Jump to content

Il complottismo


LUIGI64
 Share

Recommended Posts

LUIGI64
14 minuti fa, dariob ha scritto:

per come la vedo io e' proprio dal  bisogno di distinguersi (dalla massa) che nasce l'atteggiamento " Io non mi faccio

infinocchiare, io ho capito come stanno realmente le cose, checche' ne dicano gli altri".

Credo sia proprio così, purtroppo

Si rifanno a teorie bislacche basate sul nulla, riferendosi a personaggi non autorevoli, se non veri e propri cialtroni, pretendendo di ergersi dalla presunta inconsapevolezza collettiva che ritengono sotto scacco da poteri occulti e pericolosi 

Il paradosso, si è inesorabilmente compiuto

Link to comment
Share on other sites

4 minuti fa, tigre ha scritto:

Ora i complottisti, nelle loro milioni di declinazioni, hanno assunto nei numeri a categoria,

Ma, IMHO, non cambia nulla, anzi si rafforzano e si sostengono fra loro. (grazie a internet).

L'importante e' distinguersi dal mainstream

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

LUIGI64
1 ora fa, tigre ha scritto:

potrebbe leggere come "visione complottista

Dal mio punto di vista, non ci azzecca nulla con il complottismo

La teoria (rivisitata) è riconducibile alle divisioni tradizionali Indù delle caste, o attitudini psicologiche umane

Se non sbaglio, della divisione in caste, se ne parla anche nella Bhagavad Gita e Mahahbarata

Link to comment
Share on other sites

LUIGI64
19 minuti fa, dariob ha scritto:

Ma, IMHO, non cambia nulla, anzi si rafforzano e si sostengono fra loro. (grazie a internet).

L'importante e' distinguersi dal mainstream

Perfetto

Link to comment
Share on other sites

12 minuti fa, LUIGI64 ha scritto:

Dal mio punto di vista, non ci azzecca nulla con il complottismo

Concordo.

Ma secondo questa filosofia i mercanti amministrano il potere in questa era ed in questa parte del mondo condizionando la politica.

Qualcuno la vedrebbe come na teoria complottista (Bilderberg p.e.)

 

Link to comment
Share on other sites

37 minuti fa, tigre ha scritto:

Ora i complottisti, nelle loro milioni di declinazioni, hanno assunto nei numeri a categoria, con percentuali in alcune zone del mondo non esattamente trascurabili.

Questo e' vero. Se facciamo il caso dell'Italia , ma lo stesso e' in America , il problema dell'analfabetismo funzionale riguarda milioni di persone. Non e' un qualcosa limitato ad una stretta cerchia.

Sono una parte importante dell'elettorato , non a caso personaggi tipo paragone o saracunialss ci si sono buttati a capofitto come ultimo baluardo per cercare di rimanere con i piedi nella politica italiana e cercare di essere ricandidati.

La finezza (minima) e' nel capire certi meccanismi.

Link to comment
Share on other sites

31 minuti fa, dariob ha scritto:

L'importante e' distinguersi dal mainstream

esatto!

il mainstream e' il male ; la radio , il post su facebook dell'amico infermiere , il messaggio di whatsapp  della presunta testimonianza (sicuramente vera!) dell'amico a cui hanno sfondato il naso per fare il tampone ...

diventano verita' assoluta incontrovertibile.

Senza appello.

 

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, tigre ha scritto:

L’inizio di qualsiasi era è caratterizzato da un gran dinamismo a tutti i livelli: politico, culturale ed economico. Ciò avviene quando nuovi capi cominciano ad emergere ed a liberare la gente da istituzioni opprimenti del vecchio ordine. Questa tendenza ottimista ha il suo picco quando la nuova classe sociale solidifica il proprio controllo sulla società. Col tempo, però, si ha un declino sociale mentre la classe dominante lotta per estendere il proprio potere a spese dei bisogni di base della gente. Aumenta l’insofferenza sociale.

Il ciclo sociale va avanti in una sequenza naturale d’ere storiche da una società shudra (lavoratori) ad una ksattryia (guerrieri), seguita da una vipra (intellettuali) e poi da una vaeshya (mercanti). Dopo di ciò, arriva un nuovo ciclo sociale. Si potrebbe obbiettare che una prospettiva ciclica della storia non prevede alcuna possibilità di progresso umano. D’altronde, non si sta riferendo che la storia va continuamente avanti per cicli, ripercorrendo in modo costante i propri passi. Al contrario, il vero movimento di un ciclo sociale può essere visto come una spirale; è ciclico, ma si muove in una direzione di progresso definito. Questo progresso può essere riconosciuto come movimento verso una maggiore espansione della consapevolezza.

sara' che sono stanco , ma non cio' capito 'na mazza. :classic_biggrin:

  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

LUIGI64
15 minuti fa, criMan ha scritto:

maggiore espansione della consapevolezza

Ecco, io punterei soprattutto su questo

Ma con il moltiplicarsi dei gomblottisti, siamo spacciati 🤕

Link to comment
Share on other sites

Ma...cercare risposte o paradigmi o corrispondenze all'enorme complessita' del presente, in una filosofia politica

(oltretutto estranea alla nostra cultura),

 mi sembra un tentativo di incasellare immense quantita' di imput per farli quadrare in uno schema

Tentativo gia' fatto innumerevoli volte nella storia. Mi sembra sia sempre fallito.

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

LUIGI64
1 ora fa, dariob ha scritto:

oltretutto estranea alla nostra cultura

Infatti

Credo si rifaccia al concetto di Karma (predisposizioni e qualifiche individuali) e Dharma come compito da assolvere per armonia archetipica...insomma, concetti (seppur in teoria universali), molto lontani dalla mentalità occidentale, con tutte le difficoltà conseguenti affinchè un sistema del genere possa essere accettato e fruibile, in maniera socialmente estesa

 

Link to comment
Share on other sites

5 ore fa, LUIGI64 ha scritto:

.a tutti i partecipanti, tra poco atterra il lucchettone spaziale

Impossibile, è una messa in scena.

Il lucchettone non è mai atterrato. 

  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

LUIGI64

Non è che abbia capito granché, ma con ogni probabilità poi arriveranno gli Elohim sulle loro navi spaziali e salveranno tutta l'umanità..

Link to comment
Share on other sites

lufranz

Io credo di avere capito qualcosa, purtroppo la sintesi è che c'è sempre più gente sta andando fuori di cervello.

Ho sempre sospettato che certi soggetti si dilettino in deliri e farneticazioni complottistiche per due motivi: il primo è che non hanno un accidente da fare nella vita, il secondo è l'accesso indiscriminato alla rete.

La cura è comune per entrambi i fattori: vanga e aratro oppure fonderia, 12 ore al giorno 7 giorni su 7.

  • Melius 2
Link to comment
Share on other sites

LUIGI64
21 minuti fa, lufranz ha scritto:

La cura è comune per entrambi i fattori: vanga e aratro oppure fonderia, 12 ore al giorno 7 giorni su 7.

👍 😀

Link to comment
Share on other sites

LUIGI64
29 minuti fa, lufranz ha scritto:

l'accesso indiscriminato alla rete

Spesso, seguono video presi da youtube di eminenti cialtroni  Sarebbero sufficienti un paio di minuti per capire, quali fesserie possano proporre, spesso come verità assoluta

Ho l'impressione che vinca chi la spara più grossa

Link to comment
Share on other sites

lufranz
1 minuto fa, LUIGI64 ha scritto:

seguono video presi da youtube di cialtroni che sarebbero sufficienti un paio di minuti per capire, quali fesserie possano proporre come verità assoluta

A questo proposito qualche sera fa guardavo dei video di cialtroni che sostenevano di aver ottenuto la fusione fredda in casa propria. Cose del tipo "vaso della marmellata con acqua e bicarbonato e due bulloni collegati a un variac. "

Per loro la "fiammata" intorno a uno degli elettrodi era una reazione nucleare, non una banale elettrolisi. E sotto decine e decine di commenti contro le multinazionali del petrolio che nascondono queste geniali invenzione che permetterebbero di avere energia gratis a costo zero.

Uno . dico UNO - che si fosse peritato di fare qualche misura e vedere il bilancio energetico del barattolo.

Solo uno di questi "Spennacchiotto" in erba ja detto nel video di non avere le attrezzature necessarie per misurare l'energia prodotta dalla sua cella (ma vah ?), però aggiungeva che lui era sicuro che quella fosse una reazione di fusione.

Autocertificazione, basta questo.

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

non parliamo delle legioni di strutturisti e professoroni di scienze e tecniche delle costruzioni che ancora parlano del wtc

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

vabbe', se poi parliamo di tutti coloro che affermano che le leggi della termodinamica sono un complotto della lobby dei petroliery non ne usciamo più

  • Haha 2
Link to comment
Share on other sites

lufranz
12 ore fa, wow ha scritto:

vabbe', se poi parliamo di tutti coloro che affermano che le leggi della termodinamica sono un complotto della lobby dei petroliery non ne usciamo più

Cerca in rete "motore di Schietti". Troverai un blog, a girarci dentro c'è da rimanere allibiti e morire dal ridere allo stesso tempo.

La mente umana può raggiungere livelli di sconvolgimento inimmaginabili.

 

Link to comment
Share on other sites

Il problema è sempre lo stesso: una volta questa gente esponeva i propri deliri dopo qualche bicchiere di vino adesso aprono siti per spiegare che le leggi della fisica sono un complotto dei potery forty e disquisiscono amabilmente di virologia su Melius ...

Link to comment
Share on other sites

 Share




×
×
  • Create New...