Jump to content

Marten loudspeakers


antonew
 Share

Recommended Posts

Ciao, ho potuto ascoltare ben le Marten Form floor, che mi sono piaciute sotto alcuni aspetti, meno per altri parametri .

Secondo me, le casse ben suonanti del marchio stanno molto in alto, come listino e caratteristiche, dipende da cosa cerchi e cosa punti, anche come budget .

Le Form floor, molto snelle e secondo me molto belle ed eleganti nel loro minimalismo, esprimono un suono molto più cerebrale che fisico, corrette e coerenti, con un ottimo fuoco e un buona capacità a scomparire, molto magre in basso e a mio parere sono da considerare solo per ascolti tranquilli di generi musicali non troppo esigenti in dinamica e con parte bassa completa . 

Chiaro che salendo nella famiglia, ci sono diffusori di ben altro impatto, ma i listini diventano a tratti impressionanti, quindi da valutare in confronto ad altre pretendenti in funzione di ciò che si cerca nella riproduzione della musica . . . 

saluti , Dario  

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

Ho avuto disponibili le Duke prima serie e devo dire ottimi diffusori, raffinati, completi anche in basso, gradevoli esteticamente... peccato che essendo bookshelf lo stand di serie è super costoso. Comunque prodotto di grande qualità costruttiva (per quanto si può vedere) che sonica.

 

Rob

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

@meridian quel modello non mi sembra un granché.

Forse l'unico a non esser dotato dell'accuton.

Tra l'altro ,leggendo un pò , pare abbiano un basso davvero impressionante

per il litraggio anche le piccoline,

ma conosco solo le Django e non fa testo ovviamente.

A quei prezzi purtroppo chi più chi meno ,le concorrenti

trovo colorino troppo il suono.

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, antonew ha scritto:

quel modello non mi sembra un granch

Certo, è un entry da pavimento, che però stava a listino a quasi 7 K € . . . 

Le Marten di livello sono altre, ma i listini schizzano molto in alto, davvero tanto . . . !!

saluti , Dario 

Link to comment
Share on other sites

I diffusori Marten mi sono sempre piaciuti per la loro musicalità, alle fiere il loro stand mi dava sempre soddisfazioni e coglievo sempre l’occasione per ascoltare un brano di un mio cd. Ma il prezzo era alto; due anni fa ho ascoltato due nuovi prodotti, le Oscar, Duo e Trio, ascoltate entrambe, notevoli, ho acquistato le Trio con maggiore estensione, sono musicali ma complete è continuamente una scoperta, ho notato che, avendo una bassa distorsione (progetto serio) possono adattarsi bene ad amplificatori diversi acquisendo la loro personalità, bene con Bryston B100, bene anche con Lavardin IT, parlo delle Trio, con loro ascolto la musica e le dimentico.

Link to comment
Share on other sites

Ascoltate la Duke 2 e la Miles 5; le trovo molto corrette e veloci ma personalmente faccio fatica ad apprezzare i driver ceramici. Non ho mai ascoltato le top di cui scrivono meraviglie.

Link to comment
Share on other sites

@antonew nn ero un gran appassionato delle Marten , così come nn lo ero delle Avalon Opus ceramique, questi driver in ceramica nn riuscivo proprio a farmeli piacere . Però c'è sempre il momento di ricredersi ed ecco che prima un amico mi ha invitato ad un ascolto assai piacevole Opus /Vtl e poi ecco le sorprendenti Duke 2 . 

È difficile trovare un diffusore , specie di piccole dimensioni , che abbia così tanta dinamica e neutralità timbrica . Incredibile la capacità di riempire anche vasti ambienti senza perdere un colpo o mettendo in crisi i piccoli wooferini così come già avevo avuto modo di ascoltare con le Proac sm100 con l'artiglieria pesante..... Gryphon. Però qui la risoluzione è ad un altro livello , forse I mini più performanti di questi ultimi anni . 

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

Rispondo anch'io nonostante sia di parte. Ho le Getz pilotate ora da pre VTL 7.5 e finali mono VTL 450. Le trovo stupende, sia come design tipicamente scandinavo che come rifiniture.  Il suono é molto dettagliato con un medio e alto molto "lucenti" ma mai affaticanti. Mai. Basso potente ma molto frenato. Non sono diffusori  d'impatto.  Ma le apprezzi sempre di più ad ogni ascolto. Da non sottovalutare anche la facilità di posizionamento. Cablaggio Jorma. Saluti. Roberto. 

Link to comment
Share on other sites

Marten ha voluto creare la serie Oscar per ottenere lo stesso family sound dei modelli più costosi ma a prezzi più alla portata di molti. Per ottenere ciò Olofsson ha progettato nuovi altoparlanti e crossover puntando alla massima qualità con costi più bassi. Secondo me ci sono riusciti, non si è costretti a richiedere un mutuo per l’acquisto di un prodotto Marten.

Link to comment
Share on other sites

Armando Sanna

Ascoltate tanto tempo fa le Miles III con elettroniche Karan a Bologna, il mio ricordo è una bella gamma alta e media e la bassa debordante molto confusa, rimasi molto deluso ...

Ero alla ricerca dei nuovi diffusori, vennero scartati subito.

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Armando Sanna ha scritto:

Ascoltate tanto tempo fa le Miles III con elettroniche Karan a Bologna, il mio ricordo è una bella gamma alta e media e la bassa debordante molto confusa, rimasi molto deluso ...

Strano, propendo per un locale infelice, posizionamento non consono, o qualche elemento non sinergico, le elettroniche Karan poi mi pare siano al di sopra di ogni sospetto, ma come sempre, bisogna ascoltare . . . 

saluti , Dario 

Link to comment
Share on other sites

Io anni fa ascoltai la presentazione delle Coltrane e ne rimasi molto stupito! A parte il discorso estetico che può piacere come non piacere, come suono erano ineccepibili. Ora non mi ricordo cosa c'era dietro ma sicuramente un suono molto molto dinamico e preciso. Secondo me adatto ad amplificazioni ed impianti non particolarmente dettagliati.

Il costo mi sembra che allora si aggirasse sui 60K, non saprei oggi.

Link to comment
Share on other sites

  • Administrators
cactus_atomo

la mia prima esperienza con il mrchio è stata ad un roma hiend molti anni fa, lpurtroppo il dimostratore non si fidava molro della robu8stzza dei driver e imponva ascolti a ivello di condominio notturno con vicini isterici (premetto che in henere alle mostre mi porto cd di classaca, cameristica ed ascolto ad spl molto moderate). volendo andare su ceramica (e non guardando i lisitni) prefeisco kharma

Link to comment
Share on other sites

Il 19/4/2021 at 21:11, jerry.gb ha scritto:

sono musicali ma complete è continuamente una scoperta

 

che ora ascolti solo musica l'hai fatto subito intendere 

Ipotizzo che quest'ultimo, fondamentale passaggio quotato, implichi 

ho 'riscoperto' la mia discografia? 

Cioè il tutto è più vero ed ha più senso?

Con cosa ascoltavi prima?

Link to comment
Share on other sites

Ascoltavo con delle Thiel CS 1.6, che mi piacevano molto, ottima immagine e coerenza ma le frequenze alte ogni tanto gridavano e rendevano faticoso l'ascolto, sia con Norma che Bryston; con le Oscar ho tutto ma senza fatica.

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share




×
×
  • Create New...