Jump to content

Siltech: cavi di potenza


TopHi-End
 Share

Recommended Posts

Salve a tutti,

quali sono, secondo voi, i migliori cavi di potenza della Siltech per rapporto qualità/prezzo?

Mi dite delle caratteristiche soniche?

Grazie

Link to comment
Share on other sites

https://melius.club/topic/927-confronti-tra-cavi/page/3/?tab=comments#comment-129193


oltre a quanto già esposto qui (prestazioni di prim’ordine) bisogna fare dei distinguo tra le serie economiche (coi nomi tipo Berlin, London, ecc) che hanno materiale convenzionale (rame o rame placcato argento da quel che ricordo) e la serie classic, in lega argento/oro.

Ovvio questi ultimi sono molto più cari ma rispecchiano la filosofia costruttiva siltech e i brevetti del marchio, compresa la geometria ad elica stretta (a mo’ di DNA), i connettori e la miscela nel materiale.

I modelli Signature sono invece esageratamente cari.

Quindi secondo me, quelli che hanno un senso sono i primi (pure silver) ma già intrecciati in quel modo e i successivi G3 e G5.

Dai G6 in poi ho un po’ perso di vista il marchio anche per i rincari ulteriori (anche se bisogna ammettere che i siltech prima seria, anni ‘90, aveva già prezzi alti a causa dell’argento utilizzato).

dai miei ascolti emerge che sono cavi con poche limitazioni (ammesso che questo termine si possa usare, non sono per nulla correttivi). Lasciano passare tutto, probabilmente grazie alla costruzione pensata per ottimizzare al massimo i parametri elettrici, che però non sono dichiarati… ma questo ahimè è un male comune a tanti marchi.

 

Ovviamente occhio ai fake, se usati meglio farsi mandare diverse foto. 

Link to comment
Share on other sites

@FedeZappa ti ringrazio. Stavo proprio dando un'occhiata alle serie coi nomi di città, New York e Paris in primis, di cui ho letto belle cose. Non voglio spendere cifre esose per i cavi di potenza, ma se con le vecchie serie riesco ad avere prestazioni migliori, spendendo lo stesso o anche meno, allora meglio così.

Leggendo il post sui confronti tra cavi ho visto che hai parlato dei LS 38 g3 e degli LS 110 g5, ma sono impossibili da trovare.

Ho trovato invece gli LS-25 MXT Pure Silver & OFC Copper, li conosci? Altri modelli ugualmente validi a prezzi "umani"?

Link to comment
Share on other sites

Gli unici nella geometria già citata e con conduttori silver-gold ad un prezzo accettabile potrebbero essere gli LS 68 g5 e gli LG 38 g3

 

https://www.marktplaats.nl/a/audio-tv-en-foto/kabels/m1695894002-siltech-ls-38-speakerkabel.html?previousPage=lr


 

Il problema è che spesso gli olandesi non spediscono…

 

 

In alternativa, meglio gli LS25 mxt (sempre serie g3), in catalogo a ridosso dei 38, che però non hanno la miscela argento oro bensì un non specificato mix di argento e rame. Non sono dei solid core.


Nella successiva g5, per i sostituti venivano dichiarati quanti trefoli erano in argento e quanti in rame… purtroppo molti marchi sono avari di informazioni e siltech è tra questi.

 

I cavi citati sono per forza originali perché ai tempi della g3 non esistevano i fake.

 

447C2CCF-E3FE-40EA-A643-0E87FDF072CD.png

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

Ciao, non ho ascoltato nulla di quella serie.

Gli MXT erano praticamente una via di mezzo tra il/i modelli entry level (allora coi nomi di città, ora chiamati Explorer) e i “classic g3” in argento/oro.

Il costo ridotto del 25 derivava dal fatto che solo parte dei trefoli (in numero non specificato) era in argento, gli altri in rame.

Comunque su audioreview se ne parla molto bene, e i recensori sostengono che non siano così inferiori ai “veri” siltech.

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

  • 4 months later...

Riuppo la discussione perché, finalmente, ho acquistato una coppia di cavi di potenza Siltech MXT New York (i top di gamma), che da tempo seguo sull'usato. Costavano dai 790 ai 990€ la coppia di listino, a seconda delle misure, e mantengono la stessa lega in rame - argento - oro delle serie top di Siltech.

Il rivenditore mi ha detto (ma ho visto anche le foto) che li aveva in demo presso una delle sale migliori, collegati ad una coppia di ProAc (mi pare D30RS) ed elettroniche Gryphon, quindi questo mi fa presupporre buone cose.

Non so se conoscete questa serie MXT (New York, Paris e London), ma se qualcuno li ha provati/ascoltati, sono graditi pareri ed opinioni.

 

Link to comment
Share on other sites

Dalle mie info, annuario Suono 2007 ai tempi dell’importazione B&B audio, per i new york sono indicati “oltre 170 trefoli in rame, 6 in silver/gold”, una soluzione inedita.

Qui volendo c’è una brochure:

https://www.ebay.it/itm/Siltech-MXT-Cavo-opuscolo-inutilizzato-/194300777040?mkcid=16&mkevt=1&_trksid=p2349624.m46890.l6249&mkrid=710-127635-2958-0

I prezzi erano ben al sotto rispetto alla serie classic g5. Purtroppo non li ho mai ascoltati…

 

E6B7DB7C-D2EE-484F-BB09-6AD7A418DAD8.jpeg

Link to comment
Share on other sites

@FedeZappa ho letto su due forum americani prezzi da 850$ a 1.050$ per il top di gamma MXT New York Loudspeakers Cable, che tradotto in euro è il prezzo da me postato. 

Oltretutto, facendo le dovute conversioni su altri siti con monete straniere, davano lo stesso risultato.

C'è anche da considerare che questi cavi, da quello che ho capito, sono stati prodotti fino al 2015. Quindi i prezzi di listino, rispetto al 2007, saranno sicuramente aumentati.

Nell'annuario mancano anche le varie metrature prodotte di serie, ovvero la 2 e da 3,5, che ho visto in vendita su siti stranieri.

Da tempo seguo questi cavi e ho approfondito abbastanza.

Non sarebbe il primo caso di prezzi errati sull'annuario di Suono.

.

Adesso, al di là di listini e riviste, quello che conta sarà l'ascolto. 😄

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

Sto ascoltando in questo momento i Siltech MXT New York... non voglio tirare conclusioni affrettate, dettate dall'entusiasmo.

Più tardi, appena ne assimilo bene le impressioni, posto il mio parere.

Per adesso, un solo aggettivo: naturalezza disarmante!

Link to comment
Share on other sites

Bene, sto per spegnere l'impianto, ma mentre ascolto il SACD Brothers in Arms dei Dire Straits della MoFi, scrivo una brevissima recensione del MXT New York di potenza.

La prima impressione che salta all'orecchio è il silenzio e il cosiddetto nero infrastrumentale. L'ascolto diventa armonico, soave e assolutamente naturale. Si ha come una sensazione di maggiore pace e pulizia. Tutto scivola meglio e ben contrastato.

Lo confronto col mio attuale cavo da me realizzato, ma anche col precedente validissimo Wireworld Equinox Pro 7.

Faccio un piccolo appunto sugli Equinox, perché hanno un suono molto definito e aperto, ma a volte eccedono un po' nell'estremo acuto, che non è di grandissimo spessore e può diventare piuttosto asciutto. È un suono che definisco "moderno", perché è come un effetto loudness che si concentra agli estremi di banda, ed che è l'unica pecca comune ai Wireworld che ho avuto e ascoltato fino ad oggi.

A differenza degli americani, come scritto nel precedente post, se avete necessità di naturalezza, il Siltech MXT New York può fare la differenza. La gamma bassa è ben presente, ricca e dettagliata; le medie, con relative voci e strumenti, scivolano via con un senso di appagamento notevole. La gamma acuta è priva di qualsiasi senso di asprezza e/o digitale, e si presenta in maniera assolutamente raffinata e vivida.

Non voglio aggiungere altro, ma è un cavo davvero notevole!

D'altronde, stiamo parlando di uno dei costruttori di cavi Hi-End più grandi e affermati al mondo.

 

Link to comment
Share on other sites

@TopHi-End

Mi ritrovo in quello che hai descritto. Faccio un copia/incolla di un mio vecchio post:

Di potenza, eccezionali gli LS 38 g3 e LS 110 g5

Cavi di livello molto alto. Su una catena (non mia) i kimber 8tc erano i titolari da un po’ di tempo, ma con i siltech c’era poco da fare, la differenza era evidente su tutti i parametri, e secondo me l’avrebbe sentita chiunque. Più articolazione, aria, dolcezza, contrasto.

In sostanza, per essere più precisi, meno sottrazione in ogni aspetto dell’ascolto.

Lo stesso i 4/40 di segnale in confronto ad altri 3 o 4 modelli di altre marche. 
Devo dire però che non sono universali, come del resto tutti gli altri. 

 

 

 

Link to comment
Share on other sites

@FedeZappa 

1 ora fa, FedeZappa ha scritto:

Più articolazione, aria, dolcezza, contrasto

Più che dolcezza, la definirei raffinatezza. Perché c'è estensione e dettaglio. Comunque, il senso è quello.

Secondo me, insieme ai Cardas Clear Cygnus, sono tra i cavi più "universali" tra quellida me provati, a patto di non ricercare un suono eccessivamente aperto e/o squilibrato sulle alte.

Gran bell'equilibrio questi Siltech.

Comunque, ho nuovi arrivi e confronti in vista. 😄

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

D’accordo.

Penso che restino cavi, come ho più volte ribadito, sul versante neutro, dolcezza in effetti rende meno l’idea.

Una via di mezzo tra gli estremi (mit, cardas economici, monster, alcuni vdh sul versante più “caldo”, nordost, alcuni kimber e forse anche altri su quello più “freddo”).

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

3 ore fa, FedeZappa ha scritto:

Una via di mezzo tra gli estremi (mit, cardas economici, monster, alcuni vdh sul versante più “caldo”, nordost, alcuni kimber e forse anche altri su quello più “freddo”).

Hai centrato il punto.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share



×
×
  • Create New...