Jump to content

Esistono ancora i sound nazionali?


31canzoni
 Share

Recommended Posts

Esistono ancora i sound nazionali? Ad esempio esistono ancora elettroniche/diffusori che esprimano un suono che anni fa si poteva chiamare british o tedesco/nordico, americano, italiano, giapponese e così via? Oppure trovate che oggi vi sia la tendenza sempre più accentuata ad avere un suono "neutro" che tende ad un ideale di suono "dal vivo" e che in questo modo vi sia un appiattimento generale o anche una qualità generale che erode sempre più le differenze una volta più marcate tra differenti elettroniche e differenti diffusori?

 

Link to comment
Share on other sites

  • Administrators
cactus_atomo

@31canzoni i  sound nazionali, secondo me, non sonomai esistiti, cosa ha in comune una tannoy wd una quad eletrostatica o una linn? esisono esigenze di mercato che facevano si, quando guidava il mercato interno, che si puntasse alle esigenze tipiche di quel mercato. Le case americane, sono spesso molto grandi, con geandi saloni, spesso con i vicini lontani, da qui i grossi finali, i grossi diffusori adatti agli ambbienti ampi, ma anche, per gli abianti degli appartamenti in città, diffusori più compatti. In uk l'hifi di massa ha messo lo stereo nlle case di città, tipicamente piccole, imperativo non disturbare i icini, in queste condizioni non servono amplificazioni surdimensionate e diffusori dalla efficienza elevatissima. 

Resta il fatto che il sound tedesco e rancse tendeva (e tende anche oggi) a privilegiare la parte alta dello spettro, ma ka globalizzazione del mercato fa si che i prodotti siano progettti svincolandoli a una destinazione nazionale specifica

Link to comment
Share on other sites

@31canzoni secondo me esiste il family saund del Brend almeno di quelli con più storia . Il suono mcintosh  il suono accuphase il suono rotel il suono nad  il suono norma  hegel  il suono tannoy il suono monitor audio   il suono sonus faber  ecc ecc . Marchi che si sono affermati con una timbrica ben riconoscibile e che continuano a mantenerla , e più british il suono sonus faber  o il suono b&w??? . sono gli audiofili che poi danno la nazionalità alle verie colorazioni timbriche  , ma va bene cosi  serve per identificare meglio i propri gusti . 

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share



×
×
  • Create New...