Jump to content

Il galateo non scritto dei mercatini di dischi


Panofsky
 Share

Recommended Posts

Spero di aver postato nella sezione giusta, diciamo la meno sbagliata... Prego eventualmente di spostare

In quest'ultimo anno, se il tempo in più passato a casa mi ha permesso di dedicarci maggiormente all'ascolto, dall'altro mi ha tolto il piacere di frequentare i mercatini delle pulci dove, tra le altre cose, ho sempre amato smucicare (come ho imparato si dice a Porta Portese) nei banchetti di vinili.

Ora, fino a 10 anni fa era un'attività tutto sommato tranquilla, visto che ai banchetti c'era pochissima gente, mentre oggi a volte occorre sgomitare per accaparrarsi una "fila" in cui spulciare.

Vorrei a questo punto un vostro parere se sono io esagerato: mi è capitato più volte, e sempre di più recentemente, che la persona accanto, oppure uno dietro che aspettava il suo turno, visto passare tra le mie dita un titolo per lui interessante, ci si fiondasse sopra senza aspettare che io finissi la fila e mi spostassi in quella vicina; ho sempre protestato energicamente (cosa per me insolita) perché lo considero una invasione dello spazio personale e in più perché non sempre tiro fuori tutto quello che mi interessa, preferisco fare una scelta ponderata alla fine della fila e tirate fuori solo i più interessanti quindi avrebbe potuto prendere qualcosa che avevo adocchiato io (poi mi scoccia tirare fuori frasi del tipo "vado a mercatini da 25 anni, tu devi essere uno nuovo per questo non sai come funziona" perché trovo antipatico far valere qualcosa in ragione della propria anzianità, o pretendere di essere nel giusto solo perché con più esperienza)

In soldoni, a mio parere ci sarebbe un galateo non scritto, cui mi sono sempre attenuto e che non mi è mai capitato di vedere nessuno infrangere fino ad una decina di anni fa, per cui finché non si finisce la fila che si sta smucicando nessuno ci possa mettere le mani

Esagero? Fatemi sapere la vostra!

L

 

p.s.: poi per parlare di galateo non scritto si potrebbe ragionare sui venditori che non prezzano i dischi e ti dicono quanto costa solo dopo averti guardato in faccia: non credo ci sia molto dibattito in merito, da quelli neanche mi fermo più, anche perché sono sempre inevitabilmente quelli con i prezzi più folli

Link to comment
Share on other sites

@Panofsky A me è capitato di essere l'osservatore in attesa e di vedere un disco che mi interessava. Ho sempre chiesto cortesemente se chi stava guardando ne era interessato o meno. Il mio approccio è diverso, se vedo qualcosa che mi può interessare lo tiro su e lo metto da parte, poi finita la cernita li esamino e decido.

Pure a me manca il giro del sabato mattina per mercatini, è una pratica che mi distrae e mi rilassa e che qualche volta ha portato pure degli ottimi apparecchi/vinili.

Link to comment
Share on other sites

oscilloscopio

@Panofsky  Anche io opero come @Bazza ed al momento non mi sono ancora capitati elementi come quelli che descrivi, devo inoltre dire che i vinili li trovo sempre prezzati, ma devo precisare che ormai mi rifornisco solo da quei tre o quattro venditori che conosco da molti anni e sono già sicuro su quello che vado a comprare.

Link to comment
Share on other sites

Non avevo specificato, comunque anche per me se uno chiede non c'è nessun problema, anche se io personalmente aspetto, a meno non sia il disco che cerco da una vita...

Link to comment
Share on other sites

@Panofsky Allora, se sto spulciando io in quel contenitore di vinili, difficilmente mi faccio prevaricare da uno che si intromette (maleducatamente), a costo di dirgliene quattro, ma anche qualcosa di più, se si dimostra un troglodita. Con quelli invece che non prezzano, sperando di trovare il pollo di passaggio, posso "giocare", magari a proporgli la metà di quello che mi chiedono, essendo, nel caso, molto probabilmente abbastanza preparato sul prezzo di quel disco (usato).  

P.S.: Ricordiamoci che il mercato dell'usato, ha spesso prezzi mooolto variabili, che dipendono dalla persona che si ha davanti, ma anche se la giornata sta finendo 😉

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

 

@Panofsky

Io non ho mai frequantato mercatini, ma ciò che citi è facilmente riscontrabile in tutti gli aspetti della "socialità" moderna in cui educazione e rispetto per il prossimo pare abbiano lasciato il posto all'arroganza alla presunzione ed alla maleducazione.

È facile averne un riscontro al supermercato... alla fila in posta ... al parcheggio ... etc..

Intendiamoci... .  non è che prima non esistessero i maleducati ma era più difficile incontrarne uno.

A mio avviso ci stiamo imbarbarendo . . . 😐

 

Link to comment
Share on other sites

il galateo dovrebbe valere anche per i mercatini sul web - 

qualche giorno fa vedo un annuncio: vendo cd dei seguenti generi (x, y, z, ecc. ecc. jazz, classica) liste con prezzi disponibili, astenersi perditempo contatti via messenger.

io: buongiorno, sono interessato a jazz e classica, potrei vedere le liste?

venditore: purtroppo per la classica non ho lista ma solo foto

io: nessun problema, mandi pure

venditore: ma solo jazz o anche foto classica?

io: veda lei, come detto sono interessato sia jazz che classica

venditore: allora facciamo così, mando sia lista jazz che foto classica, i prezzi li comunico solo dopo che mi ha detto quali cd interessano

io (un po’ spazientito..): guardi, mi sa che la facciamo troppo difficile, lasciamo perdere grazie e scusi il disturbo 

venditore: se voleva farmi perdere del tempo poteva dirlo subito perché io non ne ho (sic!)

🙄🙄

Link to comment
Share on other sites

@regioweb credo ci sia un altro motivo, oltre la maleducazione standard. Credo che alcune persone non sappiano più comprendere neanche quello che loro stesse scrivono (probabilmente “liste con prezzi” viene interpretato come un termine generico).

Link to comment
Share on other sites

Dirò, a me è capitato di spulciare qualcosa anche in questi mesi e non ho capito perché, con tutto che occorre stare distanziati, c'è sempre quello che ti deve alitare sul collo (e non sempre con la mascherina sopra il naso)...

Link to comment
Share on other sites

Sperando di non andare troppo OT, per quando l'emergenza Covid lo permetterà, facciamo un thread dove ognuno di noi segnala data e luogo di qualche mercatino? Col fatto che veniamo praticamente da quasi ogni parte d'Italia sarebbe bello condividere anche questa cosa. 
Io ad esempio non sono molto ferrato, frequentavo un mercatino che veniva fatto all'ex mattatoio di Testaccio a Roma, a Porta Portese saranno 30 anni che ci devo andare, però di altri non ne sono a conoscenza pur sapendo che venivano fatti (lo venivo a sapere solamente a giochi fatti😒). 

Link to comment
Share on other sites

anche a me piace frequentare i mercatini. Ormai prezzi folli. A Padova stavo osservando Trespass dei Genesis ( che ho poi comperato da un'altra parte in meglio) : a me piace mercanteggiare. Tiro ( non esageratamente) sul prezzo e quello : "...piuttosto mi tiro una martellata sui co....I".L'ha detto in un modo che pareva che si sfogasse probabilmente delle poche vendite. Mi ha rovinato il resto della giornata.

Link to comment
Share on other sites

5 minuti fa, bost ha scritto:

"...piuttosto mi tiro una martellata sui co....I"

Io sarei uscito a comprare un martello per fargliene gentil dono...

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, OTREBLA ha scritto:

finalmente estrae il vinile, sbarra tanto d'occhi ed esclama "Ma scusi, qua c'è un buco!"

mi hai fatto morire!

Link to comment
Share on other sites

25 minuti fa, bost ha scritto:

Ormai prezzi folli

Si però lo capisci subito il banchetto da evitare: guardo due prezzi e eventualmente passo al successivo

 

A me una volta capitò di trovare non ricordo più quale titolo dei Deep Purple, stampa italiana, senza busta interna, custodia esterna scollata, rovinata sui bordi e col segno del disco, vinile rigato sembrava ci avessero mangiato sopra. Siccome è l'unico banchetto con dischi di tutto il mercatino, prendo in considerazione l'idea di prenderlo per non andare a casa con le mani vuote ("magari lavato suona decente...") e penso che se me lo propone scandalosamente a 10€ gli ribatto 5€ o niente (successivamente controllai Discogs che lo metteva a 3€); beh... è riuscito a chiedermi... 25€ con la scusa "ma sono i Deep Purple!", per poi passare a vantarsi di aver venduto la settimana prima un titolo a 600€ come prova della sua preparazione e conoscenza del mercato (oltretutto neanche un banchetto specializzato, vendeva di tutto e aveva una sola scatola di vinili).

Tra le cose che proprio non capisco (cioè si, lo capisco benissimo) è questo dire famoso=caro

 

Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, Angelo83 ha scritto:

facciamo un thread dove ognuno di noi segnala data e luogo di qualche mercatino

Un'ottima idea, lo faccio subito io

Link to comment
Share on other sites

5 minuti fa, Panofsky ha scritto:

famoso=caro

C'è di peggio credimi .... per curiosità, che orologio indossavi quando ti fece tale richiesta? 

Pare na boutade, ma credimi (detto da più venditori ... ) pure l'abito e relativi accessori, concorrono alla valutazione del quanto chiedere ... mah

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share




×
×
  • Create New...