Jump to content

Pre bilanciato: Gustard P26


stanzani
 Share

Recommended Posts

@stanzani Questo non lo conosco ma ti suggerisco il cugino Topping P90 , stesso prezzo .

Provato nell'impianto di un amico anche con i mono irs2092.

Bilanciato , telecomando , display leggibile anche se il pre è piccolo .

A casa del mio amico non fa rimpiangere i precendenti pré nell'ordine un Micro Zotl , un townshend Allegri , pré passivo da oltre duemila pippieuro , e per ultimo lo streamer della Goldnote Ds 10.

Lo puoi prendere qui 

https://www.playstereo.com/it/preamplificatori/4679-topping-pre90-preamplificatore-bilanciato-sbilanciato-nfca.html#/22-finitura-nero

Hai i 30 giorni di prova soddisfatto o rimborsato , volendo anche la spedizione in contrassegno , se arriva bene se non arriva perché si perde nei meandri del corriere non è un problema tuo .

Lo fanno nero o grigio .

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

Audiohiker
21 minuti fa, homesick ha scritto:

suggerisco il cugino Topping P90

Mi associo al suggerimento 

ho voluto costruire un secondo impianto minimalista, nessun componente visibile tutti racchiusi nel mobile del salotto, l’impianto gira intorno al dac topping d90 usato via usb con Volumio primo come streamer, pre P 90 finale Nuprime sta10 e diffusori Tmaudio jam56…….il risultato è imbarazzante in senso positivo.

in particolare il Pre  P90 è un campione di trasparenza con un bellissimo controllo del volume ed un rapporto segnale rumore da primato. Anche io lo uso in bilanciato …..straconsigliato

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

@stanzani si come scrive Audiohiker , è di una trasparenza e silenzio incredibile , il mio amico è un audiofilo di quelli che più costa meglio suona , avrà 3k euro di cavi nell'impianto però questo pré lo ha convinto a vendere tutti i restanti , che al confronto non andavano meglio .

Probabilmente anche il Gustard va bene ma sarebbe un acquisto alla cieca , il topping più di una Recchia lo hanno sentito andare magnificamente .

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

@homesick si tra l'altro un un dac d50 che va benissimo ancorché non bilanciato che uso per il mio sistema da scrivania con una stax sr404 lambda pro

Link to comment
Share on other sites

13 ore fa, stanzani ha scritto:

qialcuno lo conosce e lo ha provato? Alternative?

Grazie

Domanda strana.

Lo sanno tutti che il pre non serve e che peggiora le prestazioni

  • Haha 2
Link to comment
Share on other sites

3 ore fa, eduardo ha scritto:

Lo sanno tutti che il pre non serve

se hai un pre phono senza il volume regolabile allora serve. Chi mi conosce sa che lo scopo non e' quello di taroccare il suono con alchimie omeopatiche.

Link to comment
Share on other sites

11 ore fa, Wolf65 ha scritto:

saliamo un po' di prezzo

quasi il doppio. Ne vale la pena? Il denafrips sembra avere una sezione di alimentazione piu' robusta, con effetti all' ascolto tutti da verificare ... sanno che agli audiofili piace grosso (il toroide)  🙂 🙂 

Link to comment
Share on other sites

Aggiungo che il Pre Topping era stato gia' provato strumentalmente anche da Amir, con risultati sovrapponibili a quelli di JA (a me paiono anche migliori quanto a soglia di rumore: probabilmente influisce il diverso setup di misura)

https://www.audiosciencereview.com/forum/index.php?threads/topping-pre90-review-preamplifier.18283/

Nel Thread, alle ultime pagine si inserisce anche Kal Rubinson

 

HTH

 

Omaggi

Carlo Iaccarino

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

@md1809 'There has not been a conventional preamplifier in my main audio system for quite a while, because no multichannel preamp is available that's of high enough quality. Instead, I use the high-precision digital volume controls in my players and DACs and choose sources with a relay-based multichannel analog switch. Plus, I tell myself that no preamp can be more accurate and transparent than no preamp.' cosa che sostengo da illo tempore

Link to comment
Share on other sites

Capotasto

Sarebbe interessantissimo un pre stereo come questo, con stessa qualità, ma con in più una sezione ingressi digitali (usb, ottico, coassiale, e perché no?, hdmi video ARC). Con ingombro e prezzo simile, o non esageratamente superiore.

Non so se ne esistano, ma credo ne venderebbero parecchi.

Io lo acquisterei di sicuro.

Link to comment
Share on other sites

5 minuti fa, Capotasto ha scritto:

ma con in più una sezione ingressi digitali (usb, ottico, coassiale, e perché no?, hdmi video ARC)

sarebbe allora un DAC pre. Lo svantaggio di questa tipologia e' che la sezione digitale va in obsolescenza prima di quella lineare (I progetti dei pre sono gli stessi da decenni, magari evolve un po la companentistica ma con le misure rilevate in questi due signori direi che si rascvhia il fondo del barile)

Io non uso il pre perche lo RME ADI2 riceve le sorgenti digitali via USB ma anche toslink, AESE/EBU ed SPDIF, mentre il pre fono lo converto 24@96 usando la sezione ADC dello RME. Il pre mis erve in un secondo impianto (lo provero' comunque cone buffer a seguire l'uscita (ottima) dello RME se ho bisogno di piu' di 6 dB di guadagno (ad esempio se utilizzo la DRC come Atkinson che perde qualcosa (20 dB da lui)

Link to comment
Share on other sites

@Capotasto il mio Nuprime Dac 10 funge da pre/dac avendo 7 ingressi con volume indipendenti, di cui 2 analogici che bypassando il dac e 5 digitali, 1 USB, 2 ottici e 2 coassiali.

Link to comment
Share on other sites

Io ho preso un pre Audio GD. Anche perché il dac, un Ares2  non ha controllo divolume. Ha 2 ingressi bilanciati e 2 rca, più 1 uscita rca e una bilanciata.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share




×
×
  • Create New...