Jump to content

Loudness e ascolti a basso volume, che opinione avete a riguardo?


Alessiodom
 Share

Recommended Posts

Ciao a tutti, 

dalla mia esperienza di ascolto mi sono nati questi pensieri...

Utilizzando l'impianto a volume quasi al minimo diciamo "3/10", dopo un uso prolungato quasi sempre di 6/8 ore, mi accorgo che l' ascolto con le frequenze troppo alte (diciamo effetto squillante sul parlato), dopo un pò mi infastidiscono; quindi sia per ascoltare alcuni linee di basso di brani che mi "acchiappano", sia per adattare il mio orecchio a tutte le frequenze che poi mi risulta essere più piacevole; sono costretto a dare quel colpetto in più al volume, che però poi devo ripetutamente abbassare, sia per telefonate sia anche per "riposare" o per mantenere la concentrazione (smart working), perchè il livello è comunque troppo alto.

Non avendo disponibilità di altre apparecchiature da provare, mi sono imbattuto nel famigerato "Loudness" e alle varie curve di Fletcher-Munson che spiegano però esattamente quello che mi succede.

 

Mi sorge una domanda, (vi sarete accorti già che sono un neofita e alla mia prima esperienza di impianto) perchè tutte le macchine di una volta avevano il famigerato tastino ? Perchè è scomparso ? Io non so nemmeno quale sia la sensazione; video su youtube ne trovo ma appunto lasciano il tempo che trovano e non mi soddisfano appieno la mia curiosità, ma soprattutto vorrei una vostra opinione.

Inoltre, una volta mi sono imbattuto in un sansui vecchio che aveva anche la regolazione del loudness, purtroppo non mi ricordo più il modello ma ho scoperto  che un yamaha nuovo l'ha a disposizione. Che significa questa regolazione ? Amplifica e regola maggiormente il tono alle frequenze basse e lavora anche sulle alte ?


95D491175D6D47049B2C9932C51C3874_12074_240x226_cf6be7d0e411c1f12219e72a76d39f88.jpg.48eb7c8c606083dd339e7a973f5742d4.jpg

 

 

Sono io che mi sono abituato troppo bene ad ascoltare "meglio" ? (sicuramente per un ascolto più "serio" a giusto volume ne farei a meno, non uso nemmeno i toni, se non per qualche rara volta). Voi l'avete e lo utilizzate qualche volta ? Se avete anche qualche idea di una macchina che faccia al caso mio, molto volentieri, i miei diffusori sono delle Diapason Micra SV con cui mi trovo benissimo e il mio ampli è un Onkyo 9130 (che inizia a guardarmi con sospetto)

Grazie, Ciao Alessio

Link to comment
Share on other sites

4 ore fa, Alessiodom ha scritto:

Mi sorge una domanda, (vi sarete accorti già che sono un neofita e alla mia prima esperienza di impianto) perchè tutte le macchine di una volta avevano il famigerato tastino ? Perchè è scomparso ?

Fino ad almeno tutti i '70 gli amplificatori avevano sempre toni, filtri, loudness. Poi ha preso piede la scuola inglese, minimalista: quello che non c'è non si può guastare, toni filtri relais interruttori degradano il suono e così via. Sono arrivati gli amplificatori con solo tre comandi: accensione, volume, selettore ingressi.

Il loudness enfatizza bassi e alti per compensare la minore sensibilità del nostro orecchio a tali frequenze a basso volume. Può servire o essere sgradevole, dipende da tante variabili.

Consigli per gli acquisti non so dartene, ma sicuramente ne riceverai tanti.

 

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

@Alessiodom Credo che potresti anche considerare ampli dotati di controlli dei toni o macchine con correzione.attiva.

Peraltro credo che per il tuo problema l'aspetto da considerare sia l'accoppiata ampli- casse: per la mia esperienza diffusori piccoli con efficienza medio bassa hanno anche bisogno di ampli con una certa spinta per entrare in coppia prima.

Non indichi un budget: come ampli con bella spinta in basso e dotato di controlli di tono escludibili ti indicherei:  Parasound Halo int e NAd 350/352.

Avscoltati entrambi con varie casse: addirittura per la spinta dell'Halo in basso potresti non aver bisogno di usare i controlli.

Ovviamente tutto questo IMHO

 

 

 

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, meliddo ha scritto:

Il loudness enfatizza bassi e alti per compensare la minore sensibilità del nostro orecchio a tali frequenze a basso volume.

Esattamente, è un problema del nostro apparato uditivo, purtroppo con la scusa della massima purezza del segnale (per me è solo una fissa visto che di possono escludere tutti i controlli con un tastino) gli ampli,non tutti, sono diventati minimal.

Se ascolti solo a basso volume cerca un vintage col loudness e i controlli di tono.

7 ore fa, Alessiodom ha scritto:

Utilizzando l'impianto a volume quasi al minimo diciamo "3/10", dopo un uso prolungato quasi sempre di 6/8 ore, mi accorgo che l' ascolto con le frequenze troppo alte (diciamo effetto squillante sul parlato), dopo un pò mi infastidiscono;

Questo è un po' strano, dovrebbe succedere ad alto volume con un suono tendente all'aperto non con livelli di sottofondo o quasi.

Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, meliddo ha scritto:

ha preso piede la scuola inglese, minimalista: quello che non c'è non si può guastare, toni filtri relais interruttori degradano il suono e così via

 

Il pragmatismo inglese mi piace molto, l' ho riscontrato con il mio rega p3. Ma anche la filosofia giapponese che non si vieta nulla in stile accuphase mi mette subito in crisi, se il prodotto può permetterselo..perché negarsi i toni diciamo. Proprio agli antipodi....

 

2 ore fa, Ghilo68 ha scritto:

Peraltro credo che per il tuo problema l'aspetto da considerare sia l'accoppiata ampli- casse: per la mia esperienza diffusori piccoli con efficienza medio bassa hanno anche bisogno di ampli con una certa spinta per entrare in coppia prima

 

I nodi vengono al pettine? 

È proprio una questione di un leggero tocco sul volume, il tuo dubbio conferma un po' anche il mio.

Avendo da poco iniziato, non me la sono sentito di comprare un ampli usato, i nad che mi hai consigliato sarebbero rientrati benissimo...

Vedremo...mi è sempre piaciuto l audiolab 6000play, ora ho un po' una fissa con un accuphase usato e-205. Diciamo che se volessi spendere arriverei attorno agli 800€.

Ma prima volevo capire alcune cose.

Grazie, il parasound mi sembra proprio una bella macchina.

Link to comment
Share on other sites

@Alessiodom il tuo ampli ha i controlli di tono,li usi?

C'è da dire anche che il wooferino delle Micra non può certo fare i miracoli,se non lo hai già fatto e se possibile prova ad avvicinarli al muro.

Link to comment
Share on other sites

@Gici HV nelle sessioni di ascolto a un volume corretto (nemmeno a metà) mi piace come suono, lo trovo equilibrato raramente tocco qualcosa. A basso volume, invece specialmente con la radio, con le voci (diciamo) è un po' troppo in risalto, se alzo leggermente il volume, il suono subito dopo risulta più rotondo e viene "avvolto". Oggi riprovo a dare un po' di tono ai bassi, mantenendo il volume al minimo (ma so già che avrò l effetto contrario, troppi bassi sulle canzoni 😄)...per questo mi è venuta questa "fissa" sul loudness...grazie

Link to comment
Share on other sites

Secondo me, il risultato a basso volume è dato dal fatto che a quel livello hai meno bassi rispetto a medi e alti, quindi senti un suono più squillante.

Alzando il volume,  i bassi recuperano su medi e alti, per ragioni sia fisiologiche del nostro orecchio, che probabilmente per caratteristiche del diffusore, e tutto ti sembra più equilibrato.

Almeno un cotrollo di tono, farebbe al caso tuo.

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Alessiodom ha scritto:

Grazie, il parasound mi sembra proprio una bella macchina.

Prego!  Tra l'altro il Parasound permette di gestire anche un eventuale sub nel caso volessi espandere il sistema.

Peraltro l'amico @jakob1965 che ha l'Halo non ha alcun bisogno di sub

Io ho preP5 e finale A23 che di fatto sono lo step up dell'integrato che ti ho consigliato ed anch'io non sento la necessità del sub.

Link to comment
Share on other sites

long playing

@Alessiodom

9 ore fa, Alessiodom ha scritto:

ma ho scoperto  che un yamaha nuovo l'ha a disposizione. Che significa questa regolazione ? Amplifica e regola maggiormente il tono alle frequenze basse e lavora anche sulle alte ?

 

Non agisce minimamente ne sui basssi e ne sugli alti ma lavora " attenuando " in continua le frequenze medie per mano dell'utilizzatore secondo curve fisiologiche ad hoc. Quindi non stressa neppure l'amplificatore. Se ne era discusso su 3D del passato di questo Forum purtoppo non piu' recuperabili per via del " disaster " successo .Ti posto un passaggio di un 3D del 2012 che avevo fortunatamente salvato ovvero un post del forumer Bizio che illustro' molto bene questo eccellente tipo di Loudness di tipo " Variabile " concepito dalla Yamaha che secondo anche il mio parere e' assolutamente l'approccio piu' intelligente al riguardo , il piu' efficace ed oltretutto ben tarabile a qualsiasi volume d'ascolto 

 

" Loudness Yamaha
Bizio July 2012 Post 39 of 43Quota
Posts: 2,432Member


Sono stra-d'accordo con Tuned e con la sacrosanta voglia e necessità di tornare ad avere controlli di tono e loudness su ogni apparecchio che nasce per ascoltare musica in ambiente domestico.
Peraltro la Yamaha, che a qualcuno fa storcere il naso ed io invece guardo con infinita ammirazione, sono 40 anni che mette il miglior comando di loudness possibile sui suoi ampli: un loudness variabile da 0 a -40dB, che non esalta i bassi e gli acuti ma, molto più correttamente, attenua i medi coerentemente con le curve di Fletcher-Munson. Anche il modo di usare tale potenziometro che Yamaha scrive sui suoi manuali è, scusate il gioco di parole, da manuale: si porta il volume al massimo livello sonoro riproducibile in ambiente, approssimando che si raggiunga un livello "live", e poi si abbassa il volume stesso con il potenziometro del loudness fino a raggiungere il livello "domestico" desiderato.   
Potrà non piacere come suonano gli Yamaha, ma questo è quello che ci si dovrebbe aspettare da un'azienda seria, che non segue le paranoie audiofile e che, non a caso, da 100 anni costruisce pianoforti, chitarre, bassi, batterie ed ogni ben di Dio di strumento musicale. " 

 

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

La discussione sui controlli di tono, equalizzatori , Loudness , non finira mai . E ci saranno sempre i favorevoli e i contrari . L'unica cosa  certa  è che il nostro apparato uditivo e particolarmente sensibile a basso volume  alle  frequenze medie ,quelle in particolare della voce umana per intenderci . Per cui se ascoltiamo a volume basso la soluzione Loudness alzando i db agli estremi banda rilinearizza il suono che sentiamo e secondo me non ce nulla di male . Se questa opzione non ce ci dobbiamo accontentare di ciò che sentiamo 

Link to comment
Share on other sites

long playing

@Lamberto65

1 ora fa, Lamberto65 ha scritto:

L'unica cosa  certa  è che il nostro apparato uditivo e particolarmente sensibile a basso volume  alle  frequenze medie ,quelle in particolare della voce umana per intenderci . Per cui se ascoltiamo a volume basso la soluzione Loudness alzando i db agli estremi banda rilinearizza il suono che sentiamo e secondo me non ce nulla di male . Se questa opzione non ce ci dobbiamo accontentare di ciò che sentiamo 

La soluzione Yamaha con il suo "Loudness Variable" non aumentando ne i bassi e ne gli alti ma diminuendo le frequenze medie in combinazione ad un aumento del volume generale con il potenziometro dell'amplificatore porta ad un risultato simile ma migliore e con regolazione molto piu' "fine " in quanto sempre meglio attenuarli i controlli che aumentarli.

Link to comment
Share on other sites

piergiorgio

la mia esperienza : io ascolto solamente a basso volume o addirittura a livelli di sottofondo; non so se per pura fortuna (credo di si, visto che non ho scelto il mio impianto in base a questa esigenza) ma con le mie dynaudio BM5A attive + sub M-Audio non ho assolutamente questo problema in quanto anche come sottofondo il suono è pieno, completo, bilanciato e non necessita di alcuna minima compensazione.

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, long playing ha scritto:

La soluzione Yamaha con il suo "Loudness Variable" non aumentando ne i bassi e ne gli alti

@long playing Be sicuramente , ma quale modello yamaha ha questa funzione? Io ho uno yamaha ma ha solo i controlli di tono purtroppo .

Link to comment
Share on other sites

@Gici HV @Ggr @Lamberto65 @long playing @magoturi  @piergiorgio @Bazza Grazie per la vs condivisione, se avete voglia di consigliarmi un acquisto che abbia potenzialità per migliorare l'utilizzo dei miei diffusori sotto tutti questi aspetti, potrei valutare un upgrade attorno ai 800€ (non necessariamente anche meno).

Quanto meno inizio a segnarmi alcuni papabili. Nel complesso sono soddisfatto a volume di ascolto normale, mi trovo comunque bene, i paragoni con gli impianti che ho sentito in questo anno, mi fanno comunque rimanere molto contento con questa mia prima esperienza. 

 

2 ore fa, captainsensible ha scritto:

E' scomparso per moda, come tante altre cose.

 

Ad esempio ? 

Link to comment
Share on other sites

long playing

@piergiorgio

59 minuti fa, piergiorgio ha scritto:

io ascolto solamente a basso volume o addirittura a livelli di sottofondo; non so se per pura fortuna (credo di si, visto che non ho scelto il mio impianto in base a questa esigenza) ma con le mie dynaudio BM5A attive + sub M-Audio non ho assolutamente questo problema in quanto anche come sottofondo il suono è pieno, completo, bilanciato e non necessita di alcuna minima compensazione.

Hai comunque un sub che comunque aiuta. Ma a parte cio' pensa che io come te non ho alcuna esigenza di di compensazioni a bassi/bassissimi volumi con una coppia di diffusori da pavimento , non grandi e con woofer da 16. Questioni di intrinseche di un determinato diffusore , delle sue doti di efficienza, di risoluzione , definizione e focalizzazione anche ai piu' bassi livelli di ascolto. 

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share


×
×
  • Create New...