Jump to content

fuji XT4


KIKO
 Share

Recommended Posts

Come avevo scritto su precedente post andato perduto, mi sto cimentando con questa nuova macchina. Per me proprio nuova dato che provengo da analogica dopo quarant'anni. Trovo che abbia un potenziale enorme a patto di saperne sfruttare, appieno o quasi, le possibilità. E' un mesetto che ci smanetto per studiarla (mamma mia) e sto personalizzandola a mio gusto. Ho un problema che non riesco a risolvere e cerco un utilizzatore che possa darmi una mano. Dopo ogni scatto mi salta fuori un avviso sul mirino con "memorizzazione" col solito circolino che gira per un paio di secondi e la spia posteriore che si illumina di rosso. Ho letto le istruzioni ma nessun accenno a questo fenomeno. Qualcuno può dirmi dove sbaglio e come poter agire per venirne fuori? Grazie a tutti.   

Link to comment
Share on other sites

Non lo so. C'è un sito-forum dove ti possono aiutare. Non so se posso scriverlo. Chiedo ai moderatori. Posso? Non so se faccio pubblicità...🙄

Link to comment
Share on other sites

@giov.rossi Grazie innanzitutto, Mi spiace ma sono talmente acerbo che non potrei darti ancora pareri sui dubbi che hai. La trovo complicatissima, almeno per me che ho difficoltà anche col cellulare... Ho provato a guardare tutorial che ho trovato utili su molti suggerimenti da professionisti, ma nessuno che parli di questo particolare. Ho bisogno proprio di un utilizzatore perchè sono convinto che sarà sicuramente successo anche a lui. Ho anche eseguito un reset, mio malgrado perchè gia impostata su una base da cui partire per poi affinarla, ma niente sta cacchio di memorizzazione salta fuori dopo ogni scatto. Spero che qualcuno qui l'abbia, o chi la conosce.   

Link to comment
Share on other sites

Ma non sarà semplicemente il tempo che impiega la fotocamera a "scrivere" i dati sulla scheda, durante il quale vengono inibite alcune funzioni?

Link to comment
Share on other sites

@peng Direi di si, è sempre quella che mi ha regalato il negozio e, essendo unica non posso averla confusa con altra. Il messaggio prima non c'era e la scheda è sempre lei. 

Link to comment
Share on other sites

@KIKO Devi usare una scheda SD da almeno 1000x di velocità. Io ho una X-T30 e ho avuto lo stesso problema (solo durante i filmati, però). Problema scomparso comprando una Lexar 1000x (150 MB/s), se la velocità è superiore ancora meglio.... Vedi la tua scheda che classe di velocità ha (è il numero nel circoletto, nella foto allegata è il 10).

Non ti fidare delle schede che vendono on-line, spesso sono fake (al limite le prendi su Amazon, così le puoi rendere). Io l'ho comprata in negozio, ho pagato un po' di più, ma ho avuto la certezza che fosse originale perchè l'ho provata in negozio davanti al mio amico negoziante facendo un piccolo filmato senza alcuna esitazione.

s-l1600.jpg

Link to comment
Share on other sites

Grazie a tutti, trovato l'inghippo. Ho annullato tutte le personalizzazioni che avevo fatto, colore, esposizioni lunghe, ecc. ed è scomparso. Evidentemente succede in fase di elaborazione/memorizzazione quando  sono state apportate delle modifiche. Purtroppo non ho una preparazione informatica e, in queste macchine ci vuole. Spero col tempo di acquisirle, almeno quelle per poter governare il mezzo al meglio dato che mi rendo conto, solo entrandoci dentro, dell'enorme potenziale. Certo che con l'analogica quando sapevi 5 nozioncine fondamentali eri a posto. Quì è diverso, molto diverso. Col tempo spero di farcela.

Grazie dell'aiuto, altro passo avanti, stasera, ed è quasi diventato un appuntamento fisso, un altra oretta di concentrazione. Mi auguro entro Natale di poter pubblicare su questi schermi una foto degna di essere definita tale.    

Link to comment
Share on other sites

@KIKO

22 ore fa, KIKO ha scritto:

Quì è diverso, molto diverso.

Ormai le fotocamere digitali sono più dei computer che macchine fotografiche. L'inizio della fine del fascino... un po' come tra LP e CD. Personalmente, mi sono molto disamorato alla fotografia nel passaggio da analogico a digitale. Prima, quando si doveva scattare una diapositiva, se si volevano fare foto "belle" e ben riuscite bisognava essere davvero bravi; oggi, basta conoscere benino Photoshop e continuare a non capire un ciufolo di tecnica ottico-fotografica che si diventa tutti fotografi; per di più, certe volte gli automatismi delle fotocamere moderne fanno tutto loro e fine della storia.

  • Melius 2
Link to comment
Share on other sites

@ediate E' verissimo ciò che dici, sono dei veri e propri pc. Lo dici a uno che ha difficoltà col telefonino...Però, da sempre appassionato di fotografia ed è per questo che ho fatto il "salto" e mi ci stò buttando dentro anima e...occhio. Certo, le nozioni analogiche servono anche se vengono un po' stravolte. Ci sono ancora molte domande a cui non so rispondere, per esempio perchè in automatico sceglie tempi alti anzichè agire sul diaframma benchè ci sia agio. Tanto e vero che per impratichirmi sto fissando sensibilità e tempi lasciandola agire sul diaframma. Ci arriverò col tempo. Mi sono scelto una pellicola che mi piace e sto provando a "personalizzarla" agendo qua e la fra le opzioni. Una cosa è certa, avendo circa 4000 dia, ho cominciato a scanerizzarle con uno scanner Canon, lavoro noiosissimo, lento e esasperante, non voglio assolutamente fare post produzione ma, avendo una macchina che me lo permette, quando ne sarò capace, agire in fase di produzione nel miglior modo possibile, come se fosse pellicola, almeno potrò dire che qualcosa di analogico mi è rimasto.

Link to comment
Share on other sites

@KIKO Il terrore di oggi è il mosso. Facci caso, tempi alti, stabilizzazioni in ogni dove, anche sui grandangoli.... e che sarà mai, un po' di mosso... secondo questi geni, come si faceva con le pellicole da 25-50-100 ISO?

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

Ho sempre usato Ektacrome 64 Professional, ne so qualcosa... Questo fenomeno del mosso lo dovrò verificare, appena posso prenderò un adattatore per verificare sull'oled 55". La macchina è stabilizzata, non l'obiettivo zoom 16-55 2.8. Penso però che 1/125 che uso in modo fisso possa riuscire nell'intento, magari non a 55 di zoom ma con uno scattino si passa a 1/250 e il gioco dovrebbe riuscire. Piuttosto non so ancora la differenza di scelta del tipo di otturatore, avrò circa 4 o 5 opzioni, per ora non ne capisco il senso, spero d'arrivarci. 

Link to comment
Share on other sites

@KIKO Tieni conto che la lunghezza focale va moltiplicata per 1,5; quindi a 35mm in formato APS-C sei, in realtà, a 50mm e di questo devi tener conto quando imposti il tempo di posa. Poi la X-T4 ha una bella "impugnatura", forse soffre un po', perchè è "leggerina", quando si usano ottiche molto lunghe e pesanti, ma con le ottiche normali è un piacere. Ho avuto la X-T1 e so di che parlo... 😉

Link to comment
Share on other sites

@ediate Grazie, so del fattore x1,5 ma, amando i grandangoli, l'ottanta per cento delle mie inquadrature sono entro i 30mm, raramente sono oltre, comunque reimpostando su 1/250 sarei credo a posto anche a 55mm che corrisponde a circa 80mm, se dovessi riprendere soggetti in movimento so che dovrò aumentare. Sulla analogica avevo uno splendido 21-2.8 che usavo ormai correntemente come "normale"... Ho visto che sul b/n ci sono 2 simulazioni film, ognuna delle quali ha tre possibilità di filtri, ottimo, ma un filtro polaroid sul colore perchè non c'è? La trovo una lacuna considerando le innumerevoli diavolerie incorporate in quella macchina. Tant'è.

Link to comment
Share on other sites

@KIKO

1 ora fa, KIKO ha scritto:

avevo uno splendido 21-2.8

Non ce l'hai più? Perchè, se lo avessi ancora, uno dei vantaggi delle mirrorless (dovuto al basso tiraggio rispetto alle reflex) è che, con degli anelli adattatori, si può montare praticamente ogni obiettivo per reflex su una mirrorless. Io ho un anello adattatore Fuji-Nikon F e un altro Fuji-Olympus OM. La tua macchina ha il sensore stabilizzato, opzione che verrebbe automaticamente trasferita anche alle ottiche reflex; in più, anche se non sono autofocus, come ben sai il vantaggio di sfruttare i grandangoli spinti di fatto vanifica del tutto la necessità dell'autofocus o, addirittura, di mettere a fuoco anche manualmente (anche con l'aiuto dell'iperfocale)...

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share


×
×
  • Create New...