Jump to content

Energia rinnovabili non bastano, serve necessariamente il nucleare?


maurodg65
 Share

Recommended Posts

io però e parlo per esperienza visto che di disastri ne sono successi pure dalle mie parti, prima del clima

andrei a vedere bene i piani regolatori, perchè il problema sta sicuramente anzitutto li, e poi c'è il resto.

Link to comment
Share on other sites

I disastri ambientali sono il frutto della volontà di costruire il più possibile ricavando delle aree edificabili dove non si sarebbe dovuto e nel contempo, per riuscirci, tombinare grossa parte degli affluenti dei corsi d’acqua principali senza pensare troppo al le conseguenze e a dei rimedi alternativi, quando non proprio costruire in zone dove sarebbe stato meglio evitarlo, ma sono discorsi vecchi fatti più volte a cui aggiungere l’incuria nella prevenzione.

Link to comment
Share on other sites

Per quanto riguarda la produzione interna di energia elettrica lo scorso anno la California ha sfiorato il 35% di rinnovabili (simile alla Germania di cui sopra). Ma c'è da tener conto delle importazioni da altri stati che rappresenta circa il 28% del totale. Ad esempio per l'eolico la quantità importata è stata leggermente superiore a quella prodotta. Tenendo conto delle importazioni la quota di rinnovabili scende leggermente, 33.6%.

.

https://www.energy.ca.gov/data-reports/energy-almanac/california-electricity-data/2021-total-system-electric-generation

Link to comment
Share on other sites

Gaetanoalberto
3 ore fa, Roberto M ha scritto:

le navi da crocera per turismo borsellato e diletto,

Sei sicuro non sia da bonvivant ? Chiedo lumi a @melos62… non vorrei disturbare il detentore dell’Albo @mozarteum…!

Link to comment
Share on other sites

Gaetanoalberto

@appecundria link da coppettina, grazie! Scusa ma non me ne restano mai per il lounge…me li sparo la notte tra dischi ed ascolti. 🙂

Anche questa non la sapevo, e basterebbe veramente da sola a decidere chi non votare.

 

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

appecundria
5 ore fa, maurodg65 ha scritto:

Si dovrebbe abbandonare l’ideologia in queste discussioni per il momento ed affrontare l’argomento in modo pragmatico

Più pragmatico di "non abbiamo i soldi per farlo" non si può 😀

Uscendo dall'Europa, cosa che faremo nell'arco di un anno, soldi ne avremo ancora di meno.

Finirà che adotteremo il più semplice ed economico dei piani energetici: il razionamento. 

Link to comment
Share on other sites

19 minuti fa, UpTo11 ha scritto:

lo scorso anno la California ha sfiorato il 35% di rinnovabili (simile alla Germania di cui sopra).

Si osservi che la California considera non rinnovabile l'idroelettrico "large hydro" che prevede sbarramenti e laghi di dimensioni tali da alterare significativamente lo status idrogeologico degli ambienti.  Se applicassimo lo stesso criterio in EU la nostra % di rinnovabile passerebbe a percentuali da albumina. Paesi particolarmente virtuosi come Svizzera ed Austria semplicemente sparirebbero dalla classifica. 

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

@melos62sulla Costa Crocere non ce lo vedo proprio, te lo immagini a cena con le porcherie di serie servite nei ristoranti stile tavolata club mediterrane’ con mille coperti ?
Dopo due giorni sbrocca.

@mozarteumancora meno, proprio non ce lo vedo con la moglie nel dopocena con gli intrattenitori da villaggio turistico e musica dozzinale, per non parlare dei “pellegrinaggi” nei posti dove attracca la nave, con l’incubo che se non sei puntuale ti lasciano li.

Il tutto in compagnia con migliaia di persone, che in genere dieci sono pure troppe.

Io ho fatto un errore da giovane (roba di 25 anni fa) con una crocera ai caraibi, mai piu’.
No, e’ proprio una cosa da borsellati.

Link to comment
Share on other sites

5 minuti fa, appecundria ha scritto:

Più pragmatico di "non abbiamo i soldi per farlo" non si può 😀

Scusa ma non è vero, c’è un intero piano che ne ha stanziati centinaia di miliardi ed il nucleare vi rientra a pieno titolo, che poi il bonus 110% siano stati soldi gettati nel cesso è un discorso diverso.

7 minuti fa, appecundria ha scritto:

Uscendo dall'Europa, cosa che faremo nell'arco di un anno, soldi ne avremo ancora di meno.

Finirà che adotteremo il più semplice ed economico dei piani energetici: il razionamento. 

Vabbè qui sei in modalità pessimismo cosmico on, inutile discutere. 😉 

Link to comment
Share on other sites

appecundria
3 ore fa, Roberto M ha scritto:

tutti gli stati occidentali decidono di investire seriamente nel nucleare civile i costi si abbasserebbero necessariamente.

Si abbasserebbero sì ma non tanto da trasformare una Ferrari in una Fiat. Il costo principale è la sicurezza che a sua volta è determinata dalla tecnologia impiegata, non si scappa.

Quando tra qualche settimana arriveranno le centrali atomiche con la nuova tecnologia scoperta da Salvini potremo riparlarne.

Link to comment
Share on other sites

15 minuti fa, Gaetanoalberto ha scritto:

Sei sicuro non sia da bonvivant ? Chiedo lumi a

Crociera è nel campo semantico del borsellismo, anche nelle versioni più esclusive (scandinavia, tropici ecc.) È la dimensione collettiva e stereotipata che garantisce la difesa da eccessive sorprese, ciò che distingue il borsellato.

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

intanto la francia ci taglia la corrente perchè non ne hanno abbastanza nemmeno per loro

ma non eravamo una casa una famiglia, con le scorte del gas in comune

bella gente proprio

Link to comment
Share on other sites

appecundria
4 minuti fa, maurodg65 ha scritto:

Scusa ma non è vero, c’è un intero piano che ne ha stanziati centinaia di miliardi ed il nucleare vi rientra a pieno titolo,

Ahimè non è così, oppure è un piano che non conosco. Forse ti riferisci al PNRR di Conte, quello sbertucciato dagli Enrico Fermi del bar? Quello prevedeva relativamente pochi cantieri ma colossali.

Link to comment
Share on other sites

2 minuti fa, appecundria ha scritto:

Ahimè non è così, oppure è un piano che non conosco. Forse ti riferisci al PNRR di Conte, quello sbertucciato dagli Enrico Fermi del bar? Quello prevedeva relativamente pochi cantieri ma colossali.

Perché il piano di Conte prevedeva la costruzione di centrali nucleari?

Io ho solo scritto che il nucleare era una scelta possibile con i fondi del PNRR ma, ovviamente, che serviva la

volontà politica di farlo e questa non c’era di sicuro nel governo Conte che, al contrario, preferiva le mancette elettorali come il bonus 110% che, “gradis” (cit.) avrebbe permesso a molti italiani di ristrutturarsi casa.

Link to comment
Share on other sites

appecundria
19 minuti fa, maurodg65 ha scritto:

Vabbè qui sei in modalità pessimismo cosmico on, inutile discutere. 😉 

Un po' sì, è vero. Però, oggettivamente, la proposta di legge per uscire dall'Europa è già stata depositata da FdI. Mancano i voti e il casus belli. I voti li avranno, il casus belli saranno le sanzioni alla Russia e/o il PNRR. Vedi che @Roberto M già si è portato avanti. 

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

9 minuti fa, audio2 ha scritto:

intanto la francia ci taglia la corrente perchè non ne hanno abbastanza nemmeno per loro

ma non eravamo una casa una famiglia, con le scorte del gas in comune

bella gente proprio


https://www.repubblica.it/economia/2021/12/23/news/energia_la_francia_taglia_le_forniture_la_svizzera_ha_paura_di_passare_il_natale_al_buio-331335529/

Questo è un articolo di dicembre 2021, prima della guerra in Ucraina, che dimostra come i problemi energetici già ci fossero e fossero gravi e dimostra ulteriormente che la guerra in Ucraina e le posizioni di Putin siano state la foglia di fico dietro le quali nascondere il fatto che di quei problemi prima nessuno si era interessato, tutti preso a decidere come “spartirsi” i miliardi del PNRR ma senza decidere alcuna strategia per il futuro.

Link to comment
Share on other sites

appecundria
1 minuto fa, maurodg65 ha scritto:

Perché il piano di Conte prevedeva la costruzione di centrali nucleari?

Non lo so, per questo chiedevo.

Diciamo che la strategia era pochi investimenti colossali invece di mille rivoli. Questo imho non poteva andare bene per motivi che se interessano espongo.

Link to comment
Share on other sites

18 minuti fa, melos62 ha scritto:

Crociera è nel campo semantico del borsellismo, anche nelle versioni più esclusive (scandinavia, tropici ecc.) È la dimensione collettiva e stereotipata che garantisce la difesa da eccessive sorprese, ciò che distingue il borsellato.

Perfetto.

Link to comment
Share on other sites

 Share


×
×
  • Create New...