Jump to content

Il lavaggio dei vinili


antonio_caponetto
 Share

Recommended Posts

La pulizia fatta con macchine ad ultrasuoni è sicuramente più approfondita, ma senza un trattamento di aspirazione, il risultato  finale non è completo e ottimale.

Link to comment
Share on other sites

53 minuti fa, andrea.n ha scritto:

Ho sbagliato qualche cosa?

aggiungi un imbibente non ionico, che neutralizzi le cariche. il nome commerciale del prodotto americano ora mi sfugge (forse @maxse lo ricorda?) un'alternativa da laboratorio è il triton x-100, che costa un botto e non è in vendita per tutti, ma ha la duplice funzione di facilitare la penetrazione nei solchi ed annullare le cariche elettrostatiche.

 

41 minuti fa, iBan69 ha scritto:

La pulizia fatta con macchine ad ultrasuoni è sicuramente più approfondita, ma senza un trattamento di aspirazione, il risultato  finale non è completo e ottimale.

si, può essere, ma se fai risciacquo con soluzione pulita  risolvi i problemi dell'aspirazione. sul disco rimane soluzione pulita dopo il risciacquo.

Link to comment
Share on other sites

2 minuti fa, iBan69 ha scritto:

@mchiorri il risciacquo non ha la stessa efficacia dell’ispirazione. 
Provato e riprovato. 

prendo atto, lo proverò. Che consiglio mi puoi dare dopo il lavaggio ad ultrasuoni per l'aspirazione?

Link to comment
Share on other sites

@mchiorri purtroppo, per aspirare il disco, ci vuole comunque una lavadischi, quello che ti posso dire, è di trovarne una da non spendere troppo, anche usata, ma che sia efficace. Ti consiglierei una Project. 

Link to comment
Share on other sites

27 minuti fa, mchiorri ha scritto:

prendo atto, lo proverò. Che consiglio mi puoi dare dopo il lavaggio ad ultrasuoni per l'aspirazione?

🙂 non metterti a ridere.... anni fa si trovava su ebay un accessorio con tanto di velluto sui bordi a protezione dei dischi con attacco per folletto

  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

44 minuti fa, mchiorri ha scritto:

aggiungi un imbibente non ionico

il nome del prodotto americano non lo conosco ma la funzione dovrebbe essere quella fatta da quello a seguire e simili:

https://fotomatica.it/shop/prodotti-chimici/1204-ornano-bbc97-imbibente-confezione-100-ml.html

 

nel caso non sia stato fatto consiglierei di provare il liquido project...su amazon 1 litro per 42 euro con diluizione da 10 a 20 volte...di fatto un auto augurio di lunga vita 🙂 (nel caso ci sono anche confezioni più piccole ma ovviamente in proporzione più costose):

https://www.amazon.it/gp/product/B01E02SKC8/ref=ox_sc_saved_title_5?smid=A11IL2PNWYJU7H&psc=1

 

Link to comment
Share on other sites

46 minuti fa, max ha scritto:

non metterti a ridere.... anni fa si trovava su ebay un accessorio con tanto di velluto sui bordi a protezione dei dischi con attacco per folletto

l'hai detto te..... 😂, potrei adattare qualcosa alla US....

Link to comment
Share on other sites

39 minuti fa, max ha scritto:

il nome del prodotto americano non lo conosco ma la funzione dovrebbe essere quella fatta da quello a seguire e simili:

https://fotomatica.it/shop/prodotti-chimici/1204-ornano-bbc97-imbibente-confezione-100-ml.html

ok, ma c'è tutta una letteratura su vynil engine a proposito di tensioattivi..... perdonami, ma non mi viene in mente la tipologia.... perchè un conto è abbassare la tensione superficiale del liquido (per questo va bene anche sapone da piatti) un altro è contrastare le cariche elettriche che si formano sulla superficie del disco.... per questo suggerivo il Triton x-100, col quale escono silenziosi (provato e verificato).

Link to comment
Share on other sites

45 minuti fa, max ha scritto:

nel caso non sia stato fatto consiglierei di provare il liquido project...su amazon 1 litro per 42 euro con diluizione da 10 a 20 volte...di fatto un auto augurio di lunga vita 🙂 (nel caso ci sono anche confezioni più piccole ma ovviamente in proporzione più costose):

probabilmente adottano tensioattivi con funzioni analoghe. Ne basta veramente poco.....

Link to comment
Share on other sites

Mi sembra di capire dalla lettura della interessante discussione, che si tenda a prediligere buone soluzioni a prezzi umani. Io posso portare il mio contributo alla cosa avendo una Degritter che però di economico non ha nulla. Costa infatti 2650 euro e quindi è stata una mezza pazzia, un regalo che volevo farmi. Non posso che dire che la pulizia è eccezionale. La macchina fa tutto da se, metti il disco e lo togli asciutto e pulito. L'assistenza post vendita è di primissima classe e ci sono aggiornamenti di firmware che riguardano migliorie della frequenza dei trasuttori, di tipologie di cicli di lavaggio e via dicendo. Ho letto anche su qualche forum specifico che alcune persone che hanno poi acquistato anche le Klaudio, preferiscono la Degritter. Io di confronti non ne ho mai fatti so solo che ne sono molto soddisfatto. Incontra anche il gusto delle mogli per chi sia tediato dall'annoso problema del WAF!

Link to comment
Share on other sites

7 ore fa, mchiorri ha scritto:

se hai molti dischi da passare.......... ci vuole una vita.

In questo caso le più veloci, anche se non si ha lo stesso risultato,sono le lavadischi manuali,neanche la Knosti dove il fatto che si deve avvitare e svitare  le due farfalle fa perdere tempo ma quelle tipo Spincare....

Link to comment
Share on other sites

18 ore fa, miklovj ha scritto:

per chi sia tediato dall'annoso problema del WAF!

Direi che la soluzione sta già nell’acronimo: ma WAFn...o! 😂 

  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

2 minuti fa, miklovj ha scritto:

Fatti quelli diventa una piacevole routine

comprendo, ed è pure gradevole esteticamente....

Io ho preso una US in società con amici/forumers ed ho provato diverse miscele faidate, abbiamo diversi dischi insieme e se non avessi fatto così, mi sarei "rovinato" le mani con la Knosti....

Link to comment
Share on other sites

@mchiorri anch'io avevo adocchiato da tempo quella polacca ma poi la mia scarsa capacità manuale mi avrebbe fatto fare pastrocchi. E ho notato pure con piacere il video in testa al trhead di quella cinese o di Hong Kong che sia. Ben vengano soluzioni più economiche!

Poi sembrerebbe che la Degritter sia l'unica con una frequenza di sonicazione maggiore, probabilmente più efficace. Non so, mi limito all'uso e alla constatazione che i dischi diventano di un silenzio tombale dopo il lavaggio.

@iBan69 hai ragionissima!! Per fortuna mia moglie mi asseconda in tutto...😉

Link to comment
Share on other sites

Mi accodo alla discussione.

Io uso una vpi con l'art du son come liquido. Aspira benissimo e ritengo indispensabile questa azione. Trovo che il liquido  ci metta a gusto mio un po troppo tempo ed in ogni caso su dischi "vecchiotti" e mai puliti ci vuole pazienza. Poi il risultato premia gli ascolti.

Una curiosa pazzia: nessuno ha provato uno sgrassatore forte?

Luka

Link to comment
Share on other sites

4 ore fa, lukache ha scritto:

Una curiosa pazzia: nessuno ha provato uno sgrassatore forte?

Qualcuno ha usato ammoniaca, con discreti risultati. Era in una discussione, ormai purtroppo persa...

Cmq va per la maggiore isopropilico sia qui che su 3d internazionali, anche se l'etilico funge bene

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...