Jump to content

Raal SR1a...la non Cuffia


best56
 Share

Recommended Posts

Raal SR1a...È una Non Cuffia, che suona diversamente da tutte le altre Cuffie Flagship,...e che per questo si può andare facilmente "In Dipendenza"!!!... Inizialmente il Cervello & Orecchie, debbono resettare tutti i parametri e settaggi usati per le altre Cuffie, dopo di ché con i nuovi parametri ed equalizzazioni cerebrali, sei pronto ad assorbire il suono della Raal SR1a. A quel punto, magicamente, sei catapultato a Quota 5K con finestra aperta e giornata terza!!!...Tutto diventa limpido e trasparente. Il problema ce l'hai dopo, quando indossi nuovamente un'altra Cuffia tradizionale, e ti accorgi di essere ritornato tristemente a Milano, in una giornata buia e piovosa, in orario di punta, e con lo smog che ti ottura Naso e Orecchie!!!...Questa è la Raal!!! Sicuramente meno completa delle altre, in apparenza, ma della quale non se ne può fare più a meno, perché ormai sei entrato in una 3a Dimensione!!!...Non è quindi Cuffia, anzi una Non Cuffia, per tutti!!!.

Mi piacerebbe leggere le impressioni di altri utenti, che hanno questa Raal.

Al momento ho realizzato due postazioni per lei, una con il Driver Schiit JOT-R, senza Adattatore Raal, e l'altra con un Driver PRO S150-MKII, da 150 Watt a 4 Ohm. L'intero cablaggio, Cavo Cuffia e Cavi di Potenza, sono in puro Argento by Invictus Cable...e debbo dire che il salto è notevole rispetto ai suoi Cavi Originali.

 

Jotunheim R insitu 1920.jpg

IMG_20210303_135044.jpg

Link to comment
Share on other sites

Duncan_McCloud

Da possessore di SR1a, JOTR , e anche HD800S, confermo in toto:

 

Il 19/3/2021 at 19:39, best56 ha scritto:

Tutto diventa limpido e trasparente. Il problema ce l'hai dopo, quando indossi nuovamente un'altra Cuffia tradizionale, e ti accorgi di essere ritornato tristemente a Milano, in una giornata buia e piovosa,

 

Per carità, la HD800S è sempre un bell'ascoltare, ma la RAAL ti porta su un'altro piano di ascolto.

Link to comment
Share on other sites

Grazie per aver riscontrato le mie stesse sensazioni... È vero che forse la Abyss 1266, in generale è più completa, ma questa Raal è comunque un "Crack"...che nel mio Harem, ci sta come una Ciliegina sulla Torta!!!...Ottimo l'uso a basso costo del Driver S150-MKII, con ottime performance.

Link to comment
Share on other sites

Benvenuto Vale, e complimenti per l’acquisto....la Raal io c’è l’ho da quasi 2 anni, ho avuto tutto il tempo di fare un percorso di crescita e approfondirla con calma.

Al momento, non c’è un sistema migliore di riproduzione in cuffia in quanto a realismo , soprattutto per musica classica e in genere per musica non amplificata o quanto meno dischi incisi bene, questo perché la Raal ti sbatte in faccia storture di incisione, soprattutto quando la dinamica viene soffocata.

Attualmente, ho avuto modo ancora di affinare il mio Setup con l’inserimento dello Sparkos Audio Aries che fa da pre all’incredibile Powersoft Mezzo, una macchina incredibile dal costo umano che ha scalzato facilmente il Benchmark Ahb2 che avevo prima.

 

D72474E3-E077-4131-97DD-7ECAC8F1C69C.jpeg

Link to comment
Share on other sites

Sono perfettamente d'accordo con Te e la tua esperienza. Io dal tuo percorso ho preso in esame un Driver dal Professionale per allestirci una seconda postazione, e ho preso anche i Cavi in Argento sia per quelli che vanno dall'Adattatore al Driver e sia quelli per la Cuffia...e il cambiamento è stato notevole rispetto ai suoi Originali. Mentre per l'altra postazione ho preso lo Schiit Jot-R, direttamente dal Costruttore, poiché il Distributore Italiano, non lo importa. E il fatto di non usare l'adattatore, mi ha permesso di avere un Set up, facilmente collocabile e con poco spazio. La resa sonora è impeccabile, cosi come letto nelle Review Straniere...Per cui contentissimo degli acquisti.

Link to comment
Share on other sites

  • 3 weeks later...
Il 25/3/2021 at 17:20, MCnerone ha scritto:

all’incredibile Powersoft Mezzo, una macchina incredibile dal costo umano che ha scalzato facilmente il Benchmark Ahb2 che avevo prima

Come hai fatto con le connessioni Phoenix? 

Link to comment
Share on other sites

Chi gli ha venduto il Driver PowerSoft, gli ha fatto anche i Cablaggi Adattatori. Anche Io sul Driver Pro, ho usato i Connettori Neutrik SpeakOn per collegarci i Cavi dall'Adattatore Raal al Driver...tra l'altro molto semplici da assemblare.

 

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

 

Quando ormai ero convinto sull’accoppiata SR1a + Joutenheim R, ecco che il mio fidato nuforce dda100 utilizzato sulla mia postazione desktop mi abbandona, spingendomi a rivalutare l’integrato generico che mi copra sia l'ascolto cuffia che quello nearfield.

 

Tra le decine di pagine lette qui e su forum internazionali una cosa non mi è ancora chiara, ovvero quanto le caratteristiche sonore dell’integrato vengano preservate nel passaggio attraverso l’interfaccia e siano rilevanti rispetto alla mera potenza erogata.

In altre parole: i 200W di una soluzione di medio livello (e.g. Musical Fidelity Nuvista 600) accorciano le distanze qualitative che teoricamente lo separano da una soluzione di livello superiore in grado di offrire comunque i 100W richiesti (e.g. Synthesis A100 Titan)?

 

Le amplificazioni non sono citate a caso, la maggior parte dei miei ascolti non è su generi “nobili” e sto cercando qualcosa in grado di addolcire un po’ la Raal all’occorrenza (tant’è che la 1266 TC rimane un'alternativa più tradizionale che si riaffaccia a giorni alterni nel mio retro cranio…).

 

Grazie!

 

 

 

Link to comment
Share on other sites

La Raal è una cuffia totalmente trasparente, questo per dire che tutto quello che c’è prima, viene sbattuto in faccia all’ascoltatore senza filtri.

Dopo aver letto tutto ed il contrario di tutto, tra cui uso di subwoofer esterni, ampli valvolari per addolcire etc. Per me la soluzione migliore, perché agisce in modo chirurgico, è farsi una bella equalizzazione come ho fatto io.

Link to comment
Share on other sites

  • 3 weeks later...

Anch’io ho la RAAL da quasi due anni e la uso sia con il Jot R attaccato al DAC Yggdrasyll che, tramite l’adattatore, alimentata dal pre e finale che uso per le Magneplanar 3.7 mkII (che, non a caso, hanno il tweeter a nastro...certo quasi due metri di altezza di nastro... ma sempre nastro rimane!).

Proprio con le Maggies avevo provato a cambiare la combinazione pre valvolare più finale a stato solido, AR Reference 1 mkII e finale Mark Levinson 23.5, provando anche soluzioni più “economiche” in classe D.

Ma al tempo, ormai si parla di 7-8 anni fa) trovai il suono dei finali in classe D  provati allora così “misero e innaturale” che lascia proprio perdere incrociando le dita per la durata dei finaloni ML in classe B... incrocio scaramantico che per adesso ha retto!

Ho ascoltato la RAAL anche con pre e finale a valvole AudioResearch (i finali nuovi da 150 W per canale), suono molto bello ma... meno che col vecchio  Levinson ML23.5.... per cui, visto il costo ho lasciato perdere...

In buona sostanza: un pre valvolare ma trasparente accoppiato ad unbuon finale a SS in classe A/B  o B sembra essere, nel mio caso, l’abbinamento ideale.

Fatto confermato da questo ascoltato a casa di un amico musicista che usa, per pilotare la RAAL, un pre valvolare Klimo Parsifal accoppiato ad un finalone da 200 W  della Karan Acustics.... suono spettacolare... ma fra pre e finale si parla di oltre 50.000 euretti di costo...!

Devo dire che il Jot, specie con il comando compensazione Baffle su on, riesce a pilotare molto molto bene la RAAL e senza costi troppo esosi...

Link to comment
Share on other sites

Poi, visto il costo davvero abbordabilissimo, prima o poi proverò anche io dei finali powersoft come i Mezzo... se mi piacciono li lascio volentieri per la RAAL, se no li metto a sostituire un vecchio finale BGW da 200 W che sta pilotando una coppia di diffusori B&W DM 6 per l’impianto audio-video ...

 

BA48-C499-4-E47-4-F8-F-8996-26-CEBEB88-E

Link to comment
Share on other sites

IMG_20210203_010940.thumb.jpg.60ba543e9b77127da9e1139d0c51b707.jpgIo ho due postazioni x la Raal SR1a, una con lo JOT-R e l'altro con un Driver Pro S150-MKII, e sono super soddisfatto. L'unico consiglio che mi sento di dare è di sostituire i Cavi originali, con Cavi in Argento, sia Cuffia che di Potenza, di Invictus Cable, e qui il salto è notevole e giustifica, la spesa extra!!!

Link to comment
Share on other sites

  • 3 weeks later...

Ho letto con attenzione l’articolo uscito su Computer Audiophile questa settimana che “spiega” come portare la RAAL “ad un altro livello”...

In pratica si tratta di acquistare dei filtri “equalizzatori” (detto proprio all’imgrosso) digitali, come software, su Accurate Audio!

Qualcuno ha già questa esperienza?

  https://audiophilestyle.com/ca/reviews/taking-the-raal-requisite-sr1a-headphones-to-another-level-r1020/

Link to comment
Share on other sites

Il 10/6/2021 at 08:30, Simonef ha scritto:

ha semplicemente misurato la cuffia e fatto una curva di EQ per correggerla.

Molto bene, finalmente hanno capito che per far funzionare la Raal non ci vuole l’ampli magico, ma solo una bella equalizzazione!

 

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

@MCnerone

Sono in netto disaccordo e spiego il perché.

Non sono ancora mai riuscito a farmi piacere una, anche solo una, correzione ambientale per diffusori fatta con un DSP, anche molto accurato ed avanzato che sia.

E lo stesso vale per l’equalizzazione di una cuffia: non solo perché l'equalizzazione “snatura” il progetto originale, ma anche perché in realtà non esiste una “equalizzazione” perfetta, nel senso che la curva di risposta in frequenza “sembra” solo apparentemente più “flat”, ma se si usa una specie di “lente di ingrandimento” e si suddivide quindi la curva in piccoli segmenti ci si accorge che l’equalizzazione Introduce a sua volta delle irregolarità che non c’erano. E non è che “poggio e buca” fa pari, come si dice a Firenze... no, l’orecchio umano sente che non è quello il pari “vero”.

Insomma, secondo me è un po’ come bere la CocaCola Zero: non solo si perde qualcosa in termini di sapore, ma rimane uno strano retrogusto in bocca che .... ecco, no, non fa per me!

Questo vale per tutti i tipi di equalizzazione e DSP provati fino ad oggi...per diffusori e per cuffie,  poi chissà, magari in un futuro prossimo troverò anche quello che fa per me,

Ribadisco invece che il passaggio da un amplificatore ad un altro fa cambiare enormemente la “personalità” della RAAL.

E devo dire che a casa mia, ascoltandola col pre valvolare Audio Research e il finale ML 23.5 trovo che... ecco non ci sia bisogno di nessuna equalizzazione, tanto bello è il suono, tanto naturale è la tessitura sulle alte frequenze e sopratutto tanto è fisico l’impatto sui bassi anche profondi.

IMHO, cioè è solo una mia opinione...ovviamente ...

Link to comment
Share on other sites

Approfitto per dire che da qualche giorno mi è arrivata la GoldPlanar a nastro e sono assolutamente sorpreso dalle prestazioni di questa cuffia a nastro. 

Usata con un adattatore sullo Schiit Jot2, pensato per la RAAL, la GoldPlanar mi sta dando soddisfazioni impensabili... ma ne parlerò in apposita discussione...

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share




×
×
  • Create New...