Oppure se ne vanno decisi a non metterci mai più piede, come ho fatto io.

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

Conosco un po' il settore, per questioni professionali.

 

Quel tipo di aziende non si regge sul prodotto ma solo ed esclusivamente sul marketing "popolare".

Ci sarebbero anche altri discorsi da fare sul perchè queste aziende in Italia sono "too big to fail" (natuzzi é un'altra di questo tipo) ma non è il luogo adatto..

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, SerG ha scritto:

come avrebbero "coperto" le spese per tutti quegli spot, che non costano proprio poco

 

Per uno spot credo che la cifra si aggiri intorno a diverse centinaia di migliaia di € 😢

Link to comment
Share on other sites

3 ore fa, Martin ha scritto:

Personalmente avrei dato la multa solo per l'immane scassamento di m..chia dato dall'invasività pubblicitaria dell'azienda in oggetto

 

Perchè non hai visto mai, forse, Alessandro Greco su 9 con l'offerta "zero pensieri" :classic_laugh:

Link to comment
Share on other sites

9 minuti fa, maximo ha scritto:

Per uno spot credo che la cifra si aggiri intorno a diverse centinaia di migliaia di €

Credo un po' meno, se non si tratta di un 90 secondi in prime time durante il festival di Sanremo o evento comparabile.   Possiamo stimare spannometricamente un costo di 3-400k per il flight bisettimanale di un 30"su  rai o mediaset, e attorno ai 30k per un singolo passaggio dello stesso in "traino" di un tg serale o immediatamente successivo, oppure nei primi slot di un programma ad alta audience. 

Link to comment
Share on other sites

La domanda da porsi è: considerato il budget pubblicitario a disposizione e costantemente impegnato 12 mesi l'anno, oltretutto per un settore a bassissimo valore aggiunto come quello degli imbottiti che ha margini di profitto risicati nella fascia mediobassa (quel'è quella del marchio in questione), quanto del budget aziendale resta da destinare alla qualità dei prodotti?

Datevi una risposta da soli 😉  

Link to comment
Share on other sites

Adesso, maximo ha scritto:

E del Greco che interviene ogni 15-20 minuti a scassare i cabasisi ??

Le pubblicità invadenti ottengono il solo effetti di irritarmi.  

Un amica pubblicitaria mi ha spiegato che quando accade, e sopratutto con campagne che si protraggono oltre le 2 settimane, significa che io non ero nel "target" del messaggio, e probabilmente non avrei comprato quel prodotto nemmeno con uno spot da premio oscar.  Per darmene prova mi ha mostrato, tabelle sipra alla mano, le settimane di uno spot radio che mi aveva dato particolarmente fastidio (si-con-riso-senza-lattosio). In quella setttimana girava un altro spot, con lo stesso affollamento, del quale non mi ero nemmeno accorto (segugio.it) . Quello era "entrato" (nel gergo della pubblicitaria). E infatti, quando una collega ha avuto bisogno di una assicurazione auto, cosa le ho consigliato ? "Hai visto su segugio.it? "  Dopo quella dimostrazione guardo con un certo rispetto i professionisti del settore, fermo restando che le campagne invadenti continuano a starmi sulle balle. 

Le campagne "tecnicamente" sbagliate per tipo di messaggio di solito non sopravvivono 2 settimane.  Pensiamo a Ikea con "ve li teniamo noi in mezzo alle palle" o Barilla con la famiglia tradizionale e il clamoroso dietrofront sull'olio di palma. 

Link to comment
Share on other sites

Il mondo dell' adv è molto affascinante.

 

A tale proposito non so se avete notato il cambio di rotta di Amzn che fino ad ora aveva puntato molto su varietà di offerta, servizio, comodità, attenzione al cliente ecc mentre recentemente ha virato sul "prezzo basso" con cui sta bombardando pesantemente e a senso unico.

 

Siccome fessi non sono, hanno capito che in Italia in questa situazione congiunturale la cosa a vincere su tutto è il prezzo. 

Link to comment
Share on other sites

 Share


  • News

  • Obiettivi Recenti

    • Great Content
      Dufay
      Dufay earned a badge
      Great Content
    • Reputation
      pino
      pino earned a badge
      Reputation
    • Green Vinyl Badge
      ferroattivo
      ferroattivo earned a badge
      Green Vinyl Badge
    • Great Content
      plinth art
      plinth art earned a badge
      Great Content
    • Reputation
      spersanti276
      spersanti276 earned a badge
      Reputation
  • GA_EU_EvergreenBanner_IT-300x250.webp.3beda3d55520411fdcdd2b1fc9bf8ea9.webp

×
×
  • Create New...