Jump to content

SOtM sPS-500: alimentatore (forse?) lineare


Capotasto
 Share

Recommended Posts

Capotasto

Ciao a tutti.

Mi sono appena regalato l'alimentatore in questione per dare corrente al mio piccolo sMS-200 (prima serie, non neo).

Immagino che anche altri qui lo abbiano.

Il negoziante che me lo ha venduto mi ha fatto notare (perchè io non c'ero proprio arrivato) che il SOtM ha sia un interruttore generale posteriore (on/off), ma anche un pulsante frontale, il led verde, che se tenuto premuto per alcuni secondi alimenta o stacca lo streamer collegato, fermo il fatto che l'alimentatore resti acceso;

una specie di pulsante per lo stand by, insomma.

Chi ce l'ha come si regola?,

tiene sempre accesso, e quindi sempre alimentato, lo streamer collegato, oppure preme tutte le volte il led frontale del sps-500 per alimentarlo/staccarlo all'occorrenza?

Perchè con l'alimentatore a muro di serie l'sMS-200 era sempre sotto corrente.

Non capisco che senso abbia questo "doppio step", collegandolo invece all'alimentatore lineare della stessa Casa.

 

 

Link to comment
Share on other sites

stefano_mbp

@Capotasto complimenti per l’acquisto e … siamo molto curiosi ….

Io ho il sMS200 Neo (non Ultra) con alimentazione standard e lo tengo sempre acceso, penso che il sPS-500 acceso ma a riposo, ovvero senza carico, non consumi molto …

Ho un TeddyPardo per il mio dac M2Tech Young DSD e non lo spengo mai, metto solamente il dac in standby 

Link to comment
Share on other sites

tarmac
2 ore fa, stefano_mbp ha scritto:

Ho un TeddyPardo per il mio dac M2Tech Young DSD e non lo spengo mai, metto solamente il dac in standby

Sul Teddy ci metto la mano sul fuoco..........always on collegato al mio router ( non si scalda nemmeno )  non conosco il Koreano ma e' azienda seria , ho avuto tra le mani il 200 per un certo periodo  : oggetto impeccabile.........always on e via 

 

 

Link to comment
Share on other sites

Capotasto
2 ore fa, stefano_mbp ha scritto:

penso che il sPS-500 acceso ma a riposo, ovvero senza carico, non consumi molto …

Credo anch'io.

Ma la curiosità non era questa.

Mi chiedevo a cosa potesse servire tenere sempre acceso l'alimentatore (con il tasto posteriore on/off), e poi staccare/attaccare la corrente allo sMS-200, ad esso collegato, premendo volta per volta il led verde frontale del 500.

Quando invece, con l'alimentatore a muro di serie, l'sMS-200 restava sempre acceso, sotto corrente.

Link to comment
Share on other sites

stefano_mbp

@Capotasto non mi porrei troppe questioni … lascia tutto sempre acceso, spegnerei tutto se prevedessi di non usare nulla per parecchi giorni

Link to comment
Share on other sites

Capotasto
2 ore fa, stefano_mbp ha scritto:

complimenti per l’acquisto e … siamo molto curiosi ….

Comunque grazie per i complimenti.

Dubito però che, solo con in più il 500, sentirò cantare gli Angeli in coro, rispetto a prima.

Diciamo che mi sono voluto togliere un piccolo sfizio, e di aver voluto preparare il campo al prossimo passo, ossia la sostituzione del sMS-200 prima serie con il 200 Ultra Neo, aggiungendoci poi magari anche il TX-usbUltra.

Allora sì che almeno qualche Beato mi aspetterò di sentirlo cantare 😉

Link to comment
Share on other sites

stefano_mbp

@Capotasto sono molto curioso perché c’è chi sostiene che il sMS200 sia estremamente sensibile al tipo di alimentazione … 

Link to comment
Share on other sites

Capotasto
1 ora fa, stefano_mbp ha scritto:

perché c’è chi sostiene che il sMS200 sia estremamente sensibile al tipo di alimentazione … 

In effetti l'ho trovato scritto anch'io in praticamente tutte le recensioni dei 200, fatte in Italia o all'estero.

In pratica, un coro unanime di tester hanno affermato che gli sms-200 (base, Neo o Ultra che siano) dovrebbero essere venduti solo in combo con il loro alimentatore sps-500, tale è il miglioramento di qualità con l'alimentatore.

Vedremo.

Io le ho sempre reputate delle esagerazioni, ma nel giro di una o due settimane potrò farmene un idea precisa.

Se interessa, poi torno qui a raccontare. 

Link to comment
Share on other sites

Da possessore del sms 200, sono interessato al risultato.

Io lascerei sempre acceso. Spegnere l'sms 200, potrebbe causare danno al sw, visto che il programma verrebbe chiuso in modo brutale.

Per spegnerlo in sicurezza, bisognerebbe entrare nell'interfaccia, e spegnerlo con l'apposota procedura. Complicato e secondo me inutile.

Link to comment
Share on other sites

Gerardo61

@Capotasto ho il 200 neo ultra da qualche mese e gli ho abbinato un lps da 50w 9v con gli occhi a mandorla. Posso dire che il suono che ho ottenuto con l'alimentazione lineare è più dolce, meno ruvido rispetto al suo alimentatore switching. Sono molto soddisfatto del risultato e la spesa sostenuta è circa 1/5-1/6 rispetto all'sps500. Secondo me ne approfittano un po'. IMG_20220508_224145.thumb.jpg.486a6f76e4612b3325dd2e72df6fc52e.jpg

Link to comment
Share on other sites

stefano_mbp
8 minuti fa, Gerardo61 ha scritto:

ho il 200 neo ultra da qualche mese

Con quale “servizio” lo usi? (MPD, LMS/Squeezelite, Roon, HQP NAA)

Link to comment
Share on other sites

newton

Sps 500 non è lineare: è uno switching ben filtrato. Un buon alimentatore pensato per far andare anche più componenti contemporaneamente. Con 500 euro si trova meglio forse..

 

 

IMG-0129.thumb.JPG.1cf839be9cbaf2ef745af969216f2709.jpg

Link to comment
Share on other sites

Gerardo61

-145039095-220112661.thumb.jpg.903a7293bfbfdd58ff13cc758c89a30e.jpg@newton Eccolo li che il mio sospetto si è concretizzato. Il mio lineare cinese da 9v 50w ha reso il 200ultra più dolce, arioso e preciso spendendo 1/5. Non sono un elettronico ma un trasformatore toroidale da 50 VA, un filtraggio con condensatori di qualità e uno stabilizzatore di tensione non possono/devono costare un rene

Link to comment
Share on other sites

Capotasto

@newton @Gerardo61

Si, infatti l'avevo messo nel titolo del 3D che forse non era lineare.

Lo avevo trovato anche scritto in qualche sua recensione su un sito anglosassone, ora non ricordo quale, ma c'era però pure scritto che - se si guarda al risultato finale - poco importa che non sia lineare, perché gli sms-200 cambiano pelle quando alimentati dal sPS-500.

Ora c'è l'ho solo da una settimana, e non ho ancora fatto molti ascolti, però dai pochi fatti posso già anticiparvi che il coro unanime sulle qualità del prodotto non è stato cantato a caso, perché del vero c'è. 

P.S.: possiedo pure un HD Plex 200, che lineare lo è davvero, e in precedenza lo avevo utilizzato sul sms-200, prima di spostarlo oggi ad alimentare il NAS e il NUC dedicato a ROCK di Roon...

Link to comment
Share on other sites

newton

@Capotasto Lo scatolotto nero che si vede in foto è un psu 24v 5a...da 10 o 15 euro. Da quello parte un raffinato sistema di filtraggio che trasforma effettivamente la qualità dell'alimentatore in uscita. Io penso tuttavia che il principale problema di questi oggetti sia il rumore verso le altre elettroniche vicine.

Anche i lineari ci sono di tante qualità, progetto, trasformatori, regolatori, condensatori, etc...le differenze si sentono a mio avviso. Chi può faccia delle prove

Link to comment
Share on other sites

Capotasto

@newton

Non so che dirti.

L'ho comprato praticamente alla cieca, senza nemmeno prima provarlo, fidandomi della reputazione del brand, delle recensioni unanimemente positive lette sul web, e pure considerando che comunque non costa una esagerazione (in proporzione agli ormai folli canoni del mondo audio, ovviamente), per cui male che fosse andata non sarebbe stata una gran perdita.

Ma tanto male invece non è andata.

L'inserimento nell'impianto del sPS-500 si fa notare, e il suono acquista una più piacevole, migliore definizione.

La prima immagine che viene in mente è quella di un suono, una musica, che ti raggiunge uscendo da un luogo profondamente nero, grazie al quale i contorni risultano più evidenti.

Comunque, un bell'effetto.

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

Gerardo61

@newton non essendo un elettronico non sono in grado di esprimere giudizi tecnici. Spendere 600 euro per un alimentatore da 50w mi sembrava una follia così mi sono detto: rischio 100 euro con trasporto per lps cinese che usa (mi pare) componenti decenti. Appena arrivato e collegato al 200 neo ultra (che già suona meglio di suo rispetto al 200 liscio) ho subito apprezzato un suono leggermente più dolce e meno ruvido. Quindi per me vale la pena alimentare questi streamer sotm con degli alimentatori di qualità superiore a quella dei piccoli alimentatori switching con cui vengono venduti. 

Ciao 

Gerardo

Link to comment
Share on other sites

  • 1 month later...
stefano_mbp

… devo ammettere che questa discussione mi ha stuzzicato … e mi sono preso un alimentatore come quello di @Gerardo61 per il mio SOtM sMS200 Neo (non Ultra). Per essere precisi è molto simile, stesso case ma senza logo del produttore e stesse caratteristiche elettriche, mi è capitato di andare da un “pusher” vicino a casa mia e ne aveva uno disponibile … 

Impressioni:

condivido quanto è stato detto sopra, maggiore definizione e dettaglio, meno graffiante (le voci femminili sono davvero uno spettacolo) … se dovessi fare un paragone direi che è come confrontare una foto scattata con Leica/Summicron 35 f2 e Nikon/Nikkor 35 f2.8 … la prima è tridimensionale mentre la seconda è un po’ piatta.

La cosa curiosa è che il miglioramento più importante si nota usando il sMS200 come player Squeezelite con server Daphile/C-3PO/upsampling a DSD256 su un Intel Nuc10i3 (impostando il buffer interno di Squeezelite a 524288 bytes, ovvero “-b 524288:524288”): quasi impressionante.

Con MPD/DLNA il cambiamento si nota meno ma è sensibile come anche con HQPlayer NAA.

Insomma, le distanze tra Squeezelite e HQPlayer NAA si riducono parecchio.

…. ero scettico, lo ammetto, ma mi sono dovuto ricredere … sono molto soddisfatto dell’acquisto.

Aggiungo che ora la differenza tra SOtM sMS200 e Raspberry Pi4/RoPieee XL è sensibile, non un abisso ma si riconoscono … a occhi chiusi.

 

Link to comment
Share on other sites

Gerardo61

@stefano_mbp lieto che il mio piccolo contributo sia condiviso. Non sono un grande esperto di Daphile, Nuc, ecc. Il mio pc (I3 vecchiarello con HDD Sata tradizionali e alimentare switching 😉) è collegato a uno switch audio con gli occhi a mandorla con cavo ethernet RJ45 (scalercio). Il SOTM 200 è collegato anche lui allo stesso Switch con cavo RJ45 scalercio. Tra 1 settimana traslochero' e potrò iniziare a sperimentare bene. 

Oggi posso dire che l'alimentatore lineare ha migliorato il suono del SOTM ma anche lo Switch audio (che è arrivato qualche mese dopo) ha determinato un miglioramento notevole togliendo ruvidezza e aumentando la definizione. Credo che anche la rete influenzi la qualità audio e quindi sicuramente cambierò cavi ethernet con cavi schermati nuovi cat6 (spesa entro 10€ l'uno). 

Il prossimo step che mi piacerebbe sperimentare è il re-clock USB con il SOTM Tx usb ultra. Finora ho temporeggiato per il prezzo ma... Stay tuned 😉

1101644531-1541155916.jpg

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share




×
×
  • Create New...