Jump to content

Fusibili: impressioni e utilizzo (parte 2)


officialsm
 Share

Recommended Posts

fate la prova cambiando il fuso originale con uno di valore un pelo più grande. se vi sembra che suoni meglio allora il trucco sta li.

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

6 ore fa, ernesto62 ha scritto:

nel mio ampli ampli va da 3,15 e ho preso 4, poi quattro fusibili marchiati 1,6 ho preso quelli da 2 Ampère

Sarò io paranoico; non accadrà mai niente ma eviterei!

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

ne parlano a lungo sul sito americano wbf... in sostanza affermano che questi fusibili speciali sono molto piu precisi di quelli industriali, nel senso che se c'è scritto 1A, si rompono esattamente a 1 A, mentre quelli industriali sono un po piu permissivi.

La stessa cosa mi è successa con i HIFI Tuning, gli inventori dei fusibili speciali.. che mi dicevano la stessa cosa.. prendili un po piu alti come valore.. proteggono lo stesso e suonano meglio 🙂

 

Link to comment
Share on other sites

@Fabio Cottatellucci tutti storditi...🤫

di certo in pochi si sono posti il "problema" della strozzatura dei fusibili.

Ma esiste davvero questo problema? Secondo me in un tipico impianto domestico.. molto prima ci sono ben altri problemi.. ciò non toglie che i fusibili speciali un apporto positivo e udibile 🙂 di regola, comportano.

Non stravolgimenti certamente.. ma udibili, si, almeno secondo le mie esperienze specie con gli AHP, li uso da decenni ormai..

In caso di fusibili vecchi, già sollecitati da diversi anni di uso, e contatti magari mai puliti.. le differenze saranno sicuramente udibili in meglio, ma questo avviene anche sostiuendo fusibili normali con fusibili normali, ma nuovi 🙂 e puliti

 

Link to comment
Share on other sites

ernesto62

Intanto ringrazio te@alexis e anche Fabio Cotatellucci per i vostri graditi commenti e nel frattempo complice i prezzi  dei fusibili Aucharm ho cercato quelli dalle misure esatte e ho risistemato il puzzle.  . Quelli da 2 li posso usare uguale e anzi li userò anche nei sub  considerando hanno identici valori.  

Link to comment
Share on other sites

  • Administrators
cactus_atomo

@alexis carissimo, la soluzione radicale per evitare la strozzatura da fusibile è eliminare il fusibile. Nulla di grave, è raro che succeda qualcosa e salti un fusibile per una sovracorrente, nel caso si cambia elettronica ma per anni si è ascoltato al meglio. Che vuoi che sia?
Battute a parte, mettere un fusibile da 2 invece che uno da 1.6  è come correre in formula 1 con un motore  di cilindrata maggiore del consentito, è banalmente un trucco. sarebbe da provare un confronto con un fusibile industriale di amperaggio maggiore

Link to comment
Share on other sites

  • Moderators
paolosances

Prima o poi verrà fuori che i fusibili sono utili alle case costruttrici per evitare d'intervenire a proprie spese durante il periodo di garanzia. 

E se lo fanno...avranno pur le loro ragioni. 

Link to comment
Share on other sites

@paolosances state parlando con un matto che al posto dei fusibili metteva delle barrette di argento fatte fare appositamente dall'orefice... fin dagli anni 90.

Mai successo nulla.

L'unico danno che ho avuto fu una fiammata di un finale convergent che si mise allegramente a bruciare.. con i fusibili originali belli al loro posto, intonsi.. 🙂 of course... 🙂

Ps. Comunque tutti parlano dei fusibili... ma anche i portafusibili sono di regola scrausi.. barrette di ottonaccio e mollette...

Link to comment
Share on other sites

  • Moderators
paolosances

@alexis Effettivamente- forse/chissà/può darsi-sarebbe logico pensare che tutta la linea dovrebbe non  presentare disomogeneità in termini di capacità di trasmissione .

Link to comment
Share on other sites

Il 25/1/2022 at 15:48, cactus_atomo ha scritto:

soluzione radicale per evitare la strozzatura da fusibile è eliminare il fusibile

Quindi parimenti si potrebbe eliminare il cavo di alimentazione allungando quello che arriva alla presa fin dentro l’elettronica, o almeno fino alla IEC, anche quello puo’ essere considerato una strozzatura…

Link to comment
Share on other sites

Fabio Cottatellucci
Il 25/1/2022 at 16:31, alexis ha scritto:

state parlando con un matto che al posto dei fusibili metteva delle barrette di argento fatte fare appositamente dall'orefice... fin dagli anni 90.

Mai successo nulla.

Alla roulette russa mica ti spari sempre in testa.
Io non ho bruciato un fusibile in più du 40 anni; ma se capita...

Link to comment
Share on other sites

  • Administrators
cactus_atomo

@STEFANEL infatti lateoria duta è pura prevede di eliminare schuko ed iec ed avere un unico cavo saldato alla elettronica, ovviamente tante linee una per ogni apparecchio, poi certo se devi cambiare qualcosa fare una prova o aggiungere un finale sono guaai ma che importa

Link to comment
Share on other sites

ernesto62

@cactus_atomo se poi dovesse venire un temporale con tanto di fulmini di quelli belli che per non si sa come ma  proprio a te o a me entra in casa .....addio elettronica e impianto .

Dice uno .....stacchi il salvavita , no? ,Già, però non potrebbe bastare , ci può essere  l'arco elettrico. Ma al di là delle ipotesi più spinte , credo che nessuno si metta a fare una cosa del genere , cioè voglio dire.....mettere direttamente  un cavo saldato dal componente al termomagnetico. Mmmmmmm.....chissà forse . A meno che la ragione rasenti la follia  😊 . E a proposito di follia , voglio sperare un po' più modesta ,oggi dovrebbero arrivare altri 3 fusibili AHP😃

Link to comment
Share on other sites

  • Administrators
cactus_atomo

@ernesto62 ci sono soluzioni estreme che pur avendo un loro perchè teorico, non vengono messe in pratica quasi da nessuno, per esempio un braccio con shell fisso e testina saldata per la massima rigidità, o ascoltare in una camera anecoica

Link to comment
Share on other sites

TopHi-End

La soluzione migliore sarebbe un cavo di qualità che parte direttamente dalla cabina Enel e avvitato (e non saldato) direttamente sull'alimentazione dell'elettronica, nessun fusibile, nessun salvavita, cablaggio in aria di qualità e saldature interne limitate al minimo con stagno all'argento.

Ma sappiamo che è impossibile.

Quindi, meglio sempre utilizzare prodotti di qualità in tutti i passaggi intermedi.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share




×
×
  • Create New...