Jump to content

Garrard, che passione!


rlc
 Share

Recommended Posts

Il secondo Garrard 301 proveniva dalla Classic Hifi, casa che da un po' rigenera e produce nuovi gira . Questo era completamente rinnovato, perfetto come uscito dalla fabbrica.

Era con verniciatura grigia Hammertone, codice 51400/1 quindi Grease Bearing, con placche nere e scritte argento flat, piatto liscio.

Per la base mi orientai su quanto visto in rete il 301 Shindo.

Cercai la base e la trovai da un venditore oramai noto che produce basi per molti giradischi storici la Perfect Sound con base in Ungheria. Quando lo presi io faceva solo i grezzi ma oggi nel loro catalogo c'è di tutto.

 

Ricevuta la base grezza fatta con strati incollati di MDF ed il foro fresato per accogliere il motore e leverismi, misurata la distanza per il braccio, portai tutto da un abile falegname per la finitura. Come detto l'ispirazione fu quella del 301 di Shindo e quindi scelsi di farla impiallacciare i Rosewood o altrimenti detto Palissandro. Per finire una bella verniciatura a trasparente per dare un bell'aspetto lucido.

 

L'unica aggiunta fatta al grezzo ricevuto dall'Ungheria, fu un quadrello in legno 3x3 centimetri, verniciato nero messo perimetralmente sotto la base leggermente rientrato rispetto al plinto stesso. Questo secondo i miei gusti serviva a rendere esteticamente meno pesante il blocco di legno oltre a donare maggiore eleganza al tutto.

 

499736515_IMG_6298copia.thumb.jpeg.ada8ed01ffa9cd372cf767523e3752a3.jpeg.

 

 

224768924_IMG_1307copia.thumb.JPG.33f630fb012093ffe66d8877133b3c21.JPG

 

1522720321_IMG_6278copia.thumb.jpeg.4e9f92cb19da7d69001bf3797bdb73ca.jpeg

 

 

.......Continua

 

 

 

 

  • Melius 2
Link to comment
Share on other sites

Essendo un thread su apparecchi datati, forse dovrebbe stare nella sezione "Vintage" più che in Riproduzione Audio...o no? 😉

Comunque complimenti, gran bei gira😁👍

Link to comment
Share on other sites

Il terzo e per ora l'ultimo 301 è l'attuale.

 

Questo è un Garrard 301 quinta serie, bianco, codice 51400/2 quindi Oil Bearing con placche argento e scritte nere flat, piatto strobo.

 

L'ho acquistato recentemente da un appassionato in perfette condizioni, completo di plinto e braccio.

Il colore del legno (mi pare noce) con cui era ricoperto era troppo chiaro per i miei gusti e la verniciatura trasparente non perfettamente liscia.

 

669480842_WhatsAppImage2021-03-05at13_40.08copia2.thumb.jpeg.9a7063b4d1c7fb55b7a84ee3cde069d4.jpeg

 

 

quindi dopo aver smontato piatto e braccio dalla base in legno multistrato l'ho portata da un restauratore per la levigatura, tintura ed infine una bella mano di trasparente.

 

......e questo è il risultato.A2A951B2-3473-4322-BE60-A69FB1BC1F53_1_201_a.thumb.jpeg.c72e5c5f0dc1a73e93020bc6aa741de3.jpeg

 

 

11B7B28D-D0DA-4400-AED1-FCE712F268E2_1_201_a.thumb.jpeg.579d1b7a0f4e3decdfbea254a0b1c836.jpeg

 

Fin qui quanto descritto riguarda più l'aspetto esteriore.  Sulle doti musicali del Garrard 301 io sono di parte e amo il ritmo che dona alla musica. Certo riconosco che a volte è un po' ruvido e il suono può sembrare a tratti forzato rispetto ad un cinghia ma per ora è un difetto che riesco digerire pur di averlo ancora con me.

 

 

  • Melius 2
Link to comment
Share on other sites

@landrupp Grazie! In parte hai ragione e lascio senz'altro alla moderazione la scelta.

Dicevo in parte poichè mi risulta che tutt'oggi siano giradischi acquistabili nuovi da Classic Hifi almeno per quanto riguarda il 301.

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

@rlc innanzitutto grazie per avere preso l’iniziativa di aprire una discussione su questo importante marchi dell’HIFI.

 

Anch’io, come del resto molti altri forumer, stimo e apprezzo quanto brand. Ricordo quando da studente sentii presso Non Solo Musica la versione full Shindo. Ne rimasi affascinato e per anni ne ho sognato uno. Po gli anni passano, le priorità cambiano. Insomma, la vita. Più o meno un anno e mezzo fa mi è tornata la voglia di Garrard e ho iniziato a documentarmi. A conti fatti, la cifra necessaria all’acquisto di un modello storico unitamente alla revisione e aggiornamento/sostituzione dei componenti usurati mi ha fatto propendere per una soluzione radicalmente diversa. Ne ho preso uno costruito ex novo dalla Classic Turntable Company (CTC) di Ray Clark. Mi è stato consegnato circa un anno fa (ha suo tempo avevo aperto una discussione poi andata persa) e ne sono molto contento. 
massimiliano

3D625FAA-975F-4997-A789-137A8BC5673B.jpeg

  • Melius 2
Link to comment
Share on other sites

45 minuti fa, rlc ha scritto:

Dicevo in parte poichè mi risulta che tutt'oggi siano giradischi acquistabili nuovi da Classic Hifi almeno per quanto riguarda il 301.

c’è anche quello nuovo Garrard (marchio acquisito da SME) replica fedele  (dell’ultima versione credo anche se non esplicitato):

 

https://garrardturntables.co.uk

 

https://www.stereophile.com/content/listening-204-new-garrard-301

 

https://www.google.it/url?sa=t&rct=j&q=&esrc=s&source=web&cd=&ved=2ahUKEwibvt2A44fwAhUNNOwKHZzPDDUQFjAGegQIAxAD&url=https%3A%2F%2Fsme.co.uk%2F2018%2F05%2F01%2Fsme-limited-acquires-the-garrard-audio-brand%2F&usg=AOvVaw2bmTfnPEpMcKrML5CIIEDg

 

 

image.jpeg

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

@rlc Ho preso il “banana” per curiosità. Dopo averlo testato bene sul Verdier con Ortofon RMG 309 e SPU Meister Silver ho deciso di prendere anche lo “straight”. Ne sono molto contento.

Link to comment
Share on other sites

Presente con un 401 preso da poco. Devo farlo controllare a causa del pitch un po ballerino, anche se recentemente sembra essersi aggiustato da solo🙄, il precedente proprietario mi ha detto che ultimamente lo aveva utilizzato pochissimo, forse è per quello...

Vorrei chiedere a @rlc che ha sperimentato diversi plinti quale, secondo lui, sia il più efficace (stavo pensando anch'io all'ardesia, ho un cliente che lavora le pietre con macchina cnc e credo sarebbe in grado di riprodurlo).

@Mxcolombo quale va meglio tra i due bokrand? Secondo te sarebbero in grado di gestire una AT33ptg2 (6,9 g di peso e 10 cu a 100hz, quindi circa 15-17 cu a 10 hz) o vanno bene solo con testine a bassissima cedevolezza tipo 103 o spu? 

Link to comment
Share on other sites

57 minuti fa, Lestratto ha scritto:

@Mxcolombo quale va meglio tra i due bokrand? Secondo te sarebbero in grado di gestire una AT33ptg2 (6,9 g di peso e 10 cu a 100hz, quindi circa 15-17 cu a 10 hz) o vanno bene solo con testine a bassissima cedevolezza tipo 103 o spu? 

Le differenze ci sono ma sono minime (cambia solo la forma della canna - articolazione, cuscinetti etc sono identici). Il “banana” è di poco superiore. Con entrambi caschi bene. Io li uso con le SPU però leggendo nelle note di Alfred su eBay si dice che il braccio va bene sia con le testine leggere e molto cedevoli, sia con quelle pesanti e poco cedevoli. Non so se qualche altro forumer ha avuto modo testarlo con testine di cedevolezza simile alla tua AT33. Prova a contattarlo via eBay.

massimiliano 

Link to comment
Share on other sites

Io da circa un anno ho comprato da un negozio il Garrard 401, restaurato dalla italiana Clinamenaudio . Ho preso il 401 perché esteticamente lo trovo ancora + bello del 301, (anche so ora che ho il 401 voglio anche il 301) in oltre un mio amico che ne ha avuti diversi, sia di 301 che di 401 e si è documentato bene negli anni sulla storia di questi meravigliosi giradischi, mi diceva che il 401 dovrebbe essere una versione meccanicamente un poco più robusta e migliorata del 301, e nonostante questo, si trova in giro a prezzi più bassi, e mi consigliava di prendere proprio il 401. Per quanto riguarda le differenze sonore tra i due io non ne ho esperienza diretta, chi li ha avuti entrambi, mi ha raccontato che in realtà non ci sono differenze tra l’ultima versione del 301 ed il 401, invece una leggera differenza si ha con la prima versione del 301 detta anche Grease Bearing, ma non so dirvi in cosa consistono queste differenze…. Per quanto riguarda il suono, lo trovo eccezionale, veloce, materico, gran senso del ritmo, molto dinamico e con una grande scena sonora.

 

IMG_8852.jpg

  • Melius 2
Link to comment
Share on other sites

7 minuti fa, gabel ha scritto:

(dimenticavo: il mio plinto (finitura “Makassar”)

chiedo per la base del secondo motore che ho ( il plinto che ho è stato realizzato da un artigiano una decina di anni fa).... il plinto è per caso uno di quelli da Ungheria su ebay .... nel caso potresti scrivere qualche valutazione? grazie 

Link to comment
Share on other sites

Si, proprio lui. 👍🏻 Che dire? Il prodotto è di qualità molto elevata: è un multistrato da 16 cm di spessore e altrettanto di peso, di dimensioni enormi (65 cm x 55), in grado di alloggiare, come detto, due 12” contemporaneamente (ma è possibile montare anche dei 9” o 10”). La finitura superficiale è stupenda e anche l’interno, non visibile, è altrettanto curato quanto l’esterno. I piedini li ho acquistati da @Bill, che ne ha una varietà notevole, per ogni esigenza. Il plinto è anche dotato di una presa per un cavo di alimentazione esterno, ma ho preferito usare quello in dotazione al Garrard, collegato direttamente al motore, onde evitare di inserire un ulteriore interruzione lungo il percorso (ma sono fisime tipiche da audiofilo...). 😄 

Comunque l’oggetto è costruito molto bene e rifinito altrettanto. Il costo, ahimè 😩, è piuttosto elevato, anche perché ho scelto io la finitura (mi era stato proposto, molto onestamente, anche grezzo). I tempi di produzione sono medio-lunghi (circa un mese dall’ordine). Ad ogni modo venditore molto professionale e serio: tutti i dettagli sono molto ben curati. L’unico “appunto” (si fa per dire): avrei preferito le viti di colore nero anziché cromato per il fissaggio delle basette, ma mi rendo conto che, anche in questo caso, si tratta di una “pippa” estetica tutta mia (e comunque nessuno mi impedisce di cambiarle, cosa che farò quanto prima). 😄

Link to comment
Share on other sites

@Lestratto Ciao, secondo me l'importante è che il plinto abbia una gran massa e ben sordo. Tra ardesia e MDF o multistrato in legno non ho notato particolari differenze. Il motore abbastanza grande e la puleggia tendono in teoria ad essere rumorosi ma se il sistema plinto telaio è ben realizzato e la meccanica è a posto in generale non trasferiscono troppe vibrazioni al plinto. Per quanto riguarda il motore appunto visto che alla fine è fissato ad una slitta appesa al telaio per mezzo di 3 molle con un canotto esterno in gomma, se queste sono scaricata he e non molleggiano bene rischi che qualche vibrazione venga trasmessa. In occasione dell'acquisto del mio primo 301 feci una revisione competa al sistema motore, leverismi etc. comprando tutte le molle, gommini minuteria nuova e devo dire che dopo la cura era molto silenzioso. Il 401 ha lo stesso sistema quindi se dovessi sentire vibrazioni controlla prima di tutto quelle.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share




×
×
  • Create New...