Jump to content

Reel to Reel conversione e/o trasformazione


claudiozambelli
 Share

Recommended Posts

claudiozambelli

Buongiorno a tutti, scrivo in questa sezione per chiedere consiglio/parere a chi ha dimistichezza con elettronica e conosce le apparecchiature in questione citate nel titolo.

Premetto che attualmente possedendo 2 registratori a bobine ( Tandberg td20a e Revox B77 MK1 entrambi 4 tracce 9-19 cm/sec ) , volevo mantenere il primo e trasformare il secondo.

Cosa intendo trasformare:

Convertire il  Rexox (4 tracce 9-19 in 2 tracce 19-38 cm/sec).

Considerando che possiedo tutte le spare parts elettroniche e meccaniche , compreso un gruppo di testine completo ed allineato ( base + sensore EOT + testine installate ( nuove di zecca entrambe 4 tracce ) + pinchroller nuovo, motori bobine , e motore con albero capstan nuovo ( 9-19 cm7sec).

Pensavo eventualmente di venderle, e di acquistare nuovo gruppo di testine 2 tracce ( rec,play,erase), schede elettroniche , ecc. ecc. ,mantenendo quelle in comune e sostituendole con quelle per il 19-38cm/s.

Oppure è più vantaggioso trovare sulla baia et similia una macchina già con quelle caratteristiche magari da restaurare , quella che possiedo l'ho restaurata ad arte in tutto e per tutto ,Nextel compreso ed elettroniche ( ed è questo è il motivo dellla trasformazione/Upgrade) che mi dispiace un po' sacrificarla.

Vi chiederete perchè di questa idea , presto fatto vorrei fare questa sostituzione per poter ascoltare i nastri a 38 cm/sec , mastercopy ( che vorrei acquistare ) registrati a 38 cm/sec e codifica CCIR ( spero di aver scritto giusto ) di cui sento parlare con estremo interesse.

Mi piacerebbe conoscere il vostro personale punto di vista/parere , anche perchè non mi è possibile introdurre un terzo reel in casa,quindi volendo concretizzare questo desiderio devo per forza adattare o se non fosse possibile sostituire il Revox B77 ( il Tandberg TD20a non si tocca, perchè nutro un legame affettivo indissolubile ( avevo 18 anni quando l'ho acquistato ,tra l'altro idea condivisa con mio padre ( buon'anima ), a tutto'ora funzionante e in grandissima forma).

O e meglio che mi faccia passare la scimmia e mi tenga tutto cosi comè , dato che funzionano alla grande?

Grazie per gli eventuali consigli o suggerimenti del caso che vorrete fornirmi.

Claudio

Link to comment
Share on other sites

5 ore fa, claudiozambelli ha scritto:

Premetto che attualmente possedendo 2 registratori a bobine ( Tandberg td20a e Revox B77 MK1 entrambi 4 tracce 9-19 cm/sec ) , volevo mantenere il primo e trasformare il secondo.

Su Melius uno dei deus ex machina dei nastri è @lufranz

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

Ciao Claudio

La trasformazione è fattibile. 

Per le testine, si può sostituire tutto il blocco oppure le sole testine sul blocco già esistente (ovviamente dopo vanno riallineate, ma non è un problema). Se si vogliono nuove il costo è elevato, facilmente vanno via 300 euro e passa. Attenzione, capita di trovare su ebay testine Revox spacciate per nuove che invece sono rilappate e NON FUNZIONANO,  fregatura al 100%,va fatta molta attenzione. Se invece ci si accontenta di testine usate in buono stato, la spesa sarà sicuramente minore (anche meno di 200).

Il motore capstan va sostituito, oppure si può cambiare il solo albero. Il problema è che non è facile trovare un motore per B77 19/38, e comunque se lo si trova bisogna essere certi al 100% che non sia usurato. Vanno messi in conto altri 100 euro come minimo.

Schede: non occorre sostituirle, si possono modificare quelle già esistenti a costo minimo.

Si cambia, si modifica, si procede con le tarature e il B77HS è fatto.

Lasciami però dire che a mio avviso un B77, per quanto sia una buona macchina, non è in grado di "tirar fuori" dai veri master copy tutto quello che c'è registrato. In sostanza andresti a spendere un sacco di soldi tra conversione del registratore e nastri (che costano - siti alla mano - dai 300 euro in sù) per poi ottenere un risultato inferiore a quello che ti aspetti. A mio avviso per apprezzare veramente quelle registrazioni servirebbe una macchina di categoria superiore, almeno un semi-pro (PR99 ad esempio) o anche oltre. Il problema è - come sempre - il budget: con questi aggeggi arrivare a varie migliaia di euro di spesa è un attimo.

Se vuoi qualche dettaglio in più, chiamami pure domani pomeriggio (hai ancora il mio numero, vero ?).

Link to comment
Share on other sites

claudiozambelli

@lufranz Ciao luca , si certo ho ancora il tuo numero , gli amici "virtuali" perchè non ci siamo mai incontrati di persona ma solo al telefono o via forum comunque, vanno conservati se mi permetti tale affermazione.

Comunque grazie della dosponibilità ,se non ti disturbo ti chiamo volentieri verso le 15,00.

Buona giornata e buon lavoro.

claudio

Link to comment
Share on other sites

Fabio Cottatellucci
15 ore fa, lufranz ha scritto:

Lasciami però dire che a mio avviso un B77, per quanto sia una buona macchina, non è in grado di "tirar fuori" dai veri master copy tutto quello che c'è registrato.

...e, mi permetto di aggiungere, temo che la macchina modificata sarebbe di dubbia rivendibilità e nessun valore collezionistico.

Link to comment
Share on other sites

42 minuti fa, Fabio Cottatellucci ha scritto:

...e, mi permetto di aggiungere, temo che la macchina modificata sarebbe di dubbia rivendibilità e nessun valore collezionistico.

E hai ragione. Per renderla rivendibile dovrebbe diventare un "vero" HS, quindi va cambiata anche la mascherina frontale con l'indicazione delle velocità. A quel punto è indistinguibile da un B77HS per nascita, e può essere rivenduto senza troppi problemi. L'unica differenza sarebbe il numero di serie, ma non credo che esista un elenco di tutti i numeri di serie con relativa tipologia di macchina. Quindi non è rilevante.

Anche la mascherina però non è facile da trovare, e la sostituzione aumenta il costo totale dell'operazione.

Link to comment
Share on other sites

claudiozambelli

@Fabio Cottatellucci @lufranz ,avete perfettamente ragione, anche se lo scopo finale non è rivendere poi la macchina modificata, ma tenerla ed usarla per l'ascolto come tutte le mie apparecchiature.

A questo punto con le vostre giuste argomentazioni ,mi avete convinto  non faccio nessun frankestein , visto che va che è una meraviglia , @lufranz come ti avevo detto al telefono , la tua proposta è seria , vedo di provare a mettere in vendita il B77 , il gruppo testine nuovo ( acquistate da terragni ai tempi ) e il B760.

Aggiungendo poi la differenza e vediamo  se possiamo concretizzare. Ti tengo informato.

claudio

 

 

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

  • 1 month later...
claudiozambelli

@AR10Pgreco Ciao AR10Pgreco, in merito alla tua domada , la risposta è no , perchè ho valutato attentamente la conversione "Hardware" del b77 ,e sicuramente non avrei ottenuto i risultati sperati in proporzione al costo.

Secondo , sono andato a casa di un amico che possiede una macchina 2 tracce / 38 cm , e  posside pure dei nastri (2) master copy , e gentilmemte mi ha fatto sentire per circa 1 ora detti nastri in confronto al vinile e ai CD , beh, se devo essere onesto non ho trovato queste differenze abissali neanche in cuffia, anzi mi è salita la preoccupazione circa la qualità del mio udito, dato che mio figlio (30 anni)invece sentiva delle differenze marcate. Quindi deduco che avendo 65 anni , la mia curva di ascolto sia abbastanza non lineare alle frequenze che vanno sugli alti e quindi il risultato è che andrò dall'otorino per fare un belle esame dell'udito con reltiva curva di sensibilità.

Tutto qua,cordiali saluti

claudio

Link to comment
Share on other sites

@claudiozambelli grazie per la risposta e non ti nascondo che la prevedevo. Io credo che al nostro livello dobbiamo accontentarci di un serio RTR consumer e ascoltare tanta musica ben registrata. In merito all’età sto vivendo anch’io un momento di sconforto. Credo d’aver perso qualcosa nelle alte frequenze e non avverto più grandi differenze nelle prove d’ascolto. Beh forse è meglio così. Mi concentro più sull’ascolto della musica e meno del suono b

Link to comment
Share on other sites

@claudiozambelli @AR10Pgreco Attenzione a scoraggiarvi così presto: in questo periodo di caldo e arie condizionate siamo spesso in condizioni non favorevoli per una buona performance uditiva a causa dei muchi che possono formarsi nel canale uditivo interno.

la visita dall'otorino è sempre da consigliare, anche periodica, perché in officina ci si va anche per la manutenzione non solo per le riparazioni.

Link to comment
Share on other sites

claudiozambelli

@AlfonsoD Ciao Alfonso, la tua disamina non fa una grinza ,però di fronte all'evidenza non c'è nulla da fare la si deve accettare e ci si deve convivere , tutti noi pensiamo inconsciamente che  le nostre beneamate orecchie siano dei giudici imparziali e sopratutto insindacabili, perchè guardiamo sempre lo stesso lato del quadro , però purtroppo a volte bisogna guardare dietro il "quadro" e .... . Voglio dire che. bisogna essere più realisti e meno idealisti.

Cordiali saluti

Claudio

Link to comment
Share on other sites

@claudiozambelli E' verissimo, ma nel caso specifico mi ci sono trovato diverse volte. Appena sono un po' intasato con l'apparato otorinico, anche solo il naso, il mio orecchio destro tende ad una risposta (anzi un ingresso) calante verso le medioalte/altissime.

Spray nasale e un po' di curette, in genere mi fanno tornare ai miei 15-16khz che per un 52enne sono soddisfacenti.

Il mio otorino dice che è una cosa normale, ma le prime volte avevo anche io pensato a qualcosa di irreversibile.

Link to comment
Share on other sites

claudiozambelli
1 minuto fa, AlfonsoD ha scritto:

Il mio otorino dice che è una cosa normale, ma le prime volte avevo anche io pensato a qualcosa di irreversibile.

Ehmm.., penso che per me la cosa  sia leggermente diversa in quanto soffro di diabete di Tipo2 ,e questo sarebbe il meno, il quale a sua volta ha instaurato una neuropatia degenerativa ( ha colpoto il sistema nevoso periferico ) che piano piano progredisce a tutto il corpo e non vorrei che questa cosa sia collegata anche alle orecchie , tra un pò devo incontrare il neurologo e poi l'otorino e vediamo come va a finire, il parlato per me non è un problema .

Guarda ti rivelo una cosa, mio figlio dopo gli ascolti dei nastri mastercopy, mi ha fatto uno scherzo di cui non mi sono accorto ,ovvero mi coperto sotto le tele dei diffusori i tweeter con delle cupoline plastiche , beh  io non me ne sono accorto fino a quando lui. non me lo ha detto.

Questo significa che per le mi orecchie se io avessi casse solo con woofer e midrange io sentirei "bene" lo stesso.

Questo non mi sembra normale , che dici ?.

cordiali saluti

claudio

Link to comment
Share on other sites

Innanzitutto Claudio un in bocca al lupo per la tua salute. Lo scherzetto fatto da tuo figlio è a mio avviso propedeutico a farci capire molte cose. A me è stato fatto sui cavi ed ho capito fino a che punto la psicoacustica ci può influenzare. Io direi per un 90%. Da allora ho cambiato approccio!!!! Probabilmente se lo scherzo di tuo figlio fosse stato fatto a me non me ne sarei accorto neppure. Quindi verifica la tua posizione uditiva con i dottori e speriamo che sia ancora integra ovviamente nei limiti dell’età. 
Concordo con Alfonso che una nevralgia, un minimo fastidio ai condotti uditivi,mascellari e nasali possano influire pesantemente sulle alte frequenze........ e comunque Alfonso hai 52 anni e io e Claudio abbiamo superato i 60 quindi se arriviamo ai 14000 hz possiamo baciarci le mani. 
 

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share




×
×
  • Create New...