Jump to content

Si allarga la NATO, si restringe la democrazia?


31canzoni
 Share

Recommended Posts

maurodg65
1 ora fa, 31canzoni ha scritto:

Si allarga la Nato, si restringe la democrazia, si restringe la UE e più nello specifico si subordina alla Nato.

 

1 ora fa, 31canzoni ha scritto:

E oggi ci troviamo alleati con dittatori come Erdogan, mezzi dittatori come Orban, frazioni...quarti? o anche quinti? di democrazie illiberali come quella polacca o dei paesi di visegrad. Negli Stati Uniti un ex presidente golpista come Trump se ne gira libero e sereno e controlla il partito repubblicano e probabilmente si candiderà,


Scusami ma il ragionamento è fallace e pecca nelle premesse e nello svolgimento, che la NATO si sia allargata è un dato di fatto, si sono aggiunte Svezia e Finlandia, due democrazie nord europee di cui tutto possiamo dire tranne che pecchino in libertà, riconoscimento dei diritti civili e che adottino un welfare allargato a tutta la popolazione, sembrano quasi due socialdemocrazie e qualcuno direbbe che lo sono, quindi su base logica è fallace che un’alleanza, quella atlantica nello specifico, che si arricchisce di due nuovi partner che sono un modello per i paesi democratici riduca gli spazi di democrazia in qualsivoglia modo, quella stessa alleanza nella realtà oggi gli ampia. I paesi che metti in cima alla tua personale lista dei cattivi, senza entrare nel merito specifico del perché  e del come, erano già rispettivamente nella UE o nella NATO o in entrambe, quindi non possono inficiare ora gli aspetti democratici della NATO ed UE, se lo avessero realmente fatto sarebbe già stato così.

Lodevole il tentativo ma, alla luce dei fatti, sembra molto un’arrampicata sugli specchi.

P.S. Trump è da sempre, come uomo e come imprenditrice da sempre, come presidente ha toccato nuove vette, il finale indegno della sua presidenza e ciò che si addice al suo personaggio, ma non dimenticare che la politica di Trump in Europa e nella UE, oltre che nei confronti della Russia di Putin è molto simile a quella a cui persino tu aspireresti, io qualche domanda me la farei. Gli USA, pur con tutti i loro limiti, sono un modello di democrazia e anche nel caso specifico lo dimostreranno, quello che è certo che la democrazia è la libertà non stanno né dalla parte Russa e neppure da quella cinese , tantomeno da quella dei Brics, piaccia o meno la cosa.

 

Link to comment
Share on other sites

31canzoni

Leggevo questa mattina Augias, occupato a districarsi dall'accusa di essere un putiniano, leggevo anche Lerner, che pur non essendo ancora nella lista dei proscritti, si pone più di un qualche dubbio e direi palesa preoccupazioni. Avranno buon tempo anche loro. @maurodg65 il problema dell'allargamento della Nato non era tanto dato dalle qualità democratiche di Finlandia e Svezia, ma dal fatto che questa alleanza tende ad un discrimine militare invece di un discrimine democratico, la democrazia nell'alleanza non è conditio sine qua non per l'adesione e tende anzi di fatto a giustificare in nome di un nemico comune pecche democratiche evidenti di alcuni paesi alleati.

Link to comment
Share on other sites

maurodg65
7 minuti fa, 31canzoni ha scritto:

non era tanto dato dalle qualità democratiche di Finlandia e Svezia, ma dal fatto che questa alleanza tende ad un discrimine militare invece di un discrimine democratico, la democrazia nell'alleanza non è conditio sine qua non per l'adesione e tende anzi di fatto a giustificare in nome di un nemico comune pecche democratiche evidenti di alcuni paesi alleati.

Mah, qualsiasi sia la condizione democratica della NATO sicuramente l’averla allargata a paesi di provata fede democratica non potrà certo mettere a rischio lo spirito democratico dell’Alleanza Atlantica ma al più l’aumenterà, è questo il sillogismo sbagliato del precedente post come di quello quotato, l’averla allargata ai due paesi nordici non può averne messo a rischio l’aspetto democratico, tutto qui.

Che poi un’alleanza militare, per quanto a vocazione difensiva, possa non essere l’ideale di un pacifista, sia esso un pacifista vero o un pacifinto, ci può stare ma l’allargamento recente non dovrebbe cambiare nulla nella peggiore delle ipotesi.

Link to comment
Share on other sites

31canzoni
3 minuti fa, maurodg65 ha scritto:

Mah, qualsiasi sia la condizione democratica della NATO sicuramente l’averla allargata a paesi di provata fede democratica non potrà certo mettere a rischio lo spirito democratico dell’Alleanza Atlantica ma al più l’aumenterà, è questo il sillogismo sbagliato del precedente post come di quello quotato, l’averla allargata ai due paesi nordici non può averne messo a rischio l’aspetto democratico, tutto qui.

Non è un sillogismo giusto o sbagliato, è l'interpretazione che tu dai di quello che ho scritto, l'allargamento della Nato non inteso solo come numero di componenti, ma l'allargamento politico delle sue funzioni.

Link to comment
Share on other sites

maurodg65
7 minuti fa, 31canzoni ha scritto:

ma l'allargamento politico delle sue funzioni.

Ma quale allargamento politico delle sue funzioni? La NATO ha due nuovi “soci” preoccupati della Russia e della sua volontà di allargare i confini del suo “impero”, hanno chiesto di entrare nella NATO per loro maggior tutela, l’allargamento politico delle sue funzioni quale sarebbe? Io non ho interpretato ho semplicemente letto il tuo post che era molto chiaro, la “colpa” dell’allargamento a tuo modo di vedere era un maggiore deficit democratico dell’Alleanza riferito ai soci “scomodi” che però erano già soci prima dell‘allargamento.

Link to comment
Share on other sites

si, ma fino a che non esplode tutto

perchè di nato ce ne sono tante

il capobanda usa

la uk, più serva del peggior servo del re

gli scandinavo baltici con la polonia

l' ungheria

la turchia

il blocco francia cermania italy

gli spagnoli sotto il cactus a fare la siesta

il portogallo esiste ancora ?

Link to comment
Share on other sites

maurodg65
20 minuti fa, ferdydurke ha scritto:

La NATO ha un socio di maggioranza e tutti gli altri si appecorano dietro di lui

E cosa c’entrerebbe questo con la “minore democrazia interna” e l’essere alleati dei paesi di Vizengrad che l’allargamento a Finlandia e Svezia avrebbe causato? 

Link to comment
Share on other sites

@31canzoni la domanda è fatalmente la stessa: tu cosa faresti? 

Anche per me Erdogan è un personaggio rivoltante, ma come si chiedeva stamane Fubini alla rassegna stampa, possiamo concederci il lusso di fare a meno di Erdogan, di "regalarlo" strategicamente a Putin o ai cinesi, oppure di negare a Svezia e Finlandia l'ingresso nella Nato perché ci ricatta, specie in considerazione del fatto che di riffa o di raffa Erdogan sarà un facilitatore o uno dei protagonisti delle trattative per la crisi ucraina?

Lasciamo perdere la constatazione che, secondo il rigido massimalismo (in verità incoerente), tanto caro a certa sinistra, ci troveremmo a fare il gioco di un grande dittatore per non trattare con un mezzo dittatore. 

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

Per l'allargamento dell'influenza politica della Nato sui paesi membri, inviate con comodo i vostri ringraziamenti a:

V. Putin

Trotskaya Ulitsa 

Москва, 103132

(Se allungate un po' di rubli nella busta, non si offende)

  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

lufranz
2 ore fa, 31canzoni ha scritto:

palesa preoccupazioni.

Chiariamo una volta per tutte: io in questo periodo non "paleso preoccupazioni": se penso che c'è un matto che crede di essere Napoleone e ha un arsenale pieno di armi atomiche mi cago addosso, altro che preoccupazioni !

Link to comment
Share on other sites

lufranz
7 minuti fa, Simo ha scritto:

Con tutto quell'armamento nucleare qualcosa dovranno pur farc

"Questo non c'entra", disse Putin seduto in cima al missile.

 

Link to comment
Share on other sites

@31canzoni un po' esageri eh... sul resto non mi esprimo ma sulla Nato che si allarga secondo me trascuri il fatto che si allarga semplicemente perché c'è una forte domanda di protezione da parte di quelli che stanno più prossimi ad un matto che ha dato prova di regolare le sue questioni a missilate ed invasioni militari

Allargare la UE - visto che la stessa non è né uno stato né una potenza militare decente - non risponde a questa domanda di sicurezza

Link to comment
Share on other sites

lufranz
16 minuti fa, Jack ha scritto:

non risponde a questa domanda di sicurezza

L'unica sicurezza a mio avviso è che se iniziano i missili tra NATO (con o senza gli aspiranti membri) e zio Vlad, saranno sì k-zz amari per tutti, ma di breve durata.

Quel che succederà dopo sarà un problema degli scarafaggi (pare siano più resistenti di noi alla radioattività).

 

Link to comment
Share on other sites

maurodg65

Grandi congratulazioni a 🇫🇮 Finlandia e 🇸🇪 Svezia.
 Hai appena evitato un errore mortale che abbiamo commesso una volta in Ucraina. E ora stiamo pagando questo errore con il sangue dei nostri soldati.
 Comunque, ci vediamo presto nel club.

Link to comment
Share on other sites

maurodg65

P.S. Questi se lanciassero realmente un missile nucleare sarebbero capaci di farselo esplodere nell’hangar o di finire per lanciarselo su una

loro città:

 

 

Link to comment
Share on other sites

 Share




×
×
  • Create New...