Jump to content

Tannoy Arden posizionamento


davide grin
 Share

Recommended Posts

davide grin

Buonasera a tt

Sto valutando di sostituire le mie Tannoy Turnberry GR con 2 Tannoy Arden vecchia serie in alnico o se trovo una buona occasione con le nuove Tannoy (non più in alnico). Le ho già possedute in passato (vecchia serie) e ne ho apprezzato molto la "musicalità" (termine abusato) ma soprattutto il suono grande, ovvero la sensazione che con estrema disinvoltura danno di una grande scena sonora. Il punto è che x motivi di spazio, erano costrette in un posizionamento molto sacrificato, addirittura su 2 livelli, e non ho quindi potuto saggiare appieno le doti di questi grandi diffusori. Ora, dopo un trasloco, mi trovo in un appartamento che ospiterebbe in una posizione più normale le 2 Arden. Il mio dubbio è il seguente: poichè il posizionamento sarebbe abbastanza vicino alla parete di fondo, diciamo sui 30 cm al max, come suonerebbero? I bassi??? E la scena?? Le abbinerei con un amplificatore a valvole in classe A e con un Accuphase E-260. Ascolto di tutto, ma mai rock e classica. Volumi medi / medio bassi. La sala è 4 x 10. Posizionamento sulla parete da 4 m. Punto di ascolto a 2.5 m di distanza.

Grazie

Link to comment
Share on other sites

long playing

@davide grin Ricordo che le Arden le aveva il compianto forumer Joe1949 ( Fabio ) , e c'erano fiumi di discussioni interessanti in merito , purtroppo andate perse per il "disaster " , ed in cui ne descriveva le caratteristiche in particolare per quanto riguarda l'ampificazione. Il " padellone " come lo chiamava ovvero il woofer concentrico da 38 delle Arden diceva che prioritariamente necessitava assolutamente di "buoni freni" ovvero un amplificatore capace di controllarne a dovere il movimento quindi dotato in corrente e buon smorzamento , altrimenti i bassi ne risentivano pesentemente , ed aveva trovato nell'amplificatore finale Harman Kardon , marchio per tradizione ben dotato al riguardo,  di cui non ricordo il modello , un eccellente connubio. 

Link to comment
Share on other sites

7 ore fa, long playing ha scritto:

aveva trovato nell'amplificatore finale Harman Kardon , marchio per tradizione ben dotato al riguardo,  di cui non ricordo il modello , un eccellente connubio. 

@long playing  Se non sbaglio era il Citation 22.

Personalmente il.... padellozzo da 12" (l'HPD in AlNiCo) lo piloto benissimo con due VTL MB185.

@davide grin Per quanto riguarda il posizionamento, anche le mie Cheviot non sono molto distanti dalla parete posteriore (e non mi stupisce, all'epoca non si usava di certo mettere i diffusori in mezzo alla stanza...), ma il consiglio di LP è per me, validissimo: l'amplificatore deve essere tale da marcare a uomo il woofer, pena un basso gonfio e confuso!

 

Marcello

Link to comment
Share on other sites

Esatto!!!   L' amplificazione deve essere non solo ben controllata...ma anche di assoluta qualità.... quei diffusori, hanno un unico limite.

Le attenzioni dedicate a farle suonare.....

Per il posizionamento, è più importante che l' ambiente non abbia forme e/o misure che sollecitino oltremodo la formazione di ventri di pressione....( leggi misure sfortunatamente in rapporto multiplo esatto) che il fatto di essere adossate a parete.  Anzi! se l' ambiente è ampio e assorbente, la posizione più adatta è proprio in prossimità della parete di fondo.

Non dimenticare però di curare l' altezza del punto di emissione.  Meglio sollevarle con supporti solidi e non risonante di circa 10cm... in modo che il centro di emissione dei dualconcentrici sia all' altezza delle orecchie nel punto di ascolto....

 

saluti "dualconcentrici"

 

Link to comment
Share on other sites

Io le Arden le tenevo quasi addossate alla parete e andavano benissimo così.

Ho provato a spostarle di 20/30 cm ma nel mio ambiente (un salone di 32 mq trattato), perdevano corpo e calore in gamma mediobassa.

Link to comment
Share on other sites

Ciao, io le ho posizionate a circa 1,60 di altezza, attaccate alla parete e distanti dal soffitto circa 20/25 centimetri. Per evitare risonanza o rinforzi del basso causati dalla vicinanza al soffitto ma anche per tenere il dual concentric più basso possibile, le ho montate capovolte.  Questo montaggio è stato necessario perchè non è un'istallazione domestica ma ti posso garantire che il risultato è ottimo. Certo che la scena in questo modo un po' ne risenta ma in questo caso non era uno dei parametri più importanti come può giustamente essere considerato in un utilizzo domestico. Questo per dire che con un po' di accortezze anche in caso di istallazioni non convenzionali le Arden (ma anche le Cheviot) suonano molto bene. L'amplificazione che le pilota e che si scorge in basso a sinistra, è un filale Mcintosh MC 2105.

Scusate la foto molto scura ma è una foto di lavoro la cui pubblicazione non era prevista. É solo per far vedere come sono posizionate le 2 Arden. 

 

7EEE1205-13E1-4FB2-A8CE-E666AD6C0132_1_201_a.thumb.jpeg.aac05f0f64d543c1d7962412eb080ffa.jpeg

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

ho le nuove Arden Legacy e ne sono soddisfatto , ho preferito lo SS alle valvole e le sto biamplificando con pre Electrocompaniet e finali Electro da 100W sulle basse e da 50W  sulle alte, controllo dei bassi ben frenati e gamma medio alta dettagliata e presente. Posizionate a  80 cm da fondo distanza fra loro 2,5 mt e ascolto a 3mt .  Nessuna regolazione  roll off ecc.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share



×
×
  • Create New...