Jump to content

l'impianto della cucina parla inglese ma il bricolage è italiano


Westender
 Share

Recommended Posts

Ho deciso di mettere su un impiantino per la cucina fatto di vecchie glorie inglesi anni '80/90 tirando fuori un pò di roba che avevo nell'armadio.

 

Sono partito da un integrato Onix OA 21S che ho avuto scambiando il mio pre/finale Meridian. Lo desideravo da tempo e sono felicissimo di averlo trovato (grazie Roberto). Poi ho messo il cd Quad 66 che avevo nell'impianto principale che è stato momentaneamente sostituito da un HK 7525. Un muletto che per un pò resta sul podio per come suona.

Avevo da parte dei cavi Exposure e un tavolinetto a 2 ripiani Alphasonik con 2 stand della stessa marca (e disegno) che usavo in studio. Ho quasi tutto ma restano da comprare solo i diffusori. Il budget però era scozzese e non inglese. Li volevo in cassa chiusa perchè suoneranno vicino alla parete di fondo per questioni di spazio e alla fine trovo un paio di Diesis Solitaire a 100 Euro. Parliamo di un bookshelf a due vie con un medio basso Vifa da 8' e un tweeter Elac da 1'. Sono le nonne delle Swordsman, disegnate da Alan O' Rourke che poi fonderà appunto Ruark.

 

Leggo un pò sui forum inglesi, i pareri sono buoni, il proprietario è simpatico e decido di prenderle.

 

Quando arrivano però non sono proprio in buone condizioni, viti arrugginite, bordi inferiori scollati e uno dei morsetti rotto (quello però mi era stato detto). Però mi ispirano. Il cabinet è super pesante, cablaggio generoso e altoparlanti

 

Allora smonto gli altoparlanti e mi armo di cutter. Comincio a tagliare il truciolare dentro ai bordi, dò un paio di colpi col martello in gomma per cercare di riassestarle un pò, poi sciolgo il vinavil con un pò d'acqua e applico con una siringa. Chiudo coi morsetti a stringere e aspetto la notte. Nel frattempo tolgo quei feltrini da sedia dal fondo e pulisco bene la colla rimasta. Prima con la trielina e poi con l'olio paglierino (che funziona sempre). Prendo le viti sporche di ruggine, le pulisco con l'aceto e vengono un pò meglio ma le cercherò nuove perchè non sono soddisfatto.

 

La mattina dopo vado di stucco, vernice nera e rimonto gli altoparlanti. Porto tutto dal tecnico perchè mi risistemi il morsetto e controlli i condensatori dei crossoveri. I cavi erano già di grande dimensione per cui lascio tutto lì.

Ora aspetto che tornino a casa per attaccare tutto. Già che c'ero faccio cambiare la cinghia al lettore Quad che ogni tanto traballava.

 

ora aspetto e non vedo l'ora che ritornino a casa per attaccare tutto assieme! Poi vado di psychedelia inglese mentre cucino il sugo al pomodoro.

 

 

 

 

20210301_143440_HDR.jpg

20210306_145436_HDR.jpg

20210306_145439.jpg

20210306_145443.jpg

diesis sotto pressione.jpeg

Link to comment
Share on other sites

  • 4 weeks later...

le Diesis sono tornate dal laboratorio che ha fatto il recap dei crossover e sistemato una saldatura su uno dei tweeter che era un pò ballerina. 

Niente male questi diffusori pre Ruark. Sopratutto mi piace un sacco avere l'impianto in cucina al mattino col giornale e quando spignatto la sera. 

  

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share



×
×
  • Create New...