Jump to content

Steely Dan !


densenpf
 Share

Recommended Posts

53 minuti fa, md1809 ha scritto:

Ve lo segnalo anche per l'interessante serie di commenti MOLTO critici sull'operazione, soprattutto sotto il profilo commerciale.

Per quanto riguarda i master tape, sono anni che sappiamo che il primo master non si trovano da un bel po'....non e' un caso che tutte le ristampe di Gaucho partono dal file digitale fine anni 80 autorizzato dalla band. ( il famoso sacd del 2003 fu ottenuto da questa fonte) . E in Giappone la miglior versione e' un SHM SACD che parte da una copia del nastro analogico  giapponese ottenuto probabilmente ai primi anni 80 quando crearono copie 1:1 per produrre i dischi  dalle diverse stamperie.

Per quanto riguarda la parte commerciale e' evidente che il mercato sta' andando in questa direzione, produzioni econome fatte cmq  bene per il pubblico tradizionale, e poi altissime produzioni di qualita' per una nicchia di mercato.

Il sacd e' una via di mezzo, ad un prezzo ancora contenuto, si ha la massima qualita' ottenuta in digitale.

Link to comment
Share on other sites

@densenpf bella segnalazione

ho Aja e Gaucho in prima stampa Italiana e Pretzel Logic in CD , mi piacerebbe prendere Prezel Logic anche in vinile perchè   adoro " Rikki Don't Lose That Number " , gli altri non li ho mai approfonditi/ascoltati interamente , quindi mi accontento dei 3 ( circa ...uno è in CD ) che ho 😀

 

Link to comment
Share on other sites

In ogni caso è l'ennesima conferma della popolarità e dell'interesse che c'è verso questa unica band in tutto il mondo, ovviamente in Italia , come si è già detto, si nasce e si muore ascoltando i soliti noti (che noia).

Parlando di dischi degli SD  quello a cui tengo di più è un 45 giri acquistato a Los Angeles alla Tower records dove ci sono due versioni della canzone FM, tra l'altro con audio spettacolare.

Gli SD inoltre sono spesso materia dell'esame di maturità nelle school of rock statunitensi 

 

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

 

15 ore fa, densenpf ha scritto:

Le lacche della versione standard (Universal) saranno tagliate da Alex Abrash dal file digitale di Grundman

Il classico 24/192 che, dovrebbe finire disponibile in streaming.

Ottimo.

Link to comment
Share on other sites

Possiedo rispettivamente:

- Aja, stampa italiana del 1977 fatta dalla CGD. Suona bene, non ci si può lamentare.

- The Royal Scam, stampa US del 1976 un po' opacizzata perchè evidentemente qualche genio ha voluto conservare il disco in una busta di PVC

- Gaucho, stampa US del 1980, anch'essa opacizzata a chiazze e si sente effettivamente.

 

Comunque ho trovato un tutorial su youtube che mostra come "de-opacizzare" una superficie in PVC, proverò sicuramente prima o poi.

In ogni caso suonano davvero bene, specialmente Gaucho. Quest'ultimo ha un'impostazione sonora molto simile a quello che sarà poi il primo album solista di Donald Fagen, The Nightfly del 1982.

 

Mi interesserebbe prendere il loro primo album, vedremo con queste ristampe!

Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, md1809 ha scritto:

C'e' un articolo di Mettler (ha sostituito Fremer) su Analog Planet.

Fremer è andato a nascondersi dopo gli ultimi exploit?

Grazie per la segnalazione dell'articolo, effettivamente i commenti sugli aspetti commerciali sono abbastanza condivisibili: ho recentemente ordinato i due LP doppi 45 giri di AP "Everything must go" e "Two Against Nature" a 80€ cad., dovrebbero arrivarmi entro fine mese, i commenti online sono molto positivi, staremo a sentire.

Ora questi titoli UHQR si posizioneranno ad un prezzo che in Europa sarà intorno ai 220€, veramente altissimo, e la domanda è: quanto una versione UHQR da 220€ suona così tanto meglio di una sovrapponibile versione meno lussuosa ma altrettanto tecnicamente ineccepibile da 80€? (80€ sono un prezzo che seppur molto alto è ancora in qualche modo "accettabile")

Sarà a questo punto divertente provare un confronto diretto tra un UHQR e il corrispondente titolo tagliato da file digitale da 30€....

Link to comment
Share on other sites

Per i ricchi il 2x45 AP a 150 dollari tagliato da Grundman (AAA? Non è che si capisce bene...)

Per il ceto medio il SACD AP 

Per i poveri l'LP 33 tagliato dalla Universal
Per gli indigenti il file in streaming.

 

🤣

  • Haha 2
Link to comment
Share on other sites

5 minuti fa, one4seven ha scritto:

Per i ricchi il 2x45 AP a 150 dollari tagliato da Grundman (AAA? Non è che si capisce bene...)

Per il ceto medio il SACD AP 

Per i poveri l'LP 33 tagliato dalla Universal
Per gli indigenti il file in streaming.

allora rimango fedele alle mie copie originali, fa niente se opacizzate, tanto il tutorial per riportare a nuovo la superficie l'ho trovato 😂

  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

@azn131 io ho due prime stampe USA, di Goucho e Katy Lied. N/M prese a 10€.

Di Aja, Goucho, Countdown To Ecstasy, e Pretzel Logic i SHM-SACD Jappo. 

Quando mi capiteranno le occasioni, prenderò le altre stampe originali.

Nel frattempo aspetto con curiosità i files di Grundman. 

Link to comment
Share on other sites

1 minuto fa, one4seven ha scritto:

Di Aja, Goucho, e Pretzel Logic i SHM-SACD Jappo

Allora sei a posto, per curiosita' con che sacd leggi gli shm?

Link to comment
Share on other sites

@one4seven complimenti!

io invece la stampa US di Gaucho la presi per 13€. Se non dobbiamo considerare il problema dell'opacizzazione del vinile in sé, direi che il disco è in condizioni EX+/NM. Copertina quasi nuova anche quella.

Invece la stampa US dell'album The Royal Scam, NM (senza considerare l'opacizzazione) la presi per 10€ ed è NM (inclusa gratis anche una stampa italiana del 1980 del terzo album di Peter Gabriel (avevo un buono sconto presso un venditore più una trattativa particolare e via 😄)

la stampa italiana di AJA è quella più vissuta (copertina) e un po' il vinile ma suona molto bene senza gravi difetti e rumore di fondo. Il prezzo di vendita era di 20€ ma la presi insieme ad altri 6 dischi, uno dei quali lo rivendetti, ammortizzando così le spese di spedizione.

Link to comment
Share on other sites

@densenpf dsd64 liquefatti, quindi dati in pasto al mio fido marantz nd8006, con cui riproduco anche in streaming da Amazon.

Il digitale "solido" ce l'ho tutto liquefatto.

Troppo comodo, con una sorgente come quella. Ogni tanto però la meccanica CD la faccio lavorare, giusto per tenerla in forma.

Link to comment
Share on other sites

@azn131 se non si ha fretta, le stampe originali di quel periodo si trovano in ottime condizioni al giusto prezzo. 

Diciamo che tendo che sia loro che mi trovino, invece di essere io a cercarle. 😁

Link to comment
Share on other sites

4 minuti fa, one4seven ha scritto:

se non si ha fretta, le stampe originali di quel periodo si trovano in ottime condizioni al giusto prezzo. 

Diciamo che tendo che sia loro che mi trovino, invece di essere io a cercarle.

concordo assolutamente. Ripeto, devo procurarmi il prodotto per riportare a lucido la superficie dei due LP opacizzati e poi sto a posto 😄

devo solo procurarmi l'lp di Katy Lied, con calma...

Link to comment
Share on other sites

11 minuti fa, one4seven ha scritto:

dsd64 liquefatti, quindi dati in pasto al mio fido marantz nd8006, con cui riproduco anche in streaming da Amazon.

Si l 8006 me lo ricordavo ma non capivo con cosa leggevi i sacd. Scusa l'insistenza ma come fai a liquefare questi?

Non sono sistemi chiusi?

Link to comment
Share on other sites

6 minuti fa, densenpf ha scritto:

Non sono sistemi chiusi?

No.

E' dal tempo delle prime PS3 che si possono estrarre i SACD. 😉 

Viene fuori un file .iso (l'immagine del disco) da cui poi, tramite apposito software, estrai le tracce in dsd.  

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share




×
×
  • Create New...