Jump to content

Ortofon mc30 prima serie


blucatenaria
 Share

Recommended Posts

blucatenaria

Buongiorno a tutti, sono sempre stato affascinato da questa testina tanto da farmi venir voglia di trovarne una eventualmente da ristilare. Qualcuno che la conosce bene e vuole parlarne in merito a livello d'uscita tracciabilità ecc? come si pone inoltre rispetto alle coeve mc10 o mc20  che invece ho posseduto (e posseggo) e di cui ho avuto modo di apprezzare il valore assoluto nonché altissimo rapporto qualità prezzo? e un paragone con la rara mc 2000 e successive top pickup di casa ortofon? credo che l'utente Pino possa dire la sua per quanto ricordo

grazie fin da ora per gli eventuali interventi (possibilmente qualificati)

Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, Beppardo ha scritto:

Buongiorno a tutti, sono sempre stato affascinato da questa testina tanto da farmi venir voglia di trovarne una eventualmente da ristilare. Qualcuno che la conosce bene e vuole parlarne in merito a livello d'uscita tracciabilità ecc? come si pone inoltre rispetto alle coeve mc10 o mc20  che invece ho posseduto (e posseggo) e di cui ho avuto modo di apprezzare il valore assoluto nonché altissimo rapporto qualità prezzo? e un paragone con la rara mc 2000 e successive top pickup di casa ortofon? credo che l'utente Pino possa dire la sua per quanto ricordo

grazie fin da ora per gli eventuali interventi (possibilmente qualificati)

Intanto come ho già scritto più volte considero i fonorilevatori,dei piccoli capolavori di meccanica,ogni piccola variazione nel montaggio ,nelle masse,nel tipo dei materiali ( tutti, dai magneti,al cantilever,al guscio esterno ),altera,in particolare nei modelli di maggior pregio,l'equilibrio timbrico.

Sono contrario alle ristilatura,a meno che questa non avvenga su una testina molto costosa,recente,e che essa venga eseguita sostituendo in toto tutto il gruppo motore,in fabbrica,e poi collaudata e certificata.

Ortofon lo fa, lo so è caro,ma riporta effettivamente alle condizioni d'origine.

Ho avuto contemporanente,anche tre testine,dello stesso modello e ognuno aveva il proprio carattere,figuriamoci una piccola variazione di massa,o elasticità/rigidità del cantilever,o peggio un minimo disallineamento assiale.

La MC 10 non la conosco,la 20 molto bene,è una buona testina,però la 20mkII,la 30 e la 2000 hanno tutte un damping,  (un dischetto in platino/ gomma , WRD ) che linearizza,equalizzando la risposta in frequenza,inoltre tracciano molto bene anche la 5° laterale con peso sotto i 2 grammi,per la 20 ne servono 3,per contro la 20 è molto più robusta,

A livello sonoro la MC 20 è leggermente sbilanciata in alto,le altre tre coniugano dolcezza e linearità,leggero effetto loudness per la 20MKII.

Mentre la 30 può essere montata su tutti i bracci,( anche il piumoso SME serie III ),la 2000 richiede ( da specifiche Ortofon ),un braccio a massa medioalta,anche per poterne bilanciare il peso ( 12 grammi ),qualcuno potrà rispondermi che con i pesi aggiuntivi,lo SME III,può montare testine da 13 grammi,ma credetemi siamo in zona Cesarini.

Per rendere giustizia alla 2000,andrebbe inoltre utilizzato il raro e costoso T2000,insomma l'MC 2000 non è una testina per tutti.

Esce a 0,0050 millivolt,non so di altre testine che abbiano una uscita ( misurata,e certificata,e non semplicemente dichiarata ) così bassa.

Va molto bene con gli stadi attivi dell'Onkyo P303,e dello Yamaha C2a,meno bene con i pre SS moderni,molto bene col T30 settato a 3 ohm,un pò brillante col T3000.

Un consiglio che posso darti è di portare il peso di lettura della MC 20,a 2,2/2,4 grammi,e adeguare lo skate.

Ultimo e più importante consiglio,almeno una volta al mese guardare con microscopio / lente il diamante ( nelle ante 85,è di alta qualità ,iper trasparente ) e nel caso pulirlo e detergerlo con liquidi non aggressivi con i collanti,col Clearaudio si va sul sicuro.

Puntina in basso durante la spennellatura,e lasciare asciugare per 15'.

Ciao a tutti 

Pino

Link to comment
Share on other sites

  • Moderators
BEST-GROOVE
8 minuti fa, pino ha scritto:

0,050 millivolt,


Ritengo sia uno dei valori più bassi in assoluto o tra i più bassi....forse una testina AN o altro brand che non ricordo usciva un pizzico ancora più bassa.

Link to comment
Share on other sites

blucatenaria
2 ore fa, pino ha scritto:

Questa la prova della fantastica mc2000 in AR del 05/83. Come si vede l'uscita su 100 ohm  vale ca 0.11 mV a 10cm/s, coerente col valore dichiarato misurato a 5 cm/s. 

 

 

 

IMG_20210321_214013.jpg

Link to comment
Share on other sites

blucatenaria
11 minuti fa, BEST-GROOVE ha scritto:


Ritengo sia uno dei valori più bassi in assoluto o tra i più bassi....forse una testina AN o altro brand che non ricordo usciva un pizzico ancora più bassa.

Forse la mc30 esce ancora più bassa o su livelli molto simili, credo che sia stata provata su uno dei primi numeri di AR, non ricordo il numero.

Link to comment
Share on other sites

  • Moderators
BEST-GROOVE
3 ore fa, Beppardo ha scritto:

Forse la mc30 esce ancora più bassa o su livelli molto simili


Lo credevo anche io andando a memoria e l'ho sempre ribadito convinto sino alla morte poi @pino  mi ha giustamente smentito, non convinto sono andato a rileggermi il manualetto di una delle due MC 30 che ho e diavolo...aveva ragione... 0,08 mV. 
Quindi non più bassa o uguale alla MC 2000 ma esce un pizzico più alta.

Link to comment
Share on other sites

blucatenaria

Forse il segreto della grande linearità, dolcezza  ed assenza di colorazioni di queste testine risiede proprio nel basso numero di spire utilizzato negli avvolgimenti e dalla conseguente riduzione della massa mobile da cui consegue la grande capacità di tracciamento, oltre che l'adozione di altri accorgimenti meccanici di certificata efficacia (sistema WRD ecc) come diceva l'utente Pino. Pena la bassissima tensione d'uscita che le rende piuttosto difficili da interfacciare con molti pre specie moderni

Link to comment
Share on other sites

18 ore fa, pino ha scritto:

Intanto come ho già scritto più volte considero i fonorilevatori,dei piccoli capolavori di meccanica,ogni piccola variazione nel montaggio ,nelle masse,nel tipo dei materiali ( tutti, dai magneti,al cantilever,al guscio esterno ),altera,in particolare nei modelli di maggior pregio,l'equilibrio timbrico.

Sono contrario alle ristilatura,a meno che questa non avvenga su una testina molto costosa,recente,e che essa venga eseguita sostituendo in toto tutto il gruppo motore,in fabbrica,e poi collaudata e certificata.

Ortofon lo fa, lo so è caro,ma riporta effettivamente alle condizioni d'origine.

Ho avuto contemporanente,anche tre testine,dello stesso modello e ognuno aveva il proprio carattere,figuriamoci una piccola variazione di massa,o elasticità/rigidità del cantilever,o peggio un minimo disallineamento assiale.

La MC 10 non la conosco,la 20 molto bene,è una buona testina,però la 20mkII,la 30 e la 2000 hanno tutte un damping,  (un dischetto in platino/ gomma , WRD ) che linearizza,equalizzando la risposta in frequenza,inoltre tracciano molto bene anche la 5° laterale con peso sotto i 2 grammi,per la 20 ne servono 3,per contro la 20 è molto più robusta,

A livello sonoro la MC 20 è leggermente sbilanciata in alto,le altre tre coniugano dolcezza e linearità,leggero effetto loudness per la 20MKII.

Mentre la 30 può essere montata su tutti i bracci,( anche il piumoso SME serie III ),la 2000 richiede ( da specifiche Ortofon ),un braccio a massa medioalta,anche per poterne bilanciare il peso ( 12 grammi ),qualcuno potrà rispondermi che con i pesi aggiuntivi,lo SME III,può montare testine da 13 grammi,ma credetemi siamo in zona Cesarini.

Per rendere giustizia alla 2000,andrebbe inoltre utilizzato il raro e costoso T2000,insomma l'MC 2000 non è una testina per tutti.

Esce a 0,0050 millivolt,non so di altre testine che abbiano una uscita ( misurata,e certificata,e non semplicemente dichiarata ) così bassa.

Va molto bene con gli stadi attivi dell'Onkyo P303,e dello Yamaha C2a,meno bene con i pre SS moderni,molto bene col T30 settato a 3 ohm,un pò brillante col T3000.

Un consiglio che posso darti è di portare il peso di lettura della MC 20,a 2,2/2,4 grammi,e adeguare lo skate.

Ultimo e più importante consiglio,almeno una volta al mese guardare con microscopio / lente il diamante ( nelle ante 85,è di alta qualità ,iper trasparente ) e nel caso pulirlo e detergerlo con liquidi non aggressivi con i collanti,col Clearaudio si va sul sicuro.

Puntina in basso durante la spennellatura,e lasciare asciugare per 15'.

Ciao a tutti 

Pino

Sono possessore anche io della MC30 dalla fine del 1982 e, nonostante non la usi più da parecchi anni, concordo quasi integralmente con le tue esperienze d'ascolto e di utilizzazione.

 

Casomai, una cosa che ho notato, almeno nel mio esemplare e nel mio ambiente d'ascolto, una sensibilità molto più marcata, rispetto alle altre testine che possiedo (sia MC che MM) nei confronti della temperatura ambiente.
In parole povere a temperature più basse (diciamo sotto i 20 gradi) la capacità di tracciamento (provata anche con il disco test ERA IV della Shure) peggiora udibilmente così come le sensazioni di ascolto. Nel mio ambiente di ascolto (una stanza 7x4, con 2 pareti confinanti con l'esterno, quindi molto esposta alle condizioni climatiche esterne, frequentata solo per ascolto e senza climatizzazione "nativa") il problema era piuttosto sensibile in quanto si passava da temperature di circa 21-22° a fine estate e inizi autunno a temperature di circa 18° in inverno con il riscaldamento acceso quando andavo per ascoltare.
Casomai, più tardi ripubblico (sono andate perse a seguito del "crash" di Strasburgo) le foto della lussuosa confezione in cui veniva venduta nel 1982 

Link to comment
Share on other sites

30 minuti fa, Pimpinotto ha scritto:

Sono possessore anche io della MC30 dalla fine del 1982 e, nonostante non la usi più da parecchi anni, concordo quasi integralmente con le tue esperienze d'ascolto e di utilizzazione.

 

Casomai, una cosa che ho notato, almeno nel mio esemplare e nel mio ambiente d'ascolto, una sensibilità molto più marcata, rispetto alle altre testine che possiedo (sia MC che MM) nei confronti della temperatura ambiente.
In parole povere a temperature più basse (diciamo sotto i 20 gradi) la capacità di tracciamento (provata anche con il disco test ERA IV della Shure) peggiora udibilmente così come le sensazioni di ascolto. Nel mio ambiente di ascolto (una stanza 7x4, con 2 pareti confinanti con l'esterno, quindi molto esposta alle condizioni climatiche esterne, frequentata solo per ascolto e senza climatizzazione "nativa") il problema era piuttosto sensibile in quanto si passava da temperature di circa 21-22° a fine estate e inizi autunno a temperature di circa 18° in inverno con il riscaldamento acceso quando andavo per ascoltare.
Casomai, più tardi ripubblico (sono andate perse a seguito del "crash" di Strasburgo) le foto della lussuosa confezione in cui veniva venduta nel 1982 

Ti riferisci alla valigetta.

Link to comment
Share on other sites

  • Moderators
BEST-GROOVE
32 minuti fa, Pimpinotto ha scritto:

le foto della lussuosa confezione in cui veniva venduta nel 1982 


lussuosa veramente! Ma anche questa ricchezza offerta con la testina ha sicuramente avuto un costo non indifferente nel costo complessivo oltre la soglia delle 500Klire, una cifra incredibile per una testina ma non tra le più costose.

Link to comment
Share on other sites

8 ore fa, BEST-GROOVE ha scritto:

perché mai?

Perchè, da "possessore seriale", quale sono, successivamente alla MC30 mi sono passate sottomano una marea di altre testine (Grado Signature 8MR, Ortofon SPU Gold, Ortofon SL15 Mk2, Mayware MC-2C e MC7, Accuphase AC2, Denon DL103, DL103S e DL103R, Koetsu Wood, Shure V15IIIHE, Audio Technica AT-15EA, Mark Levinson MLC-1, Decca London Super Gold, EMT XSD-15 e, sicuramente, ne sto dimenticando qualcuna), alcune delle quali, sinceramente, mi sono sembrate più convincenti, almeno nel mio "setup" e per i miei gusti. 
Magari, visto che è stato aperto questo 3d, mi verrà voglia di riesumarla ma ho il timore, visto anche che, da subito, la trovavo piuttosto sensibile alla temperatura ambiente (vedi mio post precedente) che, dopo 39 anni (mamma mia come passa il tempo!) dal suo acquisto, abbia bisogno di un check-up da parte di Torlai, Cartridge Lab o AudioSilente

Link to comment
Share on other sites

  • Moderators
BEST-GROOVE

 

53 minuti fa, Pimpinotto ha scritto:

mi sono passate sottomano una marea di altre testine


Complimenti Bambu, una nutrita carrellata mica pizza e fichi, ma che accadeva al suono della MC 30 con gli sbalzi di temperatura? 

Possibile che le altre che hai avuto fossero insensibili? Da quanto ne so tutte più o meno risentono di questo parametro.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share


×
×
  • Create New...