Jump to content

Class action Dieselgate: una vittoria storica


argonath07
 Share

Recommended Posts

Paperinik2021

VW mi sta sulle scatole, e quindi sono contento. Però 200 milioni, per loro, sono bruscolini, non li danneggeranno neanche un po'. Qualche centesimo in meno agli azionisti l'anno prossimo e risolvono. Poteva andare peggio.

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

briandinazareth

trovo molto interessante la vicenda dieselgate come cartina di tornasole di quanto il pregiudizio sia fondamentale per gli uomini. 

se una cosa del genere l'avesse fatta fiat, oppure peugeot o qualunque altro che non avesse, come i tedeschi, intere legioni di tifosi a prescindere, sarebbe stata una catastrofe... oltre che il mantra "i soliti italiani".

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

200 milioni li spendono di solito per comprare la carta igienica...chiederanno ai dipendenti di farla a casa x un anno, cosa vuoi che sia

Link to comment
Share on other sites

Faranno ricorso, andranno in appello... prima che caccino fuori i soldi passerà ancora tempo.

Comunque sono contento di non avere mai avuto un'auto del gruppo VW. 

Anche ai tempi di quelli che sognavano la Golf GTI contro quelli che sbavavano  per la Delta HF, stavo dalla "parte giusta" 😁

Link to comment
Share on other sites

Fabio Cottatellucci
45 minuti fa, lufranz ha scritto:

Anche ai tempi di quelli che sognavano la Golf GTI contro quelli che sbavavano  per la Delta HF,

Confronto improponibile, casomai Delta HF contro Audi Quattro.

la Golf GTI semplicemente non ebbe per anni rivali italiane; la prima replica fu la 127 Sport (no comment) poi, dopo generazioni di GTI, arrivarono la Ritmo 105 (nata già meno potente), la Ritmo Abarth (non pervenuta) e infine la Uno Turbo (impossibile fare paragoni).

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

50 minuti fa, briandinazareth ha scritto:

se una cosa del genere l'avesse fatta fiat, oppure peugeot o qualunque altro che non avesse, come i tedeschi, intere legioni di tifosi a prescindere, sarebbe stata una catastrofe...

vero.  Sulla cruccofilia motoristica anni fa osservavo come, a parità di difetto, fiat era inevitabilmente "una merda", mentre per le cruccomobili venivano avanzate spiegazioni "tecniche" sulla inevitabilità del guasto: "No, non si è rotto il collettore del radiatore, è stata la molletta di fissaggio che ha inciso la gomma fino a tagliarla"... 

Stesso guasto su fiat: "... d'altronde è una fiat, materiali e montaggi sono quello che sono...." 

😁

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, pino ha scritto:

È una bella vittoria,poi però i Tedeschi chiudono le fabbriche sul suolo Italiano.

mai vista una. A parte Lamborghini che è stata comperata in quanto motor valley storica e se la chiudessero sarebbe per non riaprire da nessuna parte. Ma non la chideranno, rende.

Link to comment
Share on other sites

Gli americani non mi pare si siano accontentati di 200 milioni di euro.

Gli hanno praticamente fatto riscrivere tutti i bilanci dei prossimi 10 anni e fatto vendere macchine per gli anni venturi con plasticoni duri tipo la nobile Fiat Panda per risparmiare ,,

Link to comment
Share on other sites

Paperinik2021
4 minuti fa, stefanino ha scritto:

incidenza multa su utili 0,5%

Appunto, come dicevo prima, qualche centesimo in meno agli azionisti

Link to comment
Share on other sites

Masaniello
1 ora fa, lufranz ha scritto:

quelli che sognavano la Golf GTI contro quelli che sbavavano  per la Delta HF

Be' rispetto alla Golf GTI la Delta HF era un'altro pianeta

Link to comment
Share on other sites

59 minuti fa, Fabio Cottatellucci ha scritto:

Confronto improponibile, casomai Delta HF contro Audi Quattro.

Piano.

La concorrente Lancia della Golf GTI era in effetti la Delta HF Turbo 1600 2WD  prodotta a partire dall'84. Non confondiamo la Delta HF turbo con le varie HF 4wd/integrale assai successive.

 

Avendo avuto sia Golf GTI (1.6 mk1/5m) che Delta HF Turbo (1.6 a carburatore) posso dire con cognizione di causa che la prima era meno divertente -ma comunque notevole per l'epoca-, ma un mulo indistruttibile con una meccanica affidabilissima.

La seconda era divertente finchè andava (ovvero quando non era in officina, e la mia lo era un po' troppo spesso) con alcuni difetti di base come i freni sottodimensionati ed una scocca non proprio rigida... avevo perso il conto di quante volte ho fatto risaldare la traversa di supporto motore che si crepava spontaneamente.

 

 

 

Link to comment
Share on other sites

 Share




×
×
  • Create New...