Jump to content

Open Baffle: rari, preziosi e magnificamente suonanti


Ultima Legione @
 Share

Recommended Posts

Ultima Legione @
Admin
This post was recognized by Admin!

Ultima Legione @ was awarded the badge 'Community Award'

Che si chiamino Spatial Audio, Pure Audio Project come anche gli italianissimi Diesis Audio e REL Electroacustic, i diffusori in tecnologia Open Baffle, seppur un po' scordati e ignorati, sono tutti però straordinariamente accomunati dalla magica naturalezza e lo spettacolare sound-stage tipico delle magneto-planari e dalla forza e dal vigore tipico invece dei classici diffusori magneto-dinamici.
 

1182687531_SpatialAudio.jpg.e3bab4100ec1a9c4a19f293995ee7ed6.jpg  588719123_PureAudioProjectTrio15Horn1.thumb.jpeg.4d2e7b9261715de506f3ce9b0c7f43c4.jpeg

.

1118753148_DiesisAudio.thumb.jpg.ee4fc9fb80ba39b0490515f73c0f0942.jpg 1699000880_VRELElectroacustic.thumb.jpg.03b616ddc784c90d89f41a0e725b9ace.jpg

.

Voi cosa ne pensate e quali sono e Vostre esperienze dirette

  • Thanks 2
Link to comment
Share on other sites

Sarei curioso di ascoltarli, ho in paio di altoparlanti storici philips larga banda che lasciati liberi posteriormente suonano in modo sorprendente, ma ascoltare un diffusore moderno  progettato appositamente per superare i limiti dei vecchi openbaffle sarebbe molto interessante. 

Link to comment
Share on other sites

Io ho sentito le R39 di Audiojam2 direttamente da Bellino,come specificato dal costruttore ambiente troppo piccolo per farle esprimere al meglio,mi erano comunque piaciute.

Screenshot_20210412-161634.thumb.png.ef00f18815beab16762ccc0f21a4fa9c.png

Sono queste, immagine presa in rete.

So di un amico di chat che ha le Jamo e ne è estremamente soddisfatto.

Link to comment
Share on other sites

Molti anni fa entrai in una saletta da Consonance a Pozzuoli e vidi, frontalmente, due diffusori con un bel wooferone ed una magnifica tromba.....da amante delle Magneplanar, e senza aver capito che fossero un dipolo, restai colpito favorevolmente dal un suono che mi sembrava stranamente familiare.....incuriosito mi avvicinai e allungando lo sguardo dietro ai diffusori capii il mistero....erano delle Diesis Audio e la familiarità con il mio modo di ascoltare (maggies) si era per la prima volta sposata alla visione di un grosso woofer da 38cm!

 

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

Tipologia di diffusori molto interessante, sotto il profilo sonoro, ed anche, a mio parere, con una focalizzazione su ciò che conta, ovvero progetto e trasduttori, e meno investimento sul cabinet, che, se non ben progettato e ben fatto, porta più problemi e limiti che vantaggi . . . 

Dall' altro lato però, richiedono maggiore cura nel posizionarle e nel dare aria intorno, e in certi ambienti non rappresentano una scelta fattibile per farle esprimere al meglio . . . Quando avrò un locale più ampio, saranno uno dei diffusori che mi piacerebbe provare . . . 

saluti , Dario 

Link to comment
Share on other sites

Ascolto da poche settimane le Jamo R909.

Eccezionali !

Forse sarebbero meglio sfruttate in un ambiente più ampio del mio, ma già così hanno superato tutti i diffusori da me avuti in un ventennio.

...e sono tanti.

Ho avuto modo di sentire anche le R39 di Audiojam e sono state quelle ad ispirarmi all’acquisto delle Jamo. Davvero ottime anche quelle di Alberto Bellino.
 

Link to comment
Share on other sites

Collegatiper

@Ultima Legione @ ho avuto la fortuna di ascoltare diversi impianti con dipoli autocostruiti: eccellenti per prontezza e naturalezza del basso.

Se la pressione in basso è considerata sufficiente ci si può tranquillamente fermare li.

Un’altra discussione qui mi aveva “ispirato” questo:

 

4EBA25E0-E579-484A-BA9D-78609BBB19AC.jpeg

EDFB06E9-D45B-4702-BD90-7571891F5A03.jpeg

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, 5mare ha scritto:

Ho avuto modo di sentire anche le R39 di Audiojam e sono state quelle ad ispirarmi all’acquisto delle Jamo. Davvero ottime anche quelle di Alberto Bellino.

Tralaltro abbastanza economiche usando ap Monacor, purtroppo ha chiuso il suo sito dove c'erano molti progetti disponibili gratuitamente...    ...ma quello delle R39 e di qualche altro altrettanto interessante me li sono salvati sul tablet.😉

Link to comment
Share on other sites

Confermo che la sensazione di "mancanza di box" e di relativo suono proveniente da una scatola,  è uno degli aspetti che mi ha sempre fatto preferire planari ed elettrostatiche in generale (Magneplanar, Quad, Innersound, Acoustat, Suond Lab, ecc).

Penso che gli "open-baffle" vadano proprio in quella direzione,  ma ho pochissime esperienze dirette per esprimere un giudizio su specifici prodotti:  ritengo, come detto da @Ultima Legione @  , che possano coniugare "l'ariosità" di un pannello con la "forza bruta" di un dinamico, ma ovviamente vanno valutati contestualizzati in ambiente 👍

Bye,

Max

Link to comment
Share on other sites

6 ore fa, maxnalesso ha scritto:

Confermo che la sensazione di "mancanza di box" e di relativo suono proveniente da una scatola,  è uno degli aspetti che mi ha sempre fatto preferire planari ed elettrostatiche in generale

E' proprio quello a cui non riesco più a rinunciare dopo tanti anni di Maggies.

 

Link to comment
Share on other sites

Collegatiper

@5mare si tratterebbe di un’idea, un concetto teorico di setup, nulla di più.

 

Gli assunti (basati su ascolti di impianti autocostruiti, ma tutti da verificare in una ipotetica installazione reale) sarebbero i seguenti:

 

1)Considero il basso IB (infinite baffle) il più simile a quello in open baffle. 

 

2)Sulla linea del basso IB limiterei tutte le manipolazioni digitali del segnale (eq, ritardo, crossover), limitando quindi a questa gamma eventuali controindicazioni (a mio avviso completamente trasparenti non sono).

 

3)Sulla linea dell’OB interverrei solo con un blando passa alto ricavato modellando la risposta dell’ amplificazione/preamplificazione, da costruirsi ad hoc a valvole, secondo lo schema postato sopra. Tale passa alto diminuirebbe escursione e di conseguenza distorsione del driver.

 

4)Un masterclock che offrisse un riferimento univoco a: sorgente digitale, speaker manager, Dac 1 e Dac 2 credo potrebbe essere utile.

 

 

Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, Collegatiper ha scritto:

si tratterebbe di un’idea, un concetto teorico di setup, nulla di più.

beh...complimenti per l'idea. Non ho idea di come potrebbe essere il risultato, ma mi piace lo spirito innovatore che la innerva.

Link to comment
Share on other sites

Mha, non saprei. Devi avere la passione dell' auto costruzione. Per altro, almeno sulle Jamo, io non ho mai riscontrato quella carenza in gamma bassa a cui qualcuno accenna come insita nelle dipolari.  Le mie suonavano meglio in un ambiente più raccolto, qui l'ambiente è grande e ci vorrebbe la 909 oppure un'amplificazione ancora più nerboruta, anche se il risultato non è male. Solo che, avendole spremute ben bene, so che possono dare ben di più.

Link to comment
Share on other sites

Collegatiper

@5mare grazie...in effetti l’obiettivo di uno schema simile sarebbe usare un monotriodo SE su un fullrange efficiente.

da qui la complessità del basso separato.

 

le Jamo vanno benone, ma sono un prodotto commerciale (peraltro ottimo) e necessitano di ampli più potenti, offrendo il vantaggio della minore complessità rispetto allo schema postato sopra.

Link to comment
Share on other sites

Finalmente si parla di Open Baffle ! Sto giocandoci (questo è il termine corretto!) da due anni e finalmente comincio a vedere la fine del tunnel! Sono partito da un monovia open baffle con degli altoparlanti NOS (Philips 9710), sono arrivato ad un tre vie multiamplificato con DSP e ampli digitale, ma sto pensando ad un 4 vie aggiungendo un sub esterno ...

Questo è lo scheletro (non definitivo, altrimenti che gioco è?) in lavorazione da Margotto

 

IMG_9740.JPG

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

Ascoltato più volte da un amico questo sistema con le Diesis Aura, è un diffusore che mi ha molto colpito e che definirei completo anche a bassi volumi, bassi profondi ben controllati e articolati e medio alti di grande raffinatezza. Sono costruiti molto bene e possono essere personalizzati nelle finiture, peccato per i prezzi non proprio popolari.

 

Diesis.jpg.603a343625ab53f5c0f0ce3b5b5bd94b.jpg

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share




×
×
  • Create New...

You seem to have activated a feature that alters the content of pages by obscuring advertisements. We are committed to containing advertising to the bare minimum, please consider the possibility of including Melius.Club in your white list.