Jump to content

Flemming Rasmussen (Ex Gryphon) ed Audio Group Denmark


HR
 Share

Recommended Posts

GianGastone II

In pratica si e messo a fare cose da palco e per chitarristi o comunque musica amplificata, dallo studiolo personale alla balera fino i concerti heavy metal.

Peccato.

Link to comment
Share on other sites

  • Moderators
BEST-GROOVE
26 minuti fa, GianGastone II ha scritto:

In pratica si e messo a fare cose da palco e per chitarristi o comunque musica amplificata,


avrà virato dove c'è profumo di guadagno.....

Link to comment
Share on other sites

Che sia, forse, la dimostrazione che il settore di provenienza , oggi, abbia ormai ben poco da dire in ambito progettuale a livello di reali innovazioni migliorative, se non perseguire come unico fine un esasperato  e continuo aggiornamento del proprio design ? 😎

Link to comment
Share on other sites

@BEST-GROOVE d'altronde, già solo dando un veloce sguardo allo stato dell'arte attuale del comparto impianti da " Balera & Co ", ci si può immaginare che una figura di alto profilo come quella di cui si sta parlando, sicuramente, attraverso le proprie competenze, potrà dare sia un ammodernamento alle tecnologie più datate, sia un affinamento a quelle di più recente introduzione.

Link to comment
Share on other sites

GianGastone II
22 ore fa, BEST-GROOVE ha scritto:
22 ore fa, GianGastone II ha scritto:

In pratica si e messo a fare cose da palco e per chitarristi o comunque musica amplificata,


avrà virato dove c'è profumo di guadagno...

Ma direi che non c'e' niente di male..

Link to comment
Share on other sites

GianGastone II

@tapesrc Gia' nel pro ci sono eccellenti cose (accanto a ciofegoni pazzeschi ma almeno costano costano per quello che valgono. Al contrario dell'hi fi che le cromature e i legni qualificano come ben suonanti a prezzi fuori da ogni grazia.

 

Link to comment
Share on other sites

GianGastone II
22 ore fa, tapesrc ha scritto:

Che sia, forse, la dimostrazione che il settore di provenienza , oggi, abbia ormai ben poco da dire in ambito progettuale a livello di reali innovazioni migliorative, se non perseguire come unico fine un esasperato  e continuo aggiornamento del proprio design ? 😎

Prababile, quasi certo, a dispetto di Rocco che tre volte al di inonda forums e socials con l' ennessimo meglio del mondo. Li finira' prima o poi. Caratteristica qualificante dimensioni e lamiere a go go.

Link to comment
Share on other sites

GianGastone II
21 ore fa, tapesrc ha scritto:

ltronde, già solo dando un veloce sguardo allo stato dell'arte attuale del comparto impianti da " Balera & Co ", ci si può immaginare che una figura di alto profilo come quella di cui si sta parlando, sicuramente, attraverso le proprie competenze, potrà dare sia un ammodernamento alle tecnologie più datate, sia un affinamento a quelle di più recente introduzione.

Ammodernare il pro con lo stantio hi fi la vedo dura. Semmai il tipo e' chiamato a ingentilire alcune linee a vantaggio del pubblico audiofilo, anche perche' il pubblico audiofilo si sta rivolgendo sempre piu' al pro, stanco di farsi turlupinare dall' hi fi che da decenni ripete se stesso con la variante del gigantismo fine a se stesso.

Un settore ormai marcio e putrefatto. Le uniche novita' l' hi fi le ha mutuate dal DIY. Liquida e componentstica in particolare. Vedi I2S che nasce coi DIY e componentistica pure.

Link to comment
Share on other sites

22 ore fa, GianGastone II ha scritto:

In pratica si e messo a fare cose da palco e per chitarristi o comunque musica amplificata, dallo studiolo personale alla balera fino i concerti heavy metal

Quando sarà passata la buriana della pandemia, saremo quasi tutti o vaccinati o immuni, la ripresa di balere, concerti, studi, e simili, sarà importante e chi sarà pronto potrà fare bene . . . ! 😀

saluti , Dario 

 

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

Ma cosa c’entra la balera.. ? Aavik fa ampli sw, ansuz sono cavi e router e accessori fotocopie Nordost (stessi progettisti) e borresen sono le casse in ceramica fotocopia di quelle danesi mai decollate, di cui mi sfugge il nome..

faranno una specie di consorzio danese, tipo quelli del provolone, con latteria sociale

Link to comment
Share on other sites

55 minuti fa, alexis ha scritto:

cosa c’entra la balera.. ? Aavik fa ampli sw, ansuz sono cavi e router e accessori fotocopie Nordost (stessi progettisti) e borresen sono le casse in ceramica fotocopia di quelle danesi mai decollate, di cui mi sfugge il nome..

faranno una specie di consorzio danese, tipo quelli del provolone, con latteria sociale

Alex, ciao...Gli Ansuz sono la brutta copia dei Nordost, anche se gli riconosco l'eccellenza...Ma è un "offesa" confrontarli ai Nordost...😊😊

 

Singapore, 9 Maggio 2021

Link to comment
Share on other sites

GianGastone II

Sapevo di sollevare il polverone...😂 dai soliti difensori del piu' costa...

 

1 ora fa, meridian ha scritto:
Il 8/5/2021 at 11:13, GianGastone II ha scritto:

In pratica si e messo a fare cose da palco e per chitarristi o comunque musica amplificata, dallo studiolo personale alla balera fino i concerti heavy metal

Quando sarà passata la buriana della pandemia, saremo quasi tutti o vaccinati o immuni, la ripresa di balere, concerti, studi, e simili, sarà importante e chi sarà pronto potrà fare bene . . . ! 😀

saluti , Dario

Esattissimo, hi fi home invece tutto da vedere, spero bene naturalmente ma ripeto sono tanti che non disponendo di cifre ormai scorrelate da qualsisi logica e pure qualita' si rivolgono a dac e diffusori amplificati tipicamente da studio, e vanno bene pure quelli.

Il 2ch e' destinato ad essere in difficolta' sempre piu' marcate nelle spese basse. E io dico giustamente.

Link to comment
Share on other sites

GianGastone II

In questi giorni per un amico ho messo assieme Rega Planar P3, testina Exact, phono Rega MM mark 3 e diffusori amplificati Yamaha HS8. I cavi glieli faro' io che sono di buon comando. 4 di segnale e 3 di corrente. un po' piu' buoni che non ci vuole tanto, anzi con poco si tagliano a mezzo robe da 1000 euro cadauna, basta conoscere metriale sfuso buono e non manca senza svenarsi.

Intanto ha speso in tutto con un poco di offerte appena 1470 euro, con un buon dac usato va a 2000.

Signori c'e' da leccarsi i baffi.

Altro che la putrescenza tipicamente hi fi a certi prezzi, e' un fatto. Certo e' un impianto di ingresso ma si mangia a colazione un bel po' di catene che conosciamo (a 2 o anche 3 vie).

Non mi stupitebbe che un futuro gia' presente diventasse massivo, almeno fino a una certa cifra. E certi movimenti me lo danno se non per sicuro almeno probabile.

Le cose girano e cambiano, noi siamo ben chiusi nella nostra torre d' avorio.

Link to comment
Share on other sites

GianGastone II

@fabbe Forse perche' un professionista magari va dove vede un futuro, anche per via del covid che di stragi ne potrebbe fare.

1 ora fa, alexis ha scritto:

faranno una specie di consorzio danese, tipo quelli del provolone, con latteria sociale

Questa devo ammettere che e' bellissima!😂 Complimenti!

Link to comment
Share on other sites

GianGastone II

Ragazzi, siamo in quattro gatti disposti a vendere la pelliccia della moglie (sic) o a fare rate nella vecchia Europa per l' hi fi. E a quel punto si cerca altro che guardacaso stanno migliorando...

Certo per la roba di costo elevato non da oggi russi cinesi e orientali dattano il mercato. Ma essendo un mercato fondamentalmente dell' apparire anche per la roba costosa (ammesso di potermela permettere) una bella pletora di marchi che il fatturato lo fa in quei luoghi ben poco mi interessa.

Per il resto ampli, diffusori pc/dac di livello DIY forever, ci sono cose straordinarie che segano a mezzo i blasonati. Mi saccontento di una mano di pennellessa per le finiture.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share




×
×
  • Create New...