Jump to content

Digitalizzazione vinili 1: quale convertitore?


eliopolis53
 Share

Recommended Posts

eliopolis53

Salve a tutti, da poco sono andato in pensione, e finalmente ho più tempo da dedicare alla musica. Possiedo circa 500 LP (periodo tra i '70 e i '90) di un pò tutti i generi musicali e vorrei chiedere a voi consigli su come "liquefarli" in modo da poterli preservare e ascoltare anche in mobilità.  L'argomento probabilmente era stato ampiamente trattato prima del "disastro digitale" di OVH, ma ora non vedo più nulla in proposito...per cui rilancio l'argomento.  Dando per assodato che il segnale passa prima nel pre-phono, l'uscita a livello linea dovrebbe andare ad un ADC, giusto?
Ecco, la mia prima domanda è questa: quale ADC è adatto alla bisogna per ottenere un buon risultato senza spendere un capitale? (il "capitale" per il mio reddito da pensionato è una cifra superiore ai 1.000 euro, se si stesse tra i 200 e i 500 sarebbe meglio...). 

E quali caratteristiche essenziali dovrebbe avere un ADC per questo utilizzo? (es: poter campionare a 48, 96 o 192 Khz o.. ancora più su?) Andare sul nuovo o sull'usato? (Tra l'altro ho recuperato un DAT Pioneer D-05 che registra a 96Khz, con uscita coassiale: sarebbe possibile utilizzarlo allo scopo?)

So che vado incontro ad un lavoro "da Sisifo", ma tutto sommato mi divertirebbe ben di più che... guardare i cantieri!

Link to comment
Share on other sites

stefano_mbp

@eliopolis53 questa potrebbe essere un’idea, ampiamente nel tuo budget

https://www.rega.co.uk/products/fono-mini-a2d

ha buone recensioni.

Non troverei particolarmente utile andare oltre la risoluzione 16/44.1.

Come sw proverei ad usare Audacity col quale puoi poi isolare i singoli brani e togliere i click dove la polvere è particolarmente “ostile”.

Per un risultato migliore sarebbe opportuno lavare bene i vinili prima di procedere al riversamento, qui qualcuno che legge saprà darti informazioni dettagliate.

Sempre per la mia opinione lascerei il DAT .... a riposo ... produci dei file flac e li ascolti e sposti dove vuoi senza problemi, per un uso “mobile” puoi farne una copia in mp3 e portare su chiavetta usb.

.... un lavorone 🤞😉

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

eliopolis53

grazie, @stefano_mbp il Rega mini è senz'altro una soluzione pratica e a buon prezzo, ma preferirei tenere separate le due cose: il phono preamp e l'ADC, in modo da poter fare in futuro eventuali sostituzioni più facilmente (del solo stadio fono, ad esempio). Inoltre (ho dimenticato di segnalarlo prima, pardon) ho anche un certo numero di cassette audio registrate "live" negli anni 70 e 80 che vorrei convertire in digitale, quindi mi sarebbe utile che l'ADC abbia (anche) ingresso linea.

Link to comment
Share on other sites

stefano_mbp

@eliopolis53 io pensavo ad un uso dedicato al riversamento per il rega, non in sostituzione del tuo attuale pre fono, quindi da usare solamente per digitalizzare i vinili.

Se le cassette sono registrate in analogico ti basta inserire l’uscita del cassette player nell’ingresso mic del computer e di nuovo usi Audacity, costo zero, se ti piace il risultato bene altrimenti bisognerà cercare altro ... ma non saprei cosa ...

Link to comment
Share on other sites

@stefano_mbp Ciao Stefano, interessante il prodotto della Rega da te suggerito :peccato che il suo impiego sia limitato  alle  sole testine MM .

Un argomento interessante quello della conversione AD per ottenere la liquefazione del vinile, mi domando quale può essere il risultato finale in termini di qualità visto il punto di partenza..

La fruibilità/praticità della conversione ovviamente non è in discussione.

Link to comment
Share on other sites

stefano_mbp

@maxpalat non ho mai provato direttamente ma ho ascoltato qualcosa, qua e là, alcune cose erano più che decenti, in altri casi si potevano sentire rumori di passi o di radio accesa ... quindi silenzio assoluto e ambiente molto ben isolato, braccio e testina catturano qualsiasi cosa ...

Link to comment
Share on other sites

eliopolis53

@ClaveFremen grazie, questo aggeggino mi sembra adattarsi molto bene alle mie esigenze! (e anche il prezzo non è esagerato). Un dubbio: visto che può anche registrare i vinili in DSD, non sarà un pò...eccessivo? Possono poi porsi problemi di compatibilità per ascoltare i files con altre apparecchiature? Può comunque registrare in un formato più "classico"?(es. wav, 192 Khz). Dalla pagina sul sito korg non sono riuscito a capirlo. Comunque mi sta tentando molto...scendesse sotto la soglia "psicologica" dei 500 euro non avrei altre esitazioni...

 

Comunque, per riassumere la situazione "quale ADC per digitalizzare" (a prezzo "umano") per ora abbiamo:
- REGA FONO MINI A2D (mk2) (con pre phono mm, economico e pare abbastanza ben suonante)

- KORG DS DAC 10R (con pre phono mm, ma anche linea, e usabile come DAC, il che non guasta affatto)

- RME ADI2 PRO (soluzione di gran classe, che però è fuori budget)

...altri consigli?

Link to comment
Share on other sites

9 minuti fa, varenx ha scritto:

Il budget non era stabilito tra 200 e 500€? Ed a parte questo, come si fa a collegare questo RME al PC, visto che non dispone dell'interfaccia USB? Lo chiedo perchè io possiedo un validissimo RME ADI-2, che però proprio non ho trovato modo di utlizzare per la digitalizzazione dei miei vinili.

 

Link to comment
Share on other sites

Non so perché mi sono fissato con 1000 ...  in effetti è altino. 

E, si, devi aggiungere a questo un convertitore DD  ( spdif to  usb )

o il pc deve avere una scheda audio con ingresso digitale

 

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, varenx ha scritto:

Sono meno comuni dei convertitori usb to spdif ma qualcosa c'e' 

https://www.thewelltemperedcomputer.com/HW/SPDIF-USB.htm

Diciamo che a questo punto mi conviene vendere il mio RME ADI-2 e prendere qualche altro dispositivo AD/DA dotato di USB. Comunque grazie lo stesso, buono a sapersi.

 

1 ora fa, varenx ha scritto:

Stavo per suggerire esattamente questo stesso dispositivo, ovviamente utilizzando un pre phono esterno. In particolare perchè ha il notevole vantaggio di essere alimentato direttamente dall'usb e non da risicatissimi e rumorosissimi alimentatori esterni.

Campiona a max 24/96, che, a mio parere, è più che sufficiente.

-

Inoltre, per la mia espererienza quasi trentennale di digitalizzazione -amatoriale- di vinili, consiglio l'opener di non investire troppo tempo e soldi in questa impresa: l'ascolto diretto del vinile e quello di un vinile digitalizzato danno soddisfazioni diversissime. Ed a scanso di equivoci, non sto assolutamente parlando di presunte differenze all'ascolto, ma del fatto che la predisposizione d'animo ed i rituali che accompagnano la riproduzione vinile, vengono completamente a mancare quando si ascolta la sua copia digitale. E mancando questa, viene anche a mancare quel processo mentale che ci fa tollerare i vari crick, crock e fruscii, nonchè la distorsione a fine solco.

Personalmente, dopo un certo entusiasmo iniziale, continuo a "rippare" solo quei vinili, spesso rarissimi, che non sono mai stati stampati in CD, per ascoltarli più comodamente o per farne delle compilation da portarmi in viaggio (... quando viaggiavo...).

 

Link to comment
Share on other sites

ClaveFremen
10 ore fa, eliopolis53 ha scritto:

Un dubbio: visto che può anche registrare i vinili in DSD, non sarà un pò...eccessivo? Possono poi porsi problemi di compatibilità per ascoltare i files con altre apparecchiature? Può comunque registrare in un formato più "classico"?(es. wav, 192 Khz).

 

Puoi registrare nel formato che vuoi 16 o 24 bit a 44.1, 48, 88.2,96, 176.4, 192 e DSD.

 

Funziona bene, puoi usarlo con qualunque software tranne che per il DSD, in quel caso devi usare per forza Korg AudioGate (il software fornito che è poi l'inico che ti consente di configurarla completamente).

 

La qualità di registrazione è ottima, difficilmente potrai fare di meglio, l'unico è il Tascam UH-7000 (fuori produzione) che ha convertitori ancora migliori ma ha ingressi solo bilanciati ed è più complicato da usare in quanto è una vera interfaccia professionale.

 

Per dirti l'ho usato anche per 'registrare' i cavi e si sente la differenza tra loro... non basta? 😉

 

Il Korg è il miglior bilanciamento in assoluto tra qualità di registrazione, semplicità d'uso e prezzo.

 

10 ore fa, eliopolis53 ha scritto:

Comunque mi sta tentando molto...scendesse sotto la soglia "psicologica" dei 500 euro non avrei altre esitazioni...

 

Per 31€? Fai finta di essere uscito a mangiare una pizza... 😉

 

Seriamente, l'oggetto è anche un buon dac ed ampli cuffie per il PC, queste due funzioni non valgono i 31€?

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share


×
×
  • Create New...